Gli 8 migliori semi di chia del 2020

Ultimo aggiornamento: 01.11.20

0

 

Semi di chia – Guida agli acquisti, Opinioni e Confronti

 

I semi di chia hanno una storia molto antica che risale al tempo degli Aztechi, una popolazione che abitava il centro e il Sud America. Furono loro a pensare al nome, che in questa lingua antica significa “forza”: infatti, da millenni i semi di chia rappresentano una fonte di nutrimento essenziale, grazie alle preziose sostanze nutritive di cui sono ricchi. Se siete alla ricerca di questo alimento antico, siete arrivati nel posto giusto: questa guida vi aiuterà a scegliere quelli più adatti alle vostre esigenze. Ecco una piccola anticipazione delle nostre proposte, se non avete tempo da dedicare all’intero articolo. Al primo posto abbiamo scelto Sevenhills Wholefoods Semi Di Chia Crudo Bio 1kg, lavorati a basse temperature per mantenere tutti i loro preziosi nutrienti. Al secondo posto della nostra classifica trovate i Naturacereal Semi di Chia Elevato Contenuto Fibre e Proteine, a un ottimo rapporto qualità/prezzo.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori semi di chia – Classifica 2020

 

Se siete alla ricerca dei migliori semi di chia, siamo andati alla ricerca di alcune proposte molto interessanti. Da qualche tempo a questa parte, l’alimento è infatti entrato a far parte anche della dieta occidentale grazie ai suoi numerosi benefici. 

Qui sotto trovate la descrizione dei prodotti che abbiamo scelto, che ci auguriamo vi possano essere d’aiuto per identificare quello più adatto alle nostre esigenze.

Ecco alcuni tra i migliori semi di chia del 2020 attualmente in commercio. 

 

 

1. Sevenhills Wholefoods Semi Di Chia Crudo Bio 1kg

 

Se siete alla ricerca dei semi di chia perché avete scoperto i loro incredibili benefici e amate i prodotti biologici, vi consigliamo di tenere in considerazione questa proposta. Prodotti in Sud America da agricoltori locali, sono privi di sostanze chimiche e sono naturali al 100%. 

Il marchio è ben conosciuto per le sue opere di beneficenza e per l’impegno in progetti sociali nei paesi in via di sviluppo. La confezione contiene ben 1 kg di semi di chia lavorati a crudo, per non disperdere le loro preziose proprietà nutritive. Il comodo sacchetto salvafreschezza permette di conservarli al meglio, ma fate attenzione a richiuderlo con cura.

I semi di chia sono un alimento versatile, da consumare crudi oppure all’interno di liquidi. Se non potete mangiare le uova, si possono usare nelle ricette come sostituti. Sono certificati UK Soil Association e registrati alla Vegan Society.

Infine, anche grazie al loro rapporto qualità/prezzo vantaggioso sono tra i più venduti online. 

 

Pro

Marchio: Questi semi sono prodotti dal brand Sevenhills Wholefoods e coltivati in Sud America per supportare gli agricoltori locali. Inoltre, è un’azienda impegnata in progetti di beneficenza, che svolge progetti sociali nei paesi in via di sviluppo. 

Biologici: Si tratta di un prodotto naturale al 100%, privo di additivi, riempitivi e di leganti. Certificato UK Soil Association, è inoltre registrato dalla Vegan Society.  

Versatili: Si possono consumare sia crudi sia all’interno di liquidi. Sono inoltre un ottimo sostituto delle uova, se amate realizzare i prodotti da forno con questi ingredienti. 

 

Contro 

Chiusura: Il sacchetto salvafreschezza deve essere richiuso con attenzione per evitare che i semi possano perdere le loro proprietà. 

Acquista su Amazon.it (€13,99)

 

 

 

2. Naturacereal Semi di Chia Elevato Contenuto Fibre e Proteine

 

Tra i semi di chia più venduti sul mercato abbiamo trovato questo prodotto, che ci ha colpito per il suo ottimo rapporto qualità/prezzo. La confezione salvafreschezza permette di conservarli al meglio, in modo da evitare che possano perdere i loro preziosi nutrienti. 

Sono un concentrato di nutrimento, privi di glutine e vegani. Famosi per il loro basso contenuto di carboidrati e calorie, sono un alimento ideale per chi pratica diete per il dimagrimento e per chi necessita di regolare gli zuccheri nel sangue; proprio per questo sono adatti ai diabetici e a coloro che desiderano sostituire le uova nella preparazione dei dolci. 

La pratica confezione da 1 kg richiudibile permette di conservarli al meglio per non disperdere i loro nutrienti. 

Per sapere dove acquistare questi semi online a un costo vantaggioso, cliccate sul link che segue la nostra descrizione. 

 

Pro

Costo: Un prodotto che spicca per il suo ottimo rapporto qualità/prezzo. La confezione contiene infatti 1 kg di semi di chia a un costo accessibile a tutti. 

Valori nutrizionali: Questo alimento è ricco di fibre e di Omega 3, povero di carboidrati, ed è ideale per i soggetti diabetici, grazie alla sua azione regolatrice degli zuccheri nel sangue. 

Versatili: I semi possono essere consumati crudi oppure all’interno di liquidi. Sono insapore e non rischiano di alterare il gusto di altri alimenti. 

 

Contro 

Non bio: Sulla confezione non viene riportata la sigla biologica. Non si tratta quindi di un prodotto bio e per questo non è adatto a chi fa attenzione al tipo di coltivazione.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Naturime Semi di Chia Bio Salvia hispanica 1 kg

 

Facendo una comparazione tra i vari semi di chia in commercio, non potevamo non includere questi semi di chia, caratterizzati da un elevato apporto nutrizionale. Sono la soluzione ideale per chi desidera un alimento ricco di sostanze benefiche per l’organismo, perfetto per regolarizzare gli zuccheri nel sangue e per fornire un elevato apporto di fibre. 

Grazie al loro basso contenuto calorico, sono perfetti per coloro che seguono diete con pochi carboidrati. Si consiglia però di non superare la dose giornaliera suggerita per evitare un eccessivo transito intestinale: queste solo le uniche controindicazioni.

Questi semi di chia sono biologici, ma non provengono da un’agricoltura europea, e per qualcuno il dettaglio potrebbe rappresentare un punto a sfavore. Da consumare crudi oppure all’interno di liquidi, vengono venduti all’interno di una confezione salvafreschezza, che li mantiene intatti e pronti da consumare all’occorrenza.

 

Pro

Rapporto qualità/prezzo: Un prodotto economico e di qualità che spicca per il costo vantaggioso. Si tratta infatti di 1 kg di semi di chia biologici che garantiscono un utilizzo duraturo.

Versatili: Si possono mangiare crudi oppure all’interno di liquidi, nei quali aumentano del triplo il loro volume. 

Per dimagrire: Grazie al loro basso contenuto di carboidrati, sono la scelta ideale per chi sta svolgendo una dieta. 

 

Contro 

Bio non UE: Sulla confezione è riportato che i semi sono biologici ma non provengono da agricoltura europea. Non sono quindi ideali per coloro che preferiscono prodotti dei quali è possibile tracciare la provenienza. 

Acquista su Amazon.it (€11,73)

 

 

 

4. MySuperfoods Semi Biologici di Chia 1Kg Certificato Biologico

 

Se state pensando di provare per la prima volta i semi di chia, vi consigliamo di dare un’occhiata a questa proposta, che tra le nostre offerte spicca per la sua qualità. Sono semi insapore che derivano dalla Salvia Hispanica, una pianta che ha origine nel centro e nel Sud America. 

Infatti, è proprio la Bolivia il paese di provenienza di questi semi, che benché non siano un prodotto UE, risultano di elevata qualità. I semi vengono raccolti a mano e lavorati crudi per preservare al meglio le loro caratteristiche nutrizionali. 

Sono biologici e quindi privi di additivi o leganti, ma completamente naturali. Sono inoltre facilissimi da mangiare perché, essendo molto piccoli e insapore, si possono aggiungere a una varietà di preparazioni. I semi di chia sono adatti a chi segue una dieta vegana e vegetariana, ma anche a coloro che necessitano di alimenti privi di glutine. 

I pareri di chi ha scelto il marchio, infine, sottolineano il suo ottimo rapporto qualità/prezzo. 

 

Pro

Versatili: I semi di chia sono molto piccoli ma ricchi di sostanze nutritive. Si possono aggiungere a moltissime preparazioni, dai budini ai pudding, agli yogurt e nei dessert. 

Bomba energetica: Un altro grande vantaggio di questi semi consiste nel loro elevato apporto nutrizionale. Sono infatti ricchi di fibre, vitamine, sali minerali e Omega 3. 

Vegani: Questi semi sono adatti a chi segue una dieta vegana e vegetariana. Allo stesso modo, essendo privi di glutine sono ideali per chi è intollerante o celiaco. 

 

Contro 

Bio non UE: L’unico punto debole è la provenienza dei semi, che vengono coltivati in Bolivia e raccolti a mano. Non sono quindi un prodotto che proviene da agricoltura biologica. 

Acquista su Amazon.it (€21,99)

 

 

 

5. Nutri Superfoods Semi di Chia Biologici Prodotto Vegano 500g

 

Se siete alla ricerca di semi di chia di alta qualità a un costo vantaggioso, questo prodotto è da valutare con attenzione; non a caso lo abbiamo incluso nella nostra classifica. Una confezione da 1 kg di semi biologici, privi di lattosio, glutine, soia e lievito. 

Grazie al loro alto contenuto di fibre, svolgono un’azione regolatrice dell’intestino e sono adatti anche ai diabetici, grazie al loro funzione di riequilibrare gli zuccheri nel sangue. Possono essere consumati crudi oppure all’interno di liquidi: basta metterli in ammollo per vedere triplicare il loro volume. 

Sono inoltre una fonte di energia sorprendente nonostante siano molto piccoli, ricchi di vitamine e proteine, con un bassissimo contenuto calorico. Migliorano l’energia e inoltre svolgono un’azione antiossidante. Sono biologici ma non provengono da una coltivazione europea, come la maggioranza sul mercato. 

Se volete acquistare questo nuovo prodotto online al miglior prezzo, cliccate sul link che trovate sotto la nostra descrizione.

 

Pro

Qualità: Sono un alimento che proviene dal Sud America, facile da usare e che si può combinare a tanti alimenti diversi, per garantire un apporto nutrizionale completo, da introdurre nella propria dieta. 

Fonte di energia: Questi piccoli semi sono famosi per il loro elevato contenuto energetico. Ricchi di vitamine antiossidanti e di fibre, svolgono la funzione di regolatori degli zuccheri nel sangue e sono ideali per combattere la stitichezza. 

Versatilità: Un prodotto biologico, adatto ai vegani e ai vegetariani, ma anche a chi è intollerante al glutine e al lattosio. Non è OGM e può essere consumato da chi cerca alimenti Kosher. 

 

Contro 

Bio non UE: Come la maggioranza dei semi di chia bio sul mercato, anche questi non provengono da una coltivazione europea, ma vengono prodotti dove crescono naturalmente, in Sud America. 

Acquista su Amazon.it (€9,97)

 

 

 

6. MeaVita Semi di Chia 1kg Qualità Senza Pari 

 

Quella di MeaVita è una confezione da 1 kg di semi di chia puri al 100%, privi di coloranti e leganti: la soluzione ideale per chi desidera sperimentare il loro apporto energetico, che li ha resi famosi nella dieta occidentale. 

Possono essere consumati crudi, oppure aggiunti ai liquidi per realizzare deliziosi dessert, come il budino, e per creare bevande personalizzate. Il loro punto debole è che non sono prodotti biologici, infatti non compare questo tipo di certificazione sulla confezione. Detto ciò, sono però adatti a vegani e vegetariani, e lo stesso vale per chi è intollerante al glutine e al lattosio.

La confezione è richiudibile e salvafreschezza, in modo tale da assicurare una conservazione migliore, che lascia intatte le sostanze nutritive contenute in questi semi piccolissimi. Sono una fonte di fibre e proteine, e inoltre, contengono un elevato apporto di omega 3 e 6 di acidi grassi e di vitamine antiossidanti. 

 

Pro

Qualità/prezzo: Una confezione da 1 kg di semi di chia naturali e privi di sostanze leganti e coloranti, adatta a chi segue una dieta vegana, vegetariana e anche gli intolleranti al glutine e al lattosio. 

Versatili: La particolarità dei semi di chia consiste nell’essere insapore e quindi si possono aggiungere a qualsiasi alimento. Dai dessert ai primi piatti, si adattano a qualsiasi ricetta. 

Nutrienti: Il punto forte dei semi di chia consiste nel loro elevato apporto nutrizionale, grazie a tutte le sostanze benefiche di cui sono ricchi. Fibre, vitamine, omega 3 e 6, e un basso contenuto di carboidrati. 

 

Contro 

Non bio: La confezione non riporta la sigla della coltivazione biologica. Benché quindi siano naturali, non sono certificati bio. 

Acquista su Amazon.it (€8,45)

 

 

 

7. Mituso Semi di Chia 2kg Qualità Senza Pari 

 

Un pacchetto salvafreschezza che al suo interno contiene ben 2 kg di semi di chia puri al 100%, la scelta ideale per chi desidera introdurre nella propria dieta questo alimento ricco di nutrimento. Sono piccolissimi e una vera bomba di energia, contengono fibre e sali minerali, acidi grassi essenziali come gli omega 3 e 6. 

Sono ideali per chi necessita di migliorare il transito intestinale, sono adatti ai diabetici e a chi segue una dieta povera di carboidrati. Si tratta inoltre di un prodotto vegano e vegetariano, senza glutine e senza lattosio. Un altro vantaggio di questi semi è che non hanno sapore, e si possono aggiungere a qualsiasi preparazione. 

Considerando i 2 kg inclusi nella confezione, questo è il prodotto più economico all’interno della nostra classifica. 

Per acquistarlo online cliccate sul link che segue la nostra descrizione. 

 

Pro

Quantità/prezzo: Una confezione che contiene ben 2 kg di semi di chia a un costo molto competitivo. La scelta ideale per chi desidera fare una buona scorta di questo prezioso alimento. 

Nutrienti: Si tratta di un alimento ricco di proteine, sali minerali e fibre. Ideale per migliorare la vitalità e per chi ha problemi di tiroide. 

Utilizzo versatile: I semi di chia possono essere consumati crudi oppure in aggiunta ad alimenti liquidi. Data la loro caratteristica assenza di sapore, sono un ottimo complemento per ogni preparazione. 

 

Contro 

Non bio: Sono semi coltivati in Europa, ma non provengono da una coltivazione biologica. Questo è l’unico punto debole, almeno per chi presta attenzione al metodo di coltivazione. 

Acquista su Amazon.it (€14,99)

 

 

 

8. Benessence Semi di Chia 1000 g in Atmosfera Protettiva

 

I semi di chia sono conosciuti per il loro alto contenuto di nutrienti, tra cui vitamine, sali minerali e gli acidi grassi omega 3 e omega 6. Grazie al loro ottimale apporto di fibre, sono indicati per favorire un corretto transito intestinale, e inoltre per i soggetti che soffrono di diabete. 

Sono anche adatti anche a coloro che seguono diete a basso contenuto calorico, data la scarsa quantità di carboidrati presenti al loro interno. Questa confezione contiene ben 1 kg di semi di chia puri al 100% e confezionati in atmosfera protettiva. 

Il pacchetto non è salvafreschezza, quindi prestate attenzione a riporlo in un luogo fresco e asciutto, chiudendolo per bene. Non è nemmeno un prodotto biologico, ma è naturale e made in Italy e inoltre spicca per il suo costo vantaggioso. 

Per acquistarlo a prezzi bassi, cliccate sul link che trovate qui sotto, dopo la lista dei pregi e dei difetti. 

 

Pro

Utilizzo versatile: Questa confezione da 1 kg di semi di chia puri è ricca di nutrienti essenziali. Favoriscono numerosi funzioni del nostro organismo, contribuendo al benessere generale del corpo. 

Vegani: Il prodotto è ideale per chi segue una diete vegana e vegetariana, è completamente naturale e privo di sostanze di origine animale. 

Costo: Un prezzo molto interessante per questa confezione di semi di chia puri al 100%, prodotti in Italia e confezionati in atmosfera protettiva, per garantire la preservazione dei loro nutrienti. 

 

Contro 

Glutine: Il prodotto può contenere tracce di soia, frutta a guscio e glutine. Inoltre, non è certificato biologico e la confezione non è salvafreschezza. 

Acquista su Amazon.it (€13,9)

 

 

 

Guida per comprare i semi di chia 

 

Sono sempre di più le persone che danno importanza alla salute e a un corretto apporto nutrizionale. Ci sono moltissimi alimenti non autoctoni che sono stati inseriti nella nostra dieta occidentale: tra questi spiccano sicuramente i semi di chia, piccolissimi ma un vero portento in quanto a nutrimento per il nostro organismo. 

Da poco tempo a questa parte, il mercato online offre tantissima scelta e non è facile identificare quali semi di chia comprare. Sembrano tutti uguali, ma non lo sono, in quanto la coltivazione potrebbe essere biologica oppure no, i semi essere prodotti in diverse zone del centro e del Sud America, ma non solo.

Per aiutarvi a fare la scelta giusta, qui sotto trovate una piccola guida che ci auguriamo vi possa aiutare a capire come scegliere dei buoni semi di chia.

 

Da cosa provengono i semi di chia 

I semi di chia derivano dalla Salvia Hispanica, una pianta dal fusto verde che cresce spontaneamente nel centro e nel Sud America. L’altezza massima che può raggiungere è di 1 m, le sue foglie sono disposte a coppie e caratterizzate da una forma a cuore e dal margine seghettato. 

La Salvia Hispanica produce infiorescenze bianche o viola delle quali, quando maturano, si possono raccogliere i semi, la parte più piccola ma che nasconde una grande quantità di nutrimento.

I semi di chia hanno un colore misto, che attraversa le gradazioni del nero, grigio e bianco: quando non sono ancora ben maturi, hanno infatti una tonalità che tende al marrone. Vengono lavorati crudi per mantenere intatte le loro preziose sostanze nutritive e non hanno un vero e proprio sapore: per questa ragione si possono aggiungere a numerose preparazioni. 

 

Come scegliere i semi di chia

Come abbiamo anticipato nella nostra introduzione, la grande diffusione dei semi di chia degli ultimi anni ha contribuito alla distribuzione di massa di questo alimento: purtroppo in questi casi a farne le spese è la qualità del prodotto.

È quindi indispensabile riconoscere i semi di qualità e puntare al meglio, per garantire il massimo apporto nutrizionale e tutti i vantaggi dell’introduzione di questo prodotto nella nostra dieta.

Per prima cosa è necessario fare attenzione al colore dei semi, che per essere i migliori devono essere scuri, di una tonalità tendente al grigio-nero. Quindi, se vi sembrano marroni, non sono di prima qualità perché non abbastanza maturi. 

Il colore non è l’unico elemento per valutare la qualità dei semi di chia: anche eventuali residui di impurità, all’interno della confezione, rappresentano un’avvertenza ed è meglio non acquistarli. Un’altra caratteristica da valutare con attenzione è il luogo dove vengono coltivati.

Anche se la maggioranza proviene dal centro e dal Sud America, vale sempre la pena puntare su prodotti biologici e privi di OGM.

 

Le caratteristiche uniche

I semi di chia sono una fonte importante di vitamine essenziali, tra cui il gruppo B, la niacina e la tiamina, la provitamina A e la C. Sono inoltre un vero concentrato di antiossidanti e vengono utilizzati dagli atleti come potenti rigeneratori muscolari. Svolgono una potente azione anti age e sono indicati per contrastare i disturbi e le malattie legate all’invecchiamento. 

I semi di chia sono apprezzati anche per il loro elevato contenuto di acidi grassi omega 3, omega 6 e omega 9. Allo stesso modo sono ricchi di sali minerali, tra cui il fosforo, il potassio e il selenio; non mancano neppure il ferro e lo zinco. I semi di chia sono inoltre ricchi di proteine e hanno un bassissimo contenuto di carboidrati. 

Infine, contengono una quantità elevatissima di fibre, circa 34 g su 100 g, che aiutano a favorire un corretto transito intestinale. Sono inoltre indicati a chi soffre di disturbi legati all’ipertiroidismo e all’ipotiroidismo. 

Utili in gravidanza 

Ci sono moltissimi alimenti che è meglio evitare durante il delicato periodo della gestazione, ma questo non riguarda i semi di chia, che al contrario vengono raccomandati grazie al loro elevato contenuto di acido folico, un coenzima che aiuta un corretto sviluppo del tubo neurale, favorendo uno sviluppo del sistema nervoso del futuro bebè. 

L’acido folico può essere introdotto attraverso gli alimenti che assumiamo, perché il nostro organismo non è in grado di riprodurlo in maniera autonoma. 

 

 

 

Domande frequenti

 

Cosa sono i semi di chia?

I semi di chia derivano dalla Salvia Hispanica, una pianta originaria del centro e del Sud America, caratterizzata da un fusto non legnoso e da rametti verdi, dai quali nascono le foglie cuoriformi. I semi sono racchiusi all’interno delle infiorescenze che possono essere viola oppure bianche, ed è necessario attendere che maturino prima di raccoglierli. 

In lingua azteca chia significa “forza” e infatti questi semi sono stati la base alimentare di queste popolazioni per millenni: ancora oggi sono parte integrante della dieta in centro e Sud America. Sono stati introdotti in Europa solo nel 2009, ma grazie alle numerose sostanze nutritive che contengono hanno sin da subito riscosso un grandissimo successo nelle vendite.

 

A cosa servono i semi di chia?

I semi di chia sono ricchi di sostanze benefiche per il nostro organismo, se vengono introdotte nelle giuste quantità all’interno della nostra dieta. Sono un concentrato vitaminico e di fibre, sono inoltre ricche di sali minerali e di acidi grassi essenziali.

Grazie al loro elevato apporto di fibre consentono di favorire un corretto transito intestinale; inoltre, se vengono lasciati un acqua per una notte, si trasformano in un gel che diventa un vero depurativo per l’intestino. 

Sono inoltre indicati per chi desidera effettuare una cura dimagrante, perché aiutano tenere sotto controllo il peso e svolgono un’azione regolatrice degli zuccheri nel sangue. Sono piccolissimi e si possono aggiungere a qualsiasi alimento, inoltre sono quasi del tutto insapore e non rischiano di modificare il gusto delle pietanze. 

C’è anche chi li utilizza al posto delle uova nella preparazione dei dessert.

 

Dove si comprano i semi di chia?

I semi di chia si trovano nei negozi di alimenti, etnici, rivenditori specializzati in prodotti biologici e anche nelle erboristerie. Vengono messi in vendita da numerose aziende impegnate nel commercio equo solidale, e ovviamente sono disponibili nei negozi online.

Il loro costo è accessibile a tutte le tasche, ma considerando la grande diffusione di questi semi negli ultimi anni, è consigliabile puntare alla qualità, scegliendo prodotti naturali e privi di leganti e additivi. 

Ancora meglio se i semi provengono da agricoltura biologica certificata.

 

Ci sono controindicazioni?

I semi di chia hanno qualche controindicazione ed è quindi bene evitare di superare le dosi consigliate, ovvero 25 g al giorno. A causa dell’elevata capacità dei semi di assorbire acqua, potrebbero infatti causare gonfiore addominale e crampi. Allo stesso modo, sono sconsigliati per chi soffre di pressione bassa perché tendono a ridurla ulteriormente. 

Infine, il loro alto contenuto di acidi grassi ha uno svantaggio che riguarda le interazioni farmacologiche, soprattutto se si assumono fluidificanti e anticoagulanti. Inoltre, sono sconsigliati alle persone che hanno subito un intervento chirurgico nel tratto intestinale.

Per sapere se potete assumere questi semi, vi consigliamo di chiedere il parere del vostro medico. 

 

 

 

Come mangiare i semi di chia

 

I semi di chia sono un alimento versatile che si presta a numerose preparazioni in cucina, dalle insalate ai dessert, e persino nelle bevande calde o fredde. Sono moltissime le persone che li aggiungono all’interno di budini e nelle tisane. 

Sono un aggiunta sfiziosa, facile da mangiare perché molto piccoli e, se aggiunti ai liquidi, la loro consistenza si ammorbidisce. I semi di chia possono essere consumati in tanti modi diversi, è importante però non superare le dosi giornaliere consigliate di 25 g, al fine di evitare possibili controindicazioni.

Per garantire il massimo del beneficio dalle sostanze nutritive che contengono, è preferibile consumarli curdi, ma se desiderate potete aggiungerli anche ai liquidi. Ecco alcune idee su come usare al meglio questi semi miracolosi in cucina.

 

La farina e il gel di semi di chia

I semi di chia possono essere macinati a crudo, per realizzare una farina dalla consistenza molto sottile. Essendo senza glutine è ideale per chi è intollerante o celiaco. Può essere aggiunta a una serie di preparazioni, dolci e salate. Al pari di altre farine, può essere utilizzata anche per addensare creme e salse.

Un altro metodo per assumere i semi di chia consiste nel gel, che si forma quando vengono lasciati in acqua per una notte. Oltre a svolgere una funzione depurativa dell’intestino, viene utilizzato inoltre come legante al posto delle uova. 

 

I semi cotti o crudi 

I semi di chia crudi sono ideali per dare più nutrimento a budini, ai frullati di frutta, al latte di origine vegetale, come a quelli di mandorla o di riso, per esempio. I semi crudi vengono utilizzati per la preparazione di polpette vegane o dessert privi di lattosio, e anche per la colazione mattutina, se aggiunti a yogurt, o come supplemento nutritivo all’interno di formaggi freschi. 

I semi di chia cotti possono essere utilizzati come ingredienti all’interno dei primi e dei secondi piatti: c’è chi li aggiunge alle torte salate e chi ai risotti. Ricordate che, se li bagnate con l’acqua il loro volume tende a triplicare, mentre se li usate crudi questo aumento non avviene. 

Come si conservano i semi di chia 

I semi di chia devono essere conservati al riparo da fonti di calore, in un ambiente fresco e asciutto. Prestate attenzione alla confezione all’interno della quale sono contenuti i semi: se non è richiudibile consigliamo di inserirli all’interno di un barattolo di vetro. 

Controllate sempre la data di scadenza per evitare possibili controindicazioni: se state pensando di provarli per la prima volta, chiedete il parere del vostro medico che vi saprà indicare se sono adatti oppure no alle esigenze del vostro organismo. 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments