Domande frequenti sui succhi di aloe

Ultimo aggiornamento: 30.01.23

 

Qual è la differenza tra il succo e il gel di aloe?

Nonostante vengano estratti dalla stessa pianta, in realtà si tratta di due prodotti piuttosto differenti tra loro. Il succo viene prelevato dalle lunghe foglie, che non subiscono alcun processo di alterazione. Contiene molti sali minerali, vitamine e ha un effetto depurativo e antiossidante sull’organismo.

Il gel invece, dopo l’estrazione viene congelato e addensato al punto da riuscire a utilizzarlo sul corpo come emolliente.

Anche questo prodotto è ricco di sostanze nutritive, tuttavia è per lo più adoperato come calmante per le scottature e per accelerare il processo di guarigione delle ferite.

 

Dove si compra il succo di aloe vera?

La bevanda, considerata a tutti gli effetti al pari di un integratore alimentare grazie alle sue proprietà benefiche per l’organismo, si può reperire senza difficoltà all’interno delle normali farmacie, erboristerie e parafarmacie.

Tuttavia, poiché esistono numerose aziende che realizzano prodotti a base di tale pianta, vi suggeriamo di dare prima un’occhiata alla nostra lista dei migliori succhi di aloe del 2023, scelti in base alle opinioni degli utenti che li hanno provati.

 

Come estrarre il succo di aloe?

In realtà non è consigliabile bere la secrezione della pianta che avete sul balcone, a causa di una particolare sostanza potenzialmente tossica. Per questo motivo, vi suggeriamo di dare un’occhiata alla sezione su come scegliere un buon succo di aloe presente in questo articolo.

In ogni caso, si tratta di un’operazione molto semplice: prendete una foglia non troppo grande ed effettuate un taglio a partire dalla base, cercando di eliminare soltanto la parte esterna e scartando tutte le parti gialle, che potrebbero non essere buone. A questo punto con l’aiuto di un cucchiaio rimuovete il gel e utilizzatelo nel modo che più preferite.

Bere il succo di aloe fa dimagrire?

Trattandosi di una pianta dalle proprietà disintossicanti e in grado di combattere i radicali liberi, in teoria potrebbe aiutare a far perdere peso. In alcuni casi può dare effetti lassativi: ciò è dovuto alla presenza di aloina, dunque può contribuire ad attutire il gonfiore, soprattutto nella zona della pancia.

In ogni caso, abusarne non fa affatto dimagrire, anzi, in questo modo si andrebbe incontro a dissenteria e altri problemi gastrointestinali.

Infatti, per far sì che la bevanda dia i risultati sperati, è sempre opportuno affiancare l’assunzione di aloe vera a un minimo di attività sportiva e sottoponendosi a una dieta realizzata da un nutrizionista in base alle vostre esigenze fisiche.

 

Che sapore ha l’aloe vera?

Non è facile descrivere il gusto dell’aloe vera, poiché può leggermente variare in base alle modalità di estrazione utilizzate dall’azienda. È piuttosto amaro, e ha un retrogusto tipicamente aspro che potrebbe vagamente somigliare a quello di un kiwi giallo o di un ananas, tuttavia più blando e poco dolce.

Una volta aperto, il succo va sempre conservato in frigo e consumato entro pochi mesi, inoltre, se non doveste proprio riuscire a berlo al naturale, è possibile miscelarlo alla vostra bevanda preferita.

In commercio però, esistono alcuni prodotti a base di aloe a cui è aggiunto l’aroma di frutta, come per esempio all’arancia, ai frutti di bosco, al miele, al mango e altri gusti, che se da un lato potrebbero migliorare il sapore, da un altro possono causare spiacevoli mal di pancia nei soggetti più sensibili.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI