Domande frequenti sui migliori integratori di curcuma

Ultimo aggiornamento: 30.01.23

 

Quali sono le controindicazioni degli integratori di curcuma?

Gli effetti positivi della curcuma sono diversi, ma ciò che molti non considerano, quando cercano un prodotto come questo è, in effetti, l’altro lato della medaglia, che spesso e volentieri è causato da un eccessivo utilizzo.

Chi non sa come assumere questa spezia arancione come integratore dovrebbe innanzitutto chiedere consiglio al proprio medico, almeno per essere certi di non avere intolleranze o allergie ai principi attivi inclusi.

L’estratto della curcuma, ovvero la curcumina, ha comunque degli effetti collaterali: nausea, vomito ed eruzioni cutanee, oltre che eventuali problemi di flussi eccessivi di sangue, nel caso di ferite, a causa dell’azione fluidificante.

 

Come assumere la curcuma?

La curcuma è una spezia, e come molte altre, può essere utilizzata nelle preparazioni culinarie come il pollo thai oppure il risotto con le zucchine, perché dona loro un sapore e un colore unico.

Il suo estratto, utilizzato negli integratori, non vanta comunque una buona biodisponibilità, ovvero è di difficile assorbimento da parte dell’organismo, quindi è sempre consigliato unirla associandola al pepe nero oppure a un elemento grasso come l’olio d’oliva, che aiuta a migliorare la funzione dell’intestino.

Quindi, chi non sa come assumere la curcuma, può valutare alcuni esperimenti e combinazioni di alimenti divertenti che riempiono la pancia e aiutano il metabolismo. 

 

Dove si comprano gli integratori di curcuma?

Oggi viviamo nell’era digitale, ovvero nel momento storico in cui è possibile trovare praticamente qualsiasi cosa digitando due parole nella barra di ricerca dei più famosi motori,  come Google.

In questo caso, chi vuole capire capire come coltivare la curcuma o semplicemente acquistare una confezione di integratori, si può rivolgere ai portali online, che si occupano di vendita all’ingrosso, o alle erboristerie della propria città.

Se scegliete un negozio fisico potete valutare anche l’idea di chiedere un consiglio diretto a un esperto, anche solo per conoscere più approfonditamente le qualità di questa spezia, che vanno dall’azione antinfiammatoria a quella cicatrizzante.

La curcuma fa dimagrire?

Quando bere la tisana curcuma e zenzero può farci esultare sulla bilancia? Bene, prima di rispondere anche a questa domanda, reputiamo sia fondamentale sottolineare che non esiste alcun alimento che effettivamente può bruciare i grassi, o meglio: non si può dimagrire senza seguire uno stile di vita sano e una dieta equilibrata.

Partendo da questo principio, chi vuole sapere come usare la curcuma per dimagrire, può sfruttare alcune proprietà di questa spezia, come la capacità di stimolare le cellule del tessuto adiposo, lanciando un messaggio all’organismo di utilizzare i grassi che si sono accumulati, favorendone un rapido smaltimento.

Questa spezia favorisce anche la digestione ed evita la presenza di gonfiori, che talvolta possono darvi l’impressione di essere ingrassati.

 

A cosa servono gli integratori di curcuma?

Può capitare che, chi segue un certo regime alimentare, abbia la necessità di introdurre nell’organismo alcuni principi attivi e sostanze che possono aiutare a migliorare la propria salute fisica e psichica.

In questi casi entrano in gioco gli integratori che, nel caso di quelli alla curcuma, conferiscono diversi vantaggi per chi soffre di ritenzione idrica o di picchi glicemici. In più, questa spezia, contribuisce a regolare anche il senso di sazietà e, di conseguenza, l’eventuale stanchezza e fame atavica.

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI