Domande frequenti sugli integratori per menopausa

Ultimo aggiornamento: 30.01.23

 

Per quanto tempo assumere gli integratori per menopausa?

La menopausa è una condizione fisiologica in cui, a causa dell’avanzare dell’età, la produzione di ormoni, che regolano numerosi processi biologici, diminuisce gradualmente fino a sparire del tutto.

Durante questa fase, è possibile la comparsa di alcuni sintomi, come le vampate di calore, oppure indebolimento del sistema scheletrico: l’assunzione di un supplemento alimentare specifico può aiutare a contrastarli.

Generalmente si consiglia di effettuare una cura di almeno quattro mesi, nonostante ciò, è preferibile chiedere al proprio medico quale sia l’iter da seguire più adatto alle proprie esigenze.

 

Dove si compra un integratore per menopausa?

Poiché si tratta di un prodotto da assumere oralmente, che può presentare principi attivi chimici o naturali, come nel caso dei fitoterapici, potrete acquistare tali integratori all’interno delle farmacie, nelle parafarmacia oppure nelle erboristerie specializzate.

Tuttavia, se preferite dapprima comparare le offerte, e cercare un articolo che possa rispettare il vostro budget, vi suggeriamo di dare un’occhiata online, e alla nostra lista dei migliori integratori per menopausa del 2023, in cui troverete gli articoli più apprezzati attualmente dagli utenti.

 

Quanto costa un integratore per menopausa?

Sul mercato è possibile reperire prodotti di ogni genere e adatti a tutte le tasche: fitoterapici, medicinali a base di estrogeni naturali o animali, oppure multivitaminici. Il prezzo di tali articoli può variare molto a seconda dell’affidabilità dell’azienda farmaceutica, dall’utilizzo o meno di principi attivi geneticamente modificati, come gli isoflavoni di soia.

In ogni caso, il valore della maggior parte dei integratori in menopausa non supera la cinquantina d’euro: il nostro consiglio, dunque, è valutare con il supporto del proprio medico quale di questi sia più idoneo alle vostre esigenze, a prescindere dal costo complessivo.

Gli integratori per menopausa contengono estrogeni?

La sindrome climaterica, conosciuta generalmente con il termine menopausa, è una fase della vita in cui, a causa di una diminuzione della produzione ormonale, dovuta al normale rallentamento del metabolismo della donna, si possono presentare alcuni sintomi poco piacevoli.

Un esempio potrebbero essere le vampate, o l’assenza di ciclo mestruale, e trattandosi di una condizione naturale, si riducono da soli dopo alcuni anni.

Tuttavia, il processo è fastidioso, talvolta doloroso sia per il fisico sia per la mente, e l’unico modo per attutirne i segni è assumendo un integratore alimentare.

La maggior parte di tali prodotti per menopausa sono a base di estrogeni: alcuni sono di origine naturale, come i fitoestrogeni estratti dagli isoflavoni, altri invece provengono dagli animali. Nel primo caso abbiamo di fronte un supplemento più blando, che non modifica eccessivamente l’organismo ma l’aiuta a stare bene.

Questa tipologia è generalmente consigliata quando non si vuole necessariamente effettuare una cura ormonale aggressiva a base di farmaci.

 

L’assunzione di un integratore per menopausa fa dimagrire?

Durante tale fase della vita il metabolismo può rallentare, dunque è possibile aumentare di peso nonostante si mangi correttamente.

Un supplemento alimentare specifico per la menopausa non serve per dimagrire, ma può riportare al peso forma, inoltre la sua composizione è in grado di diminuire l’accumulo di liquidi e far sentire le donne meno gonfie.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI