Gli 8 migliori semi di lino del 2020

Ultimo aggiornamento: 05.06.20

0

 

Semi di lino – Guida agli acquisti, Opinioni e Confronti

 

Come avevano già scoperto gli Egizi e i Fenici, il lino è una pianta erbacea annuale, che cresce spontanea e da cui si possono ricavare sostanze nutritive preziose e fibre tessili resistenti. I semi vantano proprietà protettive ed emollienti, infatti non è difficile trovarli tra gli eccipienti di un prodotto di cosmesi o nella lista di ingredienti degli infusi, utili per calmare le infiammazioni interne ed esterne. Se non avete molto tempo a disposizione per leggere le migliori proposte e i diversi formati che abbiamo raccolto in questa pagina, date subito un’occhiata a Indigo Herbs Farina di Semi di Lino Biologica, ideale per preparare pasta e pizza ricche di oli essenziali anche per celiaci. Buona anche la soluzione VidiFood Semi di Lino Interi 100% Naturali, da aggiungere facilmente a qualsiasi preparazione culinaria, per arricchirla di principi nutritivi e di sapore.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori semi di lino – Classifica 2020

 

Trovate difficile individuare quali sono i migliori semi di lino del 2020 tra i tanti articoli che esistono sul mercato? Non preoccupatevi, perché vi basterà seguirci con la lettura delle prossime righe, in cui abbiamo esaminato i prodotti più soddisfacenti, analizzandone i pro e i contro.

In questo modo potrete avere un quadro più completo, per capire dove acquistare la soluzione ideale.

 

 

1. Indigo Herbs Farina di Semi di Lino Biologica

 

Gustare un buon piatto di pasta o una pizza fatta in casa non è facile per chi soffre di intolleranza al glutine, perciò, chi vuole aggiungere un quid in più al pasto, può dare una chance a questa farina di semi di lino, completamente naturale e dalla texture finissima.

Può essere utilizzata in diverse preparazioni culinarie, perché si mescola facilmente con qualsiasi prodotto, conferendo anche delle qualità nutritive da non sottovalutare, come le vitamine e l’Omega 3 tipicamente contenuti nella pianta del lino.

Questo nuovo prodotto è quindi l’ideale per celiaci e per vegani e vegetariani, ma, nonostante questo, contiene 900 kcal per 100 g, quindi chi segue una dieta ipocalorica dovrà dare un’occhiata ad altre soluzioni.

Il rapporto qualità/prezzo è buono, infatti è tra gli articoli più venduti, anche perché la confezione vanta una chiusura a tenuta d’aria, che garantisce una conservazione più efficiente e duratura.

 

Pro

Rapporto qualità/prezzo: Facendo una comparazione con altre soluzioni simili presenti sul mercato, questo prodotto non solo vanta una qualità superiore, ma è caratterizzato anche da un prezzo competitivo e più vantaggioso.

Versatile: Trattandosi di semi di lino lavorati e macinati finemente, questi possono essere utilizzati come ingrediente base per diverse ricette. In più, è un prodotto versatile anche per chi è intollerante al glutine.

Tabella nutrizionale: Sulla confezione si può leggere che, oltre alle qualità e ai vantaggi conferiti dai semi di lino, questa polvere vanta anche un’aggiunta ulteriore di Omega 3 e di vitamine biodisponibili.

 

Contro 

Calorie: Non è un prodotto pensato per chi segue un regime dietetico ipocalorico.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. VidiFood Semi di Lino Interi 100% Naturali

 

Tra i prodotti venduti online, un articolo che può fare al caso vostro, se apprezzate i semi di lino interi, è questa confezione del marchio VidiFood. L’azienda produttrice ha a cuore che ogni processo di realizzazione venga effettuato in modo accurato e senza sostanze chimiche, affinché i principi nutritivi e le qualità organolettiche rimangano inalterate.

Questo è uno dei motivi che spingono gli amanti delle soluzioni biologiche ed ecosostenibili a lasciare i propri pareri positivi, garantendo un prodotto naturale e ricco di Omega 3 e vitamine essenziali.

Potreste infatti utilizzarli anche macinati insieme al caffè, oppure aggiungerli allo yogurt o ai cereali per dare un quid in più al gusto, all’aroma e beneficiando degli effetti positivi di questi semi di lino dorati.

L’unico neo è che tra gli ingredienti è indicata chiaramente la presenza di tracce di olio di noce e di sesamo, quindi non è un articolo adatto per chi soffre di allergie a questi ultimi due elementi.

 

Pro

Naturale: VidiFood garantisce che in ogni operazione della catena di produzione di questo articolo non vengono utilizzate sostanze chimiche in grado di alterare le qualità organolettiche e nutritive dei semi di lino. Per questa ragione si tratta di un articolo completamente naturale e biologico.

Praticità: La confezione è facile da chiudere e da conservare, ma la qualità principale di questi semi di lino è che li potrete aggiungere al latte o al caffè, donando un quid in più semplicemente macinandoli.

Costo: Si tratta di una soluzione conveniente e dal costo piuttosto interessante, che strizza un occhio a chi non dispone di un budget elevato per l’acquisto di semi di lino.

 

Contro 

Possibili allergie: Tra gli ingredienti potrebbero esserci tracce di sesamo e olio di noce, perciò non è un prodotto per quanti soffrono di allergie a queste sostanze.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Warnke Vitalstoffe Olio di Lino Puro 1000mg Naturale

 

La terza posizione della nostra classifica dei migliori semi di lino è occupata da queste capsule realizzate con una superficie esterna in gel, che sono in primis facili da assumere, e in più anche convenienti.

L’azienda produttrice ottiene questo prodotto attraverso delle operazioni di spremitura a freddo, mantenendo quindi integre sia le qualità nutritive, sia le caratteristiche organolettiche ed evitando l’eventuale comparsa del sapore rancido.

Questo olio di semi di lino è perciò puro, senza aggiunta di sostanze chimiche, ma un altro dei punti di forza, che è impossibile non sottolineare, è il tappo dosatore che chiude la confezione.

Quest’ultima è infatti pensata per garantire un più semplice dosaggio e una migliore conservazione, permettendovi di assumere le compresse anche se state camminando per strada e di mantenere integre le pillole più a lungo.

Insomma, è l’articolo ideale se non sapete dove acquistare delle softgel di buona qualità, ma è anche giusto sottolineare che non è un prodotto adatto per i vegani e vegetariani, perché l’agente gelificante proviene dal suino.

 

Pro

Puro: In virtù dei processi di lavorazione a freddo adottati dall’azienda, queste compresse softgel di semi di lino sono naturali, perciò vantano tutte le caratteristiche nutritive tipiche della pianta e una migliore biodisponibilità.

Facilità di utilizzo: A differenza di molti prodotti venduti sul mercato, queste pillole sono confezionate in un barattolo semplice da trasportare e abbastanza pratico, che facilita quindi il dosaggio e l’assunzione delle pillole.

Qualità: Si tratta di un articolo a base di semi di lino di buona qualità, perciò ideale per chi cerca soluzioni convenienti e soprattutto valide.

 

Contro 

Non per tutti: Non è un articolo versatile, infatti chi è vegano o vegetariano dovrà dare un’occhiata ad altri prodotti, poiché tra gli ingredienti di queste compresse c’è un additivo gelificante estratto dal grasso di maiale.

Acquista su Amazon.it (€9,75)

 

 

 

4. Dorimed Semi di Lino 1kg

 

Questo prodotto può interessare quanti sono alla ricerca di una soluzione bio e versatile, ovvero adatta per diverse preparazioni culinarie o per realizzare articoli di cosmetica fai da te. Si tratta di una confezione da 1 kg di semi di lino interi, che vantano una buona proporzione tra prezzo e quantità, che difficilmente si può trovare in altri modelli presenti in commercio.

Se cercate il prodotto più economico, allora non lasciatevi scappare questa soluzione che, come già anticipato, può essere utile per arricchire insalate, cereali, yogurt o per dare una svolta cromatica e di sapore ai piatti caldi, sfruttando la purezza dei chicchi interi e naturali.

Tuttavia, un punto di debolezza è la confezione, poiché non ha una chiusura a tenuta d’aria, quindi dovrete prestare maggiore attenzione quando li conservate, evitando il contatto con fonti luminose e con ambienti umidi.

Se siete curiosi di saperne di più, cliccate sul link in basso, ma prima facciamo il resoconto dei pro e dei contro di questo prodotto.

 

Pro

Naturale: Questo prodotto può interessare quanti hanno intenzione di introdurre nella propria dieta anche i semi di lino interi, perché l’azienda offre dei chicchi interi e non trattati, quindi completamente puri e naturali, ricchi di sostanze nutritive benefiche.

Quantità: In una busta ci sono 1 kg di semi di lino, quindi una dose ideale per coprire almeno sei mesi di assunzione, considerando di prenderne pochi grammi al giorno.

Convenienza: Si tratta di un articolo dal buon rapporto qualità/prezzo, per questo motivo è vantaggioso per chi non vuole svuotare il portafoglio.

 

Contro 

Confezione: La busta che contiene i chicchi non ha nessuna chiusura che li isoli dal contatto con l’aria, quindi è importante prestare attenzione alla conservazione.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. Probios Semi di Lino Dorati Bio Senza Glutine

 

Siete ancora indecisi su quali semi di lino comprare? Ecco un altro prodotto che potrebbe interessarvi per diversi motivi: in primo luogo per la buona quantità di fibre naturali aggiunte alla composizione dei chicchi.

Secondariamente perché si tratta di uno degli articoli ideali per i celiaci, poiché l’azienda produttrice garantisce estrema attenzione in tutte le fasi di produzione, allontanando il rischio di trovar tracce di farina o di altri alimenti che potrebbero creare problemi di salute gravi.

I semi di lino organici targati Probios sono anche senza grassi idrogenati, coloranti e conservanti, perciò adatti a regimi alimentari come quello crudista e vegan. L’imballaggio è piuttosto resistente, anche se non è presente nessuna chiusura che permetta il contatto con l’aria.

In generale, visto il prezzo competitivo, possiamo dire che si tratta di una delle offerte convenienti della nostra classifica. Buono anche l’apporto di proteine vegetali, sottolineato dalla purezza dei semi di lino venduti dall’azienda.

 

Pro

Biologici: Uno dei punti di forza più evidenti in questo prodotto è l’origine naturale dei semi di lino, la cui purezza rimane intatta poiché non vengono aggiunte sostanze chimiche durante le fasi di produzione e imballaggio.

Per tutti: Grazie all’attenzione che l’azienda produttrice riserva durante la realizzazione delle confezioni, questo articolo è versatile per qualsiasi utilizzo, anche per la preparazione di pasti vegani, crudisti o per celiaci.

Costo: Questo prodotto strizza un occhio a coloro i quali cercano una buona soluzione economica e di qualità.

 

Contro 

Conservazione: Bisogna prestare maggiore attenzione quando si apre la confezione e si conservano i semi di lino, perché manca una chiusura isolante che eviti il contatto con l’aria e l’umidità.

Acquista su Amazon.it (€18,59)

 

 

 

6. Probios Semi di Lino Scuro da Agricoltura Italiana

 

Avete mai desiderato arricchire una focaccia fatta in casa o del pane con un gusto particolare e una consistenza ancora più croccante? Allora dovreste provare a utilizzare questi semi di lino integrali e di colore scuro targati Probios.

Si tratta di una confezione di formato grande da 5 kg, che può essere sfruttata in diverse occasioni e che vanta soprattutto prezzi bassi in confronto ad altre soluzioni vendute su Internet.

I chicchi possono essere facilmente ammollati in latte o acqua, seguendo le indicazioni suggerite dall’azienda produttrice, ottenendo quindi una bevanda dal gusto naturale e ricca di sostanze nutritive di buona qualità.

Sono anche facili da macinare e masticare, nonostante la superficie esterna del chicco sia particolarmente coriacea e quindi poco pratica da utilizzare come snack per i più piccoli. Il sacchetto è resistente quindi non avrete grosse difficoltà a conservarli, e anche per questo motivo si può dire abbia un buon rapporto qualità/prezzo.

 

Pro

Quantità: Tra tante soluzioni vendute sul web, questa confezione di semi di lino è vantaggiosa perché offre una buona scorta di chicchi. Si tratta quindi di un articolo ideale per una famiglia numerosa che fa largo uso di questo prodotto.

Versatili: Con i suggerimenti Probios e con un po’ di fantasia potrete utilizzare questi semi di lino in svariati modi, preparando il pane, aggiungendoli allo yogurt e così via, perché si prestano a diverse preparazioni.

Imballaggio: La confezione è scura e resistente, perciò garantisce una buona conservazione dei chicchi.

 

Contro 

Durezza: La superficie esterna di questa tipologia di semi di lino è piuttosto dura, quindi sono difficili da masticare a crudo.

Acquista su Amazon.it (€20,51)

 

 

 

7. Vegavero Probiotici Prebiotici Bio per Bambini e Ragazzi 

 

Quando si tratta di prendersi cura dei più piccoli, che soffrono di intestino infiammato o irritabile, è importante evitare l’utilizzo di prodotti ricchi di sostanze chimiche e additivi, preferendo medicinali consigliati dal dottore e soluzioni naturali.

L’azienda produttrice Vegavero è di recente nascita, ma grazie alla volontà di portare in commercio prodotti 100% biologici e quindi naturali, ha permesso di far conoscere il suo nome in tutto il mondo.

Questi probiotici per bambini sono pensati per regolarizzare la flora batterica intestinale fin dopo la nascita, evitando il rischio che la parete dell’intestino assorbisca batteri e virus potenzialmente nocivi, poiché più vulnerabile.

La polvere è inodore e insapore, e soprattutto senza lattosio, glutine o altre sostanze anche animali, che potrebbero creare fastidio nei più piccoli. Tuttavia il flacone contiene solamente 75 g di prodotto, perciò, considerando la necessità di utilizzare almeno due misurini al giorno, si tratta di un prodotto di breve durata.

 

Pro

Naturale: Questo prodotto interessa quanti sono alla ricerca di un articolo vegano e soprattutto naturale, quindi privo di sostanze chimiche come additivi alimentari o di tracce di glutine o possibili allergeni.

Efficiente: Si tratta di probiotici di elevate prestazioni, e non potrebbe essere altrimenti considerando che sono pensati soprattutto per i più piccoli e i neonati che hanno bisogno di rinforzare la flora batterica intestinale.

Privo di sapore: L’azienda produttrice, per facilitare l’assunzione ai bambini, ha pensato di eliminare in modo naturale qualsiasi odore, sapore o aroma che altrimenti potrebbe disturbarli.

 

Contro 

Quantità: Nella confezione ci sono 75 g, quindi durerà poco se si considera un dosaggio giornaliero di almeno due misurini. 

Acquista su Amazon.it (€24,9)

 

 

 

8. Benessence Semi di Lino Biologici 500g

 

Se siete giunti fin qui e siete ancora indecisi su quali semi di lino comprare, non resta che dare una chance a questo ultimo prodotto della nostra classifica, che porta sulla confezione il marchio Benessence. 

In virtù dell’attenzione dell’azienda produttrice alle varie fasi di produzione, ovvero dalla coltivazione all’imballaggio, questi chicchi sono ideali per chi segue una dieta vegana e per chi preferisce articoli che strizzano un occhio alla questione ambientale.

Le certificazioni presenti sulla confezione sottolineano queste due qualità, ma il principale vantaggio che trarrete, scegliendo questo prodotto, è che i semi di lino sono arricchiti di una maggiore quantità di fibre, circa il 27%, a differenza di altre soluzioni caratterizzate dal 20%.

Per questa ragione sono ideali per quanti soffrono di stipsi, ma prestate attenzione durante la conservazione, perché il pacchetto non ha una chiusura ermetica: dovrete quindi optare per trasferire i chicchi in un altro barattolo.

 

Pro

Ricchi di fibre: Facendo un paragone con altri prodotti che si trovano sul mercato, questi chicchi vantano una maggiore concentrazione di fibre naturali, e per questo motivo sono ideali per chi soffre di stipsi o per chi segue una dieta mediterranea.

Biologici: Non sono né coltivati e né lavorati con sostanze chimiche, quindi si tratta di semi di lino biologici che interessano quanti amano tutelare l’ambiente, anche attraverso l’acquisto di prodotti sostenibili.

Certificati: Sulla confezione sono presenti dei bollini che sottolineano l’assenza di ingredienti di origine animale, rendendo questo prodotto adatto per i vegani e vegetariani.

 

Contro 

Conservazione: Per evitare che i semi di lino si deteriorino velocemente, dovrete trasferirli in un contenitore migliore della confezione in cui sono imballati.

Acquista su Amazon.it (€9,9)

 

 

 

Guida per comprare i semi di lino

 

Se siete giunti fin qui e non siete a conoscenza di come scegliere dei buoni semi di lino, allora seguiteci con la lettura delle prossime righe. Abbiamo raccolto qualche consiglio utile per effettuare un acquisto consapevole e di buona qualità, esaminando tutte le caratteristiche principali da ricercare in un prodotto valido.

Modalità di assunzione

Secondo i pareri dei medici e dei nutrizionisti, gli effetti positivi dei semi di lino sull’organismo sono molteplici, a partire da azioni specifiche come evitare problematiche legate a insorgenze cardiache, arrivando fino a migliorare situazioni più generali come la sensazione di benessere di tutto il corpo.

In commercio esistono diversi articoli e formati, poiché sono numerose le aziende produttrici che hanno deciso di lanciarsi in questa nicchia di mercato, quindi se non riuscite a deglutire delle pillole, potreste optare, per esempio, per semi di lino dalla consistenza farinosa.

Esistono anche oli appositamente estratti con spremitura a freddo dei chicchi, che mantengono quindi intatte le qualità nutritive, e così anche molte altre offerte più pratiche che quindi semplificano l’assunzione.

Poiché i semi di lino vantano anche altri elementi nutritivi essenziali, come le fibre e gli Omega 3, sarà invece necessario acquistarli in formato intero e macinarli poco prima del consumo, in modo da non disperdere l’azione benefica di quelle sostanze, a causa della rottura della membrana protettiva esterna del chicco.

Questo soprattutto se avete necessità di equilibrare delle mancanze di questi principi nutritivi attraverso la dieta.

 

La quantità e qualità dei nutrienti

Se siete indecisi su quali semi di lino comprare, dovreste sapere che, per essere sicuri di acquistare un prodotto valido, bisogna prestare attenzione alla scheda prodotto, e più in particolare alla tabella dei nutrienti.

I chicchi di questa pianta sono già ricchi di elementi fondamentali che aiutano l’organismo nei vari processi biologici, eppure alcune aziende aggiungono anche sali minerali e altri principi essenziali che ne migliorano l’efficienza.

Esistono infatti delle offerte interessanti che possono essere utilizzate per determinate situazioni e casi specifici, come quando si necessita di integrare Omega 3 in una dieta povera di alimenti di origine animale.

Se vi è mai capitato di assumere i semi di lino, saprete già quanto questi chicchi siano in grado di apportare benefici non indifferenti anche alla pelle, migliorando la produzione di sebo e quindi riducendo la secchezza degli strati superficiali del derma.

A tal proposito, poiché oltre agli acidi grassi questi prodotti vantano anche fibre che permettono di regolarizzare il sistema intestinale, sarà importante prestare attenzione alla qualità dei nutrienti, ovvero verificare se si tratta di un articolo naturale e non lavorato con solventi chimici.

 

La confezione

Prima di procedere all’acquisto fate una breve ricerca nei negozi online e fisici delle soluzioni presenti sugli scaffali, dando un’occhiata anche ai produttori e alla provenienza dei semi di lino generalmente indicati sull’etichetta.

Così potrete essere certi che durante la coltivazione non siano stati utilizzati pesticidi o altre sostanze chimiche che ne alterano la qualità e anche del fatto che eventualmente si tratti di un prodotto biologico.

I principali marchi tendono a proporre sul mercato due varietà di chicchi, giallo e marrone, le cui differenze sono sostanzialmente la durezza e la quantità di nutrienti e, di conseguenza, di benefici apportati all’organismo.

In più, un altro elemento da non sottovalutare è la qualità dell’imballaggio e della confezione, oltre che la facilità di conservazione. Preferite sacchetti facili da conservare e che vantano una chiusura a tenuta d’aria, in grado di migliorare la tenuta dei chicchi, evitando che il sapore diventi rancido.

Rapporto qualità/prezzo

In conclusione di questa breve guida per capire come scegliere dei buoni semi di lino, non poteva mancare il prezzo di una confezione, che se per molti è un aspetto che passa in sordina, in realtà è indicativo anche della qualità.

Non è una leggenda metropolitana che più si paga un articolo e migliore sarà la sua resa in confronto ad altre soluzioni più economiche, ma quando parliamo di chicchi come questi, le caratteristiche principali che non devono essere tralasciate sono proprio queste.

La qualità può essere indicata anche da eventuali certificazioni di medici italiani che assicurano la buona funzionalità di un determinato prodotto, ma anche dal livello di integrità dei chicchi, che più sono biologici e migliore sarà la resa effettiva.

In commercio si possono trovare anche articoli come gli integratori o i semi di lino in formato di olio, che uniscono un prezzo competitivo con elevate performance nell’organismo.

 

 

 

Domande frequenti

 

Quanti semi di lino mangiare?

I semi di lino rappresentano uno degli ingredienti che non dovrebbe mai mancare nella nostra dieta, perché è particolarmente benefico e aiuta a favorire il buon funzionamento del nostro organismo.

Si tratta di un alimenti ricco di Omega 3 e di sali minerali che danno una mano al nostro intestino e a tutto l’apparato digerente, rinforzando anche i collegamenti nervosi. Per questa ragione è importante sapere come si cucinano i semi di lino, utilizzando la giusta quantità di almeno tre cucchiaini al giorno, per godere dei vantaggi di chicchi così pieni di sostanze nutritive importanti.

 

Quali nutrienti apportano i semi di lino?

Tra le tante soluzioni artificiali che si trovano in commercio e che offrono un buon apporto di nutrienti, nessuno può eguagliare i semi di lino e i suoi principi nutritivi chiave come i lignani, la vitamina E e il magnesio, oltre i diversi acidi grassi essenziali come l’Omega 3.

Si tratta infatti di un alimento piuttosto completo, che su 100 g di prodotto contiene 40 g di grassi, di cui più della metà di quelli buoni, 20 g di proteine e aminoacidi essenziali e 28 g di fibra alimentare con 1 g di carboidrati complessi.

A questi si aggiungono anche i flavonoidi che vantano un’azione antiossidante, altre vitamine ma del gruppo B e, infine, potassio e calcio in piccole quantità.

 

Come si cucinano i semi di lino?

Se volete prendervi cura del vostro organismo senza rinunciare a delle preparazioni culinarie squisite, la soluzione potrebbe essere quella di introdurre nella vostra dieta anche elementi come i semi di lino.

Poiché la loro dimensione è molto piccola, è consigliato anche dai medici di non inghiottirli senza prima sminuzzarli, perché altrimenti non riuscirete ad assorbire tutte le sostanze nutritive già nella prima fase di digestione, ovvero la masticazione.

Se volete sapere come tritare i semi di lino e utilizzarli in cucina, il nostro suggerimento è quello di unirli al caffè e quindi ridurli in polvere con il macinino, aggiungendo magari anche al latte.

 

Per chi sono indicati i semi di lino?

Di solito anche i medici e nutrizionisti consigliano di consumare quotidianamente la dose raccomandata di semi di lino, soprattutto per chi soffre di stitichezza, osteoporosi o diabete. In commercio si trovano anche formati diversi dei chicchi, come le capsule, le tavolette, l’olio estratto generalmente a freddo e le softgel.

Queste però sono più indicate per chi ha bisogno di integrare anche una quantità maggiore di acidi grassi essenziali come Omega 3, 6 e 9. In genere sono consigliati per le malattie cardiache congenite o problemi di cuore insorti nel corso del tempo, quindi anche infiammazioni delle articolazioni, aterosclerosi e per chi vuole diminuire i valori di colesterolo nel sangue.

 

I semi di lino fanno dimagrire?

In natura non esistono integratori o alimenti capaci di aiutarvi a perdere peso nel giro di poco tempo, quindi, a prescindere da quanti semi di lino al giorno vengono assunti dal vostro organismo, l’unico metodo per abbassare l’asticella della bilancia è seguire uno stile di vita sano.

Questo comporta quindi fare attività fisica a cadenza regolare e mangiare in maniera equilibrata, quindi aggiungendo ai pasti anche prodotti come questi chicchi che sono ricchi di nutrienti.

Per esempio, le fibre alimentari aiutano a migliorare l’attività dell’intestino, sbloccando l’organismo in caso di stitichezza, e dando una maggiore sensazione di sazietà e riducendo, quindi, l’appetito.

 

 

 

Come utilizzare i semi di lino 

 

Non avete mai provato a introdurre i semi di lino nell’alimentazione e volete saperne di più per migliorare il benessere del vostro corpo? Seguiteci con la lettura dei prossimi paragrafi, per scoprire qualche consiglio utile a usufruire di questi chicchi nel migliore dei modi.

Fabbisogno giornaliero

Chi conosce la quantità relativa di semi di lino al giorno consigliati dalle associazioni internazionali che si occupano di salute e benessere? L’Organizzazione Mondiale della Sanità e la Società Scientifica di Nutrizione suggeriscono di aggiungere per ogni pasto almeno uno degli alimenti di origine vegetale o animale che contengono Omega 3.

In questo modo si assicura il giusto quantitativo di acidi grassi essenziali nel nostro organismo. I semi di lino sono uno di quei prodotti ricchi di questa sostanza, infatti una porzione equivale a circa tre cucchiaini, che sono l’ideale per chiunque abbia necessità di assimilare i principi nutrizionali in modo puro e il più veloce possibile.

 

Qualche idea in cucina

Ora che siete a conoscenza della possibilità di utilizzare i semi di lino anche in cucina, vogliamo suggerirvi qualche trucco per arricchire le vostre pietanze in modo salutare e gustoso.

Per godere appieno delle qualità di questi chicchi, potete consumarli tritati sul momento. crudi o tostati per pochi secondi: in quest’ultimo caso è importante non lasciarli troppo sul fuoco perché il calore potrebbe alterare gli acidi grassi essenziali.

Se non sapete come mangiare i semi di lino, allora provate ad aggiungerli nel muesli o nella macedonia, oppure potete realizzare contorni come insalate e zuppe su cui vengono cosparsi una volta tritati.

Interessante può essere preparare anche del pane fatto in casa con questi chicchi aggiunti nell’impasto, magari utilizzando soluzioni come macinare i semi di lino.

 

Mantenerli integri

Tra le qualità principali di questo alimento c’è anche la possibilità di utilizzarlo per migliorare le condizioni dei vostri capelli, perché aiuta la vasodilatazione e quindi migliora l’accrescimento del pelo sul cuoio capelluto.

In ogni caso è importante conservarli in modo corretto, perché si tratta di chicchi ricchi di sostanze grasse come gli Omega 3, che tendono a irrancidire molto facilmente se messi a contatto prolungato con fonti di calore e umidità.

Una buona soluzione potrebbe essere quella di acquistare periodicamente nuove confezioni più piccole, evitando definitivamente l’eventuale deperimento, oppure di togliere i semi di lino dall’imballaggio di plastica e conservarli in un barattolo di vetro nella dispensa.

Effetti collaterali da sovradosaggio

Trattandosi di elementi naturali completi e quindi non di prodotti realizzati da un’estrazione chimica a freddo, come nel caso dei più comuni integratori, i semi di lino possono comunque presentare delle controindicazioni, seppur leggere.

Infatti, la loro assunzione è sconsigliata a chi soffre di diverticoli o di intestino irritabile, perché la fibra e i sali minerali contenuti nei chicchi potrebbero infiammare l’apparato digerente. Inoltre, nel caso in cui la quantità sia eccessiva e contemporaneamente si prendano anche dei medicinali, potrebbero verificarsi effetti indesiderati come il gonfiore e il meteorismo.

Ecco perché è importante sapere come consumare i semi di lino ed evitare effetti collaterali spiacevoli.

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments