I 5 migliori antistaminici naturali

Ultimo aggiornamento: 28.06.22

 

Se soffrite di allergie stagionali o altro, potreste trovare utile sapere quali siano gli antistaminici naturali più efficaci. Vediamo insieme i migliori

 

Sicuramente avrete sentito parlare degli antistaminici se soffrite di allergie; in caso contrario forse non avete idea di cosa stiamo parlando e provvediamo a farvi conoscere questo mondo un po’ meglio.

Come spiega il nome stesso, l’antistaminico serve a chi non sa come abbassare l’istamina nel sangue, cioè quella sostanza che il nostro corpo rilascia quando veniamo a contatto con quello che si definisce un allergene.

Non sempre la sua produzione comporta una reazione allergica di grande entità, in quanto può accadere che venga prodotta come protezione: il problema nasce quando è eccessiva, per cui si avranno rossore, prurito, bruciore a occhi, gola e naso o anche qualcosa di peggiore. Le allergie, infatti, possono anche manifestarsi con rash cutaneo o shock.

L’istamina, inoltre, è contenuta in alcuni alimenti di derivazione animale, come alcuni prodotti ittici, i formaggi, i salumi e i vegetali, infatti fragole, cioccolato, pomodori e kiwi ne favoriscono il rilascio.

Allo stesso modo, però, ci sono alcuni alimenti in grado di inibire la produzione di questa sostanza, che quindi sono considerati dei veri e propri antistaminici naturali.

 

Come abbassare l’istamina naturalmente

Ecco qui qualche antistaminico naturale che potete utilizzare senza dover ricorrere ai farmaci per l’allergia, se non siete d’accordo sull’assumere sostanze chimiche.

1. Il ribes nero

Si tratta di uno dei migliori antistaminici naturali, perché è molto efficace nel prevenire ogni tipo di allergia. Agisce infatti proprio come il cortisone, in quanto stimola la produzione di cortisolo, un ormone che entra in contrasto proprio con l’istamina.

Usato come rimedio erboristico, si assume in gocce da prendere in via preventiva, ovvero quando si sente che l’attacco sta arrivando. Per fare un esempio, se siamo allergici al polline, inizieremo a prendere il ribes almeno un mese prima dell’arrivo della primavera, quando cioè arriveranno e daranno inizio ai nostri starnuti.

Trattandosi di un elemento naturale, può essere somministrato anche ai bambini, in quanto non ha controindicazioni. Va bene per diversi tipi di allergie, come quelle agli acari e alla polvere e riesce a contrastare l’istamina anche se non viene assunto in maniera preventiva, quindi quando l’attacco è già in corso. 

Inoltre contiene una grande quantità di vitamina C, utile a rafforzare il sistema immunitario, fondamentale anche contro le allergie.

 

2. L’olio di perilla

Per ottenere questo olio si spremono i semi della pianta Perilla frutescens, ricca di vitamina E, polifenoli, fitosteroli e acidi grassi essenziali, come anche l’omega 3 e il precursore dell’omega 6, fondamentali per un corretto funzionamento dell’organismo.

Se siete soliti assumere le vitamine non solo con il cibo, potete pensare di prendere anche un integratore di omega 3 6 9 per sopperire a queste mancanze, ma pensate che nell’olio di perilla ci sono anche antiossidanti e flavonoidi, che agiscono sulle immunoglobuline, per controllare meglio la reazione allergica.

Non solo, perché si rivela un ottimo alleato anche contro l’asma e la rinite, contro gli eczemi, l’orticaria o le dermatiti più in generale. Ma come si può assumere l’olio di perilla? Sotto forma di perle o capsule, da prendere una o due volte al giorno.

3. La vitamina C

Non solo questa vitamina è in grado di dare un buon sostegno al sistema immunitario, ma concorre nella riduzione del rilascio di istamina. Un altro punto a suo favore è il miglioramento della microcircolazione, in quanto favorisce la vasodilatazione, un elemento fondamentale quando si parla di allergie.

Potrete quindi mangiare kiwi, arance, limoni, ananas, melograno, peperoni e tutti i frutti e i vegetali o gli ortaggi ricchi di questa sostanza, se volete combattere questi malanni di stagione, in quanto si tratta di prodotti molto ricchi di vitamina C.

 

4. Il tè

Tra i prodotti della natura che possono aiutare a tenere bassi i livelli di istamina, c’è anche il tè, soprattutto quello verde, ricco di proprietà benefiche per il corpo. Contiene infatti sostanze come le catechine, gli antiossidanti e la quercetina, che agiscono proprio contro il rilascio di questo elemento nel corpo, rivelandosi quindi come un perfetto antistaminico.

Attenzione però, perché, se state cercando di capire come eliminare l’istamina nel corpo, sappiate che si tratta di un’impresa tanto impossibile quanto pericolosa. Questa è infatti importantissima per tenere a bada molti fenomeni, perché funge da antifurto nel caso qualcosa non vada.

Il tè verde potrà dare i benefici sperati se ne berrete almeno tre tazze ogni giorno, senza aggiunta di zucchero o dolcificante. Ma c’è anche un’altra variante che può apportare benefici, cioè il tè rosso, detto anche rooibos, che espleta anche un’azione antistaminica ed è raccomandato non solo agli adulti, ma può essere bevuto senza rischi dai bambini. 

5. La camomilla

Anche se di solito la camomilla viene assunta come bevanda per conciliare il sonno o per lenire qualche mal di pancia un po’ più ostico, visto il suo potere antinfiammatorio, si tratta anche di un buon antistaminico naturale.

Bere una tazza ogni giorno di camomilla può infatti aiutarvi a contrastare gli effetti negativi delle allergie. D’altro canto, preparare un infuso del genere e poi immergere dei batuffoli di cotone al suo interno, può essere un valido rimedio da mettere sugli occhi, quando sono gonfi e arrossati, proprio a causa del polline.

Se non volete ricorrere alle classiche bustine, potete anche optare per le gocce di essenza di camomilla, da diluire in 500 ml di acqua, per poi applicare un impacco sugli occhi, visto il suo potere decongestionante. 

 

Da non dimenticare

Rivolgetevi sempre al medico se avete bisogno di un’azione più forte e anche per sapere per quanto tempo si può prendere l’antistaminico, in modo da non commettere errori facendo di testa propria. 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI