Domande frequenti sugli integratori di maca

Ultimo aggiornamento: 30.01.23

 

Che cos’è la maca?

È una pianta erbacea originaria del Perù, che cresce sotto forma di radice. Appartiene alla stessa famiglia del cavolo e dei cavolfiori, ed è considerata un superfood. Può essere trovata in diverse colorazioni: gialla, rossa, nera, porpora, blu e bianca, tuttavia le prime tre varietà sono le più comuni e apprezzate.

Il suo ambiente naturale è tra gli altopiani della Bolivia o del Perù, a circa 3900-4500 m di altezza, dove non vi è un’escursione termica molto accentuata durante i cambi stagionali, e la pianta riesce a resistere e riprodursi durante tutto l’anno.

Inoltre, si rivela essere molto esigente: nonostante si serva di una gran quantità di concime, come il letame degli erbivori della zona, riesce a esaurire il terreno dove è piantata dopo solo qualche anno di utilizzo.

 

A cosa serve la maca?

È comunemente conosciuta come viagra peruviano, grazie al suo notorio utilizzo per migliorare le prestazioni sessuali e aumentare la fertilità.

Secondo alcune leggende, il popolo degli Inca era solito mangiarle prima di recarsi in battaglia, poiché rinvigoriva la mente o lo spirito dei guerrieri.

Grazie alla presenza di ferro, di calcio, di iodio e della gran quantità di vitamina C, è considerato un super alimento adattogeno, che riesce a dare il pieno di energie, oltre a migliorare la resistenza mentale e fisica allo stress di tutti i giorni.

Inoltre, il suo utilizzo è riconosciuto anche per riequilibrare il livello di estrogeni, e diminuire i dolori causati dal ciclo mestruale.

Poiché è un’inestimabile fonte di calcio, la sua assunzione è consigliata durante la crescita, l’allattamento e persino in caso di osteoporosi.

 

Dove si compra la maca?

È possibile acquistare la maca all’interno delle erboristerie più fornite, oppure nelle para farmacie o quelle aventi il reparto fitoterapico. Tuttavia, se desiderate dapprima valutare i prezzi e le offerte, vi suggeriamo di dare un’occhiata anche online sui siti dei rivenditori specializzati in integratori o cibo iperproteico.

La maca può aiutare per la fertilità?

Grazie all’elevata percentuale di steroli e alcaloidi, che regolano la produzione di ormoni, è da sempre conosciuta come viagra peruviano.

È molto utilizzata nelle diete afrodisiache, poiché non solo riattiva la libido, ma può apportare molti benefici sia alla donna, incrementando la crescita dei follicoli nell’endometrio, sia all’uomo, aumentando il numero di spermatozoi e il liquido seminale.

Sembra, inoltre, che la sua assunzione possa ridurre i forti dolori causati dalla sindrome premestruale e quelli del ciclo.

 

Ci sono controindicazioni nell’uso della maca?


Chi soffre di ipotiroidismo dovrebbe evitare l’assunzione di maca cruda, poiché questa contiene delle sostanze che limitano l’assorbimento di iodio. Tuttavia, è possibile acquistare quella in forma gelatinizzata, poiché viene precedentemente cotta e perde tali elementi problematici.

Inoltre, nonostante possa aiutare a diminuire i dolori causati dal ciclo mestruale, non è raccomandabile assumerla nel caso in cui soffriate di ovaio policistico, endometriosi, o amenorrea.

Infine, anche chi presenta delle patologie relative all’apparato gastrointestinale potrebbe accusare difficoltà nella digestione della maca cruda. Pertanto, anche in questo caso, è consigliabile prenderla sotto forma di polvere gelatinizzata.

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI