Guaranà antarctica: proprietà ed effetti della bibita brasiliana

Ultimo aggiornamento: 26.07.21

 

Conoscete anche per sentito dire il guaranà? Ecco quali sono le caratteristiche di questa pianta, in grado di fornire molta energia

 

Il guaranà, detto anche paullinia cupana, è una pianta sempreverde e rampicante, che appartiene alla famiglia delle Sapindaceae. I semi di guaranà sono usati nel caso in cui si soffra di affaticamento e depressione, visto che hanno grandi proprietà stimolanti.

 

Guaranà proprietà

I semi di questa pianta sono molto ricchi di guaranina, una sostanza che associa il guaranà al caffè. Questa componente, infatti, rilascia due ormoni, ovvero l’adrenalina e la noradrenalina, che vanno ad accelerare il metabolismo, la frequenza dei battiti cardiaci, la pressione arteriosa e la respirazione, consentendo anche una migliore ossigenazione.

Per questa ragione il guarana è molto consigliato in caso di affaticamento, visto che è uno stimolante naturale. Nello sport trova un impiego consistente visto che contrasta la stanchezza fisica, mentre nello studio aiuta a migliorare le prestazioni. 

Per quanto riguarda le diete, il guaranà fa dimagrire in quanto stimola la produzione di alcuni enzimi, che possono indurre la lipolisi e quindi permettere ai grassi di sciogliersi. Quindi l’adipe, che si è accumulata nella pelle, tende a ridursi.

 

Guaranà dosi e controindicazioni

Le compresse di guaraná devono essere assunte nella quantità di due compresse al mattino, dopo aver fatto colazione. Naturalmente, viste le sue proprietà fortemente stimolanti, potrebbero esserci degli effetti collaterali, come le palpitazioni, insonnia, ansia, mal di testa, convulsioni e così via, soprattutto in gravidanza, durante l’allattamento e in casi di ipersensibilità.
Per questo motivo è opportuno non superare i tre mesi di assunzione, in associazioni a farmaci che siano neurostimolanti e se si ha il diabete, l’ipertiroidismo, malattie di origine cardiovascolare e problemi renali.

Guaranà pianta

Sappiamo un po’ di più sulle proprietà del guaranà, ma sapremmo riconoscere questa pianta? Si tratta di un esemplare sempreverde, rampicante, che può arrivare anche a 13 m di altezza. Può tanto appoggiarsi agli alberi quanto rimanere eretta, senza necessità di un sostegno esterno.
Presenta una corteccia molto leggera e verde, soprattutto sui rami più giovani, che tende a diventare marrone a mano a mano che ci si avvicina al tronco. Le foglie, a picciolo breve, sono verde lucido nella zona superiore e verde opaco su quella inferiore.
I fiori sono bianchi e possono essere singoli o raccolti in gruppi anche di 15 o 20 pezzi. Il frutto, invece, è una drupa con epicarpo rosso fuoco, mesocarpo biancastro ed endocarpo legnoso.
Si tratta di una pianta nativa della foresta amazzonica, che cresce lungo i fiumi in maniera spontanea. 

 

Un po’ di storia

Il guaranà è da sempre una pianta considerata sacra da molte tribù Indios, che la ritenevano un vero e proprio elisir. Utile non solo contro i dolori mestruali e contro la diarrea, è stata associata a varie leggende a causa dell’aspetto del suo frutto, che ricorda molto degli occhi.
Una di queste ha come protagonista Cereaporanga, una giovane protetta dalla dea della bellezza. La ragazza si innamorò di un guerriero, che però faceva parte di una tribù nemica: sapendo, per questa ragione, di non poter stare insieme, decisero di fuggire.


Durante il percorso, la ragazza trovò un anaconda ferito e si fermò ad aiutarlo: purtroppo questa sosta portava i guerrieri ad avvicinarsi sempre di più, per cui la vita del giovane era in serio pericolo, in quanto, quando li avessero raggiunti, lo avrebbero ucciso.
Cereaporanga, allora, chiese un favore al serpente, cioè di stringerli in un abbraccio con tutta la forza che aveva. Gli Indios, nel vedere questo gesto, si disperarono e chiesero alla dea della bellezza di lasciare che almeno lo spirito della giovane restasse con loro.
Nacqua così il guaranà, la pianta dai semi come occhi, che richiamavano proprio quelli della giovane.

 

Il guaranà è efficace sul metabolismo?

Gli integratori di guaranà vengono assunti per vari motivi, dall’ipotensione, alla stanchezza, dovuta a periodi di stress e sovraffaticamento. Può infatti contare sulla guaranina, un elemento che è uguale alla caffeina, infatti in 1 g ci sono 50 mg di questa componente.
Grazie a tale sostanza, vengono a essere rilasciate le catecolamine, cioè degli ormoni che sono preposti a stimolare proprio il metabolismo. Per questa ragione non solo viene a essere migliorata la digestione, ma anche il drenaggio dei liquidi e i grassi vengono bruciati con più intensità.
Se abbinato a un’intensa e costante attività fisica, questa sostanza aiuterà ad accelerare il dimagrimento, con il vantaggio di mantenere il tono dei vostri tessuti.

Casi di sovradosaggio

Ma cosa succede realmente se andiamo ad assumere il guaranà per un periodo troppo prolungato? Quali sono gli effetti collaterali? Abbiamo già detto che potremmo riscontrare tachicardia e un aumento della pressione, oltre a un maggiore ritmo respiratorio.
A parte queste sensazioni, che possono anche passare abbastanza in fretta (vi consigliamo di bere molta acqua, per espellere il guaranà con l’urina il prima possibile), dobbiamo preoccuparci se abbiamo problemi con la tiroide, il funzionamento della quale può essere intralciato proprio da questa sostanza.
Considerando che, per aumentare in maniera consistente il metabolismo, il guaranà deve essere assunto abbastanza a lungo, si potrebbero avere proprio problemi di questo tipo, per cui, a monte, è necessario consultare il medico che potrà valutare cosa sia meglio per voi, conoscendo anche la vostra storia clinica.
Se, infine, credete di dimagrire molto prima usando il guaranà, state sottoponendo il vostro corpo a uno stress pericoloso, infatti, anche se riuscirete a ottenere più velocemente i risultati, potreste poi recuperare subito i chili persi, con la conseguenza di incontrare smagliature e problemi renali e ormonali.
Considerate quindi tutti questi aspetti e cercate di avere pazienza, visto che, se rovinerete il vostro fisico, sarà molto difficile poter tornare allo stato precedente. 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI