Come utilizzare gli integratori di spirulina

Ultimo aggiornamento: 30.01.23

 

Sono oltre 100 i principi nutritivi essenziali e fondamentali per il giusto funzionamento dell’organismo contenuti nelle alghe azzurre. Per questo motivo assumere degli integratori può essere una buona mossa: a maggior ragione se seguite un regime alimentare particolare e se fate attività fisica. 

Nei prossimi paragrafi vogliamo darvi qualche consiglio utile che vi aiuti a capire come e quando assumere la spirulina.

 

Il pane alla spirulina

Molte persone, quando sentono i suoi effetti positivi, si chiedono subito dove comprare la spirulina, credendo di poterla trovare solo sotto forma di capsule: questa informazione non è corretta, perché come potete vedere, anche solo da una breve ricerca nei negozi sostenibili e naturali della vostra città, esistono le polveri e la pasta.

Vogliamo perciò consigliarvi qualche ricetta che può incuriosire e lasciare di stucco i vostri amici e invitati a cena, perché unisce il gusto naturale della spirulina con quello particolare e ricercato dei condimenti.

Per esempio, potreste preparare del pane alle alghe, realizzabile semplicemente unendo 1 kg di farina a un cucchiaio di integratore sotto forma di polvere, quindi mescolare aggiungendo 10 g di olio extra vergine d’oliva e un pizzico di sale, oltre che il lievito.

In questa maniera, senza cuocere per tempi troppo lunghi la spirulina, siete certi di beneficiare degli elementi nutritivi che fornisce, gustando anche delle facili tartine con formaggio spalmabile, salmone ed erba cipollina.

 

Evitare gli eccessi

Ogni anno cresce sempre di più la consapevolezza dell’importanza di vivere una vita più sana, senza privarsi di cibi più o meno grassi, piuttosto equilibrando i pasti senza eccedere in entrambi i casi.

Ecco che entra in gioco anche l’utilizzo degli integratori, ma per rispondere alla domanda: “A cosa serve la spirulina?” dobbiamo innanzitutto specificare i suoi pregi e i suoi difetti.

Si tratta, come forse già sapete, di una microalga azzurra dalle proprietà benefiche eccezionali, poiché fornisce l’organismo di vitamine e proteine importanti per il corretto svolgimento delle attività metaboliche.

Chi si chiede dove si trovi la spirulina, può dare un’occhiata, anche su Internet, ai principali luoghi di coltivazione e di produzione degli integratori.

Veniamo al dunque: per condurre una vita equilibrata, assumendo questi prodotti naturali, vi suggeriamo di prendere solo una compressa al giorno e fuori pasto.

In questo modo eviterete tutte le controindicazioni come il mal di testa e altri problemi intestinali.

Conservare gli integratori di spirulina correttamente

Se siete giunti fin qui allora saprete già cos’è la spirulina, ma un’ultima cosa su cui vogliamo soffermarci è l’importanza di conservare gli integratori in modo corretto, per evitare il deterioramento dei principi nutritivi.

Questi sono una parte integrante di diversi regimi alimentari, infatti molte persone li usano per compensare delle carenze, che altrimenti non potrebbero essere colmate dagli alimenti che si trovano in commercio.

Innanzitutto, abbandonate l’idea di conservarli nel frigorifero, perché più sono lontani da fonti di umidità e più mantengono la conservazione e la loro efficacia su diverse parti dell’organismo, inclusa la tiroide.

Cercate quindi una dispensa asciutta e lontana da altri punti più caldi della casa, quindi in un’altra stanza, purché non sia la cucina. Potreste infine optare anche di spostare gli integratori di spirulina in una confezione opaca, che li protegga dai raggi solari, affinché mantengano intatta la superficie della capsula che contiene la polvere.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI