Gli 8 migliori integratori di tarassaco del 2021

Ultimo aggiornamento: 18.09.21

 

Integratori di tarassaco – Guida agli acquisti, Opinioni e Confronti

 

Quando il corpo ha bisogno di un aiuto per disintossicarsi o si hanno problemi come la ritenzione idrica, assumere degli integratori è un’idea vincente per migliorare il proprio stato di salute. Il tarassaco, in particolare, agisce sul fegato e sui reni, per rendere l’organismo più pulito dalle scorie e per regolarizzare le funzioni intestinali. Quale scegliere tra quelli venduti sul web? Date uno sguardo alla nostra guida, per capire come individuare il migliore ma, se non ne avete il tempo, ecco una piccola anticipazione delle nostre preferenze. Naturalma Tarassaco Radici e Foglie Tintura Madre Analcoolica è una soluzione ideale per chi non riesce a deglutire le compresse, con pipetta e venduta a un costo molto interessante. Ci ha convinto anche Bio Atlantic Tarassaco Bio 400 mg 200 compresse, un prodotto bio che migliora l’attività intestinale e che contiene ben 200 compresse, per cui il costo è molto conveniente. 

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori integratori di tarassaco – Classifica 2021

 

Qui potete leggere la comparazione che abbiamo fatto dei migliori integratori di tarassaco del 2021, tra quelli venduti online. Date un’occhiata alle loro caratteristiche, per valutare quale offerta sia la più conveniente da cogliere al volo.

 

 

1. Naturalma Tarassaco Radici e Foglie Tintura Madre Analcoolica

 

Tra i migliori integratori di tarassaco spicca quello di Naturalma, un articolo che contiene l’estratto concentrato della pianta, in una soluzione naturale, analcolica e senza zucchero. Anche per questo motivo è indicato in gravidanza o per i bambini, in quanto è stato registrato ufficialmente come integratore presso il Ministero della Salute.

Utile per ripristinare il normale funzionamento del fegato, per favorire la digestione e stimolare il drenaggio dei liquidi, migliorando la funzione renale, può essere assunto facilmente grazie alla pipetta che permette di dosare 40 gocce per tre volte al giorno, la quantità consigliata per effetti di tutto riguardo.

Nella confezione sono presenti 100 ml, venduti a un costo interessante, anche se c’è chi non è soddisfatto dal prodotto, che ritiene diluito e non puro: ciò non compromette comunque i pareri positivi sui suoi effetti. 

Se non sapete dove acquistare questa tintura, cliccate sul link in basso.

 

Pro

Estratto: Nella confezione è presente il tarassaco in una soluzione naturale, analcolica e senza zucchero.

Versatile: Può essere usato tanto per migliorare la digestione, l’attività del fegato e dei reni e per drenare i liquidi in eccesso nel corpo.

Per tutti: La sicurezza del prodotto è comprovata dal fatto che può essere usato anche dai bambini e dalle donne in gravidanza.

 

Contro

Diluito: Non sempre il contenuto risulta essere puro e non diluito, anche se questo non comporta una riduzione dei suoi effetti benefici.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Bio Atlantic Tarassaco Bio 400 mg 200 compresse

 

Se non sapete quale integratore di tarassaco comprare, ma siete certi di preferire quelli con ingredienti provenienti da agricoltura biologica, date un’occhiata a quello di Bio Atlantic, composto da 200 compresse con tarassaco bio.

Ogni capsula ne contiene 400 mg, e se ne devono assumere due o tre durante i pasti, in modo che questo prezioso ingrediente possa agire su fegato e reni. Uno dei benefici che gli utenti hanno potuto osservare, infatti, è proprio un aumento della minzione o la risoluzione di pruriti e dermatiti dovuti a intossicazione del fegato.

Le compresse sono di dimensioni medie, quindi facili da deglutire, inoltre il costo è molto interessante, tanto che si tratta di uno degli articoli più venduti della sua categoria. C’è però da considerare che è necessario proseguire per un certo tempo con l’assunzione, se si vuole vedere qualche risultato. 

 

Pro

Da agricoltura biologica: Il tarassaco contenuto in queste compresse è bio, per cui si tratta di un prodotto totalmente sicuro e naturale.

Per reni e fegato: Gli effetti positivi si vedono sia sull’aumento della diuresi ma anche sui miglioramenti dell’attività intestinale, rallentata a causa di problemi al fegato.

Costo: Si tratta di un articolo a prezzi bassi, valido soprattutto per la quantità di compresse contenute, ben 200.

 

Contro

Durata trattamento: Per vedere dei risultati effettivi, è necessario proseguire nel trattamento per almeno due o tre mesi.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Dr. Giorgini Integratore Alimentare Epavis Liquido Alcoolico 500 ml

 

Chi non sa come scegliere un buon integratore di tarassaco, non tanto per la composizione quanto per il formato, visto che ha difficoltà a deglutire le compresse o le capsule, può optare per la soluzione di Dr. Giorgini, che mette in commercio un integratore liquido, da diluire in acqua calda o fredda.

Con il misurino, basterà prendere circa 10 ml di soluzione e assumerne un massimo di 20 ml al giorno, in qualsiasi momento, non solo in concomitanza dei pasti. Al suo interno sono presenti, oltre al tarassaco, il carciofo, il boldo, il crespino, la genziana, il marrubio, l’enula, la noce, il luppolo, la bardana, la romice e la salsapariglia.

Per questo motivo, si tratta di un valido integratore per migliorare la funzionalità epatica, la digestione e, in generale, la depurazione dell’organismo. Disponibile in diversi formati, tra i quali 200 e 500 ml, ha però un costo abbastanza elevato rispetto ad altre soluzioni. 

 

Pro

Soluzione liquida: Un modo per assumere il tarassaco per chi ha difficoltà a deglutire capsule e compresse.

Composizione: Contiene anche carciofo, boldo e crespino, che aiutano a depurare il fegato, genziana, marrubio ed enula, oltre a luppolo, bardana, romice e altri ingredienti che aiutano a migliorare la digestione e a depurare l’organismo.

Assunzione: Non dovrete necessariamente prenderlo in concomitanza ai pasti, ma in qualsiasi momento della giornata.

 

Contro

Costo: Non è il prodotto più economico in commercio, per cui potreste desiderare una soluzione più adatta alle vostre tasche.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Salus Gallexier Integratore Alimentare Con Carciofo Tarassaco Genziana Erbe

 

Un integratore che potrete assumere molto facilmente, visto che è una soluzione, è quello di Salus, pensato per stimolare l’attività del fegato e per migliorare la digestione. Privo di alcol e di glutine, contiene ingredienti come il carciofo, la genziana, il millefoglio, lo zenzero, la camomilla, il cardamomo, il finocchio e l’arancia amara, oltre al tarassaco.

I risultati constatati sono molto validi, secondo gli utenti che lo hanno provato per la prima volta, anche se c’è chi ha ricevuto boccette da 10 ml al posto di quella da 250 ml e se è necessario ascoltare il parere del medico se si hanno problemi al fegato o calcoli alle vie biliari e se si stanno assumendo farmaci.

Se ne devono assumere circa 20/40 ml al giorno prima o dopo i pasti, utilizzando il misurino incluso. Buono il costo, alla portata di tutte le tasche.

 

Pro

Con misurino: Grazie a questo elemento, sarà facile assumere questo integratore senza grandi difficoltà, utile anche per chi non riesce a deglutire le compresse.

Ingredienti: Oltre al tarassaco, l’arancia amara, il cardamomo, il finocchio e così via, aiutano a depurare il fegato e migliorano la digestione.

Costo: Si tratta di un articolo venduto a un prezzo adatto a tutti, anche a chi vuole solo provare un nuovo integratore.

 

Contro

Parere del medico: Se state assumendo farmaci o avete problemi come calcoli biliari, dovrete ascoltare il consiglio del dottore prima di assumere questo prodotto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. Vegavero Integratore Fegato con Carciofo Cicoria Tarassaco Colina e Curcuma

 

Vegavero è un’azienda che produce integratori e prodotti naturali molto interessanti, per cui non poteva mancare nella nostra classifica. Si tratta di un complesso di ingredienti, come il tarassaco, la curcuma, il carciofo e la cicoria, per stimolare la naturale attività depurativa del fegato.

Totalmente vegano, è composto da capsule senza gelatina animale e prive di magnesio stearato, oltre a essere non OGM. All’interno della confezione sono incluse 90 compresse, sufficienti per tre mesi di trattamento, visto che se ne devono assumere circa due al giorno.

Utile per contrastare anche il gonfiore addominale, ha un costo basso se si considera la quantità di capsule e quindi la durata della terapia. Molto apprezzato dagli utenti per la qualità della composizione, interamente naturale, richiede però un po’ di pazienza per ottenere risultati come l’eliminazione del reflusso a causa di un ristagno nel fegato. 

 

Pro

Depurativo per il fegato: Questo integratore è molto valido per questo organo, in quanto agisce in modo da favorirne l’attività di pulizia.

Vegano: Chiunque potrà assumerlo, visto che è privo di gelatina animale, magnesio stearato e OGM.

Conveniente: Nella confezione sono incluse 90 capsule, che sono sufficienti per un trattamento di tre mesi, quindi il costo del prodotto risulta valido a chi è intenzionato ad acquistarlo.

 

Contro

Risultati: Non ci si deve aspettare di averli subito, per cui è necessario seguire il trattamento per almeno due o tre mesi.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

6. Vegavero Tarassaco 1400 mg Diuretico e Drenante Naturale 

 

Se desiderate acquistare un integratore di tarassaco puro, senza la presenza di altri ingredienti, ecco la proposta di Vegavero, che ha pensato alla versione contenente 1400 mg di questa preziosa pianta per capsula.

Nella confezione ne sono incluse 120, con un dosaggio di due al giorno, in concomitanza dei pasti, per un trattamento della durata di due mesi. Anche questo prodotto è indicato per i vegani, visto che le capsule non contengono gelatina animale, OGM o magnesio stearato. 

Utile per il drenaggio dei liquidi, viene utilizzato anche da chi ha problemi di cellulite e ritenzione idrica, per cui ha bisogno di un aiuto naturale per eliminare i liquidi in eccesso, che fanno tanto male anche al cuore.

Il costo del prodotto è nella media ma, anche in questo caso, è necessario seguire per un po’ il trattamento se si vogliono avere risultati evidenti.

 

Pro

Solo tarassaco: Se cercate un integratore che abbia solo questo ingrediente, quello di Vegavero è ideale perché ne contiene 1400 mg per capsula.

Per vegani: Non contiene gelatina animale, OGM o magnesio stearato, per cui è consigliato per tutti.

Contro la ritenzione idrica: Questo articolo è pensato per aiutare il drenaggio dei liquidi, infatti è utilizzato da chi ha problemi di cellulite.

 

Contro

Risultati: Sarà necessario eseguire il trattamento per un po’ di tempo, prima di ottenere l’effetto desiderato.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

7. Salugea Colonsan Form. Potenziata Integratore per l’Intestino 

 

Chi ha problemi di gonfiore addominale, flatulenza, dolori intestinali e infiammazioni al colon, può trarre beneficio da questo integratore, che include un complesso di ingredienti benefici per l’apparato digerente. 

Al suo interno ci sono il finocchio, la malva e lo zenzero, che aiutano a eliminare il gas, la melissa e la malva per regolare l’attività intestinale e il tarassaco per migliorare la digestione. Si tratta di estratti secchi, quindi puri al 100%, inoltre il flacone è in vetro e non in plastica, di colore scuro, per mantenerli intatti anche se entrano a contatto con la luce.

Privi di coloranti o conservanti, sono adatti anche ai vegani visto che le capsule sono vegetali, non contengono OGM, glutine o lattosio. All’interno sono contenute 60 capsule, sufficienti per uno o due mesi di trattamento, a seconda se si vogliano assumere una o due capsule al giorno.

Il risultato però è soggettivo e, in caso di problemi più seri, potrebbe non essere quello sperato.

 

Pro

Per il benessere del colon: Questo integratore è pensato per favorire il transito intestinale, eliminando il problema del gas, vista la qualità delle sue componenti.

Flacone: In vetro e non in plastica, è scuro, per preservare la qualità degli ingredienti contenuti nelle capsule.

Per tutti: Non contengono OGM, lattosio, glutine e neppure gelatina animale, per cui vanno bene anche per vegani e vegetariani.

 

Contro

Effetto: Non sempre è quello sperato, soprattutto in caso di patologie molto importanti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

8. Erbecedario Sciroppo Depurativo per Pelle Impura Fegato Appesantito

 

Se volete optare per la soluzione in sciroppo, Erbecedario ne ha creato uno depurativo, con un mix di erbe che aiutano a depurare il fegato, appesantito da farmaci o alimenti troppo elaborati. Al suo interno ci sono il succo di mela, il carciofo, il cardo mariano, l’inulina, il tarassaco, l’ortica, la bardana e la genziana.

Il prodotto è realizzato artigianalmente e deve essere assunto diluito: un cucchiaio in 500 ml di acqua, da bere durante l’arco dell’intera giornata. Il flacone è in vetro scuro, per preservare le caratteristiche dei suoi ingredienti, e contiene 200 ml di prodotto, sufficiente per circa 15 giorni di assunzione.

Per questa ragione il costo è abbastanza alto, in quanto, per ottenere dei risultati visibili, è necessario fare un trattamento di almeno tre mesi. In ogni caso, la spesa vale l’impresa, visto che agisce anche sulla formazione di brufoli dovuti a una cattiva alimentazione. 

 

Pro

Mix di erbe: Con mela, cardo mariano, carciofo, inulina, tarassaco, ortica, bardana e genziana, questo prodotto è indicato per depurare l’organismo, partendo dal fegato.

Flacone: Realizzato in vetro e non in plastica, è scuro, per preservare l’integrità di tutti gli ingredienti.

 

Contro

Costo: Dato che, per eseguire il trattamento e ottenere dei risultati, è necessario assumere almeno quattro bottiglie, il prezzo diventa abbastanza alto, anche se l’effetto ottenuto, a lungo andare, è molto positivo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare un integratore di tarassaco

 

Il tarassaco è una pianta dalla quale si ricava un estratto molto salutare, ricco di principi attivi che svolgono diverse funzioni benefiche sull’organismo. Un integratore a base di questo vegetale, regolarizza la digestione e il transito intestinale, inoltre è in grado di depurare il fegato e di combattere la ritenzione idrica.

Vediamo insieme tutto ciò che c’è da sapere su un prodotto contenente l’estratto di questo giovevole vegetale.

Origini e benefici del tarassaco

Il tarassaco (Taraxacum), noto anche con il nome di “dente di leone”, è una pianta erbacea officinale, già utilizzata in antichità, prevalentemente nelle zone temperate di Europa, Asia e Nord America. Oggi le sue proprietà sono conosciute e apprezzate in tutto il mondo, specialmente quelle contenute nelle radici del vegetale, che risultano delle vere e proprie miniere di principi attivi, quali: vitamine (A, B, C e D), sali di potassio, inulina, alcoli triterpenici (tarassacina, tarasserolo).

Tali elementi sono in grado di agire positivamente su diverse funzioni corporee, migliorandole. Infatti, i suddetti principi attivi regolarizzano la digestione, le funzioni epatiche, il transito intestinale, le funzioni depurative dell’organismo e favoriscono il drenaggio dei liquidi corporei.

 

Il tarassaco e l’attività biologica del corpo umano

Come abbiamo visto il tarassaco ha proprietà digestive, depurative, coleretiche e diuretiche. Tali benefici avvengono soprattutto grazie ai triterpeni, l’inulina, i flavonoidi e i lattoni sesquiterpenici contenuti all’interno del vegetale.

Per esempio, l’inulina è un oligosaccaride che è in grado di stimolare positivamente l’attività gastroenterica, in quanto regola le funzioni della flora batterica intestinale e favorisce l’assorbimento dei minerali. Inoltre, questo polimero glucidico è capace di aumentare la massa fecale e la frequenza delle evacuazioni.

Gli alcoli triterpenici insieme ai lattoni sesquiterpenici, oltre ad aumentare la produzione biliare, agevolano l’eliminazione delle sostanze tossiche e dei metaboliti nocivi per l’organismo; inoltre stimolano la digestione e prevengono la formazione di calcoli biliari.

Come abbiamo anticipato, il tarassaco è anche ricco di flavonoidi e di sali di potassio, che migliorano l’attività diuretica e le funzioni renali.

Alcune ricerche mediche hanno evidenziato che l’estratto della pianta, funge anche da epatoprotettivo. In pratica, molte sostanze presenti all’interno del tarassaco, svolgono un’attività protettiva nei confronti delle funzioni del fegato, attraverso un’azione di “radical scavenger” (spazzino dei radicali liberi). 

Il vegetale infatti contiene molti elementi antiossidanti, che sono in grado di trasformare i radicali liberi in composti non tossici e privi di reattività. Tale funzione antiossidante pare che non avvenga soltanto a livello epatico ma anche nei confronti dei reni e di altri tessuti dell’organismo. 

 

Utile contro la dispepsia e altri disturbi

Un integratore di tarassaco può risultare molto utile per combattere i disturbi a carico dell’apparato digerente e per stimolare l’appetito. Questo grazie a sostanze come l’inulina, i triptani e i lattoni sesquiterpenici, presenti all’interno del vegetale. 

I flavonoidi inoltre favoriscono la diuresi, infatti tale effetto è riscontrabile appena dopo 30 minuti dall’assunzione dell’integratore. Il tarassaco può essere acquistato in diverse preparazioni, infatti lo si può trovare in forma liquida, in polvere, in tintura e in pastiglie.

La pianta viene utilizzata sia nella medicina popolare e sia in ambito omeopatico e oltre a essere impiegata per contrastare i sintomi dispeptici e per depurare l’organismo dalle tossine accumulate, viene usata anche per combattere altri disturbi. 

Tra questi ricordiamo: la gotta, le affezioni cutanee, le infiammazioni delle vie urinarie, i problemi alle vie biliari, i disturbi epatici, i disturbi reumatici, le emorroidi. In omeopatia per esempio, l’estratto di tarassaco è molto usato per trattare la stitichezza, le disfunzioni epatobiliari e per agevolare la digestione lenta.

Tuttavia, è bene sapere che la applicazioni di questo integratore, non sono supportate da verifiche scientifiche certe, pertanto non sono approvate dalla medicina moderna. Per tale motivo, in alcuni casi, l’utilizzo del tarassaco potrebbe risultare privo di efficacia terapeutica o potrebbe addirittura creare degli effetti indesiderati.

In virtù di ciò, vi invitiamo a consultare sempre il vostro medico curante prima di iniziare un ciclo di assunzione di integratori a base di tarassaco. È opportuno verificare preventivamente l’assenza di intolleranze e di allergie ad alcuni principi attivi contenuti nel vegetale.  

Il fatto che il tarassaco sia una pianta officinale, non significa che è benefica per tutti. Ogni caso deve essere contestualizzato clinicamente, onde evitare che l’assunzione dell’integratore causi dei danni alla salute dell’individuo o aggravi delle patologie già esistenti nel suo corpo.

Estratti come quelli del tarassaco non devono essere considerati dei sostitutivi dei farmaci, ma dei semplici integratori da abbinare a un’alimentazione equilibrata e a uno stile di vita sano.

 

 

 

Come riconoscere il tarassaco

 

Il tarassaco è una pianta erbacea perenne, munita di fittone ovvero di una radice centrale molto robusta con ramificazioni più piccole ai lati. Il vegetale è caratterizzato dalla presenza di foglie oblunghe, lobate e lanceolate, che partono direttamente dal fittone (radicali).

Il margine della foglia è dentato, simile a quella della cicoria; inoltre questa è munita di una vistosa nervatura centrale. Il fogliame della pianta è disposto a rosetta (raggiera) alla base del vegetale.

In botanica sono state riconosciute una settantina di varietà di tarassaco, che differiscono tra loro per alcuni particolari inerenti alla forma delle foglie.

Quando raccogliere il tarassaco

Il periodo ideale per la raccolta del tarassaco è a settembre o a febbraio, comunque nei mesi che precedono la fioritura, ovvero quando la pianta è nel pieno della sua tenerezza e al massimo delle sue proprietà salutari.

In maniera più specifica, il periodo indicato per la raccolta delle radici è da giugno a settembre, mentre quello per la raccolta delle foglie, è da ottobre ad aprile. Una volta raccolte, le foglie possono essere consumate fresche in diverse preparazioni culinarie, oppure congelate o essiccate.

Durante la raccolta, le piantine di tarassaco possono essere tagliate al colletto, facendo attenzione a evitare le foglie più vecchie, in quanto risultano molto coriacee e hanno un gusto abbastanza amaro.

 

Come pulire il tarassaco

Come tutti i tipi di verdura a foglia verde, anche il tarassaco è molto semplice da pulire; tuttavia occorre farlo in maniera accurata, al fine di eliminare ogni impurità. Le foglie devono essere lavate sotto abbondante acqua corrente, meglio se lasciate per un po’ in ammollo dentro acqua e bicarbonato e poi vanno risciacquate adeguatamente.

Se volete utilizzare le foglie più vecchie, ovvero quelle situate in prossimità della base della pianta, potete cuocerle come si faceva una volta e usarle per condire minestroni e zuppe.

Per quanto riguarda i fiori di tarassaco invece, è possibile metterli sotto aceto e consumarli nel tempo come dei capperi.

 

Come si cucina il tarassaco

Ci sono diversi modi per consumare il tarassaco in cucina, infatti il suo sapore aromatizzato e amarognolo, lo rende adatto a essere consumato sia come antipasto e sia verso la fine di un pranzo o di una cena.

Il tarassaco può essere mangiato insieme ad altre verdure cotte o crude. Per esempio potete prendere le foglie e stufarle o saltarle in padella con aglio e olio, dopodiché condirle con del succo di limone.

Questa pianta è ottima per realizzare delle gustose insalate primaverili, magari accompagnate con delle uova sode e dei tocchetti di lardo o di speck, come usano fare in Trentino Alto Adige.

Le ricette che si possono realizzare con il tarassaco sono davvero tante, basta cercare dei tutorial su YouTube o spulciare qualche ricettario che prevede l’utilizzo di verdure ed erbe.

Oltre a essere un alimento dal sapore ben definito, è ricco di proprietà benefiche, che aiutano la digestione e la diuresi. Inoltre si tratta di una pianta ricca di elementi antiossidanti e antinfiammatori.

 

 

 

Domande frequenti

 

A cosa serve il tarassaco?

L’estratto di tarassaco viene utilizzato per trattare diversi disturbi, specialmente a carico dell’apparato digerente. La radice in particolare contiene molti principi attivi come per esempio l’inulina, i sali di potassio, gli alcoli triterpenici (tarassacina, tarasserolo) e diverse vitamine (A, B, C e D).

Gli elementi presenti in questa pianta favoriscono la digestione, aiutano a regolarizzare il flusso biliare e stimolano la diuresi. Inoltre il vegetale è ricco di sostanze antiossidanti che combattono i radicali liberi.

Che sapore ha il tarassaco?

Il tarassaco ha un sapore leggermente speziato e abbastanza amarognolo. Si tratta di una pianta officinale che oltre a essere impiegata per il trattamento di diversi disturbi dell’organismo, viene utilizzata in molte preparazioni culinarie, dagli antipasti fino ad arrivare ai dessert.

Le foglie di tarassaco risultano ottime da consumare assieme a verdure sia cotte sia crude.

 

Come si assume il tarassaco?

L’estratto di questa pianta, nota anche con il nome di dente di leone, può essere reperito in varie formulazioni. In commercio esistono integratori di tarassaco in pastiglie, in capsule, in polvere, in gocce, in succo e in sciroppo.

Uno dei formati più diffusi dell’estratto, è quello in capsule o compresse, da assumere in diverse dosi in base al proprio peso corporeo, preferibilmente lontano dai pasti e a cicli ben definiti. I trattamenti infatti possono durare anche per due mesi di seguito ed essere ripetuti dopo un periodo di sospensione di tre settimane.

A ogni modo, prima di iniziare ad assumere un integratore a base di tarassaco, è consigliabile consultare il proprio medico curante, per escludere eventuali intolleranze o allergie alle sostanze presenti nel prodotto.

 

Dove si compra il tarassaco?

Gli integratori di tarassaco sono facili da reperire sul mercato, anche perché non è richiesta nessuna prescrizione medica per acquistarli. I prodotti contenenti l’estratto di questa pianta, possono essere comprati in farmacia, in parafarmacia, in negozi specializzati, in erboristeria oppure online.

I prezzi degli integratori variano a seconda del tipo di composizione del prodotto, del formato e del marchio di produzione.  

 

È possibile realizzare una tisana a base di tarassaco?

Il tarassaco può essere impiegato anche per preparare delle ottime tisane. Per farne una è sufficiente portare dell’acqua a ebollizione (circa 95°C), dopodiché bisogna versarla su un filtro contenente delle foglie fresche o dei fiori di tarassaco. A questo punto è necessario lasciare il tutto in infusione per circa cinque minuti.

A termine dell’infusione, filtrate la bevanda con un colino e dolcificate a piacere prima di berla.

È bene sapere che le foglie fresche del tarassaco sono ottime anche da utilizzare per la preparazione di insalate e di frittate.

Il loro sapore è un po’ amarognolo, pertanto potrebbe non soddisfare il gusto di tutti. Tuttavia le grandi proprietà depurative di questa pianta officinale offrono molti benefici all’organismo.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI