5 rimedi naturali contro il raffreddore

Ultimo aggiornamento: 29.11.20

0

 

L’inverno sta arrivando e con lui inizieranno a diffondersi le influenze stagionali, con raffreddore e mal di gola. Come combatterli in modo naturale?

 

Se state cercando dei rimedi naturali contro il raffreddore siete giunti nel posto giusto: in questo articolo proveremo a spiegarvi i cosiddetti metodi della nonna, che prevedono esclusivamente l’utilizzo di piante oppure di piccoli escamotage, senza dover ricorrere ai farmaci. Fino all’inizio del 1900 infatti, non esistevano tutte queste medicine e antibiotici, e quando ci si ammalava l’unica alternativa era quella di mettersi a letto e restare al caldo.

Tuttavia, oggigiorno non è sempre possibile riposarsi, poiché il lavoro, la scuola e la famiglia ci tengono impegnati da mattina a sera, e spesso facciamo una gran fatica a trovare un po’ di tempo per noi stessi. Dunque, poiché abbiamo bisogno di curare il raffreddore velocemente, facciamo spesso ricorso ai farmaci antipiretici, ovvero a base di paracetamolo, che abbassano la febbre e diminuiscono i tipici sintomi dell’influenza.

Peccato però che non siano proprio un toccasana: l’uso continuo può andare a discapito del sistema immunitario, che diventa più debole e ci rende maggiormente predisposti ad ammalarci. Qui di seguito troverete alcuni rimedi naturali, che possono essere adoperati nel caso in cui il raffreddore non sia accompagnato da febbre molto alta o da una seria difficoltà respiratoria, per i quali sarà estremamente importante contattare il proprio medico.

 

Come far passare il raffreddore

I metodi naturali antinfluenzali sono davvero tanti, tuttavia non tutti sono validi, ma solo alcuni sembrano avere una valenza scientifica. Al primo posto dei migliori rimedi contro il raffreddore abbiamo senza ombra di dubbio il calore: quante volte avete sentito dire le vostre nonne che durante l’inverno è necessario coprirsi, ed evitare quanto più possibile di prendere freddo? Non avevano tutti i torti, poiché per quanto nella maggior parte dei casi la patologia sia provocata da un virus, oppure da un batterio, l’umidità e il gelo possono far abbassare le difese immunitarie, rendendoci più soggetti ai malanni stagionali.

Inoltre, è un ottimo metodo per far calare la febbre e far passare il raffreddore in poche ore: preparate un bicchiere di latte e miele, una borsa dell’acqua calda, aggiungete un paio di coperte di lana sul letto e dedicate qualche ora del vostro tempo al riposo assoluto.
Molto probabilmente vi sveglierete in un bagno di sudore, per questo motivo è consigliabile avere un pigiama di riserva e un asciugamano a portata di mano, per potervi cambiare senza prendere eccessivamente freddo.

Cosa prendere per il raffreddore?

Oltre a pensare a come curare il raffreddore, in realtà l’ideale sarebbe proteggersi prima di contrarlo, fortificando il proprio sistema immunitario durante l’estate o l’autunno. L’alimentazione gioca un ruolo primario: mangiare cibi ricchi di vitamine e sali minerali può migliorare le nostre condizioni di salute, rendendoci meno propensi ad ammalarci. L’assunzione di un integratore di Omega 3 come il Multicentrum tripla azione potrebbe essere una soluzione: contiene sostanze immunostimolanti, in grado di aumentare le difese dell’organismo dagli attacchi degli agenti patogeni.

Tuttavia, adoperarlo durante la fase acuta dell’influenza potrebbe non essere sufficiente: piuttosto, è preferibile optare per un supplemento alimentare o delle tisane a base di echinacea, una pianta conosciuta e utilizzata persino dai nativi americani, grazie alle sue proprietà antisettiche e antibatteriche.

 

Rimedio per far passare il mal di gola in poche ore

Una sfida non facile da vincere: spesso il mal di gola può essere causato da un’infezione batterica, che porta all’ingrossamento delle tonsille e alla comparsa di placche, per le quali, in genere, è necessario un antibiotico. Tuttavia, non disperate, poiché con i metodi naturali è possibile diminuire i sintomi e il dolore. Per esempio potreste effettuare dei gargarismi con acqua e aceto o limone, considerati dei disinfettanti naturali in grado di ridurre l’infiammazione in poco tempo.

Una valida alternativa, ricavata dall’incredibile lavoro delle api bottinare, è la propoli: si tratta di una sostanza che viene adoperata per sigillare le arnie e proteggerle dal freddo. Secondo gli esperti, sembra possa apportare notevoli benefici per contrastare i sintomi del mal di gola, oltre ad aumentare le difese immunitarie di grandi e piccini.

 

Rimedi naturali per la bronchite

Parlare di bronchite non è semplice: si tratta di un’infiammazione dei rami bronchiali e può generalmente essere causata da un virus. A differenza delle comuni riniti e tracheiti, può provocare difficoltà respiratoria, oltre a danneggiare i tessuti dell’apparato, nel caso in cui la malattia dovesse cronicizzarsi.

Può essere dovuta a diversi fattori: un semplice raffreddore che non passa, l’eccessivo consumo di sigarette, oppure il protrarsi di una reazione allergica per diverso tempo. L’ideale sarebbe assumere delle tisane calde a base di erbe espettoranti, come per esempio la menta, o la liquirizia, miscelate ad altre calmanti come la malva, la betulla e la salvia. Se volete potrete aggiungere del miele, oppure effettuare un infuso nel latte caldo piuttosto che nell’acqua.

Tuttavia, considerato lo stato di emergenza in cui ci troviamo, dovuto all’epidemia di Covid-19 (che può provocare sintomi molto simili), potrete senza dubbio adoperare metodi naturali, ma riteniamo che in questo caso il fai da te non possa assolutamente sostituire il parere di un medico.

Raffreddore nei bambini

I bambini sono più soggetti a contrarre le infezioni virali e batteriche rispetto agli adulti: pensate che in media possono arrivare prendere il raffreddore circa dieci volte all’anno.
Purtroppo però, non vi è un medicinale in grado di farlo passare, ma è possibile prendere alcune precauzioni affinché vada via il più velocemente possibile. Sarebbe opportuno tenerli a casa, non necessariamente a letto, evitando di farli sudare correndo e giocando. Inoltre, per fortificare il loro sistema immunitario l’alimentazione gioca un ruolo fondamentale: mangiare tanta frutta contenente vitamina C, per esempio kiwi, arance e mandarini, e cibi ricche di Omega-3, come gli spinaci, la bietola, oppure il pesce azzurro.
Quando si tratta di neonati la situazione può diventare piuttosto frustrante: piangono, ed è difficile comprendere quale possa essere il loro disagio. I primi sintomi potrebbero essere naso che cola, spossatezza, irritabilità, soprattutto la notte, e qualche decimo di febbre.

Purtroppo, l’unico modo per liberare le vie respiratorie è effettuare giornalmente dei lavaggi nasali, tenerlo quanto più possibile al caldo e fare in modo che sia sempre idratato. Per fortuna il raffreddore nei bambini tende a durare poco, ma è opportuno prendersi cura di loro in tempo, per evitare che la situazione possa aggravarsi e sfociare in tracheite o in bronchite.

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments