5 consigli per depurare l’organismo

Ultimo aggiornamento: 01.11.20

0

 

Vi sentite stanchi, appesantiti e continuamente assonnati? È molto probabile che ciò sia dovuto a un accumulo di tossine. Scopriamo insieme come eliminarle.

 

Perché è importante depurarsi

Le industrie, i veicoli, le discariche, rilasciano nell’aria scorie chimiche e sostanze nocive, che respiriamo mentre siamo in strada: infatti, fare una passeggiata al centro città pensando prendere una boccata d’aria, molto spesso si rivela essere una scelta sbagliata.
Purtroppo, a causa dell’inquinamento e della realtà frenetica che siamo costretti a vivere, ogni tanto il corpo ha bisogno di smaltire tutte le tossine che accumula, per evitare che queste possano deteriorare il nostro organismo, esponendoci più facilmente alle malattie.
Molte volte capita durante i cambi di stagione: ci sentiamo più appesantiti, assonnati e quasi intontiti. La pelle del viso risulta più grassa, ed è possibile notare una maggiore comparsa di punti neri e brufoli, inoltre, anche la chioma potrebbe non avere un bell’aspetto, poiché il cuoio capelluto produce più sebo.
Ma qual è il modo migliore per disintossicare il nostro organismo? C’è chi parla di diete depurative di pochi giorni, chi invece consiglia di eseguire dei rituali per una settimana ogni due o tre mesi.
Qui di seguito ne troverete cinque, da mettere in pratica tutte insieme oppure un po’ alla volta, a seconda della struttura fisica e del vostro spirito di adattamento di fronte alle rinunce.

 

Cosa sono le tossine

Sono sostanze prodotte da tutti gli esseri viventi, si trovano principalmente nel sangue e vengono eliminate con il sudore, le urine e le feci. Vi sono quelle generate dall’assunzione dei cosiddetti cibi spazzatura, che si accumulano negli organi, e altre invece che si depositano sulla nostra pelle, oppure che assorbiamo attraverso i polmoni.
Quando tali scorie iniziano a essere troppe, possono diventare dannose per il nostro corpo, che non riesce più a smaltirle del tutto. Tuttavia, le tossine sono presenti anche nei medicinali, oppure nei prodotti che siamo costretti a utilizzare a causa di malattie o condizioni fisiche particolari.
Per questo motivo, si consiglia sempre di non abusare dei farmaci, come gli antibiotici o gli antipiretici, poiché spesso non solo si rivelano non essere indispensabili alla guarigione, ma abbassano le difese immunitarie anche a causa della presenza di scorie e sostanze non biocompatibili.

Quando è necessario depurarsi

In generale, chi effettua rituali depuranti di frequente consiglia di iniziare subito dopo le festività, come Pasqua o Natale, ovvero periodi in cui si è molto più propensi a sgarrare la dieta, fare bagordi e mangiare grandi quantità di cibo considerato dannoso.
Alcuni rimedi prevedono diete molto ristrette, da seguire per pochi giorni al mese, altre invece possono essere più lunghe e hanno come intento quello di ottenere un cambiamento radicale nel vostro stile di vita.

 

Contattare un nutrizionista

Prima di cambiare totalmente regime alimentare, diminuire porzioni ed effettuare digiuni, vi suggeriamo di recarvi da uno specialista in nutrizione, che vi saprà proporre un iter da seguire, personalizzandolo a seconda delle vostre caratteristiche fisiche, e tenendo conto di eventuali problematiche.
È opportuno non sottovalutare il consiglio di un medico, poiché le diete non sono tutte uguali, e devono essere adattate e cambiate in base alla persona.

 

La dieta detox

Tale dieta è composta principalmente da verdura e frutta, aggiungendo basse percentuali di carne e pesce privi di grasso, come per esempio il pollo, il coniglio o il tacchino. Sono esclusi i formaggi, i prodotti caseari, così come i cibi fritti, i dolci, i salumi, gli insaccati e i farinacei, come pane, pasta e biscotti, sostituendoli con quelli integrali.
È preferibile diminuire le porzioni, mangiando piccole dosi più volte al giorno, oppure sostituire i pasti principali con degli smoothie a base di vegetali, frutta fresca e secca.

 

Tisane

Come saprete, è necessario bere almeno due litri di acqua al giorno, per far sì che l’organismo espella naturalmente le tossine attraverso il sudore e le urine, tuttavia, integrare i liquidi con l’utilizzo di tisane può essere ancora più benefico.
Per esempio la malva, il tarassaco, la betulla e il finocchio, sono erbe generalmente apprezzate per le loro proprietà drenanti e purificanti, soprattutto se assunte a stomaco vuoto e lontano dai pasti.

 

Cose da eliminare

La dieta detox comporta delle rinunce, tuttavia seguire un regime alimentare così ridotto, anche se per pochi giorni al mese, potrebbe non essere abbastanza. Il fumo e l’alcol per esempio, possono invalidare gli effetti benefici: il primo è caratterizzato dalla presenza di catrame, scorie e anidride carbonica, elementi che vanno ad appesantire i polmoni e occludere le arterie.
L’altro invece contiene molti zuccheri, lieviti e sostanze che sarebbe opportuno evitare di assumere o quanto meno limitarne il consumo. Smettere di fumare definitivamente sarebbe la scelta più appropriata, tuttavia, non è di certo la più facile.
In commercio però è possibile reperire le sigarette elettroniche, che nonostante non siano prodotti naturali, è stato dimostrato che possono essere molto meno dannose di quelle classiche.
Anche l’abuso di caffè, a causa della presenza della caffeina, dovrebbe essere limitato, se non del tutto eliminato. Anche se in percentuale molto minima, si tratta pur sempre di una sostanza psicotropa, che può generare dipendenza, può alterare il ciclo di sonno veglia e appesantire il fegato.

 

Integratori alimentari

Chi non ha voglia di seguire una dieta disintossicante molto ristretta, oppure non ha tempo di preparare smoothie e frullati, potrebbe considerare l’assunzione di supplementi alimentari specifici per la depurazione.
In commercio ne esistono diversi, indicati soprattutto per il fegato, un organo che generalmente tende ad accumulare molte tossine, principalmente a causa dell’alimentazione scorretta.
Il carbone vegetale, l’aloe vera e i mirtilli, sono elementi consigliati per ripristinare la normale funzionalità epatica, inoltre, contengono sostanze antiossidanti, dunque benefiche anche contro i radicali liberi presenti nelle cellule e nel sangue.
Tuttavia, prima di acquistare il miglior integratore di acido folico, di curcuma, o di magnesio, è opportuno contattare il proprio medico, poiché non sempre si rivelano essere compatibili con il nostro organismo.

Lo Yoga

La mindfulness e le pratiche di meditazione ci insegnano a respirare correttamente, a lasciare fuori le preoccupazioni e a diminuire i livelli di stress. Lo yoga è un rituale apprezzato proprio per la sua capacità di distendere il pensiero, e allo stesso tempo rilassare e allungare la muscolatura. In questo modo, tutto il corpo respira e si purifica, il metabolismo si riattiva, mentre la mente ritrova nuova energia per affrontare le giornate lunghe e faticose.

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments