Come usare un integratore di melatonina

Ultimo aggiornamento: 30.01.23

 

Avete appena acquistato un nuovo prodotto e non sapete come assumerlo? In questa breve guida vi spieghiamo come fare.

 

Quando prendere la melatonina

Durante i periodi molto stressanti o in seguito a un viaggio aereo oltreoceano, in cui il paese di destinazione ha un orario sfalsato di molte ore indietro o in avanti, si possono verificare alterazioni del ritmo circadiano, che provocano insonnia, difficoltà ad addormentarsi e altro.

In questi casi viene consigliato l’utilizzo di integratori a base di melatonina: un ormone prodotto dall’ipofisi che regola il ciclo sonno-veglia, lasciando che il corpo vada in uno stato di rilassamento verso la sera, prima di coricarsi.

Anche alcuni cibi sono ricchi di tale sostanza, come per esempio il cioccolato, la frutta oppure l’avena, tuttavia quando i sintomi dovuti alla carenza sono molto fastidiosi, è preferibile assumere un prodotto specifico e concentrato.

Se non avete ancora deciso quale integratore di melatonina comprare, vi suggeriamo di dare un’occhiata alla lista presente in questo articolo.

Come assumere la melatonina

La maggior parte degli integratori che è possibile acquistare senza ricetta medica sia nelle farmacie, sia sui siti internet, contiene al massimo 1 mg di sostanza, come consentito dal Ministero della Salute.

Per questo motivo, i produttori suggeriscono di assumere una sola compressa al giorno almeno 20 minuti prima di andare a dormire, per dare il tempo alla melatonina di agire sul ritmo circadiano e provocare sonnolenza.

Tuttavia, nel caso in cui non doveste notare risultati immediati, è altamente sconsigliato prendere due o più pillole insieme, che potrebbero causare effetti collaterali dovuti a un sovradosaggio.

Per quanto riguarda gli integratori alimentari in gocce è necessario diluire in un bicchiere 1 ml di prodotto, mentre quelli in bustine si devono sciogliere in acqua calda, proprio come fareste con la camomilla o una tisana rilassante.

 

Effetti collaterali

Nonostante si tratti di una sostanza prodotta naturalmente dal nostro cervello, in realtà può avere degli effetti collaterali se assunta oralmente per periodi molto lunghi.

Secondo alcuni studi infatti, sembra che tale ormone possa peggiorare gli stati depressivi nei soggetti già predisposti, oltre a provocare cefalea, spossatezza mentale, mal di schiena e persino infiammazioni alla gola.

Per questo motivo è consigliabile prendere la melatonina solo per brevi periodi di tempo, magari in concomitanza di un momento stressante o dopo un viaggio oltreoceano, associandola a uno stile di vita movimentato e a una dieta equilibrata e ricca di vegetali che contengano tale ormone.

Conservazione

Per evitare che il principio attivo presente nelle compresse possa deteriorarsi, è consigliabile riporre l’integratore in un armadietto chiuso e privo di umidità.

Per quanto riguarda i supplementi in gocce, oltre alla conservazione in un luogo fresco e asciutto è necessario prestare attenzione alla scadenza: tali prodotti infatti generalmente si devono consumare entro uno o due mesi dall’apertura.

Ciò è dovuto alla qualità degli ingredienti di origine naturale e privi di conservanti che potrebbero alterare la loro efficacia.

Inoltre, è opportuno tenere il flacone lontano dalla portata dei bambini di età inferiore ai tre anni, poiché potrebbero accidentalmente ingerire le pillole rischiando un soffocamento o un’intossicazione.

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI