Come usare un integratore di maca

Ultimo aggiornamento: 30.01.23

 

Se non avete mai provato le qualità di questa pianta, in questa sezione vi spieghiamo come utilizzarla e come trarre al meglio i suoi benefici.

 

Perché assumerla?

La maca non è soltanto riconosciuta come integratore alimentare, ma è considerata un superfood, poiché contiene tutte le sostanze nutritive di cui il nostro corpo ha bisogno.

È povera di sodio, priva di colesterolo e grassi saturi, ma ricca di vitamina A, C e B6, inoltre ha ferro, moltissimo calcio, zinco e un’elevata percentuale di potassio.

Nonostante non abbia proprietà eccitanti come la caffeina, può essere paragonata alla radice di ginseng, poiché riesce comunque ad aumentare la concentrazione e la memoria, apportando numerosi vantaggi al sistema nervoso.

Per questo motivo è classificata anche tra le piante adattogene: può sopravvivere senza problemi in ambienti molto freddi, aiutando a sviluppare la resilienza, ovvero, la capacità di far fronte agli eventi stressanti.

Può essere un buon supporto in caso di periodi di forte dimagrimento, o durante le malattie stagionali e le convalescenze.

È spesso utilizzata anche per curare l’infertilità: sembra possa implementare la produzione di follicoli di Graaf nel corpo femminile, e di liquido seminale durante l’eiaculazione, in quello maschile.

Tuttavia, non ci sono abbastanza studi scientifici che certificano la veridicità di tali benefici.

 

Assunzione

Come per tutte le altre tipologie di integratori e supplementi alimentari, anche questa pianta necessita di un periodo di assunzione piuttosto lungo, prima di vedere i primi risultati.

Dunque, se vi state chiedendo per quanto tempo prendere la maca, ciò che possiamo consigliarvi è effettuare una cura di almeno un mese, per valutare innanzitutto se il vostro corpo riesce a digerirla o meno.

A questo proposito, a chi soffre di problemi intestinali o è piuttosto debole di stomaco, suggeriamo di provare quella in polvere: sembra sia più leggera e di facile assorbimento; inoltre, avendo un gusto piacevolmente dolce, potrete inserirla in numerose e semplici ricette, come frullati, smoothie, biscotti, oppure utilizzarla al posto del caffè, per il risveglio mattutino.

 

Dosaggio

Gli Inca erano soliti mangiarla ben tre volte al giorno per sentirsi sempre in forma, tuttavia, poiché non abbiamo lo stesso fisico da combattenti, a meno che non frequentiate assiduamente la palestra e la sala attrezzi, vi suggeriamo di partire con una dose molto bassa.

Va bene, per esempio, una capsula al giorno oppure, per chi preferisce la versione in polvere, un cucchiaino, aumentando al massimo a 10 g totali.

Purtroppo però, non è possibile fare una stima più precisa, poiché la giusta quantità varia da persona a persona, a seconda della fisicità e dell’età.

Tuttavia potrete valutare voi stessi dopo quanto tempo fa effetto la maca, tenendo conto dei benefici apportati durante il periodo di cura.

Raccomandazioni

Come gli altri integratori energizzanti, anche la maca può causare effetti indesiderati a livello intestinale, oppure, in soggetti ansiosi, può aumentare l’agitazione. In caso di gravidanza o allattamento, è consigliabile chiedere il parere del medico, che vi saprà indicare la tipologia e la dose giornaliera più adatta alla situazione.

Infine, se avete acquistato un integratore di maca in capsule, vi suggeriamo di tenerla lontano dalla portata dei bambini e, per questi ultimi, optare per un prodotto specifico per ragazzi.

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI