Cosa può fare la fisioterapia per il dolore cervicale

Ultimo aggiornamento: 25.07.24

 

La fisioterapia può svolgere un ruolo importante nel trattamento del dolore cervicale. Scopriamo insieme quali sono le problematiche legate a questa parte del corpo e quali i metodi per alleviare i fastidi.

La regione cervicale ha funzioni e caratteristiche anatomiche importanti. Sostiene il peso della testa, permette il movimento e la flessibilità del collo, protegge la spina dorsale e le strutture nervose che si estendono dalla colonna verso il resto del corpo. La colonna cervicale è composta da sette vertebre (chiamate appunto “cervicali”) che sono numerate da C1 a C7, partendo da quella più alta vicino al cranio (C1) e procedendo fino a quella più bassa, vicino alla parte superiore della schiena (C7).

La cervicale è tanto importante quanto facilmente soggetta a disturbi e problematiche di vario tipo, per le quali, per fortuna, è possibile trovare soluzioni, affidandosi sia alla fisioterapia sia alla medicina.

 

Dolori cervicali

I disturbi o le condizioni che coinvolgono la regione cervicale possono includere tensione muscolare, dolori, infiammazione delle articolazioni, lesioni ai tessuti molli (come legamenti e muscoli), ernie del disco, stenosi spinale e altre patologie che possono causare sintomi come dolore, rigidità, limitazione del movimento e formicolio nella zona del collo e delle spalle.

Vediamo nel dettaglio quali problematiche si possono presentare (per poi scoprire come risolverle):

Dolori muscolari: Questo tipo di problema è spesso causato da tensione muscolare o affaticamento dei muscoli del collo e delle spalle. Può essere la conseguenza di posture scorrette, stress, movimenti bruschi o prolungati periodi di attività che coinvolgono questa parte del corpo. Questi dolori possono essere descritti come un senso di rigidità, tensione o pesantezza nella zona del collo.

Dolore derivante dalle articolazioni cervicali: L’usura o le lesioni delle articolazioni e l’artrosi possono causare dolore, rigidità e limitazione del movimento nella regione cervicale.

Dolore da ernia del disco: Un disco intervertebrale nella colonna cervicale può sporgere, mettendo pressione sulle radici nervose circostanti. Questo può causare dolore, oltre a sintomi come bruciore, formicolio o debolezza, che si estendono verso le braccia e le mani.

Dolore radicolare: Quando una radice nervosa nel collo viene compressa o irritata, può causare un dolore che si irradia lungo il percorso del nervo ed estendersi alle spalle, alle braccia e alle mani. È spesso associato a sintomi come formicolio, intorpidimento o debolezza nelle zone interessate.

Dolore da trauma o lesioni: Lesioni come il colpi di frusta derivante da incidenti d’auto, cadute o impatti diretti sulla regione del collo possono provocare dolore cervicale acuto, che può essere accompagnato da altri sintomi come gonfiore, lividi o limitazione del movimento.

Dolore riferito: A volte, il dolore proveniente da altre regioni del corpo, come le spalle o la parte superiore della schiena, può essere percepito come cervicale. Questo è noto come “dolore riferito” e può essere causato da problemi muscolo-scheletrici o viscerali.

La fisioterapia come soluzione

Nella gestione del dolore cervicale assumere dei farmaci può certamente servire per alleviare il fastidio in tempi rapidi ma per risolvere definitivamente il problema affidarsi a un fisioterapista è la soluzione migliore.

Tanto per cominciare un fisioterapista esperto sarà in grado di effettuare una valutazione approfondita della tua condizione per determinare la causa del dolore cervicale. In che modo? Tramite un’analisi dei sintomi, una valutazione della postura, della mobilità e della forza muscolare.

Individuato il problema, lo specialista valuterà in che modo intervenire: con terapie manuali o fisiche, con esercizi o altre tipologie di trattamenti.

Terapia manuale: La terapia manuale è una componente fondamentale della fisioterapia per il dolore cervicale. Il fisioterapista può utilizzare tecniche come il massaggio, la mobilizzazione articolare e la manipolazione vertebrale per alleviare la tensione muscolare, migliorare la mobilità delle articolazioni e ridurre il dolore.

Terapia fisica: In casi specifici, la fisioterapia può includere l’utilizzo di modalità fisiche come ultrasuoni, elettroterapia e terapia laser per alleviare il dolore, ridurre l’infiammazione e promuovere la guarigione dei tessuti danneggiati. Inoltre può anche prevedere altre modalità di trattamento complementari, come la terapia del caldo o del freddo, la trazione cervicale o la stimolazione elettrica neuromuscolare, a seconda delle tue esigenze specifiche.

 

Esercizi terapeutici

Dopo essere intervenuto con la terapia più adatta, il fisioterapista può prescrivere una serie di esercizi specifici per rinforzare i muscoli del collo, migliorare la stabilità e la flessibilità delle articolazioni cervicali e correggere la postura. Gli esercizi possono essere sia attivi, che richiedono la tua partecipazione attiva, sia passivi, che vengono eseguiti dal fisioterapista mentre tu ti rilassi.

Lo specialista fornirà informazioni sulla tua condizione, sulla postura corretta, sulle tecniche di sollevamento sicure e su strategie per prevenire il peggioramento del dolore cervicale. Può anche consigliarti su modifiche allo stile di vita e fornirti consigli per mantenere una buona salute cervicale nel lungo termine.

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI