La carnitina serve per dimagrire? Benefici e controindicazioni

Ultimo aggiornamento: 26.07.21

 

Forse ne avete sentito parlare, ma cosa sapete davvero della L-carnitina? Vediamo insieme quali sono le sue caratteristiche principali 

 

Cos’è la l-carnitina?

Quando parliamo di carnitina intendiamo un derivato aminoacidico semiessenziale, che a sua volta viene sintetizzato da due aminoacidi essenziali, ovvero la lisina e la metionina. Se, quindi, avete queste due sostanze nel corpo in maniera sufficiente, potrete consentire al vostro organismo di creare da solo la carnitina.

Come accade per tutti gli aminoacidi, anche questi non possono essere sintetizzati se non vengono assunti tramite il cibo, per cui è fondamentale consumare alimenti molto ricchi di lisina e metionina. Altri elementi che assicurano una buona produzione di l.carnitina sono il ferro, la niacina e la vitamina B6, per cui integrate anche queste sostanze nella vostra dieta.

 

Carnitina proprietà

La l carnitina va ad agire soprattutto sul metabolismo dei lipidi, in quanto trasporta gli acidi grassi a catena lunga sui mitocondri, ciò che costituisce le centrali energetiche di tutte le cellule del corpo umano.

Attraverso il processo di beta ossidazione, gli acidi grassi vengono convertiti in energia: i mitocondri si trovano soprattutto nelle cellule dei muscoli, dei nervi, in quelle sensoriali e negli ovuli.

Gli effetti della carnitina sull’attività fisica sono ancora oggi oggetto di studio, in quanto non è scientificamente dimostrato che questa sostanza aiuti a bruciare un maggior numero di grassi e quindi che migliori le prestazioni sportive. 

Nonostante questo, tra i benefici della carnitina, c’è il sostegno del metabolismo dei lipidi, che favorisce la perdita di peso.

 

Effetti della carnitina

Come per tutti gli integratori per dimagrire e non, anche la carnitina in eccesso non viene immagazzinata nell’organismo ma espulsa. La conseguenza di un’assunzione eccessiva comporta alitosi o problemi alla flora intestinale, soprattutto quella che viene assunta tramite carne rossa.

Non essendo assorbita totalmente dall’intestino, potrebbe comportare anche l’insorgenza di malattie cardiovascolari. Bisogna però considerare che la l- carnitina è contenuta soprattutto nella carne rossa: questo alimento è molto ricco però di acidi grassi non troppo sani, quindi è consigliabile non consumarlo sempre, inclusi i salumi.

Quindi se si ha intenzione di assumere la carnitina sotto forma di integratore, perché se ne ha bisogno per migliorare le proprie prestazioni sportive, è bene fare attenzione al dosaggio e anche alla qualità di ciò che andremo a prendere. 

Come si assume la L-carnitina?

Come accade per tutti gli integratori, è necessario prima consultare il medico, per evitare di assumere sostanze già abbondantemente presenti nel nostro corpo. Se, quindi, si segue una dieta bilanciata, non è consigliabile integrare la L-carnitina, che ci sarà già in abbondanza nel nostro corpo.

Va da sé che, se siete vegetariani o vegani, quindi non mangiate carne rossa, potreste dover integrare questa sostanza con prodotti appositi. Ciò potrebbe essere una buona idea anche nel caso in cui si abbia un fabbisogno di ferro, metionina, lisina e di tutti quei micronutrienti che non riusciamo a integrare tramite la classica alimentazione. 

 

Qual è il giusto dosaggio di L-carnitina?

Qui può nascere un problema, in quanto non si sa con esattezza quale sia il fabbisogno giornaliero di questa sostanza, visto che l’organismo può produrla, per cui la carenza di carnitina viene a manifestarsi molto raramente.

Se vogliamo parlare in linea generale, possiamo dire che i valori dovrebbero essere compresi tra 16 e 3000 mg al giorno, ma si tratta di un valore abbastanza indicativo. Infatti, il livello corretto dipende molto dal tipo di alimentazione che si segue, dal proprio stato di salute e anche, se si fa sport, dall’intensità degli allenamenti.

Se, quindi praticare un’attività fisica molto intensa, avrete la necessità di integrare molto più di chi fa una vita sedentaria; anche per questo motivo il nostro consiglio è sempre quello di recarsi dal medico e ascoltare il suo parere, per evitare di avere effetti collaterali, che in alcuni casi, come abbiamo visto, possono essere anche gravi.

 

Dove posso trovare la L-carnitina?

Facile capire da quale parola derivi il termine carnitina: proprio dall’alimento dal quale si assume, ovvero la carne. Ecco quindi che questa sostanza è la principale da assumere se non si vuole avere una carenza di L-carnitina: il problema potrebbe sorgere se siete vegetariani o vegani e quindi mangiate tutto tranne proprio la carne o i derivati animali.

Il problema non si pone quando, all’interno del regime alimentare, si hanno ferro, metionina e lisina in quantità tali da assicurare una produzione autonoma di questo elemento. Quindi non fate mai mancare nella vostra dieta i fagioli di soia, il tofu, i fiocchi d’avena, i fagioli, i ceci e gli anacardi, le mandorle, le uova e il quark.

Se siete intenzionati a dimagrire, dovrete integrare questi alimenti nella vostra dieta, quindi mangiare anche le banane, i carciofi e i broccoli, oltre agli asparagi e alle albicocche. In sostanza si tratta di seguire un regime alimentare sano, con l’accortezza di non esagerare con le dosi, come abbiamo detto in precedenza.

Chi non deve assolutamente assumerlo? Le donne che aspettano un bambino, che stanno allattando e chi soffre di diabete, visto che la L-carnitina interagisce con il metabolismo del glucosio. 

La carnitina aiuta chi ha problemi sessuali?

In casi di disfunzione erettile pare che l’integrazione di carnitina, in associazione a una terapia farmacologica, potrebbe migliorare proprio l’attività delle cellule muscolari lisce, ovvero quelle preposte all’erezione.

Di conseguenza, se incontrare un problema simile, l’associazione di carnitina e di un’apposita terapia potrebbe aiutarvi a combattere il problema in maniera efficace, così da non dover rinunciare a uno dei piaceri della vita.

Naturalmente, anche in questo caso, attenzione ai dosaggi e consultate semrpe il medico che deve monitorare la vostra condizione. 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI