Come usare un integratore per capelli

Ultimo aggiornamento: 30.01.23

 

Se avete appena acquistato un nuovo supplemento alimentare specifico per unghie e capelli e volete avere maggiori informazioni in più circa le modalità d’assunzione, qui di seguito troverete una breve guida su come utilizzarlo.

 

A cosa serve

Giornalmente sottoponiamo i nostri capelli a numerosi stress: le acconciature, i prodotti aggressivi, la piscina, il pettine, il fon e tutte le normali attività che siamo abituati a fare.

Inoltre, anche gli eventi atmosferici come la pioggia, il sole, il vento, oppure la salsedine dell’acqua di mare può rovinarli, rendendoli più sottili, porosi e maggiormente sensibili all’umidità.

Per questo motivo, spesso ci ritroviamo con una chioma all’apparenza poco sana, sfibrata e che tende a spezzarsi facilmente. In questi casi si ricorre all’utilizzo di un integratore alimentare, che possa restituire ai vostri capelli un aspetto lucido e fluente.

Lo stesso discorso vale per le unghie, composte allo stesso modo di cheratina, che subiscono notevolmente le stesse conseguenze negative.

Tali prodotti contengono vitamine e sali minerali specifici, come per esempio quelle del gruppo B, A, cheratina oppure lievito di birra, che sembra apporti notevoli benefici anche alla pelle.

Sono sostanze spesso accoppiate allo zinco e al selenio, che rafforzano e velocizzano la crescita degli annessi cutanei. Se non l’avete ancora fatto, e volete sapere come scegliere un buon integratore per velocizzare la crescita dei capelli, vi invitiamo a leggere la nostra guida all’acquisto presente poco più su in questo articolo.

 

Quando prendere integratori per capelli?

I supplementi alimentari vanno presi nel caso in cui ci sia un’effettiva carenza, non compensabile soltanto attraverso la dieta. Un esempio potrebbe essere un’alimentazione molto ristretta, come quella vegana, spesso priva di alcune sostanze nutritive fondamentali.

Oppure nel caso di cure antibiotiche prolungate, l’utilizzo di farmaci molto forti, ma anche la gravidanza e l’allattamento possono causare un peggioramento dell’aspetto delle unghie e dei capelli.

Assunzione

Gli esperti consigliano di iniziare una cura con un integratore per capelli durante i cambi stagionali, come l’autunno e la primavera, periodi in cui siamo maggiormente sottoposti a stress.

Generalmente l’assunzione va fatta la mattina a stomaco vuoto, se si tratta di biotina o altre vitamine del gruppo B, nel caso in cui il prodotto dovesse contenere vitamina A o D, si consiglia di prenderli in concomitanza di uno dei pasti principali.

 

Precauzioni e controindicazioni

Prima dell’assunzione è sempre opportuno consultare il proprio medico, che vi saprà indirizzare sul prodotto più adatto alle vostre esigenze.

Tali precauzioni sono necessarie nel caso di persone affette da patologie particolari, allergie o in cura con dei farmaci specifici che potrebbero limitare l’assorbimento di alcune vitamine.

La dieta oltre l’integratore

A volte però, la sola assunzione di un integratore per capelli non basta a ottenere i risultati sperati, soprattutto se si hanno delle malattie quali il malassorbimento o tumori, oppure se si seguono delle diete particolarmente ristrette o si fa abuso di fumo e alcol.

Per questo motivo, riteniamo che anche l’alimentazione sia fondamentale: smettere di bere e di fumare può sicuramente giovare alla vostra chioma, così come mangiare cibi più sani, come verdura, frutta e proteine, a volte in quantità troppo ridotte rispetto ai carboidrati.

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI