Domande frequenti sugli integratori di echinacea

Ultimo aggiornamento: 30.01.23

 

Che cos’è l’echinacea?

L’echinacea è una pianta erbacea perenne originaria del nord America, presenta dei particolari fiori violacei e gli stami di un colore simile alla porpora.

Si tratta di un genere molto vasto, considerato che è possibile trovare ben nove specie differenti, tuttavia quelle che hanno delle proprietà benefiche per il corpo sono soltanto tre: l’angustifolia, la purpurea e la pallida.

Era anticamente utilizzata dai Sioux, un gruppo etnico indigeno della regione Dakota, che la adoperavano per curare numerose malattie, tra cui quelle causate dai morsi di serpente e la sifilide.

Grazie alla sua grande adattabilità a diverse temperature e climi, è possibile trovarla ovunque: sulle montagne rocciose, nelle pianure oppure nelle zone lacustri, tuttavia si è ormai diffusa anche in Europa, dove potrete acquistarla all’interno dei vivai più forniti.

A cosa serve l’echinacea?

Come abbiamo visto, questa particolare pianta era già utilizzata dai nativi americani per curare le ferite infette, per contrastare gli effetti del veleno dei morsi di insetti e di serpenti, oppure contro l’avanzamento delle malattie veneree.

Tuttavia, con il passare degli anni e la diffusione dell’echinacea è stato possibile confermare la sua azione antivirale e protettiva nei confronti del sistema immunitario.

Per questo motivo è spesso indicata durante l’inverno per la prevenzione contro l’influenza stagionale, la bronchite, il raffreddore, oppure per diminuire i sintomi causati dalle infezioni del tratto urogenitale.

Secondo alcune ricerche più recenti, si è potuto notare come la sua assunzione possa anticipare addirittura la formazione di masse tumorali, oltre a contrastare l’invecchiamento e migliorare la produzione di collagene da parte delle cellule dell’epidermide.

Nonostante ciò, non è possibile confermare del tutto tali notizie, poiché non ci sono ancora stati abbastanza studi a riguardo.

 

Chi può assumere l’echinacea?

Questa miracolosa radice può essere ingerita da grandi e piccini indistintamente dal sesso, grazie alle sue proprietà immunostimolanti e protettive.

Tuttavia, è assolutamente sconsigliata a chi è allergico alle Asteracee, a chi soffre di patologie autoimmuni o è in cura con farmaci particolari, medicinali che inibiscono la risposta immunitaria dell’organismo.

Inoltre, sembra possa creare problemi in caso di gravidanza o allattamento, dunque è opportuno consultare il proprio medico se vi trovate in una di queste situazioni.

 

Dove acquistare l’echinacea?

L’echinacea è una particolare pianta che ha delle infiorescenze di colore viola, molto apprezzate anche come ornamento all’interno di giardini o terrazzi, e per questo motivo è possibile reperirle facilmente anche nei vivai.

Tuttavia, le varietà disponibili non hanno le stesse proprietà che potreste avere con un integratore già confezionato, dunque per quanto sia bella, è consigliabile acquistare direttamente un supplemento alimentare all’interno di una farmacia, in un’erboristeria o nel reparto biologico dei supermercati più forniti.

Se invece non avete voglia di andare in giro per i negozi per valutare le offerte, potrete eventualmente consultare i siti online, più forniti e con proposte a prezzi più vantaggiosi.

 

Quanto costa un integratore a base di echinacea?

Il valore di un supplemento alimentare del genere cambia a seconda della formulazione del prodotto: uno che presenta una concentrazione maggiore di principio attivo avrà probabilmente un costo maggiore rispetto a un altro più blando.

Inoltre, questo può dipendere anche dalla notorietà dell’azienda, dalla varietà della radice utilizzata e dal formato; tuttavia, generalmente il prezzo di un buon prodotto non dovrebbe superare la ventina di euro.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI