Gli 8 migliori semi di girasole del 2021

Ultimo aggiornamento: 21.01.21

 

Semi di girasole – Guida agli acquisti, Opinioni e Confronti

Da sempre utilizzati per la realizzazione dell’olio, i semi di girasole sono ampiamente apprezzati anche per le loro proprietà benefiche per l’organismo. Grazie alla presenza della vitamina E infatti, possono migliorare l’aspetto della pelle, ripristinare le pareti intestinali e abbassare il livello di colesterolo cattivo nel sangue. In questo articolo abbiamo selezionato i prodotti migliori, scegliendoli in base alle recensioni degli utenti che li hanno acquistati. Potete trovare Biojoy Semi di Girasole Biologici, ricchi di vitamine, calcio, magnesio e ferro, possono essere aggiunti alle normali colazioni. Oppure Chandras Semi di Girasole, venduti in un pratico sacchetto salva freschezza, potrete gustarli come spuntino o inserirli nelle vostre ricette per renderle più gustose.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori semi di girasole – Classifica 2021

 

Vi piacerebbe incrementare la vostra dieta con alimenti ricchi di sostanze nutritive?
Se siete indecisi su quale seme di girasole comprare, qui di seguito trovate la lista dei migliori prodotti attualmente disponibili sul mercato online.

 

 

1. Biojoy Semi di Girasole Biologici Sgusciati Crudi Senza Sale

 

Al primo posto della nostra lista dei migliori semi di girasole del 2021 abbiamo scelto una confezione venduta da Biojoy, un’azienda tedesca che si occupa della distribuzione online di genere alimentare biologico. Ciò che ci propone è un sacchetto richiudibile in carta rinforzata contenente 1,5 kg di chicchi bio, sgusciati, crudi e privi di sale, che potrete gustare come spuntino energetico oppure inserire all’interno di muesli, piatti a base di carne, pesce e insalate.

I semi di girasole hanno proprietà benefiche per l’organismo: possono abbassare i livelli di colesterolo e apportare calorie senza appesantire, tuttavia, è importante evitare di mangiarne troppi, poiché sono ricchi di acidi grassi insaturi e potrebbero contribuire all’aumento di peso.

Si tratta di un prodotto completamente vegano e privo di conservanti e coloranti artificiali, inoltre anche il prezzo si rivela abbastanza conveniente e adatto a tutte le tasche.
Tuttavia, gli utenti che soffrono di allergie stagionali, per esempio alle Asteraceae, dovrebbero evitarne il consumo, poiché potrebbe causare reazioni avverse.

 

Pro

Confezione: Il sacchetto si può richiudere, in modo tale che i semi possano mantenere la loro freschezza più a lungo.

Azienda: Si tratta di una ditta tedesca che si occupa della produzione e distribuzione di prodotti alimentari totalmente biologici e rispettosi della natura.

Semi di girasole crudi: La tostatura può diminuire drasticamente le proprietà nutrizionali dei chicchi, per questo motivo, i prodotti Biojoy sono naturali, sgusciati e senza sale.

 

Contro 

Sapore: I semi crudi hanno un gusto differente e più leggero rispetto a quelli tostati, così come la consistenza appare morbida e non croccante.

Acquista su Amazon.it (€13,99)

 

 

 

2. Chandras Alimenti Naturali Semi di Girasole

 

Uno degli articoli più venduti della nostra classifica è quello proposto da Chandras: un’azienda britannica che dal 1985 si occupa della distribuzione di snack tipici dell’India. Ciò che ci ha colpito particolarmente è la forma di commercio da loro svolto: è una ditta a conduzione familiare che sostiene il mercato equo e solidale, in cui vengono garantiti i diritti di tutti i lavoratori e il rispetto dell’ambiente.

La confezione è in carta resistente e contiene 1 kg di semi di girasole naturali, senza sale e non sottoposti a nessun processo di cottura. La maggior parte degli utenti li apprezza per il loro piacevole sapore, nonostante la mancanza di tostatura, e li utilizzano principalmente per rendere più energetiche le colazioni, inserendoli nello yogurt, oppure nel muesli.

Inoltre, è possibile portarli in viaggio per effettuare uno spuntino veloce e salutare, grazie alla presenza degli acidi grassi essenziali che migliorano la qualità del sangue e abbassano i livelli di colesterolo cattivo.

 

Pro

Sapore: Nonostante non siano tostati e non contengano sale, i semi Chandras sono molto gustosi e piacevoli da mangiare.

Chandras: Si tratta di una ditta a conduzione familiare che si occupa della vendita di snack indiani, seguendo le linee del commercio equo solidale.

Vegan: Il prodotto è approvato dall’associazione vegetariani, poiché durante il processo di lavorazione vengono rispettati i diritti degli animali.

 

Contro 

Dimensioni: Rispetto ad altre marche di semi biologici, quelli proposto da Chandras sono più piccoli. Tuttavia, ciò è dovuto al fatto che l’azienda non sfrutta eccessivamente le coltivazioni per ottenere chicchi tutti uguali e grandi.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Mundo Feliz Semi di Girasole Biologici 

 

Se state cercando dei semi di girasole a un prezzo conveniente, forse potrebbero interessarvi quelli proposti da Mundo Feliz. Si tratta infatti del prodotto più economico della nostra lista: a un costo quasi irrisorio potrete acquistare quattro sacchetti di chicchi da 500 g l’uno.

La confezione purtroppo però non è richiudibile, dunque, affinché l’alimento non si deteriori a causa del caldo o dell’umidità, perdendo anche le proprietà benefiche di cui è caratterizzato, vi suggeriamo di trasferire i semi in un contenitore ermetico dopo l’apertura.

Il prodotto è privo di glutine e OGM, non contiene conservanti e coloranti artificiali, inoltre non ha sale aggiunto e non è tostato, per mantenere inalterati tutti i valori nutrizionali. I semi di girasole infatti sono ricchi di magnesio, potassio, vitamina E, A e quelle del gruppo B: aiutano a migliorare l’aspetto della pelle, diminuire il colesterolo nel sangue e proteggere il cuore.

 

Pro

Formato convenienza: Ciò che riceverete saranno quattro sacchetti da 500 g l’uno, abbastanza da ottenere una scorta per alcuni mesi.

Versatili: I semi crudi possono essere adoperati in tutte le pietanze, sia fredde sia calde, inoltre, chi preferisce può provare a tostarli in forno per renderli più saporiti.

Fonte di proteine: La maggior parte degli utenti li utilizza come snack energetico o mischiandoli ai cereali, per ottenere il giusto sprint per affrontare meglio la giornata.

 

Contro 

Confezione: Non è richiudibile, dunque i semi potrebbero essere più soggetti agli sbalzi di temperatura e al deterioramento.

Acquista su Amazon.it (€14,49)

 

 

 

4. VidiFood Semi di Girasole Spuntino Istantaneo

 

Continuando con la comparazione dei migliori prodotti attualmente disponibili sul mercato online, ci è piaciuto molto l’articolo proposto da VidiFood. Si tratta di una piccola azienda a conduzione familiare che nasce in Spagna, ad Alicante: un luogo meraviglioso, dove il principale sostentamento della popolazione è dato dall’agricoltura.

La confezione è in alluminio e plastica trasparente, per consentire agli utenti la visione del contenuto e preservarlo al tempo stesso. All’interno è presente 1 kg di semi di girasole crudi, non trattati e privi di sale.

La scelta di vendere i chicchi al naturale è dovuta alle loro proprietà nutrizionali: sono ricchi di Omega-3 e Omega-6, proteine, amminoacidi essenziali e vitamine del gruppo B, A e tocoferolo. Mangiare circa 30 g al giorno infatti, può far bene alla salute: abbassa il livello di colesterolo nel sangue e apporta la giusta energia senza appesantire l’organismo.

 

Pro

Versatili: Possono essere adoperati sia al naturale, come spuntino, sia aggiunti nella preparazione di torte, biscotti, piatti freddi oppure caldi.

Salutare: I chicchi proposti sono crudi, senza sale e non tostati, affinché possano mantenere inalterati tutti i loro valori nutrizionali.

Sapore: I semi di girasole ViviFood sono ampiamente apprezzati dalla maggior parte degli utenti, che ama gustarli come snack.

 

Contro 

Sacchetto: La confezione non è richiudibile, dunque, una volta aperto è necessario trasferire il contenuto all’interno di un recipiente chiuso, affinché il prodotto non si deteriori.

Acquista su Amazon.it (€15,9)

 

 

 

5. Hatton Hill Organic Miscela di Semi di Girasole

 

Un altro prodotto che ci ha particolarmente colpito tra gli articoli venduti online è di Hatton Hill Organic, una ditta anglosassone che si occupa della distribuzione di alimenti naturali e biologici.

Ciò che ci propone è un particolare mix di semi di zucca e di girasole: una combinazione salutare e benefica per l’organismo, grazie all’elevato apporto di acidi grassi insaturi, sali minerali, proteine e vitamine. I chicchi, confezionati all’interno di un sacchetto da 500 g, sono crudi, privi di sale e non contengono conservanti e coloranti artificiali e zuccheri aggiunti.

Si possono mangiare al naturale, oppure è possibile inserirli all’interno dei vostri piatti preferiti, per rendere il muesli più croccante o per insaporire pane e biscotti. La confezione riporta il logo Vegan, che ne certifica la qualità e rende il prodotto adatto a tutti gli utenti, tuttavia, se soffrite di allergia alle Asteraceae e alle Cucurbitaceae è altamente sconsigliato l’utilizzo di tali semi.

 

Pro

Confezione: Il sacchetto è in plastica ed è richiudibile, affinché il prodotto possa rimanere fresco a lungo anche dopo l’apertura.

Biologico: I semi di zucca e di girasole provengono da un’agricoltura controllata, certificata Vegan e Soil Association Organic.

Mix di frutta secca: La scelta di inserire due tipologie di chicchi rende il prodotto ancora più salutare, grazie all’alta concentrazione di Omega-3 e Omega-6.

 

Contro 

Prezzo: Non è molto economico, tuttavia il costo è giustificato dall’affidabilità dell’azienda e dalla qualità degli ingredienti di origine controllata e biologica.

Acquista su Amazon.it (€10,99)

 

 

 

6. Probios Semi di Girasole Bio Confezione da 5 kg

 

Probios nasce a Firenze nel 1978 e distribuisce alimentari biologici e sostenibili da oltre 30 anni. Il suo nome infatti ha origini greche: significa “in favore della vita”, e sta a indicare, appunto, l’impegno che l’azienda ripone nei confronti della natura, proponendo articoli rispettosi dell’ambiente.

Ciò che abbiamo di fronte è un sacchetto da 5 kg di semi di girasole decorticati, privi di sale e crudi, che mantengono inalterate tutte le loro proprietà benefiche. Si tratta di una confezione formato convenienza, in grado di far risparmiare notevolmente le famiglie numerose che ne fanno un largo uso.


Infatti, i chicchi possono essere ridotti in farina e adoperati per la preparazione di numerose pietanze, come biscotti, torte e panini, per renderli più salutari e saporiti.
Il sapore potrebbe non piacere a tutti: è più delicato rispetto ad altri prodotti simili, tuttavia, possono essere tostati e salati per aumentarne l’appetibilità.

 

Pro

Confezione convenienza: Nonostante il costo possa sembrare alto, è necessario prendere in considerazione che si tratta di un sacchetto contenente ben 5 kg di semi biologici.

Per i panificati: Basandoci sui pareri degli utenti i semi Probios sono largamente apprezzati e utilizzati per la creazione di biscotti, torte e pane. Inoltre, è possibile trasformarli in farina per amalgamarli meglio agli impasti.

Azienda: Probios è un’azienda italiana che si occupa della distribuzione di prodotti biologici e vegani.

 

Contro 

Sapore: I semi sono piuttosto grandi, dunque, perdono leggermente quel gusto forte che caratterizza questo tipo di alimento.

Acquista su Amazon.it (€21,05)

 

 

 

7. Bongiovanni Farine e Bontà Naturali Semi di Girasole

 

Il molino Bongiovanni si trova in provincia di Cuneo e da sempre si occupa della realizzazione di più di novanta tipi di farine differenti, oltre a legumi, cereali e semi oleosi, come quelli di girasole.

Ciò che ci propone è una confezione da 500 g di chicchi crudi, sgusciati e di colore chiaro, privi di sale e provenienti da un’agricoltura biologica. La frutta secca, proprio come i semi oleosi, sono un’ottima fonte di proteine, grassi insaturi e amminoacidi, in grado di apportare energia senza appesantire.

Inoltre, sono ricchi di vitamine del gruppo B, A ed E, sali minerali come magnesio, rame e zinco,  e possono aiutare a migliorare la qualità del sangue abbassando i livelli di colesterolo cattivo. A differenza di altri prodotti recensiti finora, il sacchetto non è trasparente, dunque non è possibile controllarne il contenuto. Nonostante ciò, gli utenti che hanno effettuato l’acquisto si rivelano molto soddisfatti, poiché i semi sono gustosi e croccanti.

 

Pro

Made in Italy: Il molino Bongiovanni è una piccola azienda italiana con sede a Cuneo, che produce una grande varietà di farinacei, semi e legumi.

Prezzi bassi: Se state cercando una confezione di semi di girasole economica, questa potrebbe essere una valida scelta d’acquisto.

Sapore: I chicchi sono molto gustosi, inoltre, hanno una consistenza croccante nonostante non siano stati tostati.

 

Contro 

Confezione: Il sacchetto è di colore bianco e non lascia trapelare il suo contenuto facendo sospettare sulla qualità del prodotto. Tuttavia, chi ha acquistato l’articolo ne conferma la bontà e la freschezza.

Acquista su Amazon.it (€5,26)

 

 

 

8. Zenone Iozzino Zig Horeca Semi di Girasole Sgusciati

 

L’acronimo Zig nasce dall’unione del nome del fondatore dell’azienda, Zenone Iozzino, e dalla città in cui ha origine, ovvero Gragnano. Si tratta infatti di una ditta a conduzione familiare, che dagli anni ’60 si occupa della vendita di frutta secca importata da tutto il mondo.

Ciò che ci propone è una confezione di semi di girasole dal peso complessivo di 1 kg, già sgusciati, crudi e privi di sale. Sono un ottimo spuntino salutare per chi pratica sport: hanno un basso contenuto di carboidrati ma sono ricchi di grassi insaturi, che apportano energia senza appesantire.

Il sacchetto è di colore bianco e ha una piccola zona in plastica trasparente per poterne visionare l’interno, inoltre, è dotato di una chiusura ermetica salva freschezza, affinché l’alimento possa essere conservato più a lungo al riparo dall’umidità. Se volete sapere dove acquistare i semi di girasole decorticati di Zenone Iozzino, vi invitiamo a cliccare sul link posto qui in basso.

 

Pro

Costo: L’articolo è venduto a un prezzo piuttosto conveniente, considerando che si tratta di un prodotto distribuito in Italia e totalmente biologico.

Azienda: Per chi vuole supportare i commercianti locali anche online, questa potrebbe essere una buona occasione.

Per gli utenti esigenti: I semi di girasole sono un ottimo spuntino per chi pratica sport e vuole fare il pieno di energia senza appesantirsi.

 

Contro 

Provenienza: La frutta secca non è italiana, ma è originaria della Bulgaria, tuttavia l’azienda si occupa del controllo certificandone la buona qualità.

Acquista su Amazon.it (€10,9)

 

 

 

Guida per comprare i semi di girasole

 

Vi piacerebbe acquistare una confezione di semi di girasole ma non sapete quale scegliere?
Qui di seguito troverete una sezione dedicata alle caratteristiche che ogni buon prodotto dovrebbe avere.

Cosa sono

I frutti, impropriamente chiamati semi, provengono dalla parte centrale del girasole: una pianta della famiglia delle Asteraceae, che produce delle infiorescenze chiamate capolino, poiché formate da tanti piccoli fiori che all’apparenza sembra esserne uno solo. Cominciano il loro sviluppo all’inizio dell’estate per arrivare a maturare completamente tra la fine di agosto e settembre, quando ormai il capo è rivolto verso il basso.

Una caratteristica tipica di questa pianta è appunto quella di cambiare posizione in base allo spostamento del globo terrestre, seguendo la luce del sole. Quando è pronta la corolla perde i frutti centrali, che vengono così raccolti e utilizzati soprattutto per la realizzazione dell’olio.

I semi hanno diversi colori: vanno dal bianco fino ad arrivare al nero, passando per il marrone scuro, mentre le dimensioni possono variare dagli 8 ai 15 mm circa.

 

A cosa servono

Non hanno uno scopo ben preciso, se non quello della produzione di olio. Nonostante ciò, i semi di girasole si possono mangiare: molte persone li sgranocchiano durante il pomeriggio tra un pasto e l’altro, per evitare gli attacchi di fame. Tuttavia, è possibile adoperarli all’interno delle ricette più disparate, a partire dalla produzione di pane, biscotti, torte, ma anche per condire secondi piatti a base di carne, pesce o pesti per insaporire la pasta e le tartine.

 

Le proprietà

La frutta secca, come per esempio le noci, le mandorle e le nocciole, è considerata un alimento completo, poiché contiene numerose sostanze nutritive. Per esempio, è ricca di acidi grassi insaturi, come l’Omega-3 e Omega-6, vitamine del gruppo B, A, betacarotene e tocoferolo. Inoltre, sono presenti anche numerosi sali minerali, come calcio, ferro, fosforo, magnesio e potassio, e altrettanti amminoacidi e folati, i precursori dell’acido folico.

I semi di girasole infatti, sono in grado di apportare molta energia all’organismo: per questo motivo, sono spesso aggiunti alla colazione per ottenere il giusto sprint per affrontare la giornata, di studio o di lavoro. Inoltre, grazie alla presenza degli acidi grassi essenziali, si rivelano un valido supporto per il cuore e le arterie, poiché sono in grado di diminuire l’accumulo di LDL nel sangue, ovvero il colesterolo cattivo.

 

Varietà

Sul mercato è possibile reperirne un vasto assortimento: per esempio semi crudi, tostati, oppure decorticati. I primi sono senza dubbio i più sani, tuttavia, necessitano di essere sbucciati per poterli mangiare: un’operazione che potrebbe infastidire, o creare problemi ai denti.

La seconda varietà subisce un processo di cottura che la rende più appetibile e croccante, tuttavia, tale sistema fa perdere buona parte degli elementi nutritivi, rendendo la frutta secca un semplice snack anti fame. I decorticati invece sono semplicemente privati del guscio duro, per un utilizzo più semplice e immediato.

Anche il colore varia tra nero, bianco oppure striato. La maggior parte di quelli venduti nei supermercati a uso umano è chiara, anche se si tratta della tipologia con meno grassi insaturi. Tuttavia, quelli scuri sono per lo più adoperati in aviaria, come alimento per uccelli come pappagalli, parrocchetti e canarini. Sono infatti più piccoli rispetto agli altri e possono essere facilmente ingeriti dai volatili.

In conclusione, il migliore seme di girasole da mangiare è quello naturale, senza aggiunta di sale e che non è stato sottoposto a nessun processo di cottura, mantenendo così inalterati tutti valori nutrizionali di cui è caratterizzato.

Costo

Generalmente questo tipo di alimento ha un preciso costo al kg, che può leggermente variare a seconda dell’azienda produttrice e del processo di lavorazione. Per esempio, i semi tostati o quelli a cui è stata aggiunta una dose di sale possono avere un prezzo maggiore, tuttavia, non sono certo i più salutari. È preferibile invece acquistare quelli crudi o semplicemente decorticati, per riuscire ad assaporarne il gusto naturale e trarre beneficio dalle numerose sostanze nutritive.

 

Controindicazioni

La pianta di girasole fa parte della famiglia delle Asteraceae, che produce un tipo di polline altamente allergizzante e molto noto dai soggetti sensibili, costretti a vaccinarsi o vivere tra starnuti e tosse durante tutta l’estate, il periodo di maggior formazione.

Inoltre, è sconsigliato l’abuso: se la presenza degli acidi grassi essenziali è un aiuto contro le problematiche cardiache, in realtà possono far aumentare di peso, soprattutto a chi è già predisposto all’obesità.

Per questo motivo, i nutrizionisti consigliano di non superare la dose di 30 g di semi al giorno a chi svolge una vita sedentaria, mentre può aumentare fino a 100 g per le persone che effettuano attività fisica in modo costante.

Anche gli utenti che soffrono di diverticolite o hanno il colon irritabile dovrebbero fare attenzione durante l’assunzione di semi di girasole, poiché potrebbero peggiorare le patologie causando scariche di diarrea e infiammazioni all’intestino.

 

 

 

Come usare il seme di girasole

 

Avete appena acquistato un nuovo articolo e non sapete cosa farne? In questa sezione vi spieghiamo come sfruttare al meglio le proprietà dei semi di girasole.

 

Perché i semi di girasole fanno bene

La frutta secca in generale è riconosciuta come alimento completo: è ricca di sostanze nutrienti per l’organismo, per esempio gli acidi grassi essenziali come gli Omega-3 e Omega-6, che contribuiscono alla funzionalità di alcuni processi fisiologici.

I semi di girasole contengono anche alcune vitamine, come la E, la A, e quelle del gruppo B, che possono migliorare lo stato della pelle e delle vene, mantenendo in salute il cuore e abbassando i livelli di colesterolo nel sangue.

Le ricette

Il modo migliore per apprezzare il particolare sapore dei frutti del girasole e ottenerne i benefici è mangiandoli puri come spuntino. Tuttavia, è possibile sfruttarli in tanti modi diversi, per esempio inserendoli in varie ricette, sia di piatti freddi, sia caldi, a base di carne oppure vegetariani.

 

Pane ai cereali

Cosa c’è di più buono di una bella pagnotta fatta in casa? Se avete a disposizione un’impastatrice il procedimento sarà ancora più semplice. Fate sciogliere il lievito nell’acqua tiepida, dopo circa 10 minuti versatelo gradualmente nella farina fino a ottenere un composto omogeneo. Aggiungete un pizzico di sale e una manciata di semi di girasole, impastate e lasciate lievitare in una ciotola per almeno un’ora, preferibilmente in un posto al caldo.
Infine, cuocete in forno preriscaldato statico a 220°C  per circa 30 minuti.

 

Pesto

Un altro modo per apprezzare la frutta secca è realizzando un pesto: da spalmare sulle bruschette oppure da aggiungere a un bel piatto di pasta. Prendete una manciata di semi di girasole crudi, una di pinoli e un’altra di mandorle e inseritele all’interno di un mortaio o di un frullatore. Aggiungete anche un po’ di prezzemolo, un paio di acciughe del Mar Cantabrico e riducete tutto in poltiglia. Mentre la pasta sarà in cottura, versate due cucchiai di acqua bollente nel composto e mescolate fino a quando non avrete ottenuto una crema omogenea.

 

Come decorticare i semi di girasole

Per poter mangiare i semi è necessario prima sgusciarli, tuttavia, si tratta di un’operazione piuttosto semplice. Se i chicchi sono già secchi vi basterà schiacciare leggermente la punta con le dita o con gli incisivi per poterli aprire. In alternativa, poneteli all’interno di una ciotola di acqua molto fredda, preferibilmente con dei cubetti di ghiaccio, e lasciateli in ammollo fino a quando i gusci non cominceranno a separarsi a causa dello sbalzo di temperatura.

Come tostare i semi di girasole

Per creare uno snack veloce e salutare è possibile cuocere i semi di girasole per renderli più croccanti e saporiti. Il procedimento si può effettuare sia con i chicchi decorticati, sia con quelli ancora con il guscio, tuttavia, per questi ultimi è necessario prima lasciarli in ammollo una notte in acqua e sale, affinché la buccia possa staccarsi più facilmente dopo la cottura.
Per procedere con la tostatura ponete i semi su una teglia coperta con carta da forno, e lasciateli arrostire per circa 20 minuti a 180 gradi. Infine, lasciateli raffreddare, e serviteli agli ospiti all’interno di una ciotola in ceramica.

 

 

 

Domande Frequenti

 

Come si mangiano i semi di girasole?

Si tratta di un alimento ricco di grassi insaturi e sali minerali, in grado di apportare calorie senza correre il rischio di farci sentire appesantiti. Possono essere consumati in svariati modi: durante la colazione, aggiungendoli ai normali cereali di mais, nello yogurt, nei frullati, oppure inserendoli nei piatti a base di carne o insalate. In realtà, la loro composizione chimica è  completa, anche se non paragonabile ad altri tipi di semi, ma è comunque possibile mangiarli al naturale come spuntino per placare la fame. In alternativa, potrete inserirli in numerose ricette per la preparazione di dolci e panificati.

Come vengono raccolti i semi di girasole?

Anche se potrebbe apparire strano, la raccolta dei semi non avviene quando il fiore è nella fase più vigorosa della sua vita, ovvero in piena estate, ma tra la fine di agosto e l’inizio di settembre. Affinché i frutti siano maturi al punto giusto è necessario che la pianta abbia perso la maggior parte dei petali e abbia iniziato ad abbassare la testa, aspettando che sia abbastanza asciutta da riuscire nell’intento.

 

Si possono piantare i semi di girasole?

Quelli che noi chiamiamo comunemente semi in realtà sono frutti, che nascono all’interno della parte centrale dei fiori di girasole. Generalmente non è consigliabile un utilizzo al di fuori di quello alimentare, poiché spesso i prodotti confezionati vengono decorticati e cotti, dunque perdono la loro capacità vitale. In commercio però, è possibile acquistare anche articoli crudi: alcuni utenti, dopo averli posti tra due fogli di carta assorbente e bagnati per alcuni giorni, hanno provato a farli gemmare, ottenendo dei piccoli germogli alti pochi centimetri. Tuttavia, è molto difficile poter raggiungere dei risultati migliori, poiché non sono semi adatti allo scopo.

 

Cosa contengono i semi di girasole?

I frutti dei girasoli sono ampiamente utilizzati in cucina, non soltanto per la realizzazione dell’olio, adoperato principalmente per la frittura dei cibi, ma anche per la preparazione di panificati, per renderli più buoni e salutari. I semi di girasole infatti, presentano molte proprietà che fanno bene all’intestino: possono abbassare i livelli di colesterolo e migliorare la qualità della pelle, grazie alla presenza delle vitamine B ed E e altre sostanze antinfiammatorie e antiossidanti.

Inoltre, contengono anche un’alta percentuale di proteine, glucidi, lipidi e fibre, fonti di energia per l’organismo. Tuttavia, come per ogni cibo particolarmente ricco di grassi, sarebbe opportuno limitarne il consumo, ed evitare il più possibile le abbuffate, soprattutto se si è affetti da obesità. A differenza di altri semi che è possibile adoperare in sostituzione dei pasti, in questo caso è preferibile non abbondare, ma mangiarne piccole quantità per apportare la giusta carica e affrontare al meglio la giornata.

 

Dove si comprano i semi di girasole?

Trattandosi di un alimento è possibile reperirlo all’interno di tutti i supermercati, tuttavia, la maggior parte dei prodotti sono cotti e venduti con aggiunta di sale. I frutti crudi invece, ricchi di proprietà benefiche, si possono acquistare nei negozi specializzati in articoli naturali. Se preferite dapprima valutare le offerte, vi suggeriamo di dare un’occhiata alla nostra guida su come scegliere un buon seme di girasole presente in questo articolo.

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments