Domande frequenti sugli integratori di spirulina

Ultimo aggiornamento: 30.01.23

 

Dove si trovano gli integratori di spirulina?

Chi non ha mai utilizzato le alghe come integratore di principi nutritivi nella propria dieta, non sa dove dove si trova la spirulina e quindi quali sono i formati e le indicazioni sull’utilizzo. Ma per rispondere alla domanda, possiamo dirvi che solitamente è reperibile nei negozi che vendono prodotti sostenibili e naturali, oppure nelle erboristeria ma anche online.

I costi possono variare a seconda di diversi fattori, tra cui la quantità di prodotto incluso nella confezione, il grado di lavorazione della spirulina, la qualità della produzione effettuata dall’azienda, senza dimenticarci l’eventuale presenza di altri ingredienti.

 

Quanti integratori di spirulina assumere al giorno?

Non sempre è semplice sapere come e quando assumere la spirulina in una dieta, perché a seconda dei casi, è necessario utilizzare qualche capsula in più o in meno rispetto quelle consigliate sulla confezione.

In linea generale, è bene chiedere conferma al proprio medico, soprattutto nel caso in cui soffriate di allergie o intolleranze, altrimenti alcuni erboristi consigliano una dose di 3 g al giorno.

Questo è il quantitativo utile per iniziare a godere appieno del giovamento che apporta la spirulina all’organismo, ma ricordate che è sempre meglio accompagnarla a una dieta equilibrata, altrimenti non sortirà alcun effetto.

 

Quali sono le controindicazioni della spirulina?

Secondo le indicazioni degli esperti, in assenza di patologie principali che potrebbero entrare in contrasto con le qualità degli integratori di questo tipo, assumere queste alghe azzurre quotidianamente non comporta effetti collaterali.

Certo, bisogna comunque essere misurati nella scelta dei prodotti e delle quantità da utilizzare, soprattutto se non si conosce bene cosa sia la spirulina. Chi invece soffre di disfunzioni tiroidee o è immunodepresso, deve valutare ogni rischio con il proprio medico, perché, come dice un famoso proverbio, è sempre meglio prevenire che curare.

Altrettanto importante evitare il sovradosaggio, poiché comporterebbe la comparsa di sintomi come stitichezza, febbre e nausea.

Che cos’è la spirulina?

Chi non sa a cosa serve la spirulina può darsi che non conosca neppure di cosa si tratti: è necessario prima di tutto fare riferimento all’acqua dolce. Proprio in questo ambiente cresce una specie di alghe azzurre, ricche di sostanze salutari e principi attivi, che aiutano l’organismo in diverse funzioni.

Inoltre da secoli integrano nel corpo elementi come aminoacidi essenziali e così via. La spirulina è perciò una pianta acquatica, oggi non più considerata selvaggia, perché le aziende produttrici hanno ormai organizzato e standardizzato procedimenti e metodi di coltivazione.

 

A cosa serve la spirulina?

Polvere, capsule, fiocchi: questi sono solo alcuni dei formati in cui è possibile trovare questa tipologia di pianta acquatica che, chi non sa dove acquistare la spirulina, non ha mai visto sugli scaffali dei supermercati.

Come forse già saprete, si tratta di un alimento che, grazie alle proprietà benefiche sorprendenti, è un toccasana naturale per il corpo, visto anche il quantitativo di sali minerali, vitamine, proteine essenziali e omega 3 che contiene nella sua composizione.

Inoltre, può essere utile anche per gli sportivi, perché aumenta l’energia migliorando le performance.

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI