Domande frequenti sugli integratori di tarassaco

Ultimo aggiornamento: 30.01.23

 

A cosa serve il tarassaco?

L’estratto di tarassaco viene utilizzato per trattare diversi disturbi, specialmente a carico dell’apparato digerente.

La radice in particolare contiene molti principi attivi come per esempio l’inulina, i sali di potassio, gli alcoli triterpenici (tarassacina, tarasserolo) e diverse vitamine (A, B, C e D).

Gli elementi presenti in questa pianta favoriscono la digestione, aiutano a regolarizzare il flusso biliare e stimolano la diuresi. Inoltre il vegetale è ricco di sostanze antiossidanti che combattono i radicali liberi.

Che sapore ha il tarassaco?

Il tarassaco ha un sapore leggermente speziato e abbastanza amarognolo. Si tratta di una pianta officinale che oltre a essere impiegata per il trattamento di diversi disturbi dell’organismo, viene utilizzata in molte preparazioni culinarie, dagli antipasti fino ad arrivare ai dessert.

Le foglie di tarassaco risultano ottime da consumare assieme a verdure sia cotte sia crude.

 

Come si assume il tarassaco?

L’estratto di questa pianta, nota anche con il nome di dente di leone, può essere reperito in varie formulazioni. In commercio esistono integratori di tarassaco in pastiglie, in capsule, in polvere, in gocce, in succo e in sciroppo.

Uno dei formati più diffusi dell’estratto, è quello in capsule o compresse, da assumere in diverse dosi in base al proprio peso corporeo, preferibilmente lontano dai pasti e a cicli ben definiti.

I trattamenti infatti possono durare anche per due mesi di seguito ed essere ripetuti dopo un periodo di sospensione di tre settimane.

A ogni modo, prima di iniziare ad assumere un integratore a base di tarassaco, è consigliabile consultare il proprio medico curante, per escludere eventuali intolleranze o allergie alle sostanze presenti nel prodotto.

 

Dove si compra il tarassaco?

Gli integratori di tarassaco sono facili da reperire sul mercato, anche perché non è richiesta nessuna prescrizione medica per acquistarli.

I prodotti contenenti l’estratto di questa pianta, possono essere comprati in farmacia, in parafarmacia, in negozi specializzati, in erboristeria oppure online.

I prezzi degli integratori variano a seconda del tipo di composizione del prodotto, del formato e del marchio di produzione.  

 

È possibile realizzare una tisana a base di tarassaco?

Il tarassaco può essere impiegato anche per preparare delle ottime tisane. Per farne una è sufficiente portare dell’acqua a ebollizione (circa 95°C), dopodiché bisogna versarla su un filtro contenente delle foglie fresche o dei fiori di tarassaco.

A questo punto è necessario lasciare il tutto in infusione per circa cinque minuti.

A termine dell’infusione, filtrate la bevanda con un colino e dolcificate a piacere prima di berla.

È bene sapere che le foglie fresche del tarassaco sono ottime anche da utilizzare per la preparazione di insalate e di frittate.

Il loro sapore è un po’ amarognolo, pertanto potrebbe non soddisfare il gusto di tutti. Tuttavia le grandi proprietà depurative di questa pianta officinale offrono molti benefici all’organismo.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI