10 idee per usare la spirulina in cucina

Ultimo aggiornamento: 28.09.20

0

 

Famosa per essere l’alimento preferito dagli astronauti, l’alga spirulina vanta di enormi proprietà benefiche per la salute. Scopriamo come utilizzarla in cucina.

 

L’Arthrospira platensis, conosciuta comunemente con il nome di alga spirulina, è un cianobatterio che vive prevalentemente sul fondo dei caldi laghi di acqua dolce. Ha origini sudamericane: gli aztechi ne facevano grande uso, ma sono state scoperte piantagioni anche nel Ciad, in Africa.
Tuttavia, grazie alle sue caratteristiche molto apprezzate, oggi è possibile trovare numerose coltivazioni in Cina, Australia, India, Stati Uniti e persino in Italia. Il termine spirulina deriva dalla particolare conformazione dell’alga, appunto a forma di spirale, e ciò che la rende così caratteristica è la colorazione verde acceso, che dona al cibo a cui è aggiunta un aspetto molto originale.
Contiene Omega-3 e Omega-6, proteine, aminoacidi essenziali, sali minerali e vitamine, soprattutto K, che la rendono poco idonea a chi ha patologie relative alla coagulazione del sangue.
Grazie alle sue proprietà benefiche, negli anni ’90 è stata ampiamente sponsorizzata come il cibo della Nasa, e coltivata dagli astronauti durante le missioni nello spazio. L’enorme diffusione degli ultimi anni deriva dalla sua capacità di bilanciare la quantità di trigliceridi e colesterolo nel sangue, inoltre, sembra sia un potente antiossidante e immunostimolante.
È ampiamente utilizzata e apprezzata dagli sportivi, poiché è in grado di proteggere la muscolatura, le ossa e di aumentare l’energia durante gli sforzi fisici.

 

Dove acquistarla

È possibile trovare prodotti a base di tale alga nelle erboristerie, nei negozi bio, oppure su numerosi siti online. Tuttavia, essendo un cianobatterio capace di produrre tossine pericolose per l’uomo, è sempre opportuno acquistare articoli di qualità, provenienti da agricoltura biologica o comunque con un’origine controllata.
Quello venduto da Sevenhills Wholefood, nonché l’integratore di spirulina più venduto e apprezzato dagli utenti, è completamente naturale, privo di OGM e testato per i metalli pesanti e micotossine.
Il prodotto si presenta in polvere, più facile da utilizzare e inserire nelle pietanze, ma è possibile reperire anche supplementi alimentari in pillole pressate, da macinare manualmente con un mortaio.
La spirulina può essere tranquillamente adoperata in cucina: è possibile preparare numerosi piatti, smoothie e condimenti per renderli energetici e benefici per il corpo. Tuttavia, è importante non eccedere con le dosi, attenendosi sempre alla razione giornaliera scritta sulla confezione.

 

Centrifugato di frutta

Per affrontare al meglio una giornata lavorativa o all’insegna dell’allenamento, non c’è niente di meglio di un frullato energizzante. Inserite in un mixer una banana a pezzetti, del succo d’arancia e dei fiocchi di mais o di avena per migliorare l’apporto di fibre e carboidrati.
Infine, aggiungete un cucchiaio di spirulina e gustate la bevanda appena fatta entro pochi minuti, per evitare che gli ingredienti si ossidino e perdano le loro proprietà.
In alternativa alla frutta, è possibile inserirla nei centrifugati di verdura: per esempio quelli a base di spinaci, cetrioli, sedano e tutto ciò che vi piace.

Bevanda con latte vegetale

Se non avete voglia di sperimentare con preparazioni troppo elaborate, è possibile aggiungere un cucchiaio di spirulina in un buon bicchiere di latte vegetale. Un esempio potrebbe essere quello d’avena, di riso, di mandorle, di soia o l’acqua di cocco, caratterizzati da un sapore naturalmente dolce e da un alto valore proteico.

 

Pasta fresca

Un’idea per rendere più salutare i vostri primi, è aggiungere qualche cucchiaio di spirulina durante la preparazione della pasta fatta a mano. Tagliatelle, gnocchi, fusilli: se avete una macchina apposita potrete ricreare le forme che più vi piacciono, così da far divertire anche i più piccini.

 

Pane e panini

Allo stesso modo, è possibile preparare dei panini sfiziosi o del pane integrale con tutti i benefici della spirulina. Durante il procedimento, però, ricordate di inserire la polvere con la farina prima di aggiungere l’acqua e l’olio, per evitare che questa non si amalgami correttamente.
Tuttavia, il processo di cottura potrebbe far perdere una buona parte delle proprietà nutritive, dunque, è sconsigliabile utilizzarla solo per questo tipo di ricette.

 

Insalata

Se non amate i carboidrati, o seguite una dieta a basso contenuto, potrete dilettarvi nella preparazione di insalate di ogni genere.
La spirulina è molto indicata nelle pietanze a base di zucchine, cetrioli, spinaci, ma anche come condimento di verdure grigliate, aggiungendone un cucchiaio in una miscela di olio, sale e qualche goccia di aceto o limone.

 

Minestroni e zuppe

Per rendere le pietanze invernali più energetiche e proteiche, un’idea potrebbe essere quella di inserire un paio di cucchiai di spirulina nelle vostre vellutate a base di verdure. Ricordate, però, che è preferibile aggiungerla dopo la cottura, poco prima di servire a tavola, per evitare che il calore disperda le proprietà nutritive.

 

Gelato

Passando alle preparazioni preferite dai bambini, un’alternativa potrebbe essere aggiungerne qualche cucchiaio ai gelati fatti in casa.
Tuttavia, poichè non tutti hanno a disposizione un elettrodomestico apposito, per via del costo spesso elevato o della difficoltà di utilizzo, è possibile realizzare dei semplici ghiaccioli a base di yogurt, panna, latte vegetale o frutta centrifugata, così da far felici i più piccoli durante le calde giornate d’estate.

 

Biscotti

Come per il pane e la pasta, è possibile realizzare anche biscotti di tutte le forme aggiungendo l’alga spirulina in polvere all’impasto. Utilizzando il latte di riso e la margarina, potrete accontentare i vostri amici vegetariani, tuttavia, l’alga si presta molto bene anche in presenza di burro e uova.
Potrete farli al profumo di vaniglia, di agrumi o decorarli con delle golose gocce di cioccolato fondente.

Tartufi dolci

Un altro modo per sfruttare a pieno le proprietà della spirulina è preparando delle piccole palline energetiche e dolci. Basterà inserire in un mixer della farina di cocco, la polvere di alga, il cacao, alcuni datteri privi di nocciolo e dello sciroppo di acero.
Dopo aver ottenuto un composto molto denso, formate delle palline e copritele di cocco in scaglie.

 

Crostata

Chi ama la pasta frolla potrà divertirsi a realizzare una crostata di frutta o crema, inserendo la polvere di spirulina per la base. In ogni caso, come per le altre pietanze che necessitano una lunga cottura, l’utilizzo dell’alga è da considerarsi solo come colorante alimentare.

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments