Gli 8 migliori succhi di aloe del 2021

Ultimo aggiornamento: 05.03.21

 

Succhi di aloe – Guida agli acquisti, Opinioni e Confronti

 

L’aloe barbadensis è da sempre adoperata nella medicina tradizionale come rimedio contro le scottature e le ferite, grazie al suo potere antinfiammatorio e cicatrizzante. I suoi benefici però non finiscono qui, poiché è considerata dagli esperti un toccasana contro i problemi gastrointestinali, poiché in grado di riequilibrare la flora batterica, accelerare il metabolismo e migliorare la digestione. In questo articolo abbiamo selezionato alcuni dei prodotti più apprezzati del mercato online, come per esempio Equilibra Aloe Vera Extra, una bevanda realizzata con la polpa pura e venduta in un flacone formato convenienza. Anche Benessence Succo e Polpa di Aloe Vera è tra i preferiti degli utenti, poiché la pianta è coltivata e selezionata in Italia senza l’utilizzo di pesticidi o sostanze inquinanti.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori succhi di aloe – Classifica 2021

 

Qui di seguito trovate i prodotti più apprezzati del momento, recensiti in base ai pareri degli utenti che li hanno provati.

 

 

1. Equilibra Aloe Vera Extra 1 l

 

L’articolo che si classifica come il migliore succo di aloe del momento è quello proposto da Equilibra, un’azienda molto famosa in Italia, che dal 1987 realizza prodotti naturali per la cura del corpo e dell’organismo.

Il flacone è in plastica rigida UV absorbed, ovvero in grado di non far penetrare il calore e i raggi del sole, e contiene un litro di estratto di pianta pura coltivata senza l’utilizzo di pesticidi. A conferma della naturalezza della bevanda è possibile notare la polpa sul fondo della bottiglia, poiché la sostanza gelatinosa non ha subito alcun processo filtrante durante la realizzazione.

Tra gli ingredienti, oltre al 99,55% di aloe barbadensis Miller, sono presenti acidificanti e conservanti, come l’acido citrico, sodio benzoato e potassio sorbato, necessari a far durare più a lungo il prodotto. Il costo è piuttosto conveniente, considerato che il flacone contiene un litro di succo, che potrà durare per almeno due mesi di trattamento.

 

Pro

Qualità/prezzo: Il succo venduto da Equilibra è considerato uno dei migliori grazie alla presenza di ingredienti biologici e al costo notevolmente basso.

Polpa pura: L’aloe estratto non è filtrato e non ha aggiunta di acqua, dunque mantiene inalterate tutte le sue proprietà nutrizionali e benefiche per l’organismo.

Ingredienti: Non contiene glutine né sostanze gelificanti di origine animale, caratteristiche che lo rendono adatto anche agli utenti vegani.

 

Contro 

Sapore: L’aloe ha un gusto particolarmente amaro, per questo motivo, nel caso in cui non dovesse piacere, l’azienda consiglia di diluire un misurino all’interno di una bevanda più dolce.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Benessence Succo e Polpa di Aloe Vera da Bere

 

Tra gli articoli più venduti e apprezzati dagli utenti ci ha colpito particolarmente il kit convenienza proposto da Benessence, un’azienda italiana che si occupa esclusivamente della realizzazione di prodotti a base di aloe vera. Ciò che abbiamo di fronte sono tre bottiglie (da un litro l’una) di succo della pianta, contenente polpa pura non filtrata e non pastorizzata, tuttavia priva di aloina, una sostanza potenzialmente tossica se ingerita in grandi quantità, a causa delle sue proprietà lassative.

La bevanda non ha glutine, conservanti, aromi artificiali e zuccheri aggiunti, dunque può essere assunta anche dagli utenti particolarmente esigenti, affetti da determinate patologie o intolleranze alimentari.

A un primo acchito il prezzo potrebbe sembrare alto: si rivela invece uno dei prodotti più economici della classifica, considerando che a casa riceverete tre bottiglie, che potranno durare per altrettanti mesi di cura. Il sapore non è certo dei migliori, tuttavia, il gusto amaro è una caratteristica peculiare dell’aloe, a cui la maggior parte degli utenti riescono ad abituarsi.

 

Pro

Conveniente: L’azienda propone l’acquisto di tre flaconi a un prezzo più che ragionevole, considerando che si tratta di un succo puro con polpa proveniente da agricoltura biologica e certificata.

Effetti immediati: La maggior parte degli utenti è molto soddisfatta dell’acquisto, poiché nonostante il sapore poco piacevole, i benefici dell’aloe sono visibili già dopo pochi giorni dall’assunzione.

Non filtrato: Il succo non subisce processi di pastorizzazione, per lasciare totalmente inalterate le sue proprietà salutari per l’organismo.

 

Contro 

Amaro: Il gusto è davvero forte e non piace a tutti, dunque è consigliabile aggiungere del miele oppure miscelarlo all’interno di un succo di frutta.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Zuccari Aloevera 2 Succo puro 

 

Se state cercando un integratore da bere realizzato interamente in Italia e con materie prime certificate, forse potrebbe interessarvi quello proposto dall’azienda Zuccari, che nasce in Trentino e da sempre propone prodotti naturali e biodisponibili. Il succo Aloevera 2 è chiamato così poiché non solo non subisce nessun processo di pastorizzazione, ma è due volte più concentrato rispetto agli altri articoli venduti online, poiché viene filtrato attraverso un sistema brevettato chiamato ReversOsmose.

Ogni bottiglia contiene un litro di sostanza pura al 100% provvista di polpa, a cui non è stata aggiunta acqua, coloranti, zucchero, OGM e neppure aromi artificiali, inoltre è priva di glutine, così che anche gli utenti intolleranti possano usufruire dei suoi benefici. Il prezzo non è propriamente basso, soprattutto se comparato con quello di altri prodotti simili, tuttavia riteniamo sia giustificato dall’affidabilità dell’azienda e dagli ingredienti di origine controllata e provenienti da agricoltura biologica.

Anche in questo caso il sapore lascia un po’ a desiderare: il gel presente nelle foglie dell’aloe è di per sé molto amaro, ma se si vogliono ottenere dei risultati benefici sull’organismo è necessario assumerlo puro.

 

Pro

Concentrato: Il succo Aloevera 2 contiene il doppio del principio attivo normalmente presente in un integratore, dunque ancora più benefico e valido.

Per l’intestino: Chi soffre di problemi gastroenterologici ha notato un notevole miglioramento del problema, poiché l’aloe ha un effetto calmante e antinfiammatorio.

Zuccari: Si tratta di un’ottima azienda trentina, la cui affidabilità è conosciuta su tutto il territorio nazionale.

 

Contro 

Sgradevole: È un problema che accomuna un po’ tutte le bevande a base di aloe pura, tuttavia se assunto in un succo di frutta il sapore migliora notevolmente.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Mother Earth Products Succo 100% Organico Aloe Vera

 

Pur non trattandosi del prodotto più economico che è possibile reperire online abbiamo deciso di inserirlo in classifica, poiché rientra tra quelli più apprezzati dagli utenti che l’hanno provato. Mother Earth Products è un’azienda statunitense che si occupa della realizzazione e vendita di generi alimentari freschi e rispettosi della natura. Ciò che ci propone è un kit contenente due bottiglie da un litro di succo di aloe barbadensis al 100% puro, genuino e proveniente da un’agricoltura biologica e controllata.

Non ha aloina, dunque è adatto anche agli utenti che non vogliono ottenere l’effetto lassativo che caratterizza tale sostanza, inoltre, non presenta additivi chimici e conservanti artificiali oltre all’acido citrico, per venire incontro alle esigenze di tutti i consumatori.

Come abbiamo accennato il prezzo non è proprio basso, tuttavia è giustificato dall’eccellente qualità dell’aloe, raccolta foglia per foglia e selezionata in modo da garantire prodotti sempre di standard elevato.

 

Pro

Senza aloina: Si tratta di un particolare componente del gel di aloe che si può rivelare un problema per chi soffre di patologie intestinali gravi, poiché ha un elevato potere lassativo.

Privo di additivi: Il succo è puro al 100% e non contiene alcun tipo di sostanza chimica oltre all’acido citrico, che funge da conservante naturale.

Bottiglia: Il contenitore è in vetro e di colore scuro, affinché la sostanza all’interno sia maggiormente protetta dai raggi del sole e possa mantenere inalterate le sue proprietà più a lungo.

 

Contro 

Prezzo: Nonostante sia elevato, è necessario considerare che il costo si riferisce a due bottiglie di succo da un litro l’una, contenenti succo biologico e puro al 100%.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. Esi Aloe Vera Succo 

 

Se state cercando un succo di aloe a prezzi bassi, forse potrebbe interessarvi quello proposto dall’azienda italiana Esi, nota per la sua affidabilità e qualità nel campo dei supplementi alimentari. Ciò che abbiamo di fronte è un flacone da un litro di estratto di pianta al 100% pura e ricca di sostanze nutritive e benefiche per il nostro organismo.

Il suo utilizzo è generalmente consigliato in caso di problemi gastrointestinali: bruciore di stomaco, infiammazione delle pareti e gastrite, inoltre si rivela molto efficace anche come depurativo per il fegato.

Molti nutrizionisti infatti prescrivono l’assunzione di un misurino di aloe vera in concomitanza di una dieta disintossicante, grazie al suo potere drenante e antiossidante. Nonostante non contenga aloina, non subisce nessun processo di pastorizzazione che potrebbe alterare le sue proprietà, anzi, la raccolta e la sbucciatura delle foglie avviene con cura affinché solo la sostanza nociva sia rimossa. A differenza di altri prodotti però, il succo Esi non presenta molta polpa, dunque risulta meno concentrato.

 

Pro

Depurante: Molti utenti lo utilizzano per disintossicare il fegato e gli altri organi in cui generalmente avviene l’accumulo di tossine.

Bottiglia: Il contenitore è scuro ed è a prova di raggi solari, affinché il succo possa durare più a lungo.

Qualità/prezzo: Il rapporto in questione è molto elevato, considerata la presenza di ingredienti di origine biologica e certificata.

 

Contro 

Privo di polpa: Tale caratteristica da un lato potrebbe migliorarne il sapore, che sarà senza dubbio meno amaro, dall’altro invece potrebbe rendere il prodotto più blando.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

6. Matt Succo Depurativo di Aloe Vera da Bere

 

Il prodotto in questione, in comparazione con altri estratti di aloe, presenta un vantaggio da non sottovalutare: pezzi di polpa estratti dalla parte interna delle foglie. Questi sono ottenuti tramite un sistema di estrazione a freddo, che mantiene inalterate tutte le proprietà benefiche della pianta. 

Risalendo la filiera è possibile inoltre verificare l’ottima gestione della coltivazione, senza l’utilizzo di alcun tipo di pesticida e svolta in appositi campi selezionati in Sud America. Quando arriva il momento della raccolta, le foglie sono accuratamente lavate per eliminare qualsiasi impurità e prevenire l’ossidazione.

La bottiglia è da un litro e si rivela adeguata anche per chi soffre di celiachia, poiché il liquido non presenta tracce di glutine. Secondo quanto riferiscono i consumatori che hanno avuto modo di provare il prodotto, si consiglia il consumo in dosi da 50 ml giornaliere, puro o anche diluito in acqua, per facilitarne l’assunzione. Il rapporto qualità/prezzo è soddisfacente.

 

Pro

Pezzi interi: L’integratore presenta pezzi di aloe, un dettaglio interessante che migliora l’assunzione dei nutrienti della pianta.

Filiera: L’attenzione posta in fase di coltivazione e, successivamente, durante la raccolta, è tale da permetterci di considerare il succo depurativo Matt di alta qualità.

Prezzo: Rientra in una fascia intermedia, adatto quindi a chi non vuole spendere troppo e ha intenzione di berlo regolarmente.

 

Contro 

Sapore: Come molti toccasana, non ha un aroma particolarmente invitante e deglutirlo puro potrebbe essere un problema per alcuni, perciò sarebbe meglio diluirlo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

7. Frei Romano Zago Galenia Aloe Arborescens 

 

L’aloe arborescens è una varietà proveniente dall’Africa: tra le offerte di questa tipologia abbiamo il prodotto Frei Romano Zago, in un flacone dal formato ridotto rispetto ad altri integratori, poiché da 500 ml. Nella composizione, però, non troviamo solo aloe che solitamente è difficile da deglutire, a causa del sapore molto forte e per nulla gustoso, ma anche miele di acacia e alcol in quantità minime, per garantire quindi una più facile assunzione.

L’utilizzo di questo prodotto come complemento alimentare è altamente consigliato, tuttavia, viene spesso pubblicizzato come un portentoso tonico capace di curare il cancro. Diffidate di queste informazioni poiché non hanno valenza scientifica e, prima di alimentare false speranze, rivolgetevi sempre al vostro medico di fiducia, che potrà così consigliarvi al meglio.

Gli acquirenti che hanno avuto modo di testare l’estratto di aloe sono molto soddisfatti, poiché migliora la qualità della vita e depura l’organismo.

 

Pro

Sapore: Molti integratori all’aloe non sono per nulla appetitosi, il problema viene risolto con l’aggiunta di miele di acacia e alcol.

Composizione: Naturale al 100%, una miscela perfetta se volete favorire i processi di depurazione dell’organismo.

Ricetta monastica: Il prodotto è stato ideato da Padre Romano Zago dell’ordine dei francescani, che vide subito un netto miglioramento nelle condizioni fisiche delle persone a cui somministrò il tonico.

 

Contro 

Prezzo: Per il flacone da 500 ml, il costo è un po’ più elevato della media. Si rivela comunque una buona scelta per chi ha problemi con il gusto amaro che caratterizza gli altri prodotti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

8. Vegavero Aloe Vera Bio Senza Aloina Depurativo Naturale

 

L’ultimo prodotto che prendiamo in considerazione è un integratore di aloe in capsule. A differenza di quelli liquidi, dal sapore particolarmente amaro, potrebbe dunque essere più semplice da consumare. Il prezzo potrebbe colpire poiché decisamente più alto della media, tuttavia, all’interno della confezione troverete 120 capsule e, se si considera che il dosaggio consigliato è di una al giorno, è possibile constatare l’ottimo rapporto tra durata del trattamento e il costo.

Gli ingredienti provengono da agricoltura biologica: un tipo di coltivazione sostenibile che non inquina le acque sotterranee, apportando così un minor impatto sull’ambiente. Secondo alcuni studi, il gel contenuto nelle pillole, in quantità di 675 mg, è più efficace del succo poiché non presenta aloina, un composto altamente lassativo che potrebbe creare problemi a chi non ha un quadro clinico equilibrato. Se siete interessati alla confezione e volete scoprire dove acquistare Aloe Vera Bio Extrakt di Vegavero, potete cliccare direttamente sul link che trovate in basso.

 

Pro

Senza additivi: Le capsule contengono estratto di gel d’aloe, la cui assunzione è consigliata rispetto al succo per la mancanza di aloina.

Coltivazione: Sostenibile e curata, avviene senza l’applicazione di pesticidi, prodotti chimici oppure OGM, per un prodotto al 100% naturale.

Lunga durata: Nel flacone sono contenute 120 capsule, che vi dureranno altrettanti giorni attenendosi alle dosi consigliate.

 

Contro 

Costo: Si rivela più alto rispetto alle bottiglie di succo di aloe, tuttavia la capacità di conservazione e la sua durata sono maggiori.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare un succo di aloe

 

Come si fa a scegliere il migliore articolo sul mercato? Qui di seguito trovate una lista di tutte le caratteristiche che un buon prodotto dovrebbe avere.

 

Che cos’è l’aloe barbadensis

È una pianta carnosa facente parte della famiglia delle aloaceae, scoperta per la prima volta nel 1768 da Philip Miller, un botanico scozzese che ne classificò le varie specie. L’aloe è originaria della penisola araba, ovvero quel tratto che comprende i territori del nord Africa, l’Arabia Saudita, la Giordania e lo Yemen, dunque preferisce i climi caldi e semi tropicali.
Nonostante ciò, considerata la sua disponibilità a vivere in posti molto aridi, viene coltivata anche in altre parti del mondo, come per esempio in Australia, America, in Cina e persino in Messico.

I.A.S.C.

Per evitare che la produzione di aloe fosse gestita male, in modo tale da perdere le caratteristiche benefiche della pianta, nel 1982 nasce un’organizzazione no-profit chiamata I.A.S.C, un acronimo che sta a indicare The International Aloe Science Council, la quale mette a punto alcuni parametri che ogni azienda deve rispettare per poter vendere i propri prodotti.

Viene proibito l’utilizzo di pesticidi e fertilizzanti, affinché la coltivazione sia totalmente biologica, così come non è possibile effettuare il taglio delle foglie meccanicamente, operazione che invece si deve svolgere totalmente a mano. Le regole riguardano anche l’estrazione e la lavorazione della sostanza gelatinosa, che va fatta subito, per evitare qualsiasi possibile deterioramento della pianta e dei suoi principi attivi.

 

Produzione

Sicuramente durante la scelta di quale succo di aloe comprare, nei parametri della valutazione dovrà rientrare anche la provenienza della pianta e il luogo della produzione prima dell’imbottigliamento. Per questo motivo, è consigliabile optare per articoli realizzati in Italia o in Europa, dove vengono rispettate le regole imposte dalla I.A.S.C.

Secondo tale ente infatti, ogni azienda deve seguire un iter preciso nella produzione, utilizzando soltanto aloe di origine controllata e biologicamente viva, affinché mantenga tutte le sue proprietà inalterate.

 

Proprietà benefiche

L’aloe è ricca di sali minerali come sodio, potassio, rame, zinco e magnesio, inoltre contiene vitamina E, C, A e quelle del gruppo B, indispensabili per il benessere dell’organismo e della pelle. Infine, presenta anche alcuni amminoacidi essenziali, è fonte di proteine vegetali e altri elementi nutritivi.

Viene adoperata nella medicina tradizionale come rimedio contro le infezioni della pelle e le ferite, grazie alle sue proprietà antisettiche e antinfiammatorie, regola le funzioni intestinali, abbassa i livelli di glucosio e trigliceridi nel sangue e accelera il metabolismo.

 

Quando usare l’aloe

È possibile usufruire di tale pianta in tante occasioni differenti, come per esempio in estate come doposole, grazie alle sue proprietà antiossidanti in grado di far durare più a lungo l’abbronzatura senza seccare la pelle. In caso di scottature si può adoperare come gel lenitivo: non solo ha un’azione sfiammante, ma ha anche la capacità di ripristinare le cellule epiteliali più velocemente. Il succo invece si rivela un ottimo rimedio contro i problemi intestinali: accelera il metabolismo, aiuta a perdere peso e migliora la qualità del microbioma.

 

Controindicazioni

Chi soffre di patologie intestinali gravi, o sospetta di essere allergico all’aloe, dovrebbe evitare sia di utilizzare prodotti cosmetici che contengano tale pianta, sia di assumere integratori o succhi. La reazione avversa più frequente è rossore e rash cutaneo, ma l’ingestione potrebbe causare anche shock anafilattico e gonfiore della gola.

Ingredienti

La maggior parte dei prodotti presenta estratto di aloe puro, a cui viene aggiunto soltanto acido citrico e sorbato di potassio come conservanti, affinché il liquido possa mantenere inalterate le sue proprietà più a lungo. Infatti, il succo ha un gusto molto particolare, quasi acidulo, e contiene delle piccole impurità sul fondo della bottiglia: si tratta di polpa, che conferma la provenienza biologica e genuina della pianta.

Tuttavia, non a tutti piace il sapore dell’aloe e per questo motivo alcune aziende propongono prodotti a cui è stata aggiunto un aroma artificiali, per esempio quello all’arancia, frutti tropicali o di bosco.

 

Meglio il succo senza aloina

Chiamata anche barbaloina, si tratta di una sostanza contenuta all’interno dell’aloe di colore giallo, che si trova tra la parte più esterna della buccia e il gel che viene estratto. Alcuni prodotti più economici, che a causa della difficoltà della rimozione presentano una percentuale di aloina, possono avere degli effetti lassativi.

Talvolta tale caratteristica può rivelarsi un vantaggio se si soffre di stipsi cronica e si sta cercando di perdere peso, tuttavia ciò potrebbe essere un grosso problema per chi ha patologie intestinali gravi, in cui la peristalsi risulta già fin troppo stimolata. Per questo motivo, è sempre preferibile optare succhi d’aloe imbottigliati privi di barbaloina, controllando sempre la lista degli ingredienti prima dell’acquisto.

 

 

 

Come usare il succo di aloe

 

Avete appena acquistato il nuovo integratore ma non sapete cosa farvene o come assumerlo? In questa piccola sezione vi spieghiamo come fare.

 

A cosa serve il succo di aloe vera

L’aloe barbadensis è una pianta originaria delle zone del nord Africa, ma è possibile ritrovarla anche in buona parte del Medio Oriente. Oggigiorno viene coltivata in molte parti del mondo, compreso in Italia, Spagna e Germania, grazie alle sue proprietà benefiche per l’organismo che ne hanno aumentato il consumo. Si tratta di un vegetale succulento: dall’aspetto potrebbe sembrare una pianta grassa con pochi aculei, ma all’interno delle foglie è presente una sostanza gelatinosa, che si estrae per la realizzazione di cosmetici e prodotti alimentari.

L’aloe vera ha delle caratteristiche emollienti: viene adoperata in caso di problemi intestinali, per disintossicare il fegato e inoltre, grazie alle sue virtù lassative, è spesso consigliato in caso di stipsi cronica, infatti sembra possa dare un notevole supporto anche durante le diete dimagranti. Il gel invece, più adatto all’applicazione locale, si può utilizzare sulla pelle in caso di acne, scottature, tagli e abrasioni, poiché ha un elevato potere antinfiammatorio e antiossidante.

Assunzione

Affinché i principi attivi della pianta possano dare un effetto più immediato, gli esperti consigliano di assumere circa 60 ml di succo di aloe al giorno dilazionato in tre dosi, circa 30 minuti prima di ogni pasto principale.

 

Effetti collaterali

Durante l’assunzione del succo di aloe vera consigliamo sempre di tenere monitorati i sintomi, sia a livello dell’epidermide, con la comparsa di rash cutaneo, sia per quanto riguarda i problemi intestinali. Infatti, un sovradosaggio di tale bevanda potrebbe provocare mal di pancia, crampi, diarrea e nausea, a causa delle proprietà lassative della pianta.

Se siete soggetti molto sensibili, o sospettate di avere delle patologie del tratto gastrointestinale, vi sconsigliamo di bere succo di aloe senza il consenso di uno specialista o del medico di fiducia. Anche le donne in stato di gravidanza o allattamento dovrebbero evitarne l’assunzione, non solo perché non si conoscono i possibili effetti collaterali, ma anche per il fatto che il latte materno potrebbe cambiare sapore e diventare amaro.

Come fare il succo di aloe

Se non avete voglia di acquistare un prodotto preconfezionato, poiché avete il pollice verde e avete piantato una bella aloe barbadensis nel vostro giardino, potrete divertirvi a realizzare creme, gel e bevande rigeneranti senza dover spendere nulla. Innanzitutto, scegliete le foglie più carnose, evitando però quelle troppo scure o che presentano ammaccature di colore nero. Lavatele accuratamente, rimuovendo tutte le parti gialle e facendo attenzione a delle secrezioni bianche, simili al latte, poiché risultano tossiche per l’uomo e gli animali.

Con l’aiuto di un coltello affilato effettuate un taglio lungo tutta la buccia esterna, avendo l’accortezza di lasciare intatto solo il gel trasparente che si cela all’interno. A questo punto, utilizzate un cucchiaio per trasferire la sostanza gelatinosa in un mixer, aggiungendo una punta di polvere di gomma xantana, che fungerà da addensante. Tale unguento si può utilizzare su viso e corpo per eliminare le impurità della pelle, oppure per accelerare il processo di guarigione delle ferite.

Se invece preferite realizzare il succo per usufruire delle proprietà benefiche dell’aloe direttamente dall’interno, potrete utilizzare la sostanza pura nella vostra bevanda preferita e conservarla in frigorifero per alcuni giorni.

 

 

 

Domande Frequenti

 

Qual è la differenza tra il succo e il gel di aloe?

Nonostante vengano estratti dalla stessa pianta, in realtà si tratta di due prodotti piuttosto differenti tra loro. Il succo viene prelevato dalle lunghe foglie, che non subiscono alcun processo di alterazione. Contiene molti sali minerali, vitamine e ha un effetto depurativo e antiossidante sull’organismo.

Il gel invece, dopo l’estrazione viene congelato e addensato al punto da riuscire a utilizzarlo sul corpo come emolliente. Anche questo prodotto è ricco di sostanze nutritive, tuttavia è per lo più adoperato come calmante per le scottature e per accelerare il processo di guarigione delle ferite.

Dove si compra il succo di aloe vera?

La bevanda, considerata a tutti gli effetti al pari di un integratore alimentare grazie alle sue proprietà benefiche per l’organismo, si può reperire senza difficoltà all’interno delle normali farmacie, erboristerie e parafarmacie. Tuttavia, poiché esistono numerose aziende che realizzano prodotti a base di tale pianta, vi suggeriamo di dare prima un’occhiata alla nostra lista dei migliori succhi di aloe del 2021, scelti in base alle opinioni degli utenti che li hanno provati.

 

Come estrarre il succo di aloe?

In realtà non è consigliabile bere la secrezione della pianta che avete sul balcone, a causa di una particolare sostanza potenzialmente tossica. Per questo motivo, vi suggeriamo di dare un’occhiata alla sezione su come scegliere un buon succo di aloe presente in questo articolo. In ogni caso, si tratta di un’operazione molto semplice: prendete una foglia non troppo grande ed effettuate un taglio a partire dalla base, cercando di eliminare soltanto la parte esterna e scartando tutte le parti gialle, che potrebbero non essere buone. A questo punto con l’aiuto di un cucchiaio rimuovete il gel e utilizzatelo nel modo che più preferite.

 

Bere il succo di aloe fa dimagrire?

Trattandosi di una pianta dalle proprietà disintossicanti e in grado di combattere i radicali liberi, in teoria potrebbe aiutare a far perdere peso. In alcuni casi può dare effetti lassativi: ciò è dovuto alla presenza di aloina, dunque può contribuire ad attutire il gonfiore, soprattutto nella zona della pancia. In ogni caso, abusarne non fa affatto dimagrire, anzi, in questo modo si andrebbe incontro a dissenteria e altri problemi gastrointestinali.

Infatti, per far sì che la bevanda dia i risultati sperati, è sempre opportuno affiancare l’assunzione di aloe vera a un minimo di attività sportiva e sottoponendosi a una dieta realizzata da un nutrizionista in base alle vostre esigenze fisiche.

 

Che sapore ha l’aloe vera?

Non è facile descrivere il gusto dell’aloe vera, poiché può leggermente variare in base alle modalità di estrazione utilizzate dall’azienda. È piuttosto amaro, e ha un retrogusto tipicamente aspro che potrebbe vagamente somigliare a quello di un kiwi giallo o di un ananas, tuttavia più blando e poco dolce. Una volta aperto, il succo va sempre conservato in frigo e consumato entro pochi mesi, inoltre, se non doveste proprio riuscire a berlo al naturale, è possibile miscelarlo alla vostra bevanda preferita.

In commercio però, esistono alcuni prodotti a base di aloe a cui è aggiunto l’aroma di frutta, come per esempio all’arancia, ai frutti di bosco, al miele, al mango e altri gusti, che se da un lato potrebbero migliorare il sapore, da un altro possono causare spiacevoli mal di pancia nei soggetti più sensibili.

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments