Categories
Minerali

Gli 8 migliori integratori di magnesio del 2021

 

Integratori di magnesio – Guida agli acquisti, Opinioni e Confronti

 

Il magnesio è un minerale che si estrae dalle miniere sotto forma di carbonato, oppure dalle saline, ma anche alcuni vegetali e cereali integrali ne sono provvisti. È conosciuto fin dall’antichità per le sue qualità positive e costituisce un elemento fondamentale per il benessere psico fisico del nostro organismo. Spesso viene ingerito solo attraverso il cibo, perdendo però gran parte delle proprietà durante la cottura, diminuendo così il giusto apporto giornaliero. Per questo motivo, in caso di carenze accertate, molti medici raccomandano l’assunzione di integratori a base di magnesio, soprattutto in caso di affaticamento muscolare e periodi di forte stress. In questo articolo abbiamo pensato di recensire alcuni dei migliori prodotti attualmente disponibili per il mercato online: potrete trovare Natural Point Magnesio Supremo Solubile 300 g Polvere, un complemento alimentare di facile assorbimento, oppure Swisse Magnesio Potassio Forte 24 bustine, un’alternativa più completa grazie alla presenza di altri minerali e vitamine molto utili. Continuate a leggere per valutare l’acquisto di quello più idoneo alle vostre condizioni.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori integratori di magnesio – Classifica 2021

 

Qui di seguito troverete i migliori integratori di magnesio del 2021 secondo il nostro parere,  recensiti da noi in base alle opinioni di chi li ha acquistati.

 

 

1. Natural Point Magnesio Supremo Solubile 300 g Polvere

 

Se vi sentite stanchi e affaticati, avete spesso crampi muscolari e frequenti mal di testa, è probabile che possiate avere una carenza di magnesio. Questo minerale però, normalmente non viene facilmente assorbito dal corpo umano, causando spiacevoli effetti collaterali come vomito e diarrea.
Natural Point ha formulato un integratore con un elevato tasso di biodisponibilità, in modo tale da limitare al minimo tali problematiche, spesso provocate anche da un’errata assunzione del prodotto. Il nome Supremo nasce proprio dalla sua composizione, ed è ciò che lo rende il migliore integratore di magnesio presente in questo articolo. 

Contiene sale carbonato, estratto e legato chimicamente all’acido citrico, un elemento antiossidante, che a contatto con l’acqua crea una soluzione di Mg-citrato, la tipologia più digeribile da chi ha problematiche relative al tratto gastrointestinale. 

Tuttavia, riteniamo sempre necessaria la visita di un medico, sia in questi casi, sia che siate soggetti apparentemente sani, per evitare di affrontare una cura senza cognizione di causa.

 

Pro

Costo: Grazie all’ottimo rapporto qualità/prezzo e l’affidabilità della casa farmaceutica, si rivela essere uno degli integratori più venduti e apprezzati dagli utenti.

Composizione: La presenza dell’acido citrico, che a contatto con l’acqua scioglie completamente il carbonato di magnesio, è essenziale per migliorarne l’assorbimento.

 

Contro

Effetti indesiderati: Poiché un dosaggio errato potrebbe provocare spiacevoli reazioni avverse, è consigliabile contattare un medico per concordare la quantità da assumere.

Acquista su Amazon.it (€21.97)

 

 

 

2. Swisse Magnesio Potassio Forte 24 bustine

 

Gli sportivi lo sanno: per essere sempre in ottima forma è necessario condurre uno stile di vita sano ed equilibrato, ma non sempre questo basta. Chi ha bisogno di un maggiore supporto durante l’attività fisica, oppure dopo aver subito una contusione o uno strappo muscolare, non c’è modo migliore per riacquistare le forze con un integratore a base di magnesio e potassio. 

L’articolo proposto da Swisse, una nota casa farmaceutica australiana, produttrice di un vasto assortimento di complementi alimentari di ogni genere, si rivela essere il più apprezzato proprio dagli atleti. 

La sua composizione è formulata in modo da essere ricca di vitamine e sali minerali in dosi più elevate, rispetto ad altri integratori dello stesso genere. La confezione contiene solo 24 bustine, da assumere una volta al giorno ma non è una quantità sufficiente per chi ha necessità di seguire una cura più lunga. 

Se volete scoprire dove acquistare questo prodotto, vi suggeriamo di cliccare sul link posto qui in basso.

 

Pro

Forte: Si tratta di valido complemento alimentare, efficace in caso di forte carenza di magnesio, o da assumere durante un’intensa attività fisica.

Costo: Se state cercando un potente integratore a prezzi bassi, questo articolo potrebbe rientrare nei vostri standard.

Aroma: Una volta sciolto in acqua, il prodotto rilascia un particolare sapore agrumato, più piacevole rispetto ad altri integratori di questo tipo.

 

Contro

Dolcificante: Poiché contiene maltodestrine e sucralosio, se soffrite di patologie legate all’assorbimento dello zucchero, come il diabete, è consigliabile rivolgersi a un medico prima dell’acquisto di questo prodotto.

Acquista su Amazon.it (€14)

 

 

 

3. Bios Line Principium Magnesio Completo 90 Compresse 120 g

 

Se non riuscite ad assumere medicinali in bustina a causa del sapore amaro, potreste considerare l’acquisto di uno formulato in compresse, che sono più facili da deglutire e per le quali non è necessario sforzarsi di apprezzarne il gusto. 

Una valida scelta potrebbe essere questo integratore di Bios Line, Principium Magnesio: la confezione contiene ben 90 compresse, abbastanza per affrontare una terapia di uno o due mesi, a seconda della posologia indicata dal vostro medico curante. 

Si tratta di un prodotto completo, che include ben quattro versioni del minerale di diversa estrazione: quello pidolato, dagli effetti più immediati; il carbonato, che regola il ciclo di krebs delle cellule; sotto forma di citrato, di facile assorbimento, e infine quello marino, che presenta una concentrazione maggiore dell’elemento rispetto alle altre tipologie. 

Questo tipo di formulazione potrebbe non essere idonea a tutti, ma soltanto a chi ha un’elevata carenza o è in un periodo di sovraffaticamento.

 

Pro

Concentrato: Grazie alla presenza di quattro diverse molecole di magnesio, si rivela molto utile per chi svolge un’intensa attività fisica.

Fruttoligosaccaridi: Oltre al minerale, l’integratore contiene anche una percentuale di probiotici in grado di favorire la regolare motilità intestinale.

Costo: Il prodotto è caratterizzato da un prezzo sufficientemente basso, per invogliare all’acquisto chi non può spendere troppo. 

 

Contro

Non per tutti: È un integratore completo, tuttavia l’assunzione non è consigliata a chi ha patologie renali o cardiache, a causa dell’elevata quantità di magnesio che potrebbe sovraccaricare tali organi.

Acquista su Amazon.it (€14.9)

 

 

 

4. Marco Viti Farmaceutici Massigen Magnesio Pidolato 200 mg 

 

Se state cercando un integratore che vi dia effetti immediati, questo venduto da Massigen potrebbe rivelarsi una buona scelta. Grazie alla presenza dell’acido pidolico, la molecola del minerale si lega a quest’ultimo, dando vita a un composto che, se assunto correttamente, può apportare dei rapidi benefici al sistema nervoso e a quello muscolare. 

Le proprietà di questo integratore sono indiscusse, sembra infatti sia un valido aiuto in caso di cefalee continue, tuttavia, come per altri prodotti in bustina, il sapore si rivela essere troppo acre. Per porvi rimedio, alcuni utenti consigliano di sciogliere il medicinale all’interno di una bevanda calda come il tè, che ne attutisce il gusto e lo rende più piacevole da bere. 

Ogni dose contiene 200 mg di magnesio, una percentuale abbastanza elevata e idonea sia per uomini, sia per donne. Non contiene glutine né lattosio, ragion per cui può essere assunto anche da chi è intollerante a uno di questi alimenti.

 

Pro

Gravidanza: Sembra possa essere un valido aiuto per contrastare le contrazioni delle donne in gravidanza.

Senza glutine e lattosio: La sua formulazione non prevede l’utilizzo di questi due alimenti, rendendolo idoneo anche a chi soffre di intolleranze o allergie.

 

Contro

Aroma: Anche in questo caso il sapore non è dei migliori. Tuttavia, alcuni utenti riescono a porre rimedio sciogliendo la soluzione all’interno di una bevanda calda.

Acquista su Amazon.it (€9.83)

 

 

 

5. Nutravita Magnesio Citrato 1480 mg con 440 mg Magnesio

 

Tra le offerte presenti online, abbiamo trovato questo prodotto di Nutravita: la confezione contiene 180 capsule di magnesio citrato, che potrebbero bastare per 90 giorni di cura. Inoltre, si tratta della tipologia più facile da assorbire e da smaltire dall’organismo. 

L’involucro, che contiene la polvere, non è di origine animale, ma vegetale, dunque un’ottima proposta per chi ha scelto di seguire una dieta vegana. Ogni pillola contiene 440 mg di minerale, la giusta dose per contribuire alla riduzione dell’affaticamento fisico e a migliorare l’umore in caso di forte stress.

Inoltre, pare essere un valido aiuto per mantenere in ottima forma la struttura ossea e dentale. Nonostante il produttore raccomandi l’assunzione di due capsule al giorno, questo dosaggio potrebbe rivelarsi troppo alto per chi ha già una motilità intestinale molto veloce. 

Consigliamo dunque, dopo aver consultato un medico, di prendere una sola dose giornaliera per evitare effetti del genere.

 

Pro

Made in UK: Se state cercando un nuovo integratore a base di magnesio citrato per sostituire quello appena terminato, potreste valutare l’acquisto di questo prodotto originario dell’Inghilterra.

Vegan: Le capsule sono di origine vegetale e cruelty free, una valida alternativa per chi ha scelto uno stile di vita rispettoso dell’ambiente.

Quantità: La confezione contiene ben 180 capsule che, effettuando una comparazione con altri integratori di tale categoria, si rivela essere molto conveniente.

 

Contro

Capsule: La cellulosa che riveste le pillole potrebbe risultare troppo rigida, poco scivolosa e difficile da deglutire.

Acquista su Amazon.it (€18.95)

 

 

 

6. Plastimea Magnesio Marino e Vitamina B6 120 Capsule 

 

Basandoci sui pareri degli utenti, un altro prodotto che ci ha convito è questo proposto dall’azienda farmaceutica Plastimea. Si tratta di una confezione da 120 capsule di magnesio marino, in dosi singole da 300 mg e formulato in combinazione con la vitamina B6, un connubio perfetto per contrastare gli stati di debilitazione dovuti a una carenza di tali elementi. 

Sembra si riveli estremamente utile anche in presenza di disturbi legati al ciclo, infatti le vitamine del gruppo B regolano la produzione di ormoni e li mantengono in equilibrio. Per questo motivo, può apportare gli stessi vantaggi anche durante la gravidanza, riducendo la nausea e gli episodi di vomito. 

Un punto a favore dell’azienda francese, che ha pensato non solo di utilizzare materie prime di origine controllata, capsule vegetali e prive di glutine e lattosio, ma anche la confezione è stata fabbricata con materiali totalmente riciclabili.

 

Pro

Velocità di assorbimento: Grazie alla presenza del minerale di origine marina, molti utenti hanno riscontrato benefici già dopo pochi giorni dall’assunzione.

Problemi intestinali: Sembra possa migliorare anche gli stati di alterazione del microbioma intestinale.

Un aiuto per i muscoli: Chi soffre di crampi, soprattutto durante la notte, potrebbe trovare giovamento con questo integratore.

 

Contro

Capsule: È probabile che, a causa della qualità del materiale di origine vegetale e naturale, gli involucri si presentino danneggiati, ciò però non ne altera il contenuto.

Acquista su Amazon.it (€14.9)

 

 

 

7. Bayer Supradyn Magnesio e Potassio Granulato Effervescente 14 Bustine

 

Tra gli articoli venduti online, ci ha convinto questo che forse è uno dei più conosciuti e facili da trovare sugli scaffali delle farmacie. Dell’azienda Bayer, Supradyn Magnesio e Potassio è spesso utilizzato come cura dopo uno stato influenzale o un periodo di intensa attività fisica. 

Non si tratta di un semplice integratore di sali minerali, ma di un mix pieno di elementi estremamente utili al nostro corpo poiché, al suo interno, sono presenti anche vitamine del gruppo B, come B12, B6 e B1, che servono a regolare la produzione di ormoni e a contrastare le disfunzioni cardiache. 

Inoltre, anche l’aggiunta di vitamina C gioca un ruolo importante durante la convalescenza, così come l’acido folico, fondamentale in caso di gravidanza. Il costo è piuttosto conveniente, infatti si rivela essere quello più basso tra tutti i prodotti fino a ora recensiti. 

Anche il gusto è molto apprezzato: a differenza di altri integratori di magnesio, questo contiene un aroma all’arancia che lo rende più saporito.

 

Pro

Non solo magnesio: Considerata la presenza di altri sali e vitamine, si tratta di un prodotto completo e utile anche in caso di altre carenze.

Prezzo: Grazie all’ottimo rapporto qualità/prezzo, Supradyn Magnesio e Potassio si scopre essere il prodotto più economico di questo articolo.

Aroma: Buona l’idea di rendere la bevanda al gusto di arancia, una scelta che, chi non sopporta il sapore amaro del magnesio, apprezzerà di sicuro.

 

Contro

Effetti collaterali: Chi soffre di disturbi intestinali dovrebbe prestare attenzione durante l’assunzione di questo prodotto, che potrebbe causare episodi di diarrea.

Acquista su Amazon.it (€5.3)

 

 

 

8. Mag Ricarica 24 Ore Integratore Alimentare Contro la Stanchezza

 

Combattere la stanchezza e le contratture muscolari è possibile con un’adeguata alimentazione. Tuttavia un integratore di magnesio è sempre un aiuto in più al quale è meglio non rinunciare.

Il prodotto che abbiamo scelto per concludere la nostra classifica è quello di Mag, Ricarica 24, che include magnesio ossido e pidolato, insieme a una buona dose di vitamina B6. Il segreto del lento assorbimento, nell’arco delle 24 ore, di questo integratore, sta nella scelta di diverse tipologie di sostanze.

Mentre infatti il pidolato viene subito incamerato, l’ossido impiega più tempo per nutrire le cellule, assicurando benefici per tutta la giornata. Ogni bustina contiene una polvere che deve essere diluita nell’acqua e poi bevuta, una sola volta al giorno.

Gli effetti sono molto positivi sull’organismo, però non si tratta di un articolo dal costo basso, in quanto nella confezione sono incluse solo dieci bustine, per un prezzo tra i più importanti sul mercato.

 

Pro

A lento rilascio: La composizione del prodotto è tale da assicurare una dose di magnesio da assimilare durante la giornata.

Assunzione: Basterà sciogliere la polvere contenuta nella bustina all’interno di un bicchiere d’acqua, una volta al giorno, per sopperire al fabbisogno dell’organismo.

 

Contro

Costo: Nella confezione sono incluse solo dieci bustine, per cui il prezzo appare davvero molto alto rispetto alla quantità di prodotto all’interno.

Acquista su Amazon.it (€5.83)

 

 

 

Guida per comprare un integratore di magnesio

 

Come già saprete non tutti i medicinali sono uguali, e lo stesso discorso vale per questa tipologia, che presenta piccole differenze a seconda dell’acido con cui la molecola è abbinata. 

Ma come scegliere un buon integratore di magnesio? Per spiegarlo, abbiamo pensato di scrivere questa breve guida, che speriamo possa chiarirvi definitivamente le idee.

Le tipologie

Prima di cominciare, riteniamo essenziale avvertire che questo articolo non sostituisce il parere di un medico, necessario ai fini di un’eventuale cura alla quale abbiate bisogno di sottoporvi. 

Tuttavia, abbiamo pensato che fosse utile informarvi che esistono vari tipi di questa molecola, che in natura si presenta come un sale e dunque, per agire all’interno del nostro organismo, ha bisogno di essere accoppiata a un acido. 

Chi ha studiato chimica a scuola ricorderà di sicuro, forse con poco piacere, le reazioni di ossido-riduzione. Un esempio potrebbe essere il cloruro di magnesio, composto da due elementi completamente solubili in acqua e più facilmente assorbibili dal corpo. 

Quello citrato invece, è conosciuto anche col nome di Supremo ed è il più diffuso tra gli integratori, grazie ai benefici che può apportare in caso di stress fisico e mentale; inoltre è considerato molto utile anche in caso di stitichezza. 

Di solito questa molecola non è legata già all’acido citrico ma al carbonato, che a contatto con l’acqua si trasforma in tale attraverso una reazione con gli atomi di ossigeno. Un altro tipo forse meno conosciuto è quello pidolato, unito all’acido pidolico. 

Questa formulazione sembra velocizzare l’assorbimento, rendendosi più adatta nel caso in cui si debba contrastare una forte carenza. Anche tale integratore si rivela un valido aiuto durante i periodi di forte stress e affaticamento muscolare. 

Il magnesio marino invece non ha derivazioni rocciose ma, come suggerisce il nome, è estratto dall’acqua del mare, attraverso un processo di evaporazione e scissione dagli altri sali cristallizzati. È forse il tipo di integratore che presenta una maggiore concentrazione della molecola, ma sempre accoppiata a un acido per agevolarne l’assorbimento. 

Un’altra molecola che sembra essere molto facile da assorbire, sia a livello intestinale, sia sanguigno, è quella composta da un atomo di magnesio e due di glicina. Quest’ultima è un amminoacido proteico che è possibile ritrovare in numerosi alimenti, soprattutto di origine animale, ma è presente in quantità più ridotte all’interno di alcuni vegetali. 

È spesso usata in medicina per migliorare la qualità del sonno, oppure per contrastare l’invecchiamento delle cellule e accelerare la produzione di collagene. Inserirla all’interno di questo tipo di integratori, serve ad apportare benefici al sistema nervoso centrale e a contribuire alla diminuzione degli spasmi dovuti alla carenza di magnesio.

 

Integratori completi

Oltre al classico integratore di magnesio, è possibile acquistare alcuni prodotti contenenti anche altre molecole utili all’organismo, come nel caso di quelli provvisti di potassio, un minerale che serve a contrastare i dolori articolari e muscolari. 

Di norma, è proprio il magnesio che aiuta l’altro elemento a essere assorbito dal corpo, ed è per questo motivo che molte case farmaceutiche preferiscono proporre tali formulazioni più complete. 

In alternativa, è possibile trovare numerosi integratori provvisti di vitamine del gruppo B e C, oppure caratterizzati dalla presenza di ferro e zinco, tutti elementi molto validi per chi ha bisogno rinforzare le difese del sistema immunitario, soprattutto durante le stagioni influenzali.

Inoltre, questo tipo di prodotti aiuta persone che presentano carenze considerevoli di varie vitamine, senza costringerle ad acquistare scatole diverse, che potrebbero sovrapporsi e portare quindi a un sovradosaggio. Sebbene non sia letale, può comunque causare disturbi del tratto gastro intestinale, come vomito e diarrea.

Gusti e altre alternative

Il sapore del magnesio non è dei migliori e potrebbe non piacere a tutti. Per questo motivo, spesso viene aggiunto un aroma più appetitoso all’integratore, come per esempio quello al limone o all’arancia, perfetti per contrastare l’eccessiva amarezza del minerale. 

Dunque, chi teme di non riuscire a seguire una cura a causa dello spiacevole gusto che potrebbe avere la soluzione da bere, consigliamo l’acquisto di un prodotto in pastiglie da dover deglutire con poca acqua. 

Un’altra informazione importante è relativa alla tipologia di pillole: se siete intolleranti al lattosio o al glutine, sarebbe preferibile scegliere un articolo che non presenti questi due alimenti. 

A chi invece ha intrapreso uno stile di vita rispettoso dell’ambiente, consigliamo l’acquisto di un integratore venduto in capsule vegetali piuttosto che in quelle classiche, prodotte con il grasso di bovino. Tuttavia, questo tipo di involucro potrebbe rivelarsi più leggero e simile alla plastica, difficile da deglutire e a volte anche meno resistente agli sbalzi di temperatura.

 

 

 

Domande Frequenti

 

Che cos’è il magnesio?

È un elemento chimico, precisamente il dodicesimo per numero atomico presente nella tavola periodica. Si trova naturalmente all’interno della crosta terrestre ed è impiegato per la fabbricazione delle leghe metalliche, ma non può essere utilizzato da solo a causa della fragilità del materiale e della poca resistenza agli agenti acidificanti.
Tuttavia, svolge anche un importante ruolo fisiologico, collaborando all’assimilazione di alcuni enzimi, come il potassio e il calcio.

 

Dove si trova il magnesio?

un minerale che si trova in natura: compone circa il 2% di tutta la crosta terrestre ed è possibile estrarlo sia dall’acqua del mare, sia da molti alimenti vegetali o animali. I cibi che danno un elevato apporto di tale elemento sono i cereali integrali, i legumi, i semi e la maggior parte delle verdure a foglia verde. 

Tuttavia, durante la cottura è molto probabile che la quantità contenuta diminuisca notevolmente, ed è per questo motivo che spesso se ne raccomanda l’assunzione sotto forma di integratori. Inoltre, è presente anche all’interno del nostro corpo, principalmente nelle ossa, nei muscoli, e in piccola parte nelle cellule plasmatiche.

 

A cosa serve il magnesio?

È un elemento estremamente utile all’organismo, infatti è impiegato nella sintetizzazione di alcuni enzimi e vitamine, come il calcio, il potassio e il fosforo. Serve a regolare il sistema nervoso, a migliorare le funzioni dei muscoli che vengono sottoposti a sforzi, o a ridurre i dolori causati dagli strappi. 

Si rivela molto efficace anche in caso di mal di testa e disturbi legati allo stress, come la sindrome del colon irritabile, la depressione e il nervosismo. È un integratore fondamentale durante la fase di crescita: regolando la produzione di calcio, è molto importante che gli adolescenti ne assumano una dose adeguata alla loro età, per far sì che lo sviluppo fisico avvenga correttamente.

 

Quando prendere il magnesio?

I disturbi legati alla carenza di magnesio sono tanti, e spesso comuni ad altre patologie. Per esempio l’irritabilità nella fase premestruale, il mal di testa, i crampi muscolari o l’insonnia, potrebbero essere un sintomo di un ristretto apporto del minerale all’interno della dieta. 

Prima di ricorrere a un integratore in pillole, è bene farsi consigliare da un medico su un eventuale cambio di alimentazione. Inoltre, per conoscere quanti mg del minerale abbiamo in circolazione, è possibile sottoporsi a un piccolo test sul sangue che vi toglierà ogni dubbio.

 

Chi non può assumere il magnesio?

In linea di massima tutti possono assumere il magnesio, poiché è naturalmente contenuto nel nostro corpo, in una dose complessiva di circa 25 mg. Tuttavia, vi sono delle controindicazioni legate ai disturbi relativi alla funzionalità di alcuni organi. 

Nel caso in cui doveste soffrire di insufficienza renale o sospettate di averla, non raccomandiamo l’uso di questo tipo di integratori senza aver prima consultato il medico. Poiché il minerale viene espulso proprio dai reni, è possibile che, in caso di tale patologia, l’eccessivo apporto possa rendere l’elemento tossico per l’organismo. 

Attenzione anche al sovradosaggio: assumere una quantità esagerata di integratori o cibi a base di magnesio, potrebbe provocare reazioni intestinali poco piacevoli, come diarrea e nausea.

 

 

 

Come usare un integratore di magnesio

 

Nella sezione seguente, abbiamo pensato di rispondere ad alcune domande che riteniamo siano fondamentali a darvi una maggiore conoscenza di questo tipo di prodotto.

Consultare il medico

Prima dell’acquisto di un integratore suggeriamo di sottoporsi a un controllo medico, che stabilirà se vi è un’effettiva carenza del minerale oppure no. I sintomi di uno scarso apporto di magnesio, sono comuni a molte patologie ed è possibile che, senza delle specifiche analisi, questi possano essere confusi, col rischio di effettuare una cura che potrebbe rivelarsi inutile o sbagliata. 

Dunque, niente può sostituire il parere di uno specialista, che saprà inoltre consigliarvi la tipologia di prodotto più adatta alle vostre esigenze. Tra i tanti medicinali da banco è possibile scegliere numerose alternative e, come avrete notato, esistono vari tipi di integratori a base di tale minerale. 

È probabile che vi siate chiesti quali siano le differenze e a cosa serva il magnesio supremo, piuttosto che uno contenente acido pidolato. Il nome di questo prodotto non è altro che un marchio registrato di una famosa casa farmaceutica italiana, e il suo scopo è simile a qualsiasi altro integratore contenente tale elemento. 

Si tratta precisamente del magnesio carbonato che, legato a un atomo di acido citrico e sciolto in acqua, si trasforma in citrato. Questo tipo di formulazione serve a migliorarne l’assorbimento, rendendolo molto utile in caso di eccessiva stanchezza e affaticamento.

 

I benefici

I motivi per assumere uno di questi complementi alimentari sono molteplici, e tutti legati a dei disturbi del sistema nervoso o muscolare. Tuttavia, viene impiegato con notevoli risultati anche in presenza di malattie del tratto gastrointestinale, ma sempre correlate a un periodo di forte stress, come per esempio la diarrea dovuta a uno stato emotivo ansioso.
Non è possibile stabilire con certezza dopo quanto tempo si vedano i benefici del magnesio, ma è possibile che questi si possano manifestare dopo poche settimane, se la carenza constatata non sia molto elevata. 

Per riscontrare degli effetti positivi però, è necessario che l’assunzione sia regolare e svolta con criterio e nelle giuste dosi. Se desiderate sapere quale integratore di magnesio comprare, vi invitiamo a leggere la nostra tabella comparativa, in cui troverete alcuni dei prodotti più apprezzati dagli utenti. 

Posologia

La quantità di minerale da assumere deve essere stabilita in base al peso e all’età del paziente. In linee generali, il fabbisogno giornaliero di un uomo adulto oscilla tra i 250/450 mg, mentre per le donne in età fertile è di circa 300 mg, valore che potrebbe aumentare in caso di gravidanza. Può essere ingerito sia prima dei pasti, sia durante, a seconda del tipo di disturbo da trattare.
Quanto deve durare una cura di magnesio? Questo può stabilirlo solo un medico. Nel caso in cui doveste avere una forte carenza, è probabile che l’assunzione possa prolungarsi per alcuni mesi, viceversa se, oltre all’integratore alimentare, viene svolta una dieta ricca di cibi contenenti tale elemento. 

Tuttavia, la terapia si potrebbe ritenere conclusa nel momento in cui i sintomi spariscono del tutto. Non è consigliabile deciderlo da soli, ma è preferibile sottoporsi a un esame del sangue, che potrà confermarvi se i valori di magnesio siano tornati nella norma, così da sospenderne l’uso.

 

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

 

Brainpower Nootropics Magnesio Bisglicinato 120 Capsule da 500 mg

 

Un tipo di magnesio che finora non avevamo ancora preso in considerazione, è quello legato alle molecole di glicina e che dà quindi origine al minerale bisglicinato. Questo genere di formulazione è estremamente utile in caso di forte carenza: ciò è dovuto al fatto che si tratta del composto più assorbibile a livello intestinale e sanguigno, oltre a essere quello che più difficilmente viene espulso. 

Proprio per questo, l’organismo riesce ad accumulare una maggiore quantità di minerale rispetto agli altri composti, e a risolvere più velocemente i disturbi legati alla sua penuria. La confezione contiene 120 capsule da 500 mg, quanto basta per sottoporsi a una cura di due mesi, considerando che la dose giornaliera consigliata è di 1000 mg. 

Oltre al magnesio bisglicinato però, tra gli ingredienti non vi è traccia di altro tipo di elemento utile, come le vitamine del gruppo B e C.

 

Pro

Assorbimento veloce: Molti utenti hanno riscontrato evidenti benefici dopo pochi giorni dall’inizio della cura e ciò è dovuto al tipo di molecola altamente biodisponibile del prodotto.

Disturbi del ciclo: Alcune acquirenti dichiarano di aver accusato meno dolori mestruali durante l’assunzione di questo integratore.

Versatile: Grazie alla presenza del bisglicinato, di rapido assorbimento, sembra essere un valido supporto per chi è costretto a passare molte ore a computer, con conseguenti emicranie.

 

Contro

Prezzo: Nonostante possa sembrare economico, vista la quantità di capsule, si svela invece avere un costo abbastanza elevato rispetto ad altre soluzioni.

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

Categories
Fitoterapici

Gli 8 migliori integratori di curcuma del 2021

 

Integratori di curcuma – Guida agli acquisti, Opinioni e Confronti

 

In commercio si possono trovare con facilità diversi prodotti che vantano nella loro composizione chimica la curcumina, ovvero un estratto della famosa spezia di colore arancione, tipicamente utilizzata in Oriente. I suoi effetti positivi sono molteplici, ma tra i principali ci sono la funzione antinfiammatoria e il principio attivo che aiuta le donne con i dolori del ciclo mestruale. Poiché sul mercato esistono numerose proposte, in questa pagina abbiamo raccolto le soluzioni più interessanti, ma prima di andare oltre, date subito un’occhiata a Nutravita Curcuma e Piperina 600 mg Biologica Integratore, perché vanta una confezione ricca di capsule naturali. Anche Vegavero Curcuma Piperina 95% Brucia grassi e Antinfiammatorio è altrettanto valida, poiché è l’ideale per chi cerca un prodotto senza lattosio e glutine.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori integratori di curcuma – Classifica 2021

 

Chi è disorientato dalle tante proposte che si trovano sul mercato, potrà trovare una soluzione dando un’occhiata alla rassegna dei migliori integratori di curcuma del 2021 che abbiamo redatto più in basso.

Oltre alle caratteristiche tecniche, potrete valutare l’acquisto di una specifica confezione ideale per ciò che avete in mente, anche grazie all’analisi dei punti di forza e di debolezza di ogni articolo.

 

 

1. Nutravita Curcuma e Piperina 600 mg Biologica Integratore

 

Il prodotto Nutravita riesce a soddisfare quanti desiderano un buon prodotto biologico, piacevole al gusto ma anche semplice da assumere, oltre che particolarmente efficace. La formula di piperina e curcuma è pensata soprattutto per chi necessita di aumentare la propria energia per l’attività fisica o come espediente antinfiammatorio.

Tra i nostri consigli d’acquisto, questo prodotto trova il suo posto grazie a un equilibrato dosaggio dei due ingredienti (in ogni capsula sono inclusi 600 mg totali), entrambi fondamentali anche per altre occasioni, in virtù delle qualità degli estratti che conferiscono alti apporti energetici.

Inoltre, la sua produzione avviene nel Regno Unito, e segue le normative internazionali e nazionali che certificano la validità dei diversi processi di realizzazione in tutta la sua filiera commerciale.

Si tratta di un prodotto dal buon rapporto qualità/prezzo, nonostante sia privo di molti altri principi attivi che lo rendono particolarmente performante. In ogni caso, è comunque un articolo ideale per un aiuto moderato, che non crea difficoltà e non affatica l’organismo. 

 

Pro

Rapporto qualità/prezzo: La convenienza di questi integratori è uno dei punti di forza più evidenti. Per questa ragione, a un costo relativamente basso, potrete avere a portata di mano delle capsule efficienti e di buona qualità.

Concentrazione estratti: In ogni pillola contenuta nel barattolo, la concentrazione degli estratti della curcuma e del pepe nero è piuttosto equilibrata. Infatti, per ogni capsula ci sono 600 mg, che aiutano velocemente l’organismo in diverse occasioni.

Biologico: Poiché è un prodotto realizzato seguendo le normative europee e internazionali, le operazioni e le spezie utilizzate strizzano un occhio all’ambiente.

 

Contro

Due estratti: Tra gli ingredienti ci sono solo due estratti, il pepe nero e la curcuma, perciò le capsule mancano di alcuni principi attivi che ne migliorano l’efficienza.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Vegavero Curcuma Piperina 95% Brucia grassi e Antinfiammatorio

 

Questo prodotto si aggiudica la seconda posizione della nostra classifica delle soluzioni migliori. Si presenta in formato di capsule e vanta innanzitutto un buon rapporto tra il costo della confezione e la sua qualità complessiva

Cliccando sul link in basso avrete la possibilità di scegliere tra 90 e 270 capsule ma, in ogni caso, entrambe garantiscono una durata più lunga delle prestazioni dei principi attivi. Quest’ultimo è un elemento da sottolineare soprattutto se non avete ancora in mente quale prodotto scegliere tra quelli più venduti.

La percentuale di estratti contenuta è del 95%, ed è stata pensata seguendo una lavorazione particolare che ne aumenta la concentrazione, favorendo il supporto adeguato a chi necessita di integratori di curcuma pratici e organici.

Tuttavia, le capsule si deteriorano molto facilmente, assumendo un retrogusto e un odore sgradevole. Per questo motivo è necessario assicurarsi di aver chiuso il barattolo adeguatamente.

 

Pro

Conveniente: Sul mercato sono disponibili due confezioni, ovvero una da 90 capsule e un’altra da 270. Il costo di queste è perciò diverso, ma al netto della durata degli effetti e della qualità, si tratta di un articolo ideale per chi cerca di risparmiare.

Concentrazione: La formula brevettata dall’azienda produttrice concentra una maggiore quantità di estratti di pepe nero e curcuma in ogni capsula. In questo modo, l’apporto energetico e i benefici sono immediati e portano i loro frutti.

 

Contro

Accortezza: Per non rischiare che le pillole sviluppino odori e sapori sgradevoli a contatto con l’aria, bisogna assicurarsi di chiudere correttamente la confezione.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Natural Sprint Curcuma Piperina Limone Zenzero 130 Compresse

 

L’integratore di Natural Spring mette insieme diversi ingredienti, che cooperano per fare in modo che l’organismo abbia sempre una garanzia di benessere e stia in salute. In queste 130 compresse, sufficienti per una buona cura, sono infatti presenti elementi come la curcuma e limone, la piperina e lo zenzero, con un’aggiunta di vitamina C.

La curcumina è un elemento importante per eliminare le infiammazioni e tenere in allenamento il cuore, oltre ad aiutarvi a bruciare i grassi. Il limone apporta molti oli essenziali, che sono antiossidanti e aiutano a eliminare problemi come la nausea, dovuti a disordini gastrici.

La piperina migliora la digestione, mentre lo zenzero regola il colon, eliminando fenomeni come la dispepsia o le coliche. Infine l’aggiunta di vitamina C è una vera e propria bomba per la sintesi del collagene e anche per migliorare il sistema immunitario.

Il prodotto è però considerato più valido per rendere le articolazioni più agili ma non per aiutare nel dimagrimento.

 

Pro

Ingredienti: Quelli utilizzati qui cooperano a far stare bene l’organismo e a eliminare problemi come le infiammazioni articolari.

Formulazione: La curcuma, il limone, lo zenzero, la piperina e la vitamina C creano un complesso davvero valido, per fare sì che il prodotto usi la sinergia giusta per curare l’organismo da eventuali problemi.

Confezione: All’interno troverete 130 compresse, sufficienti a sopperire le esigenze di una cura da protrarsi per qualche mese.

 

Contro

Effetti: Il risultato è visibile se si parla di miglioramento della circolazione e diminuzione dei dolori articolari, ma non per quanto riguarda il dimagrimento, che non sembra essere un risvolto positivo dovuto all’uso di questo articolo.

Acquista su Amazon.it (€11.53)

 

 

 

4. HerbAmour Curcuma Piperina Zenzero Naturali Antinfiammatorio Antidolorifico Antiossidante

 

Un tris di ingredienti compone queste compresse di integratori alla curcuma: nelle 120 capsule contenute nella confezione, ci sono anche piperina e l’estratto di radice di zenzero. In questo modo potrete gestire quotidianamente il dosaggio delle compresse e ottenere i massimi risultati, sfruttando al meglio le proprietà benefiche degli elementi del prodotto HerbAmour.

Optando per questa soluzione e assumendo un buon numero di pastiglie, avrete una quantità adatta per almeno un mese: ecco uno dei punti di forza di questo articolo che interessa in particolar modo chi pratica un’intensa attività sportiva o chi segue indicazioni di tipo medico.

In virtù dell’alta concentrazione degli ingredienti godrete di un’azione antidolorifica, curativa ed energizzante particolarmente rapida, perciò ideale anche per calmare infiammazioni e dolori fisici come il mal di schiena.

Ma, nonostante sia un prodotto vantaggioso per i prezzi bassi con cui è proposto sul mercato, in fase di acquisto dovrete valutare anche il gusto forte e persistente delle compresse.

 

Pro

Rapporto qualità/prezzo: Il prodotto è realizzato rispettando i canoni di produzione secondo le normative europee vigenti. In più, è un articolo targato “made in Italy” che vanta anche un buon bilanciamento tra il costo e la qualità.

Percentuale estratti: La formula brevettata concentra una maggiore qualità e quantità degli ingredienti, ovvero pepe nero, curcuma e zenzero, all’interno delle capsule. In questo modo, questi estratti garantiscono in primis un migliore apporto energetico, ma anche il supporto nel caso di dolori fisici e infiammazioni, tra cui anche il mal di gola.

 

Contro

Gusto: Un punto di debolezza, che può far storcere il naso a molti consumatori, è il sapore particolarmente accentuato, conferito dagli elementi che costituiscono questi integratori.

Acquista su Amazon.it (€14.9)

 

 

 

5. Regina di Fiori Tisana Segreto d’Aladino 15 filtri

 

La tisana zenzero e curcuma Regina di Fiori è un prodotto che ha soddisfatto le aspettative di quanti hanno voluto dare fiducia all’azienda provando la loro offerta.

È innanzitutto un prodotto biologico e può essere usato sia dopo pranzo per aiutare la digestione, sia nel caso di mal di gola per attenuare l’infiammazione, grazie alla sensazione balsamica conferita dagli ingredienti.

Può essere assunta facilmente perché le bustine, che contengono tutti gli elementi tritati, vantano anche una pratica e classica cordicella utile a lasciare in infusione la tisana. 

Cliccando sul link in basso potrete scegliere anche altre tipologie, tra cui liquirizia, arancia, ginseng e così via, perciò se non amate il gusto stuzzicante dello zenzero, c’è un ampio bacino di possibilità tra cui optare.

Inoltre, nella confezione sono incluse 15 bustine, ma per il prezzo, con cui è proposta sul mercato questa offerta, non lo rende forse il prodotto più economico, nonostante sia di buona qualità.

 

Pro

Biologico: È un prodotto completamente biologico, quindi ideale per chi predilige tisane alla curcuma di origine completamente naturale, quindi senza tracce di prodotti chimici tutt’altro che salutari.

Qualità: Tutti gli ingredienti sono di buona qualità e altrettanto la modalità di produzione di queste bustine, perché l’azienda evita l’utilizzo di alte temperature che modificano le proprietà nutritive della curcuma.

Varietà: L’azienda produttrice offre la possibilità di scegliere tra diversi gusti qualora non troviate piacevole il sapore spiccato dell’unione tra spezie e radici come lo zenzero.

 

Contro

Rapporto quantità/prezzo: Nella confezione sono incluse 15 bustine, ma per chi cerca soluzioni più durevoli, il prezzo può risultare poco conveniente.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

6. Farmaderbe Curcuma Complex 30 Cpr 30 g

 

Se siete giunti fin qui perché siete interessati a integratori di curcuma che vantano un buon rapporto qualità/prezzo, ma non sapete dove acquistare un prodotto simile, ecco la soluzione che fa al caso vostro.

Si tratta di una confezione con all’interno 30 capsule, perciò è un articolo che potrà bastare per circa un mese, assumendo una pillola alla volta con cadenza giornaliera. Oltre alla curcuma, tra gli ingredienti ci sono gli estratti di zenzero e di pepe nero, che aiutano l’azione digestiva senza l’aggiunta di altre sostanze che potrebbero causarvi dei fastidi.

Dobbiamo tuttavia segnalare la bassa percentuale di curcumina: ciò significa che ci sarà bisogno di più giorni per riuscire a notare qualche effetto benefico sull’organismo. Inoltre, il costo, nonostante sia conveniente, come già anticipato, per chi deve acquistare più di una confezione, può risultare eccessivo in relazione alla quantità di compresse incluse.

 

Pro

Prezzo: Facendo una comparazione con altri prodotti simili, questa curcuma Complex è abbastanza conveniente in termini di prezzo. Infatti, non dovrete svuotare il portafoglio per acquistare una confezione.

Naturale: Nelle capsule non sono incluse sostanze chimiche e nocive che potrebbe alterare i punti di forza di questo prodotto. In particolare, sono consigliate anche per chi soffre di intolleranze e allergie.

 

Contro

Percentuale curcuma: Nelle compresse c’è una percentuale di estratti di curcuma e di pepe nero bassa in confronto ad altre soluzioni. Ci sarà bisogno di più tempo per trarne giovamento.

Quantità compresse: In un sola confezione ci sono solo 30 compresse, perciò se avete bisogno di una quantità maggiore, dovrete considerare un ulteriore acquisto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

7. Sevenhills Wholefoods Polvere Curcuma Crudo Biologico 500 g

 

Considerata come una delle aziende produttrici migliori nel campo degli integratori, Sevenhills Wholefoods si presenta in questa classifica con una confezione di curcuma in polvere, che vanta performance elevate e un prezzo abbastanza conveniente. 

Sfruttando un sistema di produzione a temperature inferiori ai 45°C, la Curcuma longa, proveniente dall’India e utilizzata, rimane completamente biologica e naturale poiché cruda.

Al contrario di altri articoli simili, grazie alla freschezza di questo prodotto, tutte le qualità organolettiche e i principi nutritivi sono invariati e, nonostante non si tratti di compresse, la polvere si scioglie con facilità.

L’azienda offre anche la possibilità di scegliere tra diverse confezioni e quantità, tra le quali ci sono 500 g, 1 kg e 2 kg, contenenti tutti una percentuale di curcumina superiore al 2%, perciò è un prodotto altamente funzionale.

In ogni caso, il rischio è di utilizzare troppa polvere e quindi terminare in fretta la confezione, soprattutto se non siete abituati ad assumere integratori simili.

 

Pro

Facile da utilizzare: In virtù della completa assenza di additivi nella polvere di curcuma Sevenhills Wholefoods, questa può essere sciolta con facilità senza creare dei grumi.

Cruda: Si tratta di una soluzione naturale lavorata a basse temperature, perciò è praticamente cruda. In questo modo le proprietà nutritive rimangono invariate con alte performance.

Varietà: L’azienda mette a disposizione confezioni in diversi formati, perciò potrete scegliere tra 500 g, nel caso in cui abbiate poca necessità di assumere curcumina, oppure 2 kg qualora vogliate fare scorta di polvere.

 

Contro

Dosaggio: Riuscire a capire quanto integratore di curcuma utilizzare può essere difficile in questo caso, soprattutto se non ne avete mai fatto utilizzo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

8. Equilibrium Intelligent Food Pasta Biologica Grano Senatore Cappelli

 

Quella di Senatore Cappelli è una pasta con curcuma e pepe nero, pensata per aiutare a stare bene anche quando si vuole mangiare un piatto prelibato. Questi spaghetti arrivano in una confezione da 500 g e vantano una superficie ruvida che trattiene meglio il sugo o, in generale, il condimento che metterete al di sopra.

L’indice glicemico è basso, per cui, una volta mangiata, favorirà il senso di sazietà e quindi anche la perdita di peso, facendovi sentire più appagati. Priva di glutine, è quindi adatta anche ai celiaci, che potranno così gustare un buon piatto di pasta senza rischi.

Il tempo di cottura è compreso tra i sei e i nove minuti, quindi richiama quello di un classico formato di spaghetti. Naturalmente, però, il costo è abbastanza alto rispetto alla quantità venduta, vista la presenza di ingredienti di grande qualità.

 

Pro

Ingredienti: Questa pasta è creata con grano privo di glutine e con curcuma e pepe nero, per aumentare il senso di sazietà e apportare benefici al corpo.

Superficie: Gli spaghetti in questione hanno una trama ruvida, in grado di trattenere meglio il condimento e appagare le papille gustative.

Per celiaci: L’assenza di glutine ne fa un prodotto indicato anche per chi ha problemi di celiachia.

 

Contro

Prezzo: Il formato da 500 g ha un costo decisamente alto, anche se giustificato vista la qualità degli ingredienti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare un integratore di curcuma

 

Gli integratori di curcuma giocano un ruolo di punta quando si tratta di introdurre nell’organismo alcuni principi nutritivi, che aiutano a fornire gli elementi indispensabili per un corretto funzionamento del corpo e dei suoi processi fisiologici.

Oggi è difficile farsi largo tra le numerose proposte che si trovano su Internet o in erboristeria, perciò nei prossimi paragrafi abbiamo raccolto qualche consiglio che può essere utile per fare una comparazione e quindi un acquisto più ponderato.

I formati disponibili

La curcuma, come forse già saprete, è una spezia di origine indiana, utilizzata in particolar modo per insaporire e colorare piatti freddi e caldi, come insalate, pizza o pane, paste e risotti.

Oltre al sapore particolare, i suoi effetti positivi non sono da meno, infatti è consigliata da molti esperti poiché garantisce innumerevoli vantaggi sia per il cervello, sia per il cuore, ma in generale per tutto l’organismo.

In virtù di queste proprietà, in commercio è sempre più facile trovarla in diversi formati: in polvere, in capsule o anche in piccoli rettangoli compressi che però, spesso e volentieri, sono utilizzati come incenso.

In base al vostro budget a disposizione, ogni modello disponibile è più o meno economico, ma nella scelta del migliore integratore di curcuma considerate innanzitutto il tempo di efficacia.

Per esempio, le compresse sono più immediate e potenti poiché sono concentrate, a differenza della polvere che invece deve essere diluita.

 

La quantità di prodotto

Vi sentite un po’ disorientati dalla moltitudine di offerte tra cui scegliere? È comune non riuscire a decidere quale sia il prodotto migliore, perché spesso e volentieri non abbiamo a portata di mano nessuna guida all’acquisto.

Ma se siete giunti fin qui, sappiate che un altro fattore di cui tener conto è la tipologia di confezione proposta sul mercato dall’azienda produttrice, poiché a lungo si traduce in un notevole risparmio, soprattutto se avete bisogno degli integratori per bilanciare la dieta.

Con una breve ricerca su Internet potrete trovare diversi pareri, ma dopo aver scelto il formato con cui intendete assumere la curcumina, valutate la sua quantità. Per esempio, esistono soluzioni da 1 kg, ma anche altre che propongono solo 100 g di prodotto, che spesso e volentieri equivalgono a poco più di un centinaio di capsule o di compresse.

In ogni caso, la confezione deve avere una chiusura resistente al passaggio dell’aria, che altrimenti altera tutte le caratteristiche.

 

La combinazione di estratti

L’elemento attivo che conferisce alla curcuma i suoi effetti positivi sull’organismo è la curcumina, la quale vanta numerose proprietà, tra cui citiamo: antiossidante, antivirale, antibatterica, contrasta il colesterolo e previene l’insorgenza del diabete, e moltissimi altri.

Tutto questo non può prescindere da uno stile di vita sano e da una dieta corretta, ma le sue caratteristiche benefiche sono sottolineate e aumentate anche grazie alla combinazione con altri estratti di piante e spezie differenti.

Per esempio, se cercate una soluzione biologica che accelera il metabolismo e quindi permette di eliminare con più facilità i carboidrati e il grasso in eccesso, allora optate per la formula con la base di zenzero, ma anche quella con bromelina o, ancora, con piperina, estratta dal pepe nero.

Quest’ultimo, in particolare, permette anche un migliore assorbimento della curcumina attraverso la membrana intestinale, semplificando l’azione, efficace sul vostro corpo.

 

L’assenza o meno di eccipienti

Quando si osservano le confezioni di integratori di curcuma in polvere o capsule venduti online, non sempre si trova la dicitura che certifica l’assenza di glutine o di altre sostanze, che possono creare qualche problema a chi soffre di intolleranze o allergie.

Si tratta di veri e propri eccipienti, ovvero ingredienti supplementari ai principi attivi come la curcumina o piperina, che però possono essere presenti in quantità più o meno variabili, condizionando poi l’utilizzo e quindi l’acquisto di un determinato prodotto.

A tal proposito, vi suggeriamo di accertarvi sempre in anticipo che nella confezione non ci siano né il lattosio e né altri prodotti che, se assunti, possono provocare pesantezza e dolori allo stomaco nei casi minori.

Vi suggeriamo, in ogni caso, di chiedere prima direttamente in negozio o di chiamare il numero verde delle informazioni, fornito dall’azienda produttrice, per evitare di spendere i vostri soldi.

Il tipo di lavorazione e produzione

In molti casi, le aziende che producono capsule e compresse cercano di seguire le direttive internazionali che disciplinano la metodologia di produzione e lavorazione degli ingredienti, per garantire un’alta qualità e altrettante performance degne di nota.

L’ultimo fattore di cui tener conto, se non sapete quale integratore di curcuma comprare, è la tipologia di essiccamento delle radici che, se viene effettuata a basse temperature, ne mantiene le caratteristiche organolettiche e le proprietà nutritive.

Tra l’altro, questo sistema è anche ecosostenibile e sempre più spesso abbraccia la filosofia di chi segue una dieta vegana e vegetariana o di chi non ama prodotti testati sugli animali. Infatti, chi ha a cuore la loro salute, potrà apprezzare quelle soluzioni che sull’etichetta o nella scheda prodotto hanno scritto chiaramente “100% biologico”.

 

 

 

Domande frequenti

 

Quali sono le controindicazioni degli integratori di curcuma?

Gli effetti positivi della curcuma sono diversi, ma ciò che molti non considerano, quando cercano un prodotto come questo è, in effetti, l’altro lato della medaglia, che spesso e volentieri è causato da un eccessivo utilizzo.

Chi non sa come assumere questa spezia arancione come integratore dovrebbe innanzitutto chiedere consiglio al proprio medico, almeno per essere certi di non avere intolleranze o allergie ai principi attivi inclusi.

L’estratto della curcuma, ovvero la curcumina, ha comunque degli effetti collaterali: nausea, vomito ed eruzioni cutanee, oltre che eventuali problemi di flussi eccessivi di sangue, nel caso di ferite, a causa dell’azione fluidificante.

 

Come assumere la curcuma?

La curcuma è una spezia, e come molte altre, può essere utilizzata nelle preparazioni culinarie come il pollo thai oppure il risotto con le zucchine, perché dona loro un sapore e un colore unico.

Il suo estratto, utilizzato negli integratori, non vanta comunque una buona biodisponibilità, ovvero è di difficile assorbimento da parte dell’organismo, quindi è sempre consigliato unirla associandola al pepe nero oppure a un elemento grasso come l’olio d’oliva, che aiuta a migliorare la funzione dell’intestino.

Quindi, chi non sa come assumere la curcuma, può valutare alcuni esperimenti e combinazioni di alimenti divertenti che riempiono la pancia e aiutano il metabolismo. 

 

Dove si comprano gli integratori di curcuma?

Oggi viviamo nell’era digitale, ovvero nel momento storico in cui è possibile trovare praticamente qualsiasi cosa digitando due parole nella barra di ricerca dei più famosi motori,  come Google.

In questo caso, chi vuole capire capire come coltivare la curcuma o semplicemente acquistare una confezione di integratori, si può rivolgere ai portali online, che si occupano di vendita all’ingrosso, o alle erboristerie della propria città.

Se scegliete un negozio fisico potete valutare anche l’idea di chiedere un consiglio diretto a un esperto, anche solo per conoscere più approfonditamente le qualità di questa spezia, che vanno dall’azione antinfiammatoria a quella cicatrizzante.

 

La curcuma fa dimagrire?

Quando bere la tisana curcuma e zenzero può farci esultare sulla bilancia? Bene, prima di rispondere anche a questa domanda, reputiamo sia fondamentale sottolineare che non esiste alcun alimento che effettivamente può bruciare i grassi, o meglio: non si può dimagrire senza seguire uno stile di vita sano e una dieta equilibrata.

Partendo da questo principio, chi vuole sapere come usare la curcuma per dimagrire, può sfruttare alcune proprietà di questa spezia, come la capacità di stimolare le cellule del tessuto adiposo, lanciando un messaggio all’organismo di utilizzare i grassi che si sono accumulati, favorendone un rapido smaltimento.

Questa spezia favorisce anche la digestione ed evita la presenza di gonfiori, che talvolta possono darvi l’impressione di essere ingrassati.

 

A cosa servono gli integratori di curcuma?

Può capitare che, chi segue un certo regime alimentare, abbia la necessità di introdurre nell’organismo alcuni principi attivi e sostanze che possono aiutare a migliorare la propria salute fisica e psichica.

In questi casi entrano in gioco gli integratori che, nel caso di quelli alla curcuma, conferiscono diversi vantaggi per chi soffre di ritenzione idrica o di picchi glicemici. In più, questa spezia, contribuisce a regolare anche il senso di sazietà e, di conseguenza, l’eventuale stanchezza e fame atavica.

 

 

 

Come utilizzare gli integratori di curcuma

 

Sapere come scegliere un buon integratore di curcuma è il primo passo per poter godere dei benefici che apporta al nostro organismo questa spezia. Tuttavia, se non sapete come utilizzarla nel migliore dei modi, allora nelle righe che seguono troverete tutto ciò che vi serve per usufruirne in maniera ponderata. 

 

Tisane rigeneranti e altre preparazioni

Uno dei principali utilizzi degli integratori di curcuma, e più in generale della radice fresca di questa spezia, è di unirla in preparazioni culinarie per ottenerne i massimi benefici, gustandosi un buon piatto caldo.

Attraverso i Social Network è possibile notare una tendenza nuova, ovvero quella che risponde alla domanda di chi non sa come assumere la curcuma e non ama soluzioni troppo complicate.

Stiamo parlando del “golden milk” o delle bevande rigeneranti con alla base tè oppure latte a cui si aggiunge questa spezia, perché si è scoperto che i principi nutritivi di questi alimenti, combinati insieme, creano un concentrato che aiuta ad abbassare il colesterolo e a stimolare e rinforzare il sistema immunitario.

Potreste anche scegliere di impiegarla come rimedio naturale, senza per forza cercare di ritagliarvi del tempo per capire quando bere la tisana curcuma e zenzero, per esempio. Quindi, optare per realizzare con la polvere una maschera per il viso o un dentifricio, può tradursi in una buona soluzione.

 

Conservare la freschezza

Se siete arrivati fin qui forse sapete già a cosa serve la curcuma, ma vogliamo farvi una domanda: qual è la modalità più corretta per conservare gli integratori senza deteriorarne i principi attivi?

Ve lo diciamo noi, perché in realtà la risposta è molto semplice ed è uguale per tutte le tipologie di prodotti simili, che hanno lo scopo di apportare benefici all’organismo aggiungendo sostanze nutritive concentrate.

Innanzitutto, è importante mantenere lontano dalla luce solare, quindi dal calore e dall’umidità, ogni compressa, affinché né il film sottile che ricopre la capsula esterna e né le caratteristiche organolettiche dell’integratore vengano modificate.

In seguito, altre accortezze da avere sono quelle di evitare di conservarle in dispense situate in zone calde della casa, come per esempio la cucina o la camera matrimoniale, spesso e volentieri posizionata a sud dell’abitazione.

Se seguite questi brevi e semplici consigli, a lungo potrete notare gli effetti tanto desiderati che rispondono alla domanda “come usare la curcuma per dimagrire?”

Trarne tutti i benefici

Se non amate assumere gli integratori in capsule perché apprezzate di più il valore che apporta questa spezia al naturale, potete acquistare soluzioni completamente biologiche, oppure scoprire come coltivare la curcuma sul balcone di casa.

Il mercato del giardinaggio è pieno di sementi che vi possono aiutare a seguire la crescita della radice passo dopo passo, quindi tenendo fede alle istruzioni e facendovi consigliare da alcuni esperti, potreste anche valutare l’opzione di preparare degli integratori in casa per trarne tutti i benefici.

In questo modo potrete esser certi che, seguendo le indicazioni del medico riguardo al dosaggio, non riscontrerete alcuna controindicazione o effetto negativo sul vostro organismo, anche se talvolta è più sano un prodotto realizzato in atmosfere controllate di qualcosa cresciuto con lo smog delle città.

Quindi, se arrivati a questo punto siete comunque curiosi di scoprire dove si compra la curcuma, allora provate con una breve ricerca online oppure chiedete al vostro giardiniere di fiducia.

 

 

 

Categories
Fitoterapici

Gli 8 migliori integratori di spirulina del 2021

 

Integratori di spirulina – Guida agli acquisti, Opinioni e Confronti

 

La spirulina appartiene alla famiglia delle alghe azzurre, nonostante sia caratterizzata da uno spiccato colore verde scuro conferito dalla presenza di clorofilla. Oggi, grazie ai diversi studi effettuati, sappiamo che è ricca di sostanze nutritive come aminoacidi essenziali e grassi buoni, perciò non è difficile trovare in commercio integratori di questo alimento. Per esempio, Nutri&Co Spirulina Biologica 500 Compresse Bio da 500 mg offre un’ottima soluzione, perché il trattamento avviene a basse temperature, garantendone l’integrità. Ma prima di andare andare oltre con la lettura, date un’occhiata anche a Marcus Rorher Spirulina 180 compresse + 60 omaggio, poiché è un integratore conforme agli alti standard qualitativi internazionali.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori integratori di spirulina – Classifica 2021

 

Di seguito abbiamo elencato gli otto migliori integratori di spirulina del 2021, che ci hanno convinto di più tra quelli venduti sul web. Seguendoci con la lettura, potrete fare una valutazione più accurata delle loro caratteristiche, e quindi effettuare un acquisto più consapevole, ponderato e ideale a seconda delle esigenze.

 

 

1. Nutri&Co Spirulina Biologica 500 Compresse Bio da 500 mg

 

Quella di Nutri&Co è una delle offerte più gettonate da coloro che sono decisi a migliorare il proprio sistema immunitario, utilizzando i principi attivi degli integratori: si tratta infatti di un articolo pensato per offrire diversi vantaggi all’organismo. 

Certo, non si tratta di un prodotto miracoloso che può aiutarvi in qualsiasi occasione, ma grazie alla lavorazione a freddo brevettata dall’azienda produttrice, le caratteristiche qualitative rimangono inalterate.

Il trattamento a basse temperature (per la precisione a 50° C) permette di lasciare inalterate le sostanze nutritive come la ficocianina, in percentuali più alte rispetto la media di mercato. Il sapore di questi integratori di spirulina bio è tuttavia molto spiccato, poiché completamente naturale e quindi senza l’aggiunta di sostanze chimiche che ne alterino il gusto.

Questo può risultare come uno dei suoi punti di debolezza, soprattutto per chi non ama soluzioni dalle caratteristiche organolettiche troppo accentuate. In ogni caso, si può dire che è un prodotto conveniente perché vanta prezzi bassi, ma anche particolarmente duraturo: in un barattolo ci sono 500 capsule.

 

Pro

Quantità: Il barattolo in vetro contiene più di 500 compresse, perciò l’azienda produttrice assicura una durata maggiore della confezione, garantendo un’assunzione giornaliera valida per più di un anno.

Rapporto qualità/prezzo: Il prezzo di questi integratori di spirulina è uno dei più convenienti che si trovano tra le soluzioni venduti sul web. In più, i principi nutritivi originali delle alghe azzurre rimangono invariati grazie alla speciale lavorazione a freddo.

Biologico: Un altro vantaggio di questo prodotto è che si tratta di un integratore naturale, perciò privo di sostanze chimiche che ne alterano le caratteristiche.

 

Contro

Sapore: Il gusto e il profumo tipico della spirulina è accentuato, perciò potrà infastidire chi cerca soluzioni più delicate.

Acquista su Amazon.it (€25.9)

 

 

 

2. Marcus Rorher Spirulina 180 compresse + 60 omaggio

 

Se siete grandi fan dei prodotti naturali, uno dei migliori integratori di spirulina per voi sarà questa soluzione al 100% naturale, quindi senza altre sostanze aggiunte. Come forse già sapete, questa tipologia di prodotto è ricavato dalla coltivazione, produzione ed essiccamento delle relative piante acquatiche.

Vantano una grande quantità di elementi nutritivi utili per riequilibrare le funzioni dell’organismo. L’alga utilizzata dall’azienda produttrice proviene dalle Hawaii, e tutte le fasi di lavorazione seguono un iter specifico, che include dei controlli continui in tutte le sue fasi, garantendo alte performance.

Nella confezione di questo articolo sono incluse 180 capsule, a cui se ne aggiungono altre 60 che invece sono in omaggio, perciò chi sceglie questa proposta avrà una buona scorta di integratori.

Un altro vantaggio è quello di rendere più fluida la digestione, fornendo anche una discreta quantità di sali minerali; tuttavia per avere buoni risultati, è necessario assumere più di una capsula Marcus Rohrer al giorno, quindi il rischio è di terminare velocemente le pastiglie.

 

Pro

Naturale: A differenza di altri prodotti venduti online, questi integratori di spirulina sono privi di sostanze chimiche. In questo modo, anche grazie all’attenzione dell’azienda per ogni fase di produzione, è garantita la massima efficacia.

Omaggio: Nella confezione ci sono 180 capsule, ma il brand di origine tedesca, a un costo basso, offre anche un omaggio che comprende 60 pastiglie in più. In questo modo dureranno più a lungo.

Alta digeribilità: La spirulina utilizzata in questo prodotto non solo è altamente digeribile, ma è anche ricca di sostanze nutritive essenziali.

 

Contro

Assunzione: Nonostante ci siano più di 200 pillole, per trarne benefici effettivi bisogna assumerne almeno due al giorno. Così facendo, però, potrebbero terminare velocemente.

Acquista su Amazon.it (€19.94)

 

 

 

3. Sevenhills Wholefoods Polvere Di Spirulina Bio 500 g

 

Forse non tutti sanno che, oltre a quello in pastiglie, un altro formato utilizzato sempre di più è quello in polvere, poiché aiuta e facilita il dosaggio consigliato dal proprio medico o dalla stessa azienda produttrice.

Chi è stressato, indebolito oppure necessita di integrare nella propria dieta anche tutti gli altri principi nutritivi fondamentali, forniti dalle alghe azzurre, ma desidera fare una scelta di acquisto più etica, allora può optare per questa soluzione che vanta sulla confezione il simbolo “vegan”.

Ciò significa che Sevenhills Wholefoods ha ottenuto alcuni riconoscimenti a livello internazionale, in virtù della cura impiegata nelle fasi di coltivazione e lavorazione della pianta acquatica, e perciò offre un prodotto che strizza un occhio anche alla sostenibilità.

Questa polvere di spirulina può essere usata sia pura e sia mescolata con un liquido, ma è importante calcolare le giuste dosi per evitare di introdurne una quantità eccessiva nell’organismo. 

Infine, ha riscosso anche numerosi pareri positivi da chi è alla ricerca di un integratore pratico e che duri a lungo.

 

Pro

Buona qualità: Il formato di questi integratori di spirulina non è la compressa, infatti le alghe coltivate vengono raccolte e trattate con procedimenti controllati, in modo da non modificare i loro principi nutritivi.

Certificazioni: L’azienda produttrice inglese, grazie alla cura impiegata nelle varie fasi di produzione, ha ottenuto diversi riconoscimenti sia per la qualità dei prodotti e sia perché sono ritenuti validi anche per i vegetariani e vegani.

Sostenibile: Sevenhills Wholefoods ha a cuore anche la questione ambientale e rispetta le comunità che circondano il luogo di coltivazione delle alghe azzurre, impiegate per la realizzazione di questi integratori.

 

Contro

Dosaggi: Senza un tappo dosatore incluso nella confezione, è importante assicurarsi di calcolare il giusto peso della polvere di spirulina da assumere.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Colours of Life Optima Naturals Spirulina Maxima 60 Compresse

 

Anche il nuovo articolo Optima sembra interessare quanti cercano una soluzione funzionale e soprattutto economica, perché vanta sia un costo basso, sia una buona qualità delle capsule.

Infatti, chi ama utilizzare prodotti che hanno al loro interno sostanze chimiche che ne migliorano le caratteristiche organolettiche e aiutano l’assimilazione delle proteine nell’organismo, troverà in questo modello una buona soluzione.

Alla Spirulina Maxima, utilizzata come ingrediente principale nella produzione degli integratori, si aggiungono anche antiagglomeranti, maltodestrine del mais, magnesio stearato di origine vegetale e un agente di carica.

Questi elementi, da un lato sono necessari per rendere più veloce il funzionamento delle pastiglie, ma dall’altro sono al tempo stesso un punto di debolezza, soprattutto per chi è allergico a determinate sostanze.

In conclusione, nonostante il prezzo sia basso, in una confezione sono presenti solo 60 capsule, perciò non possiamo affermare che si tratti di un articolo particolarmente durevole.

 

Pro

Prezzo: Gli integratori di spirulina Optima sono ideale per tutti coloro che cercano un buon prodotto senza svuotare per forza il portafoglio. Infatti, il prezzo di una confezione è abbastanza conveniente e alla portata di tutti.

Composizione delle capsule: La struttura chimica di ogni compressa vanta sia una parte completamente naturale, ovvero quella delle alghe, sia una piccola selezione di elementi che aiutano la conservazione delle pastiglie e l’assimilazione dei principi nutritivi.

 

Contro

Quantità: Nella confezione ci sono 60 capsule, e ciò significa che, se il dosaggio giornaliero non viene rispettato, potreste terminarle subito.

Acquista su Amazon.it (€11.03)

 

 

 

5. Spireat Spirulina pura 100% Italiana Biologica in Formato Raw

 

Se vi state chiedendo quale integratore di spirulina comprare, questo prodotto targato Spireat, che è incluso nella nostra classifica dei migliori, può fare al caso di chi cerca una soluzione pura al 100%.

Si tratta infatti di un articolo realizzato da un gruppo di specialisti, che operano a stretto contatto con l’azienda, e che assicurano innanzitutto la salubrità delle alghe utilizzate come ingrediente di questa confezione.

Per questa ragione è adatto per i vegani, ma soprattutto per chi soffre di eventuali intolleranze a sostanze chimiche, impiegate per aumentare i tempi di conservazione della spirulina.

L’azienda produttrice garantisce anche che questo integratore di spirulina, di origine italiana, sia realizzato seguendo le normative riguardo il risparmio di CO2 e quindi sostenibili, offrendo confezioni biodegradabili.

Tuttavia, il costo è particolarmente elevato se messo in relazione con la quantità di scaglie naturali di alghe contenute in un sacchetto: stiamo parlando di appena 50 g.

 

Pro

Naturale: Uno dei punti di forza di questa confezione Spireat è che le alghe spirulina utilizzate sono crude, ovvero non lavorate. Si tratta perciò si scaglie naturali che garantiscono alte performance.

Adatta per tutti: La produzione di questi integratori di spirulina non prevede l’aggiunta di alcuna sostanza chimica che ne migliori le qualità e la durata, perciò è un prodotto adatto per vegetariani, vegani e in particolar modo per chi soffre di allergie e intolleranze.

Sostenibile: Si tratta di un articolo che strizza un occhio alla tutela ambientale, in virtù di una confezione biodegradabile e di una bassa produzione di anidride carbonica.

 

Contro

Quantità: Nella confezione sono inclusi appena 50 g di spirulina, perciò durerà poco se dovete assumerne delle dosi quotidianamente.

Acquista su Amazon.it (€19.99)

 

 

 

6. N2 Natural Nutrition Spirulina Clorella 180 Capsule Vegetali

 

Nella nostra rassegna dei prodotti più venduti sul web si trova anche la proposta N2, una confezione di pastiglie completamente vegetali e perciò adatte sia per i vegani e sia per i vegetariani.

Inoltre, come si può notare dalla scheda prodotto, vanta anche la certificazione CE, ovvero della Comunità Europea, che garantisce l’affidabilità dei diversi processi di produzione e confezionamento.

Il prezzo di questo integratore con clorella e spirulina è piuttosto contenuto, ma il punto di forza è il potere benefico di questi due elementi insieme, che non solo forniscono energia e un gran numero di vitamine, ma aiutano anche il sistema immunitario minimizzando l’utilizzo di agglomerati chimici.

Purtroppo il coperchio che chiude il barattolo in vetro è poco resistente e aderisce con difficoltà al collo, perciò bisogna prestare maggiore attenzione ed evitare che le capsule si deteriorano a causa del contatto con l’aria.

 

Pro

Certificata: Come si può notare dall’etichetta sulla confezione, questo prodotto vanta un riconoscimento dalla Comunità Europea, per la cura e l’attenzione dell’azienda produttrice durante tutto il processo di realizzazione e confezionamento.

Ingredienti: La combinazione tra la Spirulina Platensis e l’estratto di clorofilla permette a queste capsule di offrire delle alte prestazioni in termini di principi nutritivi, aiutando a riequilibrare le funzioni intestinali e dell’organismo.

Naturale: Gli integratori N2 sono completamente vegetali, perciò non hanno alcuna sostanza chimica che ne alteri il sapore e la consistenza o la conservazione.

 

Contro

Coperchio: Per chiudere il barattolo di vetro ed evitare che penetri l’aria, bisogna fare attenzione che il coperchio un po’ difettoso aderisca bene al collo.

Acquista su Amazon.it (€17.95)

 

 

 

7. BertoliniFarm Penne di Grano Duro e Spirulina Italiana

 

Questo prodotto Bertolini Farm ha ottenuto un posto nella nostra classifica perché, oltre a essere considerato l’articolo più economico della lista, può interessare quanti amano l’unione della buona cucina con la salute fisica.

La confezione nasce dall’interesse dell’azienda verso tutto ciò che è sostenibile ed ecologico, quindi ciò che strizza un occhio alla tutela ambientale e a ciò che è artigianale e in primis genuino.

La pasta alla spirulina è quindi sia un simbolo dell’italianità nel mondo, che può essere assaporata anche nel nostro paese con salse e condimenti realizzati con prodotti d’eccezione, ma è anche un elemento che aiuta il vostro organismo grazie agli aminoacidi essenziali contenuti nelle alghe azzurre.

La lavorazione di questo prodotto è completamente naturale, perciò oltre ai classici ingredienti non troverete sostanze chimiche che servono a migliorare il gusto o ad allungare la conservazione.

Il costo è tuttavia un po’ alto, se si considera che nella confezione ci sono solo 250 g di penne rigate alla spirulina.

 

Pro

Ecosostenibile: La confezione targata BertoliniFarm è completamente naturale e biodegradabile. Anche i processi di produzione tengono conto delle misure in campo sostenibile, per quanto riguarda l’utilizzo dell’acqua nelle varie fasi di trafilatura e realizzazione.

Qualità della pasta: Trafilata in bronzo e dal gusto fresco, questa pasta è apprezzata in particolare per la buona qualità e capacità di assorbire e trattenere i condimenti ai quali viene abbinata, offrendo anche tutti i vantaggi della spirulina.

Solo due ingredienti: Senza prodotti chimici e naturali aggiunti, oltre al grano, l’acqua e la spirulina. Questi sono gli unici ingredienti che compongono la pasta BertoliniFarm, perciò è adatta anche per i vegani e i vegetariani.

 

Contro

Rapporto quantità/prezzo: In una confezione ci sono solo 250 g di pasta, perciò il prezzo non è particolarmente basso.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

8. Bioearth International 51124 Spiruviva 540 Compresse

 

La spirulina aiuta l’organismo per diverse ragioni, perciò assumere degli integratori può darvi una marcia in più se seguite una dieta regolare o se avete bisogno di ottenere alcuni principi nutritivi fondamentali.

Ma se tra i problemi che vi impediscono di acquistare una confezione di capsule, con alla base questa microalga azzurra, c’è la poca durata di ogni prodotto, con questo articolo Bioearth non avrete problemi.

In un barattolo ci sono infatti più di 500 pastiglie, perciò optando per questa soluzione avrete a disposizione una scorta che durerà anche per più di un anno. Il costo è chiaramente proporzionato, infatti non si tratta di uno dei più bassi che si possono trovare sul mercato, ma la convenienza è invece uno dei punti di forza di questa proposta.

Si tratta di una soluzione 100% naturale, perciò se non amate il gusto e l’odore spiccato delle alghe potreste non apprezzare di assumere questi integratori.

 

Pro

Durata e quantità: Si tratta di un prodotto pensato per durare a lungo, infatti nella confezione ci sono più di 500 capsule che bastano per più di sei mesi, calcolando un’assunzione giornaliera raccomandata di una pastiglia.

100% naturale: Oltre la spirulina, tra gli ingredienti ed eccipienti di questi integratori non ci sono altre sostanze, perciò sono completamente realizzati con alghe azzurre naturali.

Conveniente: Facendo una comparazione con la media di mercato, questo prodotto è uno dei più vantaggiosi in termini di rapporto qualità/prezzo.

 

Contro

Odore e gusto: Trattandosi di un prodotto vegetale, anche l’odore e il gusto naturali rimangono inalterati. Chi desidera soluzioni meno pungenti, invece, può dare un’occhiata alle altre proposte.

Acquista su Amazon.it (€36)

 

 

 

Guida per comprare un integratore di spirulina

 

Scegliere il migliore integratore di spirulina tra quelli venduti su Internet non è semplice, a maggior ragione se non avete mai utilizzato un prodotto del genere. Quindi, se siete curiosi di scoprire quali sono le caratteristiche da ricercare, per acquistare la soluzione ideale per voi, seguiteci nei prossimi paragrafi! 

L’obiettivo che si ha in mente

Come per qualsiasi altro nuovo acquisto, avere chiaro il motivo per cui si sceglie un prodotto è essenzialmente il primo passo da compiere, per evitare spese inutili e quindi lo spreco di soldi.

Poiché la spirulina fa parte di una tipologia di alghe i cui componenti sono efficienti per molte categorie di persone, è meglio valutare le singole necessità, magari consultando il parere del proprio medico curante.

Per esempio, per chi ha una vita frenetica e per gli sportivi, questo integratore può essere di aiuto come antiossidante (quindi contro lo stress fisico e psichico), ma anche come elemento ricco di vitamine e sali minerali, entrambi indispensabili per sostenere la produzione energetica.

Ma grazie alle sue qualità, l’utilizzo è consigliato anche se soffrite di acne, oppure a chi è diabetico, anemico o ha semplicemente il colesterolo alto. Insomma, l’azione benefica della spirulina può interessare un gran numero di individui, l’importante è essere sicuri di ciò di cui si ha davvero bisogno.

 

Come viene prodotta

Siete ancora incerti su quali integratori di spirulina comprare? Allora ecco un altro suggerimento di questa guida, che può tornarvi utile in ogni occasione di acquisto, che sia online oppure in negozio.

Questa tipologia di pianta acquatica è stata scoperta in tempi remoti, tanto da essere utilizzata persino dai Romani come fonte di sostentamento delle loro truppe, situate nelle colonie africane.

Il suo habitat è infatti l’acqua salmastra e privilegia il clima tropicale e subtropicale, avvalendosi di un pH alcalino che, tra le altre cose, facilita anche il passaggio della luce solare.

Nonostante questo, oggi la spirulina è prodotta persino in Toscana, purché l’azienda produttrice mantenga alti gli standard della filiera alimentare, garantendo quindi anche basse concentrazioni di sostanze nocive causate dall’inquinamento.

Per questo motivo, prima dell’acquisto, bisogna fare attenzione alla regione dove viene coltivata, spesso e volentieri scritta sulla scheda prodotto o sull’etichetta, e quindi accertarvi che non sia a rischio.

 

L’importanza dell’etichetta

Ma per capire come scegliere un buon integratore di spirulina, non si può prescindere dall’analisi dei valori nutrizionali riportati sull’etichetta del barattolo delle capsule.

In linea generale, un buon prodotto deve contenere tutti i principi nutritivi quali proteine, fibre, minerali, vitamine e grassi, ma questo non basta, perché devono essere bilanciate nelle giuste concentrazioni.

A tal proposito, su 100 g di spirulina, deve esserci almeno il 50/60 % di amminoacidi, 50 mg di ferro e il 3% di lipidi: questa dosi sono quelle raccomandate da medici e nutrizionisti. Se sul retro della confezione, che avete scelto tra le diverse offerte, c’è indicato anche il magnesio oppure altri elementi simili, la percentuale di pianta acquatica contenuta in quel prodotto è dimezzata.

Il nostro suggerimento è quindi quello di optare per un prodotto puro, che non presenta questo tipo di micronutrienti e che perciò vi offre il massimo dell’efficienza naturale.

Ecco il motivo per cui è necessario assicurarsi che la soluzione individuata sia altrettanto valida poiché certificata con il logo di produzione biologica dell’Unione Europea, che è raffigurato da un quadrato verde con il disegno di una foglia bianca al suo interno.

 

La qualità della confezione e il formato

Affinché scegliate la soluzione migliore tra i prodotti venduti online, è altresì importante sottolineare il ruolo fondamentale che ricopre la scelta del formato degli integratori e del barattolo che li contiene.

In commercio potete trovare principalmente due versioni: quella sotto forma di polvere e quella racchiusa in piccole capsule, che solitamente sono realizzate con materiali naturali.

Chi è indeciso su quale scegliere perché non è a conoscenza di quali siano le differenze più importanti tra le due tipologie, può aggiungere alla propria analisi e comparazione la tempistica di efficienza.

Le capsule sono infatti indicate se cercate un integratore di spirulina pratico e veloce, perché a differenza di quelle finemente sminuzzate, non devono essere diluite e quindi non si allunga il tempo di azione.

Poi, altrettanto importante è la chiusura della confezione, che deve essere resistente e capace di evitare il passaggio dell’aria, che altrimenti causerebbe l’ossidazione delle alghe.

Il rapporto qualità/prezzo

Per concludere questa nostra guida, pensata per aiutare soprattutto chi non sa come e dove acquistare dei buoni integratori di spirulina, abbiamo uno dei fattori più importanti secondo alcuni consumatori: il rapporto qualità/prezzo.

Valutare la convenienza di un prodotto piuttosto che di un altro è molto difficile, perché nell’analisi entrano in gioco diversi fattori che possono contribuire nella scelta ma, in ogni caso, è innanzitutto importante fare attenzione anche al colore.

Quest’ultimo, sia nel caso delle capsule e sia quando si tratta di polvere, deve essere verde scuro, altrimenti è sinonimo di un prodotto non completamente puro, ma che anzi contiene altre sostanze (additivi o altri micronutrienti) che causano macchie più bianche.

Solo dopo questa attenta analisi potrete considerare più o meno conveniente un determinato articolo in base al suo costo, e quindi sarete sicuri di aver fatto un acquisto ponderato, valido dal punto di vista economico e per la vostra salute.

 

 

 

Domande frequenti

 

Dove si trovano gli integratori di spirulina?

Chi non ha mai utilizzato le alghe come integratore di principi nutritivi nella propria dieta, non sa dove dove si trova la spirulina e quindi quali sono i formati e le indicazioni sull’utilizzo. Ma per rispondere alla domanda, possiamo dirvi che solitamente è reperibile nei negozi che vendono prodotti sostenibili e naturali, oppure nelle erboristeria ma anche online.

I costi possono variare a seconda di diversi fattori, tra cui la quantità di prodotto incluso nella confezione, il grado di lavorazione della spirulina, la qualità della produzione effettuata dall’azienda, senza dimenticarci l’eventuale presenza di altri ingredienti.

 

Quanti integratori di spirulina assumere al giorno?

Non sempre è semplice sapere come e quando assumere la spirulina in una dieta, perché a seconda dei casi, è necessario utilizzare qualche capsula in più o in meno rispetto quelle consigliate sulla confezione.

In linea generale, è bene chiedere conferma al proprio medico, soprattutto nel caso in cui soffriate di allergie o intolleranze, altrimenti alcuni erboristi consigliano una dose di 3 g al giorno.

Questo è il quantitativo utile per iniziare a godere appieno del giovamento che apporta la spirulina all’organismo, ma ricordate che è sempre meglio accompagnarla a una dieta equilibrata, altrimenti non sortirà alcun effetto.

 

Quali sono le controindicazioni della spirulina?

Secondo le indicazioni degli esperti, in assenza di patologie principali che potrebbero entrare in contrasto con le qualità degli integratori di questo tipo, assumere queste alghe azzurre quotidianamente non comporta effetti collaterali.

Certo, bisogna comunque essere misurati nella scelta dei prodotti e delle quantità da utilizzare, soprattutto se non si conosce bene cosa sia la spirulina. Chi invece soffre di disfunzioni tiroidee o è immunodepresso, deve valutare ogni rischio con il proprio medico, perché, come dice un famoso proverbio, è sempre meglio prevenire che curare.

Altrettanto importante evitare il sovradosaggio, poiché comporterebbe la comparsa di sintomi come stitichezza, febbre e nausea.

 

Che cos’è la spirulina?

Chi non sa a cosa serve la spirulina può darsi che non conosca neppure di cosa si tratti: è necessario prima di tutto fare riferimento all’acqua dolce. Proprio in questo ambiente cresce una specie di alghe azzurre, ricche di sostanze salutari e principi attivi, che aiutano l’organismo in diverse funzioni.

Inoltre da secoli integrano nel corpo elementi come aminoacidi essenziali e così via. La spirulina è perciò una pianta acquatica, oggi non più considerata selvaggia, perché le aziende produttrici hanno ormai organizzato e standardizzato procedimenti e metodi di coltivazione.

 

A cosa serve la spirulina?

Polvere, capsule, fiocchi: questi sono solo alcuni dei formati in cui è possibile trovare questa tipologia di pianta acquatica che, chi non sa dove acquistare la spirulina, non ha mai visto sugli scaffali dei supermercati.

Come forse già saprete, si tratta di un alimento che, grazie alle proprietà benefiche sorprendenti, è un toccasana naturale per il corpo, visto anche il quantitativo di sali minerali, vitamine, proteine essenziali e omega 3 che contiene nella sua composizione.

Inoltre, può essere utile anche per gli sportivi, perché aumenta l’energia migliorando le performance.

 

 

 

Come utilizzare gli integratori di spirulina

 

Sono oltre 100 i principi nutritivi essenziali e fondamentali per il giusto funzionamento dell’organismo contenuti nelle alghe azzurre. Per questo motivo assumere degli integratori può essere una buona mossa: a maggior ragione se seguite un regime alimentare particolare e se fate attività fisica. 

Nei prossimi paragrafi vogliamo darvi qualche consiglio utile che vi aiuti a capire come e quando assumere la spirulina.

Il pane alla spirulina

Molte persone, quando sentono i suoi effetti positivi, si chiedono subito dove comprare la spirulina, credendo di poterla trovare solo sotto forma di capsule: questa informazione non è corretta, perché come potete vedere, anche solo da una breve ricerca nei negozi sostenibili e naturali della vostra città, esistono le polveri e la pasta.

Vogliamo perciò consigliarvi qualche ricetta che può incuriosire e lasciare di stucco i vostri amici e invitati a cena, perché unisce il gusto naturale della spirulina con quello particolare e ricercato dei condimenti.

Per esempio, potreste preparare del pane alle alghe, realizzabile semplicemente unendo 1 kg di farina a un cucchiaio di integratore sotto forma di polvere, quindi mescolare aggiungendo 10 g di olio extra vergine d’oliva e un pizzico di sale, oltre che il lievito.

In questa maniera, senza cuocere per tempi troppo lunghi la spirulina, siete certi di beneficiare degli elementi nutritivi che fornisce, gustando anche delle facili tartine con formaggio spalmabile, salmone ed erba cipollina.

 

Evitare gli eccessi

Ogni anno cresce sempre di più la consapevolezza dell’importanza di vivere una vita più sana, senza privarsi di cibi più o meno grassi, piuttosto equilibrando i pasti senza eccedere in entrambi i casi.

Ecco che entra in gioco anche l’utilizzo degli integratori, ma per rispondere alla domanda: “A cosa serve la spirulina?” dobbiamo innanzitutto specificare i suoi pregi e i suoi difetti. Si tratta, come forse già sapete, di una microalga azzurra dalle proprietà benefiche eccezionali, poiché fornisce l’organismo di vitamine e proteine importanti per il corretto svolgimento delle attività metaboliche.

Chi si chiede dove si trovi la spirulina, può dare un’occhiata, anche su Internet, ai principali luoghi di coltivazione e di produzione degli integratori. Veniamo al dunque: per condurre una vita equilibrata, assumendo questi prodotti naturali, vi suggeriamo di prendere solo una compressa al giorno e fuori pasto.

In questo modo eviterete tutte le controindicazioni come il mal di testa e altri problemi intestinali.

Conservare gli integratori di spirulina correttamente

Se siete giunti fin qui allora saprete già cos’è la spirulina, ma un’ultima cosa su cui vogliamo soffermarci è l’importanza di conservare gli integratori in modo corretto, per evitare il deterioramento dei principi nutritivi.

Questi sono una parte integrante di diversi regimi alimentari, infatti molte persone li usano per compensare delle carenze, che altrimenti non potrebbero essere colmate dagli alimenti che si trovano in commercio.

Innanzitutto, abbandonate l’idea di conservarli nel frigorifero, perché più sono lontani da fonti di umidità e più mantengono la conservazione e la loro efficacia su diverse parti dell’organismo, inclusa la tiroide.

Cercate quindi una dispensa asciutta e lontana da altri punti più caldi della casa, quindi in un’altra stanza, purché non sia la cucina. Potreste infine optare anche di spostare gli integratori di spirulina in una confezione opaca, che li protegga dai raggi solari, affinché mantengano intatta la superficie della capsula che contiene la polvere.

 

 

Categories
Semi

Gli 8 migliori semi di chia del 2021

 

Semi di chia – Guida agli acquisti, Opinioni e Confronti

 

I semi di chia hanno una storia molto antica che risale al tempo degli Aztechi, una popolazione che abitava il centro e il Sud America. Furono loro a pensare al nome, che in questa lingua antica significa “forza”: infatti, da millenni i semi di chia rappresentano una fonte di nutrimento essenziale, grazie alle preziose sostanze nutritive di cui sono ricchi. Se siete alla ricerca di questo alimento antico, siete arrivati nel posto giusto: questa guida vi aiuterà a scegliere quelli più adatti alle vostre esigenze. Ecco una piccola anticipazione delle nostre proposte, se non avete tempo da dedicare all’intero articolo. Al primo posto abbiamo scelto Sevenhills Wholefoods Semi Di Chia Crudo Bio 1kg, lavorati a basse temperature per mantenere tutti i loro preziosi nutrienti. Al secondo posto della nostra classifica trovate i Naturacereal Semi di Chia Elevato Contenuto Fibre e Proteine, a un ottimo rapporto qualità/prezzo.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori semi di chia – Classifica 2021

 

Se siete alla ricerca dei migliori semi di chia, siamo andati alla ricerca di alcune proposte molto interessanti. Da qualche tempo a questa parte, l’alimento è infatti entrato a far parte anche della dieta occidentale grazie ai suoi numerosi benefici. 

Qui sotto trovate la descrizione dei prodotti che abbiamo scelto, che ci auguriamo vi possano essere d’aiuto per identificare quello più adatto alle nostre esigenze.

Ecco alcuni tra i migliori semi di chia del 2021 attualmente in commercio. 

 

 

1. Sevenhills Wholefoods Semi Di Chia Crudo Bio 1kg

 

Se siete alla ricerca dei semi di chia perché avete scoperto i loro incredibili benefici e amate i prodotti biologici, vi consigliamo di tenere in considerazione questa proposta. Prodotti in Sud America da agricoltori locali, sono privi di sostanze chimiche e sono naturali al 100%. 

Il marchio è ben conosciuto per le sue opere di beneficenza e per l’impegno in progetti sociali nei paesi in via di sviluppo. La confezione contiene ben 1 kg di semi di chia lavorati a crudo, per non disperdere le loro preziose proprietà nutritive. Il comodo sacchetto salvafreschezza permette di conservarli al meglio, ma fate attenzione a richiuderlo con cura.

I semi di chia sono un alimento versatile, da consumare crudi oppure all’interno di liquidi. Se non potete mangiare le uova, si possono usare nelle ricette come sostituti. Sono certificati UK Soil Association e registrati alla Vegan Society.

Infine, anche grazie al loro rapporto qualità/prezzo vantaggioso sono tra i più venduti online. 

 

Pro

Marchio: Questi semi sono prodotti dal brand Sevenhills Wholefoods e coltivati in Sud America per supportare gli agricoltori locali. Inoltre, è un’azienda impegnata in progetti di beneficenza, che svolge progetti sociali nei paesi in via di sviluppo. 

Biologici: Si tratta di un prodotto naturale al 100%, privo di additivi, riempitivi e di leganti. Certificato UK Soil Association, è inoltre registrato dalla Vegan Society.  

Versatili: Si possono consumare sia crudi sia all’interno di liquidi. Sono inoltre un ottimo sostituto delle uova, se amate realizzare i prodotti da forno con questi ingredienti. 

 

Contro 

Chiusura: Il sacchetto salvafreschezza deve essere richiuso con attenzione per evitare che i semi possano perdere le loro proprietà. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Naturacereal Semi di Chia Elevato Contenuto Fibre e Proteine

 

Tra i semi di chia più venduti sul mercato abbiamo trovato questo prodotto, che ci ha colpito per il suo ottimo rapporto qualità/prezzo. La confezione salvafreschezza permette di conservarli al meglio, in modo da evitare che possano perdere i loro preziosi nutrienti. 

Sono un concentrato di nutrimento, privi di glutine e vegani. Famosi per il loro basso contenuto di carboidrati e calorie, sono un alimento ideale per chi pratica diete per il dimagrimento e per chi necessita di regolare gli zuccheri nel sangue; proprio per questo sono adatti ai diabetici e a coloro che desiderano sostituire le uova nella preparazione dei dolci. 

La pratica confezione da 1 kg richiudibile permette di conservarli al meglio per non disperdere i loro nutrienti. 

Per sapere dove acquistare questi semi online a un costo vantaggioso, cliccate sul link che segue la nostra descrizione. 

 

Pro

Costo: Un prodotto che spicca per il suo ottimo rapporto qualità/prezzo. La confezione contiene infatti 1 kg di semi di chia a un costo accessibile a tutti. 

Valori nutrizionali: Questo alimento è ricco di fibre e di Omega 3, povero di carboidrati, ed è ideale per i soggetti diabetici, grazie alla sua azione regolatrice degli zuccheri nel sangue. 

Versatili: I semi possono essere consumati crudi oppure all’interno di liquidi. Sono insapore e non rischiano di alterare il gusto di altri alimenti. 

 

Contro 

Non bio: Sulla confezione non viene riportata la sigla biologica. Non si tratta quindi di un prodotto bio e per questo non è adatto a chi fa attenzione al tipo di coltivazione.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Naturime Semi di Chia Bio Salvia hispanica 1 kg

 

Facendo una comparazione tra i vari semi di chia in commercio, non potevamo non includere questi semi di chia, caratterizzati da un elevato apporto nutrizionale. Sono la soluzione ideale per chi desidera un alimento ricco di sostanze benefiche per l’organismo, perfetto per regolarizzare gli zuccheri nel sangue e per fornire un elevato apporto di fibre. 

Grazie al loro basso contenuto calorico, sono perfetti per coloro che seguono diete con pochi carboidrati. Si consiglia però di non superare la dose giornaliera suggerita per evitare un eccessivo transito intestinale: queste solo le uniche controindicazioni.

Questi semi di chia sono biologici, ma non provengono da un’agricoltura europea, e per qualcuno il dettaglio potrebbe rappresentare un punto a sfavore. Da consumare crudi oppure all’interno di liquidi, vengono venduti all’interno di una confezione salvafreschezza, che li mantiene intatti e pronti da consumare all’occorrenza.

 

Pro

Rapporto qualità/prezzo: Un prodotto economico e di qualità che spicca per il costo vantaggioso. Si tratta infatti di 1 kg di semi di chia biologici che garantiscono un utilizzo duraturo.

Versatili: Si possono mangiare crudi oppure all’interno di liquidi, nei quali aumentano del triplo il loro volume. 

Per dimagrire: Grazie al loro basso contenuto di carboidrati, sono la scelta ideale per chi sta svolgendo una dieta. 

 

Contro 

Bio non UE: Sulla confezione è riportato che i semi sono biologici ma non provengono da agricoltura europea. Non sono quindi ideali per coloro che preferiscono prodotti dei quali è possibile tracciare la provenienza. 

Acquista su Amazon.it (€11.53)

 

 

 

4. MySuperfoods Semi Biologici di Chia 1Kg Certificato Biologico

 

Se state pensando di provare per la prima volta i semi di chia, vi consigliamo di dare un’occhiata a questa proposta, che tra le nostre offerte spicca per la sua qualità. Sono semi insapore che derivano dalla Salvia Hispanica, una pianta che ha origine nel centro e nel Sud America. 

Infatti, è proprio la Bolivia il paese di provenienza di questi semi, che benché non siano un prodotto UE, risultano di elevata qualità. I semi vengono raccolti a mano e lavorati crudi per preservare al meglio le loro caratteristiche nutrizionali. 

Sono biologici e quindi privi di additivi o leganti, ma completamente naturali. Sono inoltre facilissimi da mangiare perché, essendo molto piccoli e insapore, si possono aggiungere a una varietà di preparazioni. I semi di chia sono adatti a chi segue una dieta vegana e vegetariana, ma anche a coloro che necessitano di alimenti privi di glutine. 

I pareri di chi ha scelto il marchio, infine, sottolineano il suo ottimo rapporto qualità/prezzo. 

 

Pro

Versatili: I semi di chia sono molto piccoli ma ricchi di sostanze nutritive. Si possono aggiungere a moltissime preparazioni, dai budini ai pudding, agli yogurt e nei dessert. 

Bomba energetica: Un altro grande vantaggio di questi semi consiste nel loro elevato apporto nutrizionale. Sono infatti ricchi di fibre, vitamine, sali minerali e Omega 3. 

Vegani: Questi semi sono adatti a chi segue una dieta vegana e vegetariana. Allo stesso modo, essendo privi di glutine sono ideali per chi è intollerante o celiaco. 

 

Contro 

Bio non UE: L’unico punto debole è la provenienza dei semi, che vengono coltivati in Bolivia e raccolti a mano. Non sono quindi un prodotto che proviene da agricoltura biologica. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. Nutri Superfoods Semi di Chia Biologici Prodotto Vegano 500g

 

Se siete alla ricerca di semi di chia di alta qualità a un costo vantaggioso, questo prodotto è da valutare con attenzione; non a caso lo abbiamo incluso nella nostra classifica. Una confezione da 1 kg di semi biologici, privi di lattosio, glutine, soia e lievito. 

Grazie al loro alto contenuto di fibre, svolgono un’azione regolatrice dell’intestino e sono adatti anche ai diabetici, grazie al loro funzione di riequilibrare gli zuccheri nel sangue. Possono essere consumati crudi oppure all’interno di liquidi: basta metterli in ammollo per vedere triplicare il loro volume. 

Sono inoltre una fonte di energia sorprendente nonostante siano molto piccoli, ricchi di vitamine e proteine, con un bassissimo contenuto calorico. Migliorano l’energia e inoltre svolgono un’azione antiossidante. Sono biologici ma non provengono da una coltivazione europea, come la maggioranza sul mercato. 

Se volete acquistare questo nuovo prodotto online al miglior prezzo, cliccate sul link che trovate sotto la nostra descrizione.

 

Pro

Qualità: Sono un alimento che proviene dal Sud America, facile da usare e che si può combinare a tanti alimenti diversi, per garantire un apporto nutrizionale completo, da introdurre nella propria dieta. 

Fonte di energia: Questi piccoli semi sono famosi per il loro elevato contenuto energetico. Ricchi di vitamine antiossidanti e di fibre, svolgono la funzione di regolatori degli zuccheri nel sangue e sono ideali per combattere la stitichezza. 

Versatilità: Un prodotto biologico, adatto ai vegani e ai vegetariani, ma anche a chi è intollerante al glutine e al lattosio. Non è OGM e può essere consumato da chi cerca alimenti Kosher. 

 

Contro 

Bio non UE: Come la maggioranza dei semi di chia bio sul mercato, anche questi non provengono da una coltivazione europea, ma vengono prodotti dove crescono naturalmente, in Sud America. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

6. MeaVita Semi di Chia 1kg Qualità Senza Pari 

 

Quella di MeaVita è una confezione da 1 kg di semi di chia puri al 100%, privi di coloranti e leganti: la soluzione ideale per chi desidera sperimentare il loro apporto energetico, che li ha resi famosi nella dieta occidentale. 

Possono essere consumati crudi, oppure aggiunti ai liquidi per realizzare deliziosi dessert, come il budino, e per creare bevande personalizzate. Il loro punto debole è che non sono prodotti biologici, infatti non compare questo tipo di certificazione sulla confezione. Detto ciò, sono però adatti a vegani e vegetariani, e lo stesso vale per chi è intollerante al glutine e al lattosio.

La confezione è richiudibile e salvafreschezza, in modo tale da assicurare una conservazione migliore, che lascia intatte le sostanze nutritive contenute in questi semi piccolissimi. Sono una fonte di fibre e proteine, e inoltre, contengono un elevato apporto di omega 3 e 6 di acidi grassi e di vitamine antiossidanti. 

 

Pro

Qualità/prezzo: Una confezione da 1 kg di semi di chia naturali e privi di sostanze leganti e coloranti, adatta a chi segue una dieta vegana, vegetariana e anche gli intolleranti al glutine e al lattosio. 

Versatili: La particolarità dei semi di chia consiste nell’essere insapore e quindi si possono aggiungere a qualsiasi alimento. Dai dessert ai primi piatti, si adattano a qualsiasi ricetta. 

Nutrienti: Il punto forte dei semi di chia consiste nel loro elevato apporto nutrizionale, grazie a tutte le sostanze benefiche di cui sono ricchi. Fibre, vitamine, omega 3 e 6, e un basso contenuto di carboidrati. 

 

Contro 

Non bio: La confezione non riporta la sigla della coltivazione biologica. Benché quindi siano naturali, non sono certificati bio. 

Acquista su Amazon.it (€8.45)

 

 

 

7. Mituso Semi di Chia 2kg Qualità Senza Pari 

 

Un pacchetto salvafreschezza che al suo interno contiene ben 2 kg di semi di chia puri al 100%, la scelta ideale per chi desidera introdurre nella propria dieta questo alimento ricco di nutrimento. Sono piccolissimi e una vera bomba di energia, contengono fibre e sali minerali, acidi grassi essenziali come gli omega 3 e 6. 

Sono ideali per chi necessita di migliorare il transito intestinale, sono adatti ai diabetici e a chi segue una dieta povera di carboidrati. Si tratta inoltre di un prodotto vegano e vegetariano, senza glutine e senza lattosio. Un altro vantaggio di questi semi è che non hanno sapore, e si possono aggiungere a qualsiasi preparazione. 

Considerando i 2 kg inclusi nella confezione, questo è il prodotto più economico all’interno della nostra classifica. 

Per acquistarlo online cliccate sul link che segue la nostra descrizione. 

 

Pro

Quantità/prezzo: Una confezione che contiene ben 2 kg di semi di chia a un costo molto competitivo. La scelta ideale per chi desidera fare una buona scorta di questo prezioso alimento. 

Nutrienti: Si tratta di un alimento ricco di proteine, sali minerali e fibre. Ideale per migliorare la vitalità e per chi ha problemi di tiroide. 

Utilizzo versatile: I semi di chia possono essere consumati crudi oppure in aggiunta ad alimenti liquidi. Data la loro caratteristica assenza di sapore, sono un ottimo complemento per ogni preparazione. 

 

Contro 

Non bio: Sono semi coltivati in Europa, ma non provengono da una coltivazione biologica. Questo è l’unico punto debole, almeno per chi presta attenzione al metodo di coltivazione. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

8. Benessence Semi di Chia 1000 g in Atmosfera Protettiva

 

I semi di chia sono conosciuti per il loro alto contenuto di nutrienti, tra cui vitamine, sali minerali e gli acidi grassi omega 3 e omega 6. Grazie al loro ottimale apporto di fibre, sono indicati per favorire un corretto transito intestinale, e inoltre per i soggetti che soffrono di diabete. 

Sono anche adatti anche a coloro che seguono diete a basso contenuto calorico, data la scarsa quantità di carboidrati presenti al loro interno. Questa confezione contiene ben 1 kg di semi di chia puri al 100% e confezionati in atmosfera protettiva. 

Il pacchetto non è salvafreschezza, quindi prestate attenzione a riporlo in un luogo fresco e asciutto, chiudendolo per bene. Non è nemmeno un prodotto biologico, ma è naturale e made in Italy e inoltre spicca per il suo costo vantaggioso. 

Per acquistarlo a prezzi bassi, cliccate sul link che trovate qui sotto, dopo la lista dei pregi e dei difetti. 

 

Pro

Utilizzo versatile: Questa confezione da 1 kg di semi di chia puri è ricca di nutrienti essenziali. Favoriscono numerosi funzioni del nostro organismo, contribuendo al benessere generale del corpo. 

Vegani: Il prodotto è ideale per chi segue una diete vegana e vegetariana, è completamente naturale e privo di sostanze di origine animale. 

Costo: Un prezzo molto interessante per questa confezione di semi di chia puri al 100%, prodotti in Italia e confezionati in atmosfera protettiva, per garantire la preservazione dei loro nutrienti. 

 

Contro 

Glutine: Il prodotto può contenere tracce di soia, frutta a guscio e glutine. Inoltre, non è certificato biologico e la confezione non è salvafreschezza. 

Acquista su Amazon.it (€13.9)

 

 

 

Guida per comprare i semi di chia 

 

Sono sempre di più le persone che danno importanza alla salute e a un corretto apporto nutrizionale. Ci sono moltissimi alimenti non autoctoni che sono stati inseriti nella nostra dieta occidentale: tra questi spiccano sicuramente i semi di chia, piccolissimi ma un vero portento in quanto a nutrimento per il nostro organismo. 

Da poco tempo a questa parte, il mercato online offre tantissima scelta e non è facile identificare quali semi di chia comprare. Sembrano tutti uguali, ma non lo sono, in quanto la coltivazione potrebbe essere biologica oppure no, i semi essere prodotti in diverse zone del centro e del Sud America, ma non solo.

Per aiutarvi a fare la scelta giusta, qui sotto trovate una piccola guida che ci auguriamo vi possa aiutare a capire come scegliere dei buoni semi di chia.

 

Da cosa provengono i semi di chia 

I semi di chia derivano dalla Salvia Hispanica, una pianta dal fusto verde che cresce spontaneamente nel centro e nel Sud America. L’altezza massima che può raggiungere è di 1 m, le sue foglie sono disposte a coppie e caratterizzate da una forma a cuore e dal margine seghettato. 

La Salvia Hispanica produce infiorescenze bianche o viola delle quali, quando maturano, si possono raccogliere i semi, la parte più piccola ma che nasconde una grande quantità di nutrimento.

I semi di chia hanno un colore misto, che attraversa le gradazioni del nero, grigio e bianco: quando non sono ancora ben maturi, hanno infatti una tonalità che tende al marrone. Vengono lavorati crudi per mantenere intatte le loro preziose sostanze nutritive e non hanno un vero e proprio sapore: per questa ragione si possono aggiungere a numerose preparazioni. 

 

Come scegliere i semi di chia

Come abbiamo anticipato nella nostra introduzione, la grande diffusione dei semi di chia degli ultimi anni ha contribuito alla distribuzione di massa di questo alimento: purtroppo in questi casi a farne le spese è la qualità del prodotto.

È quindi indispensabile riconoscere i semi di qualità e puntare al meglio, per garantire il massimo apporto nutrizionale e tutti i vantaggi dell’introduzione di questo prodotto nella nostra dieta.

Per prima cosa è necessario fare attenzione al colore dei semi, che per essere i migliori devono essere scuri, di una tonalità tendente al grigio-nero. Quindi, se vi sembrano marroni, non sono di prima qualità perché non abbastanza maturi. 

Il colore non è l’unico elemento per valutare la qualità dei semi di chia: anche eventuali residui di impurità, all’interno della confezione, rappresentano un’avvertenza ed è meglio non acquistarli. Un’altra caratteristica da valutare con attenzione è il luogo dove vengono coltivati.

Anche se la maggioranza proviene dal centro e dal Sud America, vale sempre la pena puntare su prodotti biologici e privi di OGM.

 

Le caratteristiche uniche

I semi di chia sono una fonte importante di vitamine essenziali, tra cui il gruppo B, la niacina e la tiamina, la provitamina A e la C. Sono inoltre un vero concentrato di antiossidanti e vengono utilizzati dagli atleti come potenti rigeneratori muscolari. Svolgono una potente azione anti age e sono indicati per contrastare i disturbi e le malattie legate all’invecchiamento. 

I semi di chia sono apprezzati anche per il loro elevato contenuto di acidi grassi omega 3, omega 6 e omega 9. Allo stesso modo sono ricchi di sali minerali, tra cui il fosforo, il potassio e il selenio; non mancano neppure il ferro e lo zinco. I semi di chia sono inoltre ricchi di proteine e hanno un bassissimo contenuto di carboidrati. 

Infine, contengono una quantità elevatissima di fibre, circa 34 g su 100 g, che aiutano a favorire un corretto transito intestinale. Sono inoltre indicati a chi soffre di disturbi legati all’ipertiroidismo e all’ipotiroidismo. 

Utili in gravidanza 

Ci sono moltissimi alimenti che è meglio evitare durante il delicato periodo della gestazione, ma questo non riguarda i semi di chia, che al contrario vengono raccomandati grazie al loro elevato contenuto di acido folico, un coenzima che aiuta un corretto sviluppo del tubo neurale, favorendo uno sviluppo del sistema nervoso del futuro bebè. 

L’acido folico può essere introdotto attraverso gli alimenti che assumiamo, perché il nostro organismo non è in grado di riprodurlo in maniera autonoma. 

 

 

 

Domande frequenti

 

Cosa sono i semi di chia?

I semi di chia derivano dalla Salvia Hispanica, una pianta originaria del centro e del Sud America, caratterizzata da un fusto non legnoso e da rametti verdi, dai quali nascono le foglie cuoriformi. I semi sono racchiusi all’interno delle infiorescenze che possono essere viola oppure bianche, ed è necessario attendere che maturino prima di raccoglierli. 

In lingua azteca chia significa “forza” e infatti questi semi sono stati la base alimentare di queste popolazioni per millenni: ancora oggi sono parte integrante della dieta in centro e Sud America. Sono stati introdotti in Europa solo nel 2009, ma grazie alle numerose sostanze nutritive che contengono hanno sin da subito riscosso un grandissimo successo nelle vendite.

 

A cosa servono i semi di chia?

I semi di chia sono ricchi di sostanze benefiche per il nostro organismo, se vengono introdotte nelle giuste quantità all’interno della nostra dieta. Sono un concentrato vitaminico e di fibre, sono inoltre ricche di sali minerali e di acidi grassi essenziali.

Grazie al loro elevato apporto di fibre consentono di favorire un corretto transito intestinale; inoltre, se vengono lasciati un acqua per una notte, si trasformano in un gel che diventa un vero depurativo per l’intestino. 

Sono inoltre indicati per chi desidera effettuare una cura dimagrante, perché aiutano tenere sotto controllo il peso e svolgono un’azione regolatrice degli zuccheri nel sangue. Sono piccolissimi e si possono aggiungere a qualsiasi alimento, inoltre sono quasi del tutto insapore e non rischiano di modificare il gusto delle pietanze. 

C’è anche chi li utilizza al posto delle uova nella preparazione dei dessert.

 

Dove si comprano i semi di chia?

I semi di chia si trovano nei negozi di alimenti, etnici, rivenditori specializzati in prodotti biologici e anche nelle erboristerie. Vengono messi in vendita da numerose aziende impegnate nel commercio equo solidale, e ovviamente sono disponibili nei negozi online.

Il loro costo è accessibile a tutte le tasche, ma considerando la grande diffusione di questi semi negli ultimi anni, è consigliabile puntare alla qualità, scegliendo prodotti naturali e privi di leganti e additivi. 

Ancora meglio se i semi provengono da agricoltura biologica certificata.

 

Ci sono controindicazioni?

I semi di chia hanno qualche controindicazione ed è quindi bene evitare di superare le dosi consigliate, ovvero 25 g al giorno. A causa dell’elevata capacità dei semi di assorbire acqua, potrebbero infatti causare gonfiore addominale e crampi. Allo stesso modo, sono sconsigliati per chi soffre di pressione bassa perché tendono a ridurla ulteriormente. 

Infine, il loro alto contenuto di acidi grassi ha uno svantaggio che riguarda le interazioni farmacologiche, soprattutto se si assumono fluidificanti e anticoagulanti. Inoltre, sono sconsigliati alle persone che hanno subito un intervento chirurgico nel tratto intestinale.

Per sapere se potete assumere questi semi, vi consigliamo di chiedere il parere del vostro medico. 

 

 

 

Come mangiare i semi di chia

 

I semi di chia sono un alimento versatile che si presta a numerose preparazioni in cucina, dalle insalate ai dessert, e persino nelle bevande calde o fredde. Sono moltissime le persone che li aggiungono all’interno di budini e nelle tisane. 

Sono un aggiunta sfiziosa, facile da mangiare perché molto piccoli e, se aggiunti ai liquidi, la loro consistenza si ammorbidisce. I semi di chia possono essere consumati in tanti modi diversi, è importante però non superare le dosi giornaliere consigliate di 25 g, al fine di evitare possibili controindicazioni.

Per garantire il massimo del beneficio dalle sostanze nutritive che contengono, è preferibile consumarli curdi, ma se desiderate potete aggiungerli anche ai liquidi. Ecco alcune idee su come usare al meglio questi semi miracolosi in cucina.

 

La farina e il gel di semi di chia

I semi di chia possono essere macinati a crudo, per realizzare una farina dalla consistenza molto sottile. Essendo senza glutine è ideale per chi è intollerante o celiaco. Può essere aggiunta a una serie di preparazioni, dolci e salate. Al pari di altre farine, può essere utilizzata anche per addensare creme e salse.

Un altro metodo per assumere i semi di chia consiste nel gel, che si forma quando vengono lasciati in acqua per una notte. Oltre a svolgere una funzione depurativa dell’intestino, viene utilizzato inoltre come legante al posto delle uova. 

 

I semi cotti o crudi 

I semi di chia crudi sono ideali per dare più nutrimento a budini, ai frullati di frutta, al latte di origine vegetale, come a quelli di mandorla o di riso, per esempio. I semi crudi vengono utilizzati per la preparazione di polpette vegane o dessert privi di lattosio, e anche per la colazione mattutina, se aggiunti a yogurt, o come supplemento nutritivo all’interno di formaggi freschi. 

I semi di chia cotti possono essere utilizzati come ingredienti all’interno dei primi e dei secondi piatti: c’è chi li aggiunge alle torte salate e chi ai risotti. Ricordate che, se li bagnate con l’acqua il loro volume tende a triplicare, mentre se li usate crudi questo aumento non avviene. 

Come si conservano i semi di chia 

I semi di chia devono essere conservati al riparo da fonti di calore, in un ambiente fresco e asciutto. Prestate attenzione alla confezione all’interno della quale sono contenuti i semi: se non è richiudibile consigliamo di inserirli all’interno di un barattolo di vetro. 

Controllate sempre la data di scadenza per evitare possibili controindicazioni: se state pensando di provarli per la prima volta, chiedete il parere del vostro medico che vi saprà indicare se sono adatti oppure no alle esigenze del vostro organismo. 

 

 

Categories
Omega

Gli 8 migliori integratori di omega 3 del 2021

 

Integratori di omega 3 – Guida agli acquisti, Opinioni e Confronti

 

Tra i grassi polinsaturi cosiddetti “buoni”, che si differenziano da altri tipicamente di origine animale, che invece causano un aumento del colesterolo nel sangue, esiste una sottocategoria di elementi definiti essenziali, poiché non siamo in grado di produrli in quantità sufficienti da soli. Qui troviamo anche gli omega 3, che possono essere assunti sia tramite una dieta salutare, sia tramite gli integratori venduti in commercio. In questa pagina abbiamo raccolto le soluzioni che riteniamo più interessanti, a partire da Pets Purest Integratore alimentare per animali 100% naturale, pensato soprattutto per i vostri amici a quattro zampe. Enerzona Enervit Integratore Alimentare Omega 3 RX è un articolo altrettanto valido, perché ad alta concentrazione e privo di gusto.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori integratori di omega 3 – Classifica 2021

 

Per aiutare l’organismo a svolgere le numerose funzioni, che ci permettono di vivere in piena salute, è fondamentale introdurre elementi essenziali. Più in basso abbiamo raccolto i migliori integratori di omega 3 del 2021, per aiutarvi a scegliere la soluzione più vantaggiosa in termini di costo e di qualità.

 

 

1. Pets Purest Integratore alimentare per animali 100% naturale

 

Tra gli integratori di omega 3 più venduti e apprezzati da chi ne fa un largo utilizzo, anche per i propri animali da compagnia, si trova questo prodotto Pets Purest, ideale per quanti cercano un formato liquido.

Somministrare micronutrienti come questi sotto forma di capsule può essere difficile, ma con questa soluzione non dovrete preoccuparvi, poiché vi basterà mescolare qualche goccia con il loro pasto.

Questo flacone di integratore di omega 3 per cani è abbastanza vantaggioso anche per il suo rapporto quantità/prezzo: per 500 ml la spesa non è tanto eccessiva. Si tratta di un articolo versatile, privo di sostanze chimiche ma ricco di olio di salmone e di EPA e DHA.

Per questa ragione aiuta a migliorare il sistema immunitario, la circolazione sanguigna e la lucentezza del pelo del vostro amico a quattro zampe. L’unico punto di debolezza è che l’odore e il sapore di pesce può risultare un po’ fastidioso ed è difficilmente mitigabile con altri alimenti.

 

Pro

Facile utilizzo: A differenza di molte integratori di omega 3 venduti online, questo prodotto pensato per gli animali è facile da somministrare. Il formato liquido vi permette di miscelare la dose corretta al cibo del vostro amico a quattro zampe senza difficoltà.

Versatile: Potrete utilizzare questo integratore sia con i cani e sia con gatti. Uno dei suoi punti di forza più evidenti è proprio la versatilità, che vi permette di evitare di spendere troppo, acquistando prodotti distinti.

Conveniente: In proporzione alla quantità di liquido contenuto nel flacone, il costo è piuttosto vantaggioso.

 

Contro 

Odore e sapore: Si tratta di un integratore puro e completamente naturale, perciò l’odore e sapore spiccato di pesce potrebbe infastidire il vostro animale da compagnia.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Enerzona Enervit Integratore Alimentare Omega 3 RX

 

Chi non sa quali integratori di omega 3 comprare, che contenga numerose compresse nella confezione e che quindi possa essere utilizzato a lungo, potrà trovare una buona soluzione in questo prodotto.

Oltre a favorire la produzione di energia nel corpo migliorando la circolazione sanguigna, questo integratore rafforza le difese immunitarie, agendo come antiossidante che evita la formazione di radicali liberi.

Grazie alla buona concentrazione di acidi grassi essenziali di origine animale, contenuti nelle 240 pasticche, e a una lavorazione chiamata distillazione molecolare, che ne mantiene inalterate le qualità, gli integratori Enervit offrono alte performance.

In ogni caso, bisogna conservarli seguendo i suggerimenti forniti dall’azienda, per evitare il rischio che l’omega 3 si rovini e quindi non conferisca nessun beneficio. Il prezzo è inoltre piuttosto elevato, infatti non si tratta del prodotto più economico della classifica, ma la buona qualità degli integratori e della confezione in alluminio lo rende una proposta valida.

 

Pro

Concentrazione: Ogni compressa vanta almeno 400 mg di EPA e 200 mg di DHA, perciò l’alta concentrazione di elementi nutritivi essenziali rende questo prodotto piuttosto vantaggioso.

Quantità: Se cercate una confezione di integratori ricca di capsule, allora questo prodotto farà al caso vostro, perché all’interno contiene 240 compresse.

 

Contro 

Prezzo: In relazione alla quantità e alla qualità di questi integratori, il costo di una sola confezione non è dei più bassi e convenienti che si possono trovare sul mercato.

Acquista su Amazon.it (€61.77)

 

 

 

3. NutriZing Omega 3-6-9 Olio di pesce Puro e Vitamina E

 

Questa confezione è ricca il giusto e con un adeguato rapporto qualità/prezzo, che soddisfa quanti sono alla ricerca di integratori di omega 3 e 6 piuttosto validi. Il grado di lavorazione degli alimenti, da cui vengono estratti i micronutrienti, è di alti livelli.

Vengono quindi mantenute integre le caratteristiche organolettiche e gli effetti positivi a livello biologico, garantendo l’assenza di metalli pesanti o di altre sostanze nocive per il corpo.  Tuttavia, in un solo barattolo sono incluse solamente 90 capsule softgel, ciò significa che, mantenendo la dosa giornaliera di una pastiglia, dopo tre mesi dovrete acquistarne un’altra confezione.

Tra le diverse offerte, questa rimane conveniente sia in termini di costo e sia per quanto riguarda la facilità di assunzione: basterà deglutire con un po’ di acqua per introdurre l’integratore nell’organismo.

Anche per quanto riguarda la conservazione non avrete problemi, poiché il tappo è progettato per mantenere protette le capsule interne, fornendo una chiusura adeguata.

 

Pro

Purezza: Il prodotto NutriZing è un trittico di principi nutritivi piuttosto conveniente, anche in virtù dell’assenza di metalli pesanti e altre sostanze che potrebbero essere nocive per l’organismo.

Convenienza: Il buon rapporto qualità/prezzo di questa confezione la rende vantaggiosa, soprattutto per chi non ha a disposizione un budget elevato e non può rinunciare all’assunzione di integratori di omega 3.

Conservazione: L’azienda produttrice ha pensato di realizzare un barattolo pratico da conservare, grazie a un tappo progettato per chiudere completamente la confezione ed evitare che le capsule entrino in contatto con l’aria, rovinandosi.

 

Contro 

Quantità: Sono 90 le capsule contenute in un solo barattolo, perciò dopo tre mesi di utilizzo giornalieri dovrete acquistare un’altra confezione.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Vegan Vitality Olio di Alghe Omega 3 100% Vegetali

 

Quanti sono alla ricerca di un buon integratore di omega 3 vegan, non possono lasciarsi sfuggire questa proposta ricca di acidi grassi essenziali, estratti completamente da vegetali. Ogni capsula contiene fino a 400 DHA, ovvero la quantità ideale per un adolescente e un adulto, poiché permette di arricchire l’organismo con principi attivi naturali puri, senza PCB, diossine o altre sostanze pericolose. 

I vantaggi principali legati a questo prodotto sono fondamentalmente due: in primo luogo non c’è nessun odore di pesce, perché gli omega 3 sono ottenuti mediante la lavorazione delle alghe.

In secondo luogo, acquistando questo articolo, avrete anche la certezza di un prodotto sostenibile, privo di olio di palma e che quindi strizza un occhio alla tutela ambientale. Tuttavia, se avete necessità di acquistare una confezione che duri a lungo, dovrete dare un’occhiata ad altri prodotti, perché all’interno del barattolo c’è la quantità di capsule ideale solo per due mesi.

 

Pro

Per tutti: La qualità e quantità di omega 3, contenuta in queste compresse, è ideale sia per un adulto e sia per un adolescente. Inoltre, grazie all’estrazione effettuata da vegetali, è un prodotto adatto anche a chi segue una dieta vegetariana e vegana.

Nessun odore: In virtù di un’estrazione degli omega 3 attraverso le alghe, questi integratori non hanno nessun retrogusto o sapore che potrebbe infastidire chi non apprezza le soluzioni dalle caratteristiche organolettiche più accentuate.

Sostenibile: La coltivazione di alghe da cui si estraggono gli acidi grassi essenziali aiuta a dimezzare l’utilizzo di acqua utilizzata negli allevamenti, strizzando un occhio alla tutela ambientale.

 

Contro 

Dosaggio: Nella confezione c’è un numero di pastiglie piuttosto ridotto, perciò se avete necessità di un dosaggio giornaliero elevato dovrete acquistare più di un barattolo.

Acquista su Amazon.it (€18.95)

 

 

 

5. Multicentrum My Omega 3 Tripla Azione 120 Mini Perle

 

Se siete giunti fin qui e ancora non sapete dove acquistare un integratore di omega 3 conveniente ed efficiente, allora dovreste dare una chance a questa soluzione targata Multicentrum.

Si tratta di pastiglie in formato gel, arricchite da un coenzima Q10, che migliora gli effetti positivi degli acidi grassi nell’organismo, aumentando le difese immunitarie e prevenendo problematiche legate alla vista.

In più, questo articolo unisce diversi pareri positivi, secondo tutti coloro i quali cercano una soluzione definitiva al classico retrogusto spiacevole di molti degli integratori presenti in commercio: questa è un’altra nota positiva che interessa quanti non amano odori e sapori forti.

Probabilmente il prezzo non è dei più vantaggiosi in confronto ad altri articoli venduti sul mercato, nonostante l’azienda produttrice offra dieci capsule in omaggio, che consentono di seguire un dosaggio giornaliero per più di tre mesi.

 

Pro

Arricchiti: Oltre gli omega 3, questi integratori vantano l’aggiunta di un altro elemento: il coenzima Q10. La sua funzionalità nel nostro organismo è legata principalmente a migliorare il sistema immunitario, legandosi agli acidi grassi essenziali.

Omaggio: L’azienda produttrice ha optato per aggiungere alla classica confezione da 120 capsule altre dieci in omaggio, offrendo quindi una dose valida per più di tre mesi.

Gusto piacevole: A differenza di altri prodotti che si trovano su Internet, questi integratori hanno un retrogusto piacevole.

 

Contro 

Costo: Nonostante la confezione sia ricca di compresse, il prezzo può risultare un po’ troppo elevato per chi non ha un budget consistente a disposizione.

Acquista su Amazon.it (€24.79)

 

 

 

6. HerbAmour Omega 3 con EPA e DHA Alto Dosaggio

 

Chi sa già come scegliere un buon integratore di omega 3, troverà interessante questa proposta HerbAmour, la cui caratteristica principale è la quantità di principi nutritivi contenuti in una sola capsula.

Sulla confezione si può notare con facilità la certificazione internazionale che indica l’alta qualità del valore biologico di questo prodotto, ottenuto grazie a un’estrazione da alimenti di origine animale, perciò più facili da assorbire.

Forse il barattolo non è il punto di forza di questa proposta perché, essendo trasparente e poco resistente, potrebbe essere piuttosto difficile conservare gli integratori in maniera corretta, evitando il contatto con la luce.

In ogni caso, sebbene siano incluse solo 90 capsule, in ognuna c’è almeno il 35/40% di DHA ed EPA, ovvero il fabbisogno giornaliero di omega 3 di un adulto e di un adolescente. Un altro pro è il costo competitivo, che rende questo prodotto uno dei più vantaggiosi della classifica.

 

Pro

Certificazione: Come forse già saprete, esistono alcune certificazioni che sottolineano la validità o meno di un prodotto. Questo articolo vanta diversi apprezzamenti da parte di alcuni esperti in campo nutrizionale.

Concentrazione: In una sola compressa c’è il fabbisogno di omega 3 necessario per un adulto e per una donna in gravidanza, perciò vi basterà assumerne anche solo una.

Prezzo: In relazione ad altre soluzioni vendute online, questo prodotto è a prezzi bassi, quindi molto conveniente.

 

Contro 

Confezione: Il barattolo contenente le pillole non è molto resistente, perciò dovrete prestare maggiore attenzione, quando conservate gli integratori, per evitare che si rovinino a contatto con la luce o il calore.

Acquista su Amazon.it (€9.97)

 

 

 

7. Solgar Double Strength Integratore Alimentare Controllo del Colesterolo

 

Questi integratori di omega 3 Solgar contengono il doppio degli acidi grassi buoni rispetto alle proposte che si trovano in commercio, e per questa ragione vengono consigliati da molti nutrizionisti ai propri pazienti, che hanno necessità di equilibrare il livello di principi nutritivi contenuti nel sangue.

Gli aspetti benefici sono molti, a partire da una più sicura protezione che evita l’insorgere di problematiche cardiovascolari e di altri deficit, oltre che rendere migliore la pelle regolarizzando la giusta quantità di sebo.

Peccato che in un solo barattolo siano presenti solamente 30 capsule, rendendo questa proposta poco vantaggiosa, se si considera che il prezzo di una confezione è uguale a quello di altre marche, che invece offrono soluzioni a lunga durata.

Poiché si tratta di integratori di origine animale, in fase di acquisto dovrete considerare anche che potrebbe esserci un ritorno di gusto, spiacevole per quanti non apprezzano questa tipologia di articoli.

 

Pro

Quantità di acidi grassi: Facendo una comparazione con altri integratori di omega 3, questo prodotto vanta una soluzione più concentrata, ovvero che offre una quantità maggiore di principi nutritivi utili all’organismo.

Effetti positivi: La percentuale di omega 3 è più alta, quindi anche gli effetti regolarizzanti e positivi sulle funzionalità biologiche dell’organismo ne risentono, migliorando le performance e aumentando la protezione contro le malattie cardiovascolari.

 

Contro 

Quantità capsule: In una confezione classica sono incluse solamente 30 capsule, quindi dovrete comprarne almeno una al mese se seguite il dosaggio consigliato di una pastiglia al giorno.

Acquista su Amazon.it (€22.9)

 

 

 

8. Marco Viti Omega3 Viti Multi Azione Perle 84 gr

 

Per concludere la rassegna dei migliori integratori di omega 3 del 2021, troviamo questa proposta ad alta concentrazione, pensata per ogni eventuale necessità. Nella confezione è presente un foglietto illustrativo che indica le diverse quantità di capsule da assumere giornalmente in base al disturbo o, in generale, all’obiettivo che si ha in mente.

Per esempio, poiché le pillole contengono almeno 250 g di DHA ed EPA, è suggerito utilizzare una sola compressa Marco Viti al giorno, nel caso vogliate mantenervi in forma o regolarizzare la funzione cardiaca e cerebrale.

Se invece desiderate abbassare il livello di colesterolo nel sangue, dovrete assumerne almeno quattro, perciò a seconda di ciò che avete intenzione di ottenere con questi integratori dovrete acquistarne almeno due confezioni.

Fortunatamente il costo è uno dei più bassi che si trovano sul mercato, quindi non dovrete svuotare il portafoglio per ottenere i relativi vantaggi degli omega 3.

 

Pro

Istruzioni: La possibilità di leggere un foglietto introduttivo per capire il giusto dosaggio in base alle necessità, si rivela come uno dei punti di forza di questo prodotto, che tra l’altro è anche ad alta concentrazione di omega 3.

Costo: Se siete alla ricerca di una proposta vantaggiosa in termini di costo e qualità, ecco ciò che fa per voi. Un articolo ideale per quanti non dispongono di un budget elevato.

Quantità: In una confezione sono incluse fino a 60 integratori in formato gel, perciò è una soluzione a lunga durata che basterà almeno per due mesi.

 

Contro 

Sapore: Trattandosi di un integratore di omega 3 estratti da olio di pesce, potrebbe esserci uno spiacevole ritorno di gusto.

Acquista su Amazon.it (€9.9)

 

 

 

Guida per comprare un integratore di omega 3

 

Per prevenire e compensare un eventuale deficit nutrizionale potete scegliere di assumere i migliori integratori di omega 3 che si trovano in commercio, chiaramente dietro consiglio medico.

Ma se non volete sprecare i vostri soldi in acquisti di bassa qualità, seguiteci nei paragrafi successivi per scoprire qualche suggerimento utile.

Il formato degli integratori

Se amate fare una comparazione delle diverse soluzioni che si trovano su Internet, prima di procede all’acquisto, vi potrà interessare sapere che la qualità di un integratore di omega 3 si può definire anche in base al suo formato.

Per esempio, le pastiglie hanno diversi vantaggi, tra cui la concentrazione giusta di acidi grassi essenziali, racchiusa in una piccola compressa, e che quindi è l’ideale per chi non ha una dose specifica consigliata dal proprio medico curante.

D’altro canto, le soluzioni liquide oppure oleose sono pensate in particolare per quanti non apprezzano la consistenza dura o morbida di, rispettivamente, una capsula o di un integratore in gel, poiché le potrete nebulizzare sugli alimenti o sotto la lingua.

Vi suggeriamo quindi di porre attenzione alla modalità di assunzione consigliata dall’azienda e al formato con cui si presentano gli integratori che avete individuato, in modo da essere certi di optare per il prodotto che più si confà alle vostre esigenze.

 

Leggere l’etichetta

Sapete qual è il secondo elemento decisivo che può favore l’acquisto di un integratore di omega 3 al posto di un altro? Ve lo diciamo noi: le informazioni nutrizionali e le specifiche riportate sull’etichetta.

Poiché si tratta di prodotti che servono a favorire e prevenire l’insorgenza di tutte quelle malattie definite “del benessere” come, per esempio, i problemi cardiovascolari, bisogna fare una cernita degli articoli venduti online in base alle sostanze contenute.

Gli omega 3 sono acidi grassi deperibili, ovvero che tendono con più facilità rispetto altri nutrienti a modificare la propria composizione chimica perdendo gli effetti positivi sull’organismo.

Perciò, la qualità di un integratore viene sottolineata anche dalla tipologia di materie prime impiegate nella realizzazione, oltre che da tutto il ciclo di produzione seguito dall’azienda, dalla prima lavorazione degli ingredienti fino alla messa in commercio del prodotto. 

 

Facilità di assorbimento e purezza

Definire l’effettiva efficacia di un integratore di omega 3 significa individuare anche le fonti da cui sono estratti gli acidi grassi essenziali, che possono essere solo di due tipologie: vegetali o animali.

Il primo tipo viene chiamato ALA, che sta a significare l’impiego di semi oleosi, germi di grano o di altri semi e relativi oli estratti tramite meccanismi a freddo, che garantiscono un buon apporto di nutrienti fondamentali.

Le fonti di origine animale sono invece indicate con le sigle EPA e DHA e ci forniscono un’informazione circa la materia prima utilizzata: in questo caso può essere pesce grasso come il salmone, pesce azzurro, fegato di pesce, alghe o altro.

In più, oltre i requisiti di base quali l’assenza di sostanze chimiche tossiche per gli esseri umani e quindi una buona capacità di assorbimento dell’integratore, il prodotto che avete intenzione di comprare deve rispettare le normative sancite dall’EFSA (Autorità Europea Per la Sicurezza Alimentare) per quanto riguarda la dichiarazione nutrizionale.

Quindi, la percentuale di acidi grassi essenziali dovrà essere maggiore o uguale al 60%.

 

La confezione 

Se avete in mente di fare una scorta di integratori perché volete giocare d’anticipo per risparmiare, evitando di acquistare un nuovo articolo ogni mese, allora sarà altrettanto essenziale assicurarsi che la confezione sia di buona qualità.

Per esempio, il contenitore esterno deve necessariamente essere di plastica per l’uso alimentare oppure in acciaio inossidabile, vetro o alluminio, in modo da filtrare i raggi solari e mantenere una temperatura costante, per evitare che il calore e la luce rovinino l’omega 3 presente all’interno.

Quindi, preferite integratori prodotti secondo le normative europee, che essendo più severe garantiscono una migliore efficienza del prodotto, anche perché, altrimenti, il rischio è che si sviluppi un odore sgradevole. 

Certificazioni internazionali

Essere certi della purezza degli integratori di omega 3 non è una cosa semplice, soprattutto se non siete degli esperti in questa tipologia di analisi. In questi casi, arrivano in nostro soccorso quegli enti non governativi che lavorano a livello internazionale, rilasciando delle certificazioni.

Queste ultime ci indicano sia il grado di ecosostenibilità e sia l’efficacia del prodotto, offrendo un ampio bacino di studi recenti e comprovati da cui si possono approfondire i risultati ottenuti.

Stiamo parlando di Ifos e Fos (rispettivamente “Standard Internazionali dell’Olio di Pesce” e “Friend Of the Sea”), le cui sigle, se presenti sull’etichetta o se citate dall’azienda produttrice, sono sinonimo di elevata qualità, poiché sottolineano l’assenza di agenti inquinanti e anche l’integrità degli acidi grassi essenziali. 

 

 

 

Domande frequenti

 

A cosa servono gli omega 3?

Gli effetti benefici degli omega 3 sul nostro organismo sono dovuti principalmente alla sinergia con altri micronutrienti facilmente sintetizzati nel nostro corpo, che insieme permettono di prevenire le malattie cardiovascolari, fornendo ulteriore energia senza il rischio che si sviluppino ictus e infarti.

Ma se, oltre alle loro qualità principali, vi state chiedendo anche cosa sono gli omega 3, sappiate che si tratta di acidi grassi, che in più consentono di abbassare i propri livelli di colesterolo cattivo.

Ci teniamo a specificare però che è fondamentale unire all’assunzione di questi integratori una dieta equilibrata e uno stile di vita sano.

 

Quanti omega 3 assumere al giorno?

Dipende innanzitutto dalla dose giornaliera consigliata dal vostro medico di famiglia o dal nutrizionista, perché a seconda della posologia e di altri fattori come l’età ed eventuali allergie o intolleranze, che richiedono l’assunzione di altri medicinali, la quantità può variare.

Stesso discorso va fatto se non si sa anche per quanto tempo assumere gli omega 3, visto che è bene valutare gli aspetti positivi ma anche quelli negativi. Chi non apprezza gli integratori e non sa dove si trovino le sostanze di cui stiamo parlando, può ottenerli attraverso un’alimentazione ricca di pesce azzurro, integrandolo almeno una volta a settimana.

In ogni caso, la dose raccomandata è di 250 mg, ma vi suggeriamo in ogni caso di chiedere consiglio a uno specialista.

 

Prendere gli integratori di omega 3 fa ingrassare?

Al di là di quali possano essere le informazioni che si leggono su Internet, non esiste alcun principio attivo o alimento che riesce a bruciare letteralmente i grassi facendovi dimagrire. 

Allo stesso tempo, questi acidi grassi essenziali impediscono un funzionamento errato dei processi biologici dell’organismo, favorendo invece l’attivazione dei recettori di alcuni ormoni come la leptina, responsabili della sensazione di sazietà.

In quest’ottica, se non sapete a cosa servono gli omega 3 ed evitate di assumerli per paura di ingrassare, non preoccupatevi, perché gli unici eventuali effetti collaterali sono fastidi gastrici, stipsi oppure dissenteria ed eruttazioni.

 

Quali sono i sintomi di una carenza di omega 3?

Per prima cosa, quando si accusa una carenza di omega 3 e quindi si ha difficoltà a sintetizzarla autonomamente, si può notare che la pelle tende a seccarsi facilmente, le unghie sono più deboli e i capelli più fragili.

A livello cerebrale, se percepite un deficit dell’attenzione o iperattività, potrebbero essere indici del fatto che forse è arrivato il momento di assumere degli integratori adatti. Allo stesso modo, se soffrite di problemi al cuore o all’umore, come ansia e irritabilità, ma anche nel caso di depressione improvvisa, in diversi momenti della giornata, che arriva senza una motivazione valida.

 

Cosa provoca un’eccessiva assunzione di omega 3?

I problemi legati a un accumulo sconsiderato di omega 3 nel sangue possono essere inizialmente lievi, manifestandosi come bruciore allo stomaco, eruttazione, qualche disagio gastrointestinale e anche difficoltà a digerire gli alimenti.

Poi, più la concentrazione aumenta e maggiori sono i rischi di sviluppare gravi patologie che possono debilitare l’intero sistema biologico del nostro organismo, ma questo solo in casi estremi.

Sarà allora necessario chiedere informazioni a un nutrizionista, facendosi seguire in tutta la terapia, anche perché questi acidi grassi potrebbero entrare in contrasto con altri medicinali, causando un rallentamento dell’eventuale guarigione, soprattutto nel caso di farmaci antiemorragici. 

 

 

 

Come utilizzare gli integratori di omega 3

 

Dovete assumere un nuovo integratore di omega 3 consigliato dal vostro medico o nutrizionista oppure è semplicemente la prima volta che ne utilizzate uno? Nei prossimi paragrafi vediamo insieme cosa sono nello specifico, i loro effetti positivi sull’organismo e quali possono essere invece le quantità raccomandate, per evitare danni causati da un eccessivo dosaggio.

L’importanza di assumere gli omega 3

L’importanza di integrare nella propria dieta anche gli omega 3 si può notare innanzitutto in alcune circostanze, in cui emergono alcuni fattori che predispongono a una certa carenza a livello nutrizionale.

Per esempio, chi è nella terza età o chi segue un tipo di alimentazione povera di alimenti come il pesce azzurro, ma anche una donna in dolce attesa può riscontrare diversi deficit, ed è qui che subentra l’approvvigionamento di questi acidi grassi essenziali, che svolgono funzioni biologiche importanti.

Se a questo punto vi state chiedendo quando assumere gli omega 3, è bene specificare che la risposta può variare da un individuo all’altro, anche perché non tutti questi principi attivi sono per forza adatti alla vostra condizione di salute.

A tal proposito vi suggeriamo in primis di seguire una dieta sana ed equilibrata, e dopodiché di rivolgervi a un nutrizionista che, in base al livello di acidi grassi ottenuto tramite analisi del sangue, vi può consigliare la soluzione migliore.

 

Conservarli nel modo migliore

Non basta dire che, per mantenere inalterati gli integratori, devono essere di buona qualità, perché si tratta semplicemente di una caratteristica fondamentale a priori. Vogliamo invece suggerirvi una metodologia più precisa per chiarire alcuni aspetti riguardanti la conservazione delle pastiglie o dell’olio, in maniera da poterli utilizzare anche a distanza di mesi, senza controindicazioni.

Preferite un ambiente senza umidità come, per esempio, la cucina, perché il rischio principale è che la superficie degli integratori si rovini causando una dispersione dei principi attivi contenuti all’interno, rendendo anche più difficile l’assunzione.

Evitate le forti fonti di calore e quindi anche di esporre il barattolo al sole, oltre che utilizzare una confezione in vetro opaco e scuro, per fare in modo da mantenere il più possibile una temperatura interna ideale, che sarebbe preferibilmente di 21°C.

 

Dosaggi sbagliati 

Se non si segue con disciplina un certo dosaggio di integratori di omega 3 nel breve termine,  si rischia di eccedere nelle quantità, scatenando solamente dei sintomi gastrointestinali minori, diarrea o cattiva digestione.

Non bisogna però dimenticare che l’impiego di queste sostanze può interagire anche con farmaci e altri prodotti contenenti luteina, influenzando la coagulazione del sangue e rendendo più difficili le cure.

Se siete quindi in terapia con medicinali antinfiammatori non steroidei, meglio evitare l’assunzione degli integratori, soprattutto se non ne avete mai utilizzati prima e trascurate la composizione totale degli eccipienti.

A questo si aggiunge un’assunzione di massimo una pastiglia al giorno, tranne in rari casi in cui subentrano altre problematiche, come il colesterolo alto, ma che sono comunque circoscritte.

Da un certo punto di vista, gli eventuali problemi riscontrati da un eccessivo accumulo di omega 3 sono collegati anche ad altri micronutrienti, contenuti negli alimenti da cui vengono estratti.

Per esempio, l’olio di pesce contiene anche una buona quantità di retinolo che, se viene accumulato nel nostro organismo, può creare diverse problematiche gravi.

 

 

Categories
Vitamine

Gli 8 migliori integratori di vitamina D del 2021

 

Integratori di vitamina D – Guida agli acquisti, Opinioni e Confronti

 

In natura sono pochissimi gli alimenti che possono offrirvi una buona dose di vitamina D, rispettando la richiesta di fabbisogno giornaliero. Si tratta di un micronutriente fondamentale per il nostro organismo poiché è determinante per la crescita e il sostentamento dello scheletro. Ecco il motivo per il quale, nonostante sia già sintetizzata in piccola parte dal nostro corpo, esistono anche integratori che aiutano a raggiungere le quantità suggerite dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Se siete giunti fin qui allora vi potrà interessare dare un’occhiata a Nutravita Vitamina D3 1000 IU 365 Gel Capsula, brevettata per un assorbimento rapido. Buona anche Rite-Flex Vitamin D3 2000 IU per supporto osseo: un prodotto ideale soprattutto per celiaci e vegani.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori integratori di vitamina D – Classifica 2021

 

State cercando i migliori integratori di vitamina D del 2021? Allora siete nel posto giusto, perché, seguendoci con la lettura delle righe successive, avrete la possibilità di fare un’analisi tra diverse valide soluzioni che si trovano su Internet.

Le abbiamo scelte a seconda della qualità, del prezzo e di altre caratteristiche evidenziate nelle relative recensioni di ogni prodotto.

 

 

1. Nutravita Vitamina D3 1000 IU 365 Gel Capsula

 

In una sola piccola pasticca è concentrato il dosaggio di vitamina D3 ideale per un adulto che soffre di una particolare carenza o che ha necessità di seguire un trattamento breve. Un solo flacone contiene 365 pillole con rivestimento in gel: si tratta perciò di una soluzione facile da inghiottire, di più veloce assorbimento e in quantità sufficiente per un anno intero.

Le pastiglie sono realizzate con ingredienti puri, quindi l’azienda produttrice assicura la mancanza tra gli ingredienti di sostanze chimiche che potrebbero risultare nocive per l’organismo.

Forse il sapore spiccato, conferito dalla materia prima da cui viene estratta la vitamina D, può non piacere a tutti, perciò questo prodotto non rientra tra quelli che abbracciano il parere di tutti i consumatori.

In ogni caso, il rapporto qualità/prezzo è particolarmente conveniente, anche in virtù della certificazione della Soil Association, che identifica questo integratore come un prodotto biologico e 100% vegetale.

 

Pro

Quantità: In una confezione di questi integratori di vitamina D3 targati Nutravita, c’è la quantità di pastiglie valida per un anno di trattamento, ipotizzando il dosaggio di una compressa al giorno.

Prezzo: In rapporto alla convenienza di questo prodotto in termini di quantità di pasticche softgel, il costo è competitivo, soprattutto se paragonato ad altre soluzioni che si trovano sul mercato.

100% vegetale: Chi segue una dieta vegana o vegetariana, ma ha bisogno di equilibrare la quantità di vitamina D nel proprio organismo, può optare per questa proposta Nutravita, poiché è vegetale e pura, cioè priva di sostanze chimiche.

 

Contro 

Sapore: Non è un prodotto consigliato per chi non ama integratori dal sapore e dal profumo spiccato.

Acquista su Amazon.it (€18.95)

 

 

 

2. Rite-Flex Vitamin D3 2000 IU per supporto osseo

 

Per chi è alla ricerca di una buona scorta che possa durare tutto l’anno e che sia ideale soprattutto per gli adulti e gli anziani, Rite-Flex ha pensato di proporre sul mercato questa confezione di integratori di vitamina D3.

Si tratta di compresse in softgel che, oltre a offrire un assorbimento più rapido una volta introdotte nell’organismo tramite deglutizione, conferiscono una maggiore forza ed energia. Sono insapore e inodore, quindi non vi faranno storcere il naso se non siete amanti degli integratori di origine animale completamente naturali, come quelli prodotti tramite l’olio di pesce.

Tra i punti di debolezza ci sono però il rivestimento delle capsule e la qualità della confezione in vetro: entrambi non sono particolarmente resistenti, perciò dovrete fare attenzione per evitare di farvi del male o di spezzare una pastiglia.

In conclusione, una nota importante: sono integratori privi di lattosio, frutta secca, glutine e mais.

 

Pro

Senza sapore: Si tratta di integratori di vitamina D3 ideali per quanti non amano il gusto o il sapore spiccato del pesce o di altri alimenti di origine animale. 

Anallergici: Grazie all’attenzione dell’azienda produttrice in tutte le fasi di realizzazione, questa confezione di pasticche è priva di sostanze come glutine e lattosio che potrebbero causare crisi allergiche in soggetti più sensibili.

Qualità: Da sottolineare la buona concentrazione di micronutrienti in ogni compressa, oltre che la qualità generale, sottolineata anche dalla convenienza in termini di prezzo e quantità.

 

Contro 

Resistenza: La confezione in vetro e la superficie di ogni integratore non sono particolarmente resistenti, quindi richiedono maggiore attenzione durante la conservazione.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Dr. Giorgini Integratore Alimentare, Vitamina D Pura

 

Com’è noto la vitamina D favorisce l’assorbimento del calcio nel sangue e nelle ossa e questo integratore realizzato dall’azienda Dr. Giorgini – presente sul mercato da quasi 50 anni – si rivela una scelta azzeccata perché, se assunto con costanza (una pastiglia al giorno) per un paio di mesi, consente di incrementare il livello di questo elemento nel proprio organismo. 

Gli ingredienti utilizzati sono di origine naturale, il che permette di ingerire il prodotto con fiducia. Ci sono, tra gli altri, la rosa canina, la cellulosa microcristallina, le maltodestrine del mais e del riso e il magnesio stearato ricavato da vegetali. Inoltre le pillole non contengono coloranti, aromi e conservanti e, data l’origine esclusivamente vegetale, possono essere assunte anche da chi segue uno stile di vita vegano. 

Il prezzo di vendita è conveniente, visto che nel flacone sono contenute 60 pastiglie, il che consente di averne a disposizione per due mesi di trattamento. La soddisfazione generale è molto alta, anche se dobbiamo segnalare come qualcuno si sia lamentato delle dimensioni delle pillole, ritenute grandi e ruvide. Ma si tratta di difficoltà soggettive e che non intaccano la qualità complessiva dell’integratore.

 

Pro 

Efficacia: I pareri sono concordi nell’attribuire all’integratore di Dr. Giorgini la capacità di incrementare il livello di vitamina D nel sangue, con tutte le benefiche conseguenze del caso.

Vegan: Gli ingredienti utilizzati sono esclusivamente di origine vegetale, dunque totalmente sicuri e adatti anche a chi segue uno stile di vita vegano o vegetariano. 

Prezzo: Il costo del flacone è corretto, anche perché al suo interno ci sono pillole sufficienti per seguire il trattamento per un periodo di due mesi.

 

Contro 

Deglutizione: Non tutti hanno trovato semplice ingerire le pastiglie, ritenute un po’ troppo grandi e ruvide per essere deglutite senza problemi.

Acquista su Amazon.it (€10.05)

 

 

 

4. Vitamaze Vitamina D3 gocce altamente dosate 1000 UI 

 

L’integratore di vitamina D, prodotto dalla ditta Vitamaze, è stato pensato soprattutto per coloro i quali faticano a deglutire e assorbire le capsule o le pastiglie, poiché si tratta di un formato liquido.

La formula è una combinazione pura, ovvero priva di metalli pesanti o altri nutrienti e, oltre questo, tra le qualità principali di questo prodotto c’è la facilità di utilizzo, grazie a un tappo dosatore (che tuttavia è poco resistente) e la concentrazione per ogni goccia, che si aggira intorno ai 1000 IU.

Nella boccetta sono contenuti 50 ml di prodotto, quindi è una buona scorta che potrà durare anche più di cinque mesi, a seconda della cadenza con cui avete necessità di assumere l’integratore.

In virtù di un prezzo competitivo, si può affermare che si tratta del prodotto più economico sul mercato, se messo in relazione ad altre proposte dello stesso formato e meno convenienti.

 

Pro

Facile da utilizzare: Non preoccupatevi se non sapete quante gocce di integratore utilizzare, perché questo prodotto, che rientra tra i più venduti online, vanta un tappo dosatore che semplifica il dosaggio.

Quantità: In una boccetta ci sono fino a 50 ml di liquido, perciò si tratta di una confezione che durerà a lungo.

Prezzo: Facendo un’analisi e comparando anche altri prodotti, questo articolo è particolarmente vantaggioso, soprattutto in termini di costo.

 

Contro 

Ritorno di gusto: Chi non apprezza il forte sapore e odore, tipico degli integratori di vitamina D naturali, forse storcerà il naso con l’eventuale ritorno di gusto di questo prodotto.

Acquista su Amazon.it (€14.99)

 

 

 

5. Life120 VitaLife D Blu 100 Softgels

 

I più esperti sanno già che, per capire come scegliere un buon integratore di vitamina D, è necessario considerare anche la quantità di prodotto inclusa nella confezione. In questo caso, il barattolo contiene 100 capsule, ricche del micronutriente altamente biodisponibile e di olio di oliva, che ricopre le pillole in formato gel.

In questo modo aiuta anche a ottimizzare l’assorbimento, grazie al grande vantaggio di cui dispone: è ricco di vitamina E, un potente antiossidante. Ciascuna pastiglia Life 120 vanta 2000 IU, perciò offre un grande aiuto al funzionamento dei meccanismi biologici del nostro organismo, sia nel caso di persone adulte e sia per quanto riguarda i più piccoli e gli adolescenti.

Il produttore è una ditta italiana, quindi la filiera alimentare è relativamente breve in confronto ad altri prodotti provenienti da paesi esteri, ma c’è un punto di debolezza in questo articolo: la qualità della confezione.

Quest’ultima è poco resistente, quindi non sarà difficile che si rompa, se non si presta la dovuta attenzione.

 

Pro

Quantità di capsule: Chi è alla ricerca di un prodotto che duri a lungo sarà interessato a questa soluzione, perché nel barattolo ci sono fino a 100 capsule.

Concentrazione: Ogni pillola vanta una buona concentrazione di vitamina D all’interno. Per l’esattezza, stiamo parlando di 2000 UI, che coprono ampiamente il fabbisogno giornaliero di un adulto.

Formato: Se avete difficoltà a deglutire le normali pastiglie, con questo articolo non dovrete preoccuparvi, perché si tratta di capsule in formato gel che si sciolgono facilmente in bocca.

 

Contro 

Confezione: Il barattolo non è di buona qualità e molto resistente, quindi dovrete fare attenzione a conservare gli integratori nel migliore dei modi.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

6. Gloryfeel Vitamina D3 400 Compresse ad Alto Dosaggio

 

La proposta di Gloryfeel si fa apprezzare per l’alto dosaggio di ogni singola compressa di vitamina D3 – corrispondente a 1000 UI – e per la quantità di pillole disponibili, ovvero ben 400, il che consente di garantirsi una scorta superiore all’anno di assunzione (dando per assodata la posologia di una compressa al dì). In questo modo vi assicurerete un aiuto per mantenere il giusto livello di calcio e fosforo nei denti e nelle ossa e preservare la normale funzionalità di muscoli e sistema immunitario. 

L’azienda produttrice assicura che il prodotto è stato realizzato con il massimo rispetto delle normative e senza alcun tipo di sostanza nociva, coloranti, lattosio, glutine e conservanti. In questo modo può essere assunto anche da chi soffre di allergie e da chi segue uno stile di vita vegano. 

L’assunzione del prodotto non dà alcun problema, né di deglutizione viste le dimensioni tutto sommato contenute, né di odori o retrogusti fastidiosi. Come tutti i prodotti analoghi è bene assicurarsi, parlando con il proprio medico, di avere realmente necessità dell’integratore di vitamina D e, a quel punto, non avere la pretesa di vedere immediatamente i risultati del trattamento. 

 

Pro 

Quantità: Le compresse sono ben 400 e, in questo modo, permettono di avere una scorta di vitamina D per un anno e più.

Benefici: La costante assunzione dell’integratore consente di assicurare al proprio organismo la giusta quantità di vitamina D, che va a influire positivamente sulla salute di ossa, denti e muscoli. 

Vegan: Le capsule sono realizzate con grandissima attenzione al contenuto e sono prive di conservanti, aromi, coloranti e qualunque sostanza di origine animale. 

 

Contro 

Efficacia: Come molti dei prodotti analoghi, è necessario proseguire con costanza il trattamento prima di notare i benefici.

Acquista su Amazon.it (€15.95)

 

 

 

7. Solgar Natural Vita D3 120 ml

 

Gli integratori di vitamina D Solgar rientrano tra i prodotti a fascia alta ideali per quanti sono alla ricerca di una soluzione di buona qualità, senza badare a spese. Le pastiglie sono 100 e sono contenute in un barattolo di vetro scuro, che permette di conservarle senza preoccuparsi dei raggi del sole.

Questi infatti potrebbero causare un deterioramento delle capsule e quindi anche dei principi attivi dei nutrienti. Se non sapete dove acquistare delle softgel facili da assumere, questa è l’occasione che fa al caso vostro, perché oltre alla semplicità di utilizzo, vantano anche un’assenza di ritorno di gusto.

Le qualità di questi integratori sono perciò essenziali per mantenere le ossa e i denti sani e forti, però bisogna tenere in considerazione, in fase di acquisto, anche che tra gli eccipienti è presente il glicerolo.

Perciò, se siete allergici a questa sostanza chimica, vi suggeriamo di dare un’occhiata ad altre soluzioni.

 

Pro

Barattolo scuro: Per garantire una buona conservazione, permettendo di utilizzare più a lungo gli integratori, l’azienda ha optato per un contenitore delle capsule completamente in vetro scuro.

Senza ritorno di gusto: Nonostante la vitamina D sia estratta da alimenti di origine animale, durante la produzione viene attuata la procedura per eliminare eventuali sapori e odori spiacevoli.

Rapporto qualità/prezzo: Facendo un confronto con altre proposte, questa penultima offerta vanta un buon rapporto qualità/prezzo, dato sia dal valore biologico e nutrizionale, sia da un costo sostenuto.

 

Contro 

Allergie: Se siete allergici o utilizzate farmaci che potrebbero essere influenzati dal glicerolo incluso tra gli eccipienti, allora questo prodotto non farà al caso vostro.

Acquista su Amazon.it (€18.99)

 

 

 

8. Metagenics Vitamina D 2000 UI 84 Cpr

 

Accusate una mancanza di vitamina D e volete optare per una soluzione soddisfacente? Quest’ultimo articolo della nostra lista potrebbe interessarvi, nonostante nella confezione ci siano solo 84 compresse.

Si tratta di un integratore privo di soia, lattosio e di glutine, quindi piuttosto versatile sia per chi soffre di intolleranze, sia per chi accusa dei deficit a causa di allergie a quelle sostanze. Buono il costo, che, se messo in relazione ad altre proposte, può strizzare l’occhio al portafoglio di quanti desiderano una confezione conveniente, senza tralasciare la qualità.

Nella scheda prodotto possiamo però notare che la composizione chimica contiene anche degli edulcoranti, che migliorano il gusto e il sapore, che altrimenti potrebbe essere  spiacevole.

Gli integratori di vitamina D Metagenics sono realizzati in formato di compressa, che però va masticata, aiutando un’assunzione degli elementi nutritivi poco alla volta e dando sollievo a chi non riesce a deglutire.

 

Pro

Digeribilità: Grazie all’attenta selezione e studio effettuato dall’azienda produttrice, questi integratori di vitamina D sono sia più facili da digerire, sia più facili da assumere, perché basterà semplicemente masticarli.

Convenienza: Tra tutti i prodotti venduti online, questo può essere definito uno di quelli piuttosto convenienti e ideali soprattutto per quanti devono seguire una terapia vitaminica di breve termine.

Qualità: Una confezione pratica e integratori senza ritorno di gusto e semplici da utilizzare sono due degli elementi che fanno, di questa proposta, un articolo di buona qualità.

 

Contro 

Edulcoranti: Leggendo attentamente la scheda prodotto si può notare la presenza di alcuni edulcoranti, che servono per eliminare l’odore e il sapore tipicamente spiacevole. Questo però può rivelarsi un punto di debolezza per coloro i quali sono allergici a queste sostanze.

Acquista su Amazon.it (€15.99)

 

 

 

Guida per comprare un integratore di vitamina D

 

Chi è alla ricerca dei migliori integratori di vitamina D, ma non sa quali siano le caratteristiche che rendono un prodotto come questo una soluzione di buona qualità, allora nei successivi paragrafi troverà consigli utili per un acquisto consapevole.

Non è complicato individuare il prodotto più adatto alle vostre esigenze: vi basterà seguirci con la lettura delle righe che seguono.

Due tipi di integratori

Non avere la vitamina D bassa nel proprio organismo significa anche essere meno soggetti a eventuali problematiche della salute: infatti alcuni studi scientifici hanno evidenziato nel corso degli anni una buona percentuale di benefici conferiti da questo micronutriente, tra cui la diminuzione delle probabilità di sviluppare l’osteoporosi e osteomalacia.

La maggior parte degli integratori che si trovano in farmacia o su qualsiasi scaffale del reparto medicinali dei supermercati contengono principalmente la vitamina D3, o colecalciferolo, oppure la D2, chiamata anche ergocalciferolo.

La differenza tra questi due composti che, una volta introdotti nell’organismo, vengono processati grazie al fegato e ai reni, è data essenzialmente dalla materia prima da cui si estraggono.

La prima è la forma più biodisponibile, quindi più semplice da assorbire, e di origine animale, praticamente quella consigliata dalla maggior parte dei medici in caso di carenze importanti. D’altro canto, la vitamina D2 è estratta da alimenti di origine vegetale ed è più difficile da processare, quindi a seconda delle vostre esigenze, scegliete l’integratore migliore.

 

Eccipienti e allergeni

Con una breve comparazione tra i prodotti che si trovano sul mercato ci si può accorgere di un particolare: alcuni integratori non sono completamente puri, ma anzi contengono tra gli ingredienti alcune sostanze che aiutano il processo di assorbimento oppure la conservazione della compressa.

Sfortunatamente, a causa di questa unione di elementi, non è difficile trovare prodotti che causano reazioni allergiche, perciò è necessario fare attenzione alla scheda prodotto e alla lista dei componenti adoperati dalle aziende produttrici.

Alcuni eccipienti che di solito si possono trovare sono la soia, il mais o le noci, ma anche alcune tracce di altra frutta secca a cui molte persone, anche inconsapevolmente, possono essere sensibili.

In più, poiché la vitamina D, qualunque essa sia, riesce a interagire anche con altri farmaci, rendendone l’azione più forte o meno intensa, vi suggeriamo di consultare prima il vostro medico curante, soprattutto se utilizzate medicinali per trattare la psoriasi, o alcuni antiepilettici, antibiotici e così via.

 

In base alla propria dieta

Per ragioni etiche o di salute può arrivare un momento della propria vita in cui si decide di seguire una dieta vegetariana o vegana in maniera rigida, senza dimenticare l’importanza di principi nutritivi, che si possono ottenere solo con un’alimentazione onnivora.

Tra questi rientra anche la vitamina D e più in particolare gli integratori che forniscono una buona dose di questo micronutriente, che, come abbiamo potuto vedere, si può ottenere anche da prodotti al 100% di origine vegetale.

Le offerte di questa tipologia di articoli sono molte, poiché la domanda di questo prodotto è cresciuta sempre di più soprattutto in questi ultimi anni, spingendo i produttori a pubblicizzare integratori simili.

È difficile essere sicuri che il prodotto che si acquista sia completamente estratto da vegetali, quindi vi consigliamo di consumare articoli che vantano la dicitura “vegan”.

 

Modalità di somministrazione

Un altro indizio che può aiutarvi a capire quale integratore di vitamina D comprare è il formato, quindi è fondamentale acquistare un prodotto facile da somministrare e con cui siete a vostro agio.

Per riuscire ad alzare i livelli di questo micronutriente nel sangue, è necessario seguire un trattamento costante e duraturo, a meno che non abbiate altre indicazioni dal vostro medico.

Gli integratori di vitamina D più venduti si possono trovare sotto forma di capsule gel, che facilitano l’assunzione rendendo anche più veloce il processo di assorbimento, grazie a un film di origine vegetale che ricopre la superficie.

Tra le più comuni ci sono la pastiglia, formata da un rivestimento esterno che conferisce un gusto e un sapore migliore, le gocce oppure lo spray orale, pensate soprattutto per chi ha difficoltà a deglutire.

La quantità

Ultimo fattore, ma non meno importante degli altri, è quanto prodotto è contenuto in una sola confezione, ma anche la concentrazione di vitamina D, che però varia a seconda del produttore dell’integratore.

Secondo una scala internazionale, la quantità sufficiente per una lunga assunzione deve essere di minimo 400 UI, ovvero la dose necessaria per un bebè. Quindi, vi consigliamo di orientarvi verso prodotti anche se non a prezzi bassi, che però vi consentono di ottenere dei reali benefici, che a loro volta si traducono in un investimento migliore e più conveniente.

Considerate infatti che una giusta quantità di vitamina D migliora la forza e l’energia, conferendo una forte sensazione di benessere generale, aiutando il sistema immunitario a combattere l’insorgenza di infezioni e abbassando il rischio di progressione di malattie degenerative associate, spesso, all’avanzare dell’età.

 

 

 

Domande frequenti

 

A cosa serve la vitamina D?

Le qualità della vitamina D sono diverse, ma le principali caratteristiche benefiche di questo micronutriente sono legate principalmente alla regolazione del metabolismo del calcio (la cosiddetta calcificazione), quindi al mantenimento di una forte e resistente struttura ossea.

Aiuta anche a mantenere i livelli di fosforo nel sangue nella norma, evitando l’insorgenza di malattie croniche severe, causate da una eventuale deposito di sali minerali in altri tessuti del corpo, tra cui i reni e le arterie.

In più, per rispondere in modo più completo alla domanda “a cosa serve la vitamina D”, questo micronutriente agisce anche rinforzando il sistema immunitario.

 

Quali alimenti sono ricchi di vitamina D?

I cibi che comunemente includiamo nella dieta mediterranea sono buone fonti di vitamina D, nonostante non forniscano sempre il giusto quantitativo, soprattutto nei periodi di minore esposizione al sole.

Tra gli alimenti più ricchi di questo nutriente si trovano il salmone, le sardine, le aringhe e lo sgombro, oltre che il fegato di suino, il latte e lo yogurt interi, le creme a base di uova e i formaggi grassi.

Inoltre, se cercate di sapere quali sono gli alimenti ricchi di vitamina D e di origine vegetale, allora pensate a qualche ricetta con i funghi, che ne rappresentano una buona fonte principale.

 

Quanti integratori di vitamina D assumere al giorno?

Senza nessun controllo dei propri livelli di vitamina D nel sangue non si può pensare di iniziare un dosaggio di integratori a cadenza giornaliera, poiché si rischierebbe di eccedere nelle quantità.

Quindi, il fabbisogno di questo micronutriente può variare da una persona a un’altra anche e soprattutto a seconda di alcuni fattori determinanti come l’età, il peso, la condizione fisica e così via.

In linea generale, alcuni professionisti affermano che una dose corretta di integratori di vitamina D al giorno è di una pastiglia, poiché contiene la quantità di nutriente espressa in milligrammi, necessaria a un buon funzionamento biologico del nostro organismo.

 

Quali sono i sintomi carenza di vitamina D?

Premettendo che una diagnosi corretta può essere fatta solamente da un medico competente, possiamo però delineare alcuni dei sintomi principali tipici di una carenza di vitamina D. 

Innanzitutto, se accusate dolore alle ossa e alle articolazioni oppure disturbi nella masticazione, difficoltà a digerire i pasti e accusate anche un calo della vostra soglia di attenzione, quindi problemi a pensare in modo chiaro, ecco che questi possono essere alcune delle conseguenze di un deficit vitaminico nel nostro organismo.

Tutto ciò può essere dovuto a diversi fattori, tra cui ridotta attività fisica all’aperto e una scarsa alimentazione, ma anche una poca esposizione ai raggi solari.

 

Cosa provoca un eccesso di vitamina D?

L’altro lato della medaglia del consumo di integratori di vitamina D è il rischio di eccedere nelle quantità introdotte nell’organismo, sforando il fabbisogno giornaliero suggerito dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Se preso in dosi eccessive, questo principio nutriente è uno dei più tossici, perché può dare origine a diversi problemi gravi, che possono andare da una lieve dissenteria e qualche conato di vomito, fino a mal di testa costante, debolezza muscolare e contrazioni.

Se non si procede a eliminare il superfluo, si potrebbe anche rischiare una mineralizzazione di alcuni tessuti non ossei, quindi anche la formazione di calcoli renali e l’indurimento di vasi sanguigni che passano dal cuore e in altri organi importanti del nostro corpo. 

Il segreto per evitare disagi come questi è di evitare l’utilizzo di integratori, preferendo alimenti dove si trova la vitamina D.

 

 

 

Come utilizzare gli integratori di vitamina D

 

Nonostante, seguendo una dieta sana e uno stile di vita equilibrato, i livelli di micronutrienti nel nostro corpo siano piuttosto soddisfacenti, può capitare di dover assumere il migliore integratore di vitamina D dietro il suggerimento del nostro medico o per migliorare le funzionalità biologiche, soprattutto nel caso di deficit alimentari.

In questi casi sarà necessario conoscere il giusto metodo per il dosaggio e anche come conservare la confezione, evitando che le capsule si rovinino a contatto con l’aria.

Il fabbisogno quotidiano 

L’Organizzazione Mondiale della Sanità, a seguito di numerosi studi e prove scientifiche ottenute grazie ad analisi su pazienti di ogni genere, da diversi anni ha pubblicato uno schema che indica il giusto livello di assunzione media giornaliera sufficiente di nutrienti.

Da questo documento si evince anche che, nel caso della vitamina D, non è possibile stabilire un valore esatto e valido per tutta la popolazione, perché dipende da diversi fattori tra cui, principalmente, il grado di esposizione al sole.

A tal proposito, l’unità di misura internazionale è il cosiddetto AI o IU, in cui 40 IU equivalgono a 1 mg per giorno. In linea generale, se non sapete come assumere la vitamina D, se rientrate nella fascia di età 14/18 anni e 19/50 anni avrete bisogno di 200 IU, mentre la quantità aumenta man mano che si raggiunge la terza età. Quindi avremo 400 IU da 51 a 70 anni e 600 IU da 71 anni in poi.

 

Assumere la vitamina D dagli alimenti

Se vi state chiedendo dove si trova nelle verdure la vitamina D, perché volete evitare di assumere degli integratori o perché seguite una dieta vegana o vegetariana, allora potreste preferire alcune tipologie di funghi.

Questi sono un’ottima fonte vitaminica, che spesso e volentieri fanno parte di un regime nutrizionale completo, unendosi ad altri prodotti animali come il pesce, le uova e il fegato. Volete un esempio di un pasto ricco di questa sostanza? 

Certamente si può optare per un bel piatto di insalata verde, condito con olio e aceto, e che fa da contorno a uno sgombro oppure un salmone grigliato sulla piastra e con delle fette di pane integrale.

Altrettanto interessante può essere preparare una frittata con un paio di cucchiaini di Grana Padano e per finire dei funghi porcini freschi tagliati a losanghe, che fanno anche da contorno.

 

Occhio agli eccessi

La vitamina D è liposolubile, ovvero riesce a essere assorbita grazie alla presenza dei grassi, e, come per tutte le altre appartenenti a questa famiglia, esiste un concreto rischio di tossicità da sovradosaggio.

Quantità elevate di integratori di questo tipo, unite ad altri supplementi di principi nutritivi come quelli per il calcio, aumentano considerevolmente la possibilità di andare incontro a calcoli renali, o nei casi peggiori calcificazioni di tessuti molli come i tendini.

I sintomi principali sono molto comuni: dalla nausea al vomito, dalla costipazione alla debolezza.

Mentre, grazie alle controindicazioni che ci forniscono informazioni sui casi più gravi, sappiamo anche che si potrebbe eccedere talmente tanto da raggiungere una condizione tale in cui si sviluppano aritmie cardiache o altri problemi psicologici, come apatia e stato confusionale.

Quando si tratta della propria salute non ci si può improvvisare medici o nutrizionisti, per questo motivo, per evitare una carenza di vitamina D dovrete innanzitutto chiedere a un esperto ed essere certi di seguire uno stile di vita sano con una dieta regolare ed equilibrata.

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

Vitamaze Vitamina B12 Metilcobalamina 1000 µg Senza Stearato Magnesio

 

Un altro prodotto che reputiamo interessante è questo targato Vitamaze, che ha riscosso diversi pareri positivi soprattutto da quanti seguono una dieta vegana o vegetariana. Il costo di una confezione è piuttosto sostenuto quindi, anche se non avete a disposizione un ampio budget, non dovrete svuotare il portafoglio.

In più, uno dei pregi più importanti è la quantità di capsule, che si aggira intorno a 180: ciò significa che avrete a disposizione una scorta che durerà anche per più di tre mesi, oltre che ricca di vitamina D e B12 ad alta biodisponibilità.

L’azienda garantisce l’assenza di OGM o di altri elementi chimici che ne potrebbero modificare gli effetti positivi sull’organismo, sottolineando anche che si tratta di integratori privi di stearato di magnesio. 

Le compresse sono senza film protettivo ma contengono solo 1000 UI, quindi anche se sono facili da deglutire, potreste essere costretti ad assumerne più di una.

 

Pro

Prezzo: Un solo barattolo di questi integratori di vitamina D è molto vantaggioso in termini di costo, infatti è ideale per quanti sono alla ricerca di una soluzione economica ed efficiente.

Purezza: Nella composizione chimica, oltre le vitamine, non sono presenti altri elementi che potrebbero creare qualche fastidio, come nel caso di soia, lattosio oppure OGM.

Doppie vitamine: L’azienda produttrice ha adottato per questo prodotto una duplice soluzione, unendo in un unico integratore la vitamina D e la B12, entrambe estratte in modo da preservare l’alta biodigeribilità.

 

Contro 

Concentrazione: Per ogni compressa sono inclusi solo 1000 UI, quindi una concentrazione che può non essere abbastanza per un adulto.

 

 

Sbr Nutrition Vitamina D3 + K2 gocce Sublinguali

 

Se siete grandi fan dei prodotti naturali e degli integratori di vitamina D e K2, una delle migliori soluzioni per voi sarà questa targata Sbr Nutrition. Entrambi i principi nutritivi, contenuti in queste gocce sublinguali, sono ricavati grazie a un processo di estrazione a freddo che ne mantiene inalterate le qualità, garantendo quindi delle migliori performance una volta introdotti nell’organismo.

Oltre all’effetto benefico sul sistema immunitario e sullo scheletro, questa soluzione vanta una formula ottimizzata, che unisce in una sola goccia di integratore liquido fino a 1400 IU di vitamine biodisponibili, quindi più facili da assorbire.

Un altro vantaggio è infatti quello di rendere più fluida la digestione, e inoltre è pensato anche per i vegani, oltre che essere privo di additivi, amido e lattosio. Tuttavia, la confezione contiene appena 30 ml di prodotto, perciò se avete in mente di acquistare una variante che duri a lungo, forse dovrete dare un’occhiata ad altre soluzioni anche più economiche.

 

Pro

Naturale: Se non apprezzate particolarmente gli integratori che all’interno hanno anche altri elementi chimici che ne aumentano la durata, allora questo è il prodotto che fa per voi, infatti è ideale anche per i neonati.

Estrazione a freddo: La lavorazione per ottenere la vitamina D pura viene effettuata a freddo, perciò tutte le qualità organolettiche e nutrizionali rimangono invariate.

Biodisponibilità: In virtù dell’attenzione riservata dall’azienda produttrice per questo nuovo integratore, la vitamina D selezionata è altamente biodisponibile, quindi facile da assorbire per l’organismo.

 

Contro 

Quantità: In una confezione ci sono solo 30 ml di liquido, quindi potrebbe durare poco, portando ad acquistarne più di una.

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

 

Categories
Aminoacidi

Gli 8 migliori integratori di arginina

 

Integratori di arginina – Guida agli acquisti, Opinioni e Confronti

 

Durante le fasi della pubertà e dell’adolescenza, ma anche in condizioni psicofisiche particolari, il nostro corpo necessita di alcuni principi nutritivi, cosiddetti essenziali, per funzionare nel modo migliore e garantire i corretti processi biologici, come, per esempio, la sintesi di glucosio. Tra questi elementi fondamentali che il nostro organismo non produce in età giovanile, e che perciò devono essere assunti dall’esterno, c’è l’arginina, un aminoacido essenziale. Vitamaze L-Arginina 4500 mg Alto Dosaggio 360 capsule è un integratore di questa sostanza, che vanta sia una quantità di capsule valida per il dosaggio di un anno e sia una migliore biodisponibilità. Un altro prodotto da non lasciarsi scappare è Yamamoto Nutrition Arginine Pro Kyowa Quality 240 compresse, di buona qualità e pensato soprattutto per gli atleti che praticano attività sportiva ad alta intensità.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori integratori di arginina – Classifica 2021

 

La scelta del miglior integratore di arginina può essere difficile a causa delle numerose proposte che si trovano su Internet e che quindi possono disorientare. Per evitare il rischio di effettuare un acquisto sbagliato e per essere certi di avere tra le mani il prodotto più vantaggioso, è importante fare una comparazione tra le soluzioni più interessanti, perciò seguiteci con la lettura delle prossime righe.

 

 

1. Vitamaze L-Arginina 4500 mg Alto Dosaggio 360 capsule

 

Al primo posto della nostra rassegna dei migliori integratori di arginina del 2021 si trova questa offerta targata Vitamaze, che si propone come un articolo vantaggioso sotto diversi punti di vista.

Se siete alla ricerca di una soluzione che duri a lungo, perché avete bisogno di seguire una terapia suggerita dal medico, allora questa confezione è ciò che fa per voi, perché è XXL, quindi contiene fino a 365 capsule: praticamente un dosaggio valido per un anno.

L-Arginina è l’unica sostanza contenuta nelle compresse, pertanto si può dire che si tratta di un prodotto anallergico che può essere utilizzato da tutti. È anche più biodisponibile (ovvero di facile assimilazione nell’organismo) in confronto ad altre proposte presenti sul mercato.

L’unico neo è dato dalla durezza della superficie esterna delle compresse, che, in confronto ad altre offerte, potrebbe dare fastidio a quanti hanno difficoltà a deglutire le pillole come queste.

 

Pro

Durevole: La confezione contiene 365 capsule, perciò, considerando un dosaggio di una compressa al giorno, la quantità di integratori di un solo barattolo durerà anche per un anno.

Biodisponibile: In virtù dell’assenza di sostanze chimiche e additivi, che invece sono presenti in altri prodotti per migliorare il gusto e l’aroma, l’arginina contenuta in questi integratori è più facile da assorbire una volta introdotta nell’organismo.

Rapporto qualità/prezzo: Tra i vantaggi principali di questa offerta c’è il suo costo vantaggioso e competitivo, soprattutto se messo in relazione con la qualità e la quantità degli integratori.

 

Contro

Durezza compresse: Il film esterno che riveste le pillole è piuttosto duro, perciò chi non ama deglutire le capsule potrebbe riscontrare qualche difficoltà.

Acquista su Amazon.it (€21.97)

 

 

 

2. Yamamoto Nutrition Arginine Pro Kyowa Quality 240 compresse

 

Questo prodotto è ideale per chi pratica sport ad alta intensità, come gli atleti di discipline artistiche, di running e anche di arti marziali, perché la quantità di arginina contenuta in una sola compressa fornisce anche energia al corpo.

La proposta Yamamoto Nutrition, azienda di origine italiana, è uno di quegli articoli più venduti che sono completamente naturali, ovvero realizzati a partire solamente da sostanze vegetali. Si tratta perciò di un prodotto biologico e particolarmente efficiente, perché, grazie alla concentrazione di aminoacidi essenziali, riesce a sostenere il fabbisogno giornaliero di un individuo adulto.

Nella lista degli ingredienti sono presenti però degli additivi, tra cui il talco, che hanno funzione antiagglomerante e che migliorano l’odore e il sapore: per questo è importante accertarsi, prima di acquistare la confezione, di non essere allergici a queste sostanze.

In ogni caso, è un articolo che vanta diversi pareri positivi, grazie anche a un prezzo vantaggioso.  

 

Pro

Concentrazione: Uno dei pregi più importanti di questi integratori è la buona percentuale di arginina contenuta nelle capsule, che oltre a conferire i vantaggi classici di questo aminoacido essenziale, offre anche una buona quantità di energia al corpo.

Naturale: Si tratta di integratori biologici, realizzati a partire solamente dalla lavorazione e fermentazione di prodotti di origine vegetale, perciò adatti anche per i vegani.

Prezzo: Tra le numerose offerte che si trovano su Internet, questa confezione vanta un costo conveniente, soprattutto se messo in relazione con la quantità di capsule incluse nel barattolo.

 

Contro

Additivi: Nella lista degli eccipienti degli integratori Yamamoto Nutrition ci sono anche additivi antiagglomeranti, come il talco e il biossido di silicio, perciò non sono adatti per chi è allergico a queste sostanze.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Solgar Amino Arginina 500 30 gr

 

Avete avuto una brutta esperienza con altri integratori perché si sono deteriorati dopo pochi giorni dall’apertura della confezione? Con questa soluzione firmata Solgar non dovrete preoccuparvi.

Grazie al film esterno delle compresse, la resistenza di queste ultime è piuttosto alta, perciò riuscirete a conservarle senza difficoltà e per lungo tempo, evitando anche il rischio che si sviluppi il classico odore e sapore sgradevole, tipico di prodotti realizzati a partire da elementi naturali.

La confezione è anche durevole, poiché realizzata in vetro scuro che riflette i raggi del sole più di molte altre soluzioni che si trovano in commercio, mantenendo intatte le proprietà degli integratori.

L’unica pecca è che la concentrazione di arginina non è alta, quindi, se dovete seguire una terapia suggerita dal medico in cui sono indicate dosi maggiori, un solo barattolo non basterà, perché sono contenute solamente 50 capsule.

In ogni caso, è uno degli articoli più validi tra quelli venduti online in termini di rapporto qualità/prezzo.

 

Pro

Resistenza: La superficie esterna delle compresse è rivestita da un sottile strato che migliora la conservazione degli integratori. Per questo motivo non avrete di che preoccuparvi se non consumate velocemente le capsule una volta aperto il barattolo.

Confezione durevole: La confezione che ospita le pillole è realizzata in un vetro scuro che evita il passaggio dei raggi solari, mantenendo quindi la giusta temperatura all’interno. In più, il tappo si chiude con facilità.

Rapporto qualità/prezzo: Quanti sono alla ricerca di un prodotto di buona qualità e dal costo competitivo potranno dare una chance a questo articolo.

 

Contro

Quantità: Una sola confezione contiene 50 capsule, che potrebbero non bastare qualora seguiate una terapia particolare.

Acquista su Amazon.it (€18.5)

 

 

 

4. Forever Argi + Bustine

 

Se dopo una lunga sessione di trekking sentite le gambe appesantite, probabilmente avrete bisogno di un integratore di arginina come quello di Forever, che vi aiuti a reintegrare la giusta dose di energia nel più breve tempo possibile.

Questa confezione è una delle più versatili e vantaggiose della nostra rassegna, nonostante non sia possibile classificarla come il prodotto più economico visto il prezzo decisamente superiore la media.

Si tratta di un articolo che contiene delle piccole bustine di polvere di arginina, che quindi strizza un occhio a quanti preferiscono assumere questo aminoacido essenziale senza deglutire le capsule.

La formula utilizzata dall’azienda produttrice è approvata da esperti della nutrizione e medici, che hanno sottolineato l’efficacia di questo prodotto anche in virtù dell’aggiunta di vitamine fondamentali per i corretti processi biologici dell’organismo.

Buono anche l’aroma e il gusto, che ricordano i frutti di bosco, facilitando quindi l’assunzione anche per chi non ama le soluzioni dall’odore tipicamente più naturale e per alcuni sgradevole.

 

Pro

Sapore: Questo prodotto è ideale per chi non ama l’aroma naturale dell’arginina, perché la polvere contenuta nelle bustine vanta un sapore e un odore che richiamano i frutti di bosco.

Con vitamine: Oltre all’aminoacido essenziale, gli integratori Forever includono anche alcune vitamine fondamentali per l’organismo sia per le classiche funzioni biologiche, sia per una più veloce assunzione dei principi nutritivi.

Praticità: Trattandosi di bustine di polvere di arginina, questi integratori sono di facile utilizzo, soprattutto per quanti non amano deglutire le capsule.

 

Contro

Prezzo: In confronto agli articoli più venduti sul web, questo prodotto ha un costo più alto, che è tuttavia proporzionale alla qualità.

Acquista su Amazon.it (€58)

 

 

 

5. Zestonics Nuovo L-Arginina Base più Citrullina Estratto di Maca

 

La combinazione di arginina e citrullina consente di godere di un’azione prolungata degli effetti benefici di questo integratore, poiché la prima viene assunta più velocemente dall’organismo, la seconda offre un aumento del tempo di permanenza dell’aminoacido nel corpo.

Oltre a questi due elementi, questo prodotto vanta anche un estratto dalla maca, un frutto originario del Sudamerica, che conferisce una sensazione di energia e benessere maggiore. Quindi, se siete degli atleti professionisti e non sapete dove acquistare un barattolo di integratori di arginina ad alte performance, date una chance alla proposta Zestonics.

La purezza degli ingredienti è uno dei vantaggi principali di questo prodotto, a cui si aggiunge anche una dose generosa e vantaggiosa di aminoacido essenziale, valida per coprire il fabbisogno giornaliero.

L’unico neo è che è necessario assumere due capsule al giorno, quindi una confezione potrebbe non bastare per una terapia giornaliera prolungata.

 

Pro

Ingredienti: Grazie all’unione di più sostanze oltre l’arginina, con questi integratori potrete godere di una prolungata sensazione di benessere e di energia nel corpo, oltre che di vantaggi migliori rispetto le soluzioni più comuni.

Per gli atleti: La soluzione offerta dall’azienda produttrice è pensata soprattutto per chi fa attività fisica e per gli atleti professionisti, che necessitano di recuperare un po’ di forze dopo un allenamento stancante.

Purezza: Nonostante la combinazione di sostanze nutritive, gli integratori Zestonics sono comunque 100% naturali.

 

Contro

Durata: Per godere degli effetti positivi di queste pastiglie è necessario assumerne due al giorno. Per questo motivo una confezione durerà poco più di un mese.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

6. Yamamoto Nutrition Akg Tablets Integratore Alimentare Arginina Alfa Chetoglutarato

 

La sesta posizione della nostra classifica di integratori di arginina a prezzi bassi e più interessanti che si trovano su Internet, è occupata dal brand Yamamoto Nutrition, ideale per quanti preferiscono le tavolette rispetto alla polvere.

Il buon rapporto qualità/prezzo rende questo prodotto adatto per chi non dispone di un budget elevato, infatti, come potete notare cliccando sul link in basso, senza spendere troppo avrete a disposizione una quantità di compresse valida solo per tre mesi.

Questi integratori Akg sono completamente naturali, anche se l’arginina inclusa nella confezione vanta l’aggiunta di altri elementi che migliorano l’apporto nutrizionale in caso di necessità.

Se seguite una dieta ipocalorica e quindi avete bisogno di equilibrare l’assunzione di aminoacidi essenziali, senza eccedere con le quantità di alimenti durante i pasti, ecco che questa soluzione viene in vostro soccorso.

In questi integratori è contenuta l’arginina alfa chetoglutarato, perciò, a differenza di altre soluzioni, fornirà maggiore energia facilitando il trasporto di azoto nei processi metabolici.

 

Pro

Rapporto qualità/prezzo: Quanti cercano una soluzione conveniente e vantaggiosa in termini di costo, troveranno in questo prodotto quello che fa al caso loro. 

Praticità: Il formato di questi integratori è la tavoletta, perciò li potrete trasportare con facilità ovunque e assumere anche con un sorso d’acqua. Questo li rende particolarmente pratici e facili da utilizzare.

Funzionale: L’arginina non è il solo ingrediente degli integratori Yamamoto Nutrition, perché c’è anche il suo precursore che aiuta a migliorare i processi metabolici.

 

Contro

Additivi naturali: Non si tratta di un prodotto completamente puro, perché oltre all’arginina ci sono altri composti che aiutano l’assimilazione di questa sostanza nell’organismo.

Acquista su Amazon.it (€10)

 

 

 

7. Farmac Magnesio e Potassio con Creatina Arginina e Carnitina

 

Chi ha difficoltà nell’assunzione di integratori di carnitina e arginina in forma di compresse può fare affidamento a questa soluzione in polvere, che oltre a essere pratica anche quando siete fuori casa, è di buona qualità per diversi motivi.

In primis perché, oltre all’aminoacido essenziale, vanta anche diversi sali minerali importanti come il magnesio e il potassio, entrambi utili per reintegrare l’energia e le sostanze nutritive perse con la sudorazione durante il movimento.

Inoltre, questa combo vi consente di ridurre la sensazione di stanchezza, aiutando la normale sintesi delle proteine e la giusta pressione sanguigna. A questi si aggiunge anche la creatina, che migliora la resistenza del corpo agli sforzi sostenuti durante l’attività fisica, ideale per recuperare energie dopo l’allenamento.

Purtroppo per godere delle alte performance di questi integratori è necessario assumere due bustine al giorno, ma poiché nella confezione ne sono incluse solamente 20, dovrete effettuare un nuovo acquisto nel giro di qualche settimana.

 

Pro

Composizione nutritiva: In aggiunta all’arginina, in questi integratori sono presenti anche altri elementi nutritivi fondamentali, come i sali minerali quali magnesio e fosforo e la creatina e carnitina. L’insieme di queste sostanze migliora le vostre performance.

Facili da utilizzare: Si tratta di bustine contenenti una polvere finissima, e per questa ragione è facile da dosare e soprattutto da assumere, perciò è l’ideale per chi non ama formati come le pillole.

Costo: Paragonando questo prodotto ad altri proposti in commercio, si può dire che vanta un prezzo competitivo e interessante per chi non dispone di un ampio budget.

 

Contro

Durata: Nella confezione ci sono solo 20 bustine e il dosaggio consigliato è di due al giorno, quindi dovrete acquistarne altre in meno di un mese perché una durerà poco.

Acquista su Amazon.it (€10.9)

 

 

 

8. Prolabs Arginina Alfa Chetoglutarato Barattolo da 90 Cpr

 

  

Ultimo prodotto della nostra classifica, ma non meno importante, è questo barattolo di integratori di arginina firmato Prolabs, che vanta una combinazione di ingredienti ad alte prestazioni ed energizzanti.

Nella scatola ci sono 90 compresse, che basteranno per un dosaggio di almeno due mesi, quindi il rapporto qualità/prezzo di questa proposte è abbastanza vantaggioso. L’effetto rigenerante vi aiuterà a recuperare i dolori muscolari dopo un allenamento intenso, anche perché l’azienda produttrice è specializzata in prodotti per atleti professionisti.

Tuttavia, il barattolo è poco resistente, perciò viene suggerito di trasferire le pastiglie in un’altra confezione più duratura e capace di evitare il deterioramento degli integratori.

In ogni caso, si tratta di un prodotto vegano, perché è tutto proveniente da alimenti di origine vegetale, compresi gli agenti agglomeranti e i principi nutritivi come gli acidi grassi e i sali minerali, inclusi nella composizione chimica.

 

Pro

Qualità: In virtù della buona concentrazione di arginina, di sali minerali e acidi grassi, questi integratori vantano una buona qualità che può interessare a chi è alla ricerca di capsule resistenti e valide.

Efficiente: Grazie alla combinazione dei principi nutritivi e del precursore dell’arginina, le pastiglie vantano alte prestazioni in ogni occasione, sia sotto sforzo e sia a riposo, anche prima di andare a letto.

Per tutti: Non è un prodotto realizzato a partire da alimenti di origine animale, perciò può essere utilizzato da tutti, anche da vegani e vegetariani.

 

Contro

Conservazione: Il barattolo non è particolarmente durevole, quindi per garantire una buona conservazione degli integratori dovrete trasferirli in un’altra confezione.

Acquista su Amazon.it (€11.25)

 

 

 

Guida per comprare un buon integratore di arginina

 

Se non avete mai avuto a che fare con un articolo simile, può essere difficile individuare il prodotto più conveniente e valido per le vostre necessità e la condizione di salute che avete intenzione di migliorare.

Per questo motivo, se volete scoprire come scegliere un buon integratore di arginina, seguiteci con la lettura dei prossimi paragrafi.

Il formato ideale

A differenza di altri aminoacidi essenziali, l’arginina può essere sintetizzata dal nostro organismo in età adulta. Tuttavia, in condizioni particolari come un periodo di forte stress o per migliorare le performance sessuali, sarà necessario assumere degli integratori di questa sostanza, che svolge un ruolo chiave in diverse occasioni, tra cui l’erezione.

In commercio la si può trovare in diversi formati, tra cui anche il liquido iniettabile in vena ma che viene utilizzato solamente in ambito medico: in ogni caso è necessario scegliere la soluzioni migliore anche in base alle proprie preferenze.

Esistono infatti le compresse o capsule e le tavolette, tipicamente di piccole dimensioni, facili da trasportare, comode e veloci, nonostante abbiano anche degli svantaggi come l’impossibilità di usare delle dosi personalizzate.

Ci sono anche integratori di arginina in polvere, che possono essere mescolati con il latte o con un energizzante e darvi una carica maggiore durante l’allenamento. Infine, alcune aziende di cosmesi offrono anche la possibilità di utilizzare balsami e oli con alla base questo aminoacido essenziale.

 

Le interazioni con altri farmaci

Soprattutto dopo un periodo di degenza a causa di un’influenza o di un raffreddore piuttosto forte, il corpo può essere completamente indolenzito, quindi il fabbisogno di arginina potrebbe aumentare esponenzialmente.

In questi casi allora è necessario assicurarsi che, tra gli ingredienti che compongono l’integratore, non siano presenti principi attivi che potrebbero entrare in contrasto con i farmaci che assumete.

La maggior parte di questi medicinali sono spesso anche antipertensivi, al contrario dell’arginina che invece dilata i vasi sanguigni, permettendo ai principi nutritivi di arrivare con più facilità ai tessuti.

Per questa ragione, anche se siete incerti se assumere o meno questa sostanza, chiedete un consulto al vostro medico, così da evitare qualsiasi complicanza dovuta alla presenza di eccipienti che entrano in contrasto con i farmaci.

Per esempio, tra quelli più famosi, che potrebbero creare non pochi problemi, ci sono i nitrati o l’ossido nitrico e il sildenafil. Ricordatevi che quando si tratta di salute non può essere lasciato proprio nulla al caso.

 

Possibili allergeni e purezza

Alcune persone, per ragioni etiche o di salute, hanno scelto di seguire un regime alimentare vegano o vegetariano, che comprende quindi una dieta a base completamente vegetale. Altre invece sono allergiche ad alcuni ingredienti, come le arachidi, le noci o le noccioline, e per questo motivo devono fare attenzione alle etichette dei prodotti che acquistano.

Se vi ritrovate in almeno una di queste due tipologie di consumatori, se non sapete quale integratore di arginina comprare è necessario anche che esaminiate per precauzione la scheda prodotto.

Questo aminoacido essenziale si trova in buona quantità soprattutto in alimenti di origine animale, infatti, per esempio, nel pollo supera persino i 5 g, ovvero il minimo indicato dal fabbisogno giornaliero.

Ma per quanto riguarda gli integratori per vegani e vegetariani, l’arginina viene sintetizzata soprattutto da frutta secca, legumi oppure da alghe (esattamente come la spirulina). Nonostante accada raramente, ecco il motivo per cui è importante verificare l’etichetta degli ingredienti dell’integratore che avete intenzione di acquistare.

Se siete allergici a uno solo di questi prodotti potreste riscontrare vomito, diarrea o disagio intestinale, con dolori muscolari e in alcuni casi anche crampi allo stomaco.

Il dosaggio e il prezzo

Se preferite l’acquisto di un integratore di arginina in capsule o compresse, sarà necessario assicurarsi la quantità di aminoacido essenziale contenuta in ogni pillola, in modo da poter valutare e calcolare la dose quotidiana che potete assumere.

Alcuni studi hanno dimostrato che questa sostanza non provoca danni gravi se assunta in quantità elevate, ma anche che potrebbe essere problematica qualora si misurasse un aumento esagerato dei livello di nitrati organici.

Le controindicazioni dell’arginina però esistono e non si possono certamente non considerare, ecco perché la dose giornaliera non dovrebbe superare i 6 g per riuscire a ottenere i giusti benefici e godere del miglioramento dei processi biologici dell’organismo.

Infine, un altro elemento discriminante in fase di acquisto è anche il costo dell’integratore, che deve essere proporzionale alla qualità e soprattutto alla purezza del prodotto, quindi all’eventuale mancanza di sostanze chimiche e additivi, che da una parte migliorano il profumo e il sapore ma dall’altra potrebbero creare danno a chi ne è allergico.

 

 

 

Domande frequenti

 

Che cos’è l’arginina?

Forse non tutti sono a conoscenza che le proteine sono dei composti organici che nel nostro organismo svolgono diverse funzioni, dalla costruzione delle fibre dei muscoli alla digestione di alcune sostanze.

Queste possono essere chiamate anche protidi e sono costituite dall’unione di tanti mattoncini chiamati aminoacidi, alcuni dei quali però non vengono sintetizzati attraverso il nostro corpo e quindi c’è bisogno di assumerli dall’esterno attraverso l’alimentazione.

L’arginina fa parte di quest’ultimo gruppo definito “essenziale”, e la sua funzione principale nel corpo è di aiutare la vasodilatazione e il passaggio dei principi nutritivi, di coadiuvare la trasmissione degli impulsi nervosi e rinforzare il sistema immunitario.

 

Dove si trova l’arginina?

Nonostante l’arginina sia un aminoacido definito essenziale, il nostro corpo riesce a produrla ma in pochissime quantità, e quando si raggiunge l’età adulta è necessario introdurla nell’organismo anche tramite l’alimentazione.

Tra i cibi che sono più ricchi di questa sostanza ci sono il merluzzo e i frutti di mare, che tra l’altro vantano anche una buona quantità di Omega 3. Altri che eccellono nella concentrazione di arginina sono le carni rosse e quelle bianche come il tacchino e il pollo, ma anche latte e derivati come i latticini.

Chi segue una dieta vegana può tenere in considerazione dei pasti a base di cipolla, cetrioli, legumi e asparagi, oltre che spuntini con frutta secca come nocciole, mandorle, banane e pesche.

 

Quanti integratori di arginina assumere al giorno?

Se avete una carenza di aminoacidi essenziali a causa di situazioni di salute particolari, potreste valutare l’opportunità di assumere degli integratori, ma ecco che è importante capire, per esempio, quando assumere l’arginina.

Secondo quanto specificato dalle organizzazioni internazionali che si occupano di salute e benessere, questa sostanza deve rientrare nel fabbisogno giornaliero in una misura di 5/6 g. 

Tuttavia, se svolgete tanta attività fisica o praticate sport a livello agonistico, vi suggeriamo di chiedere informazioni al vostro medico, perché esistono integratori pensati soprattutto per casi specifici come questo.

 

A cosa serve l’arginina? 

Se si tratta della prima volta che sentite nominare l’arginina, allora è giusto sapere quali sono le funzioni più importanti che svolge questo aminoacido essenziale nel nostro organismo.

In primo luogo possiamo dire che favorisce la formazione di ossido nitrico, aiutando nella sintesi proteica e quindi migliorando la sensazione di affaticamento dopo una sessione di allenamento.

In più, riduce la pressione sanguigna e viene persino utilizzata per attenuare l’infiammazione del tratto digerente nei neonati prematuri. Ma se ancora vi state chiedendo a cosa serve l’arginina, tra i suoi effetti positivi più apprezzati c’è anche quello di favorire una riduzione dello stress e dell’ansia.

 

Cosa comporta la carenza di arginina?

Se sapete come assumere l’arginina e quindi conoscete anche la sua importanza, ciò significa che avete bene in mente che si tratta di una sostanza fondamentale per l’omeostasi del nostro corpo.

Ma si possono verificare anche casi particolari in cui alcune patologie non permettono di poterla utilizzare nel modo migliore, riducendo completamente la già piccola percentuale sintetizzata dall’organismo.

In caso di carenza, sebbene sia rara, possono verificarsi dei depotenziamenti del sistema immunitario, infiammazioni del tratto delle vie urinarie e anche una particolare e progressiva ipertensione.

Tutto questo però può essere valutato solo da un professionista, perciò è fondamentale evitare di assumere integratori di arginina senza alcun criterio medico.

 

 

 

Come utilizzare gli integratori di arginina

 

Quanti non hanno mai utilizzato un nuovo integratore di arginina possono avere qualche perplessità riguardo l’assunzione e il corretto metodo di conservazione. Nei prossimi paragrafi abbiamo redatto alcuni consigli utili per fugare ogni dubbio, che crediamo possano essere fondamentali in caso di bisogno.

Le possibili controindicazioni

Quanti si stanno chiedendo a cosa serve l’arginina, sappiano che è importante innanzitutto conoscere i possibili effetti collaterali causati da dosaggi sbagliati, nonostante le quantità in eccesso di questo aminoacido siano generalmente tollerati con facilità dall’organismo.

Di solito, il fabbisogno giornaliero si attesta intorno ai 6 g, tuttavia potrebbero manifestarsi problemi a livello gastrico e intestinale come vomito e diarrea, che sono indice di aver superato i grammi consentiti.

In ogni caso, l’utilizzo degli integratori di arginina sono sconsigliato per chi soffre di ipersensibilità, di gravidanza e durante il periodo di allattamento al seno, oltre che in presenza di sindromi genetiche rare che causano un disordine a livello di assimilazione degli aminoacidi.

Da non sottovalutare anche condizioni fisiche come casi di insufficienza renale o di problematiche connesse al fegato. Infine, a onor del vero, sebbene siano piuttosto rari, esistono comunque situazioni in cui in alcuni pazienti si è notata l’incidenza di nefrotossicità e cefalea, causate da una quantità superiore a 20 g di arginina introdotta nell’organismo.

 

Modalità di assunzione

Sull’etichetta della maggior parte dei prodotti, come gli integratori di arginina, sono indicate anche le corrette modalità di utilizzo, utili a evitare un sovradosaggio e per migliorare le performance.

Una volta scelta la confezione che avete in mente di acquistare, date subito un’occhiata nel dettaglio sia alla composizione chimica, per assicurarvi che non ci siano eccipienti a cui siete allergici, sia al metodo più veloce per l’assunzione.

Nel caso delle capsule, prestate attenzione alla percentuale e concentrazione di aminoacidi essenziali contenuti all’interno, e in casi specifici anche se vantano delle certificazioni nazionali o internazionali di esperti, che garantiscono l’efficacia di quella soluzione.

In questa maniera potrete informarvi anche su quando assumere l’arginina, preparando eventualmente tutto il necessario se dovete uscire di casa ma non volete rinunciare all’integrazione di questa sostanza.

Preferite anche optare per prodotti dal gusto più ricercato e variegato, in modo da rendere più appetibile l’articolo e facile la deglutizione.

La giusta conservazione

Avete appena aperto la confezione dell’integratore di arginina? Allora sarà il caso di chiuderla e conservarli in modo corretto, seguendo anche i consigli suggeriti dall’azienda produttrice e scritti sull’etichetta.

Comunque è importante accertarsi che, nel caso in cui si tratti di pastiglie, queste siano compatte e prive di graffi che potrebbero causare una fuoriuscita della sostanza contenuta all’interno.

In particolare, le softgel sono il formato che più di altri potrebbe creare problemi, perché la superficie esterna è piuttosto morbida e quindi esposta a eventuali tagli. Nel caso delle bustine, sarà necessario che l’involucro rimanga integro e senza alcun difetto, in modo che la polvere non si riversi nella confezione creando successivamente problemi nel capire come assumere l’arginina nelle dosi corrette.

Infine, preferite conservare gli integratori lontani dalle fonti di calore, quindi evitando anche il contatto con i raggi solari oltre che con ambienti umidi come il frigorifero: il luogo perfetto potrebbe essere anche la dispensa della cucina.

 

 

Categories
Semi

Gli 8 migliori semi di lino del 2021

 

Semi di lino – Guida agli acquisti, Opinioni e Confronti

 

Come avevano già scoperto gli Egizi e i Fenici, il lino è una pianta erbacea annuale, che cresce spontanea e da cui si possono ricavare sostanze nutritive preziose e fibre tessili resistenti. I semi vantano proprietà protettive ed emollienti, infatti non è difficile trovarli tra gli eccipienti di un prodotto di cosmesi o nella lista di ingredienti degli infusi, utili per calmare le infiammazioni interne ed esterne. Se non avete molto tempo a disposizione per leggere le migliori proposte e i diversi formati che abbiamo raccolto in questa pagina, date subito un’occhiata a Indigo Herbs Farina di Semi di Lino Biologica, ideale per preparare pasta e pizza ricche di oli essenziali anche per celiaci. Buona anche la soluzione VidiFood Semi di Lino Interi 100% Naturali, da aggiungere facilmente a qualsiasi preparazione culinaria, per arricchirla di principi nutritivi e di sapore.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori semi di lino – Classifica 2021

 

Trovate difficile individuare quali sono i migliori semi di lino del 2021 tra i tanti articoli che esistono sul mercato? Non preoccupatevi, perché vi basterà seguirci con la lettura delle prossime righe, in cui abbiamo esaminato i prodotti più soddisfacenti, analizzandone i pro e i contro.

In questo modo potrete avere un quadro più completo, per capire dove acquistare la soluzione ideale.

 

 

1. Indigo Herbs Farina di Semi di Lino Biologica

 

Gustare un buon piatto di pasta o una pizza fatta in casa non è facile per chi soffre di intolleranza al glutine, perciò, chi vuole aggiungere un quid in più al pasto, può dare una chance a questa farina di semi di lino, completamente naturale e dalla texture finissima.

Può essere utilizzata in diverse preparazioni culinarie, perché si mescola facilmente con qualsiasi prodotto, conferendo anche delle qualità nutritive da non sottovalutare, come le vitamine e l’Omega 3 tipicamente contenuti nella pianta del lino.

Questo nuovo prodotto è quindi l’ideale per celiaci e per vegani e vegetariani, ma, nonostante questo, contiene 900 kcal per 100 g, quindi chi segue una dieta ipocalorica dovrà dare un’occhiata ad altre soluzioni.

Il rapporto qualità/prezzo è buono, infatti è tra gli articoli più venduti, anche perché la confezione vanta una chiusura a tenuta d’aria, che garantisce una conservazione più efficiente e duratura.

 

Pro

Rapporto qualità/prezzo: Facendo una comparazione con altre soluzioni simili presenti sul mercato, questo prodotto non solo vanta una qualità superiore, ma è caratterizzato anche da un prezzo competitivo e più vantaggioso.

Versatile: Trattandosi di semi di lino lavorati e macinati finemente, questi possono essere utilizzati come ingrediente base per diverse ricette. In più, è un prodotto versatile anche per chi è intollerante al glutine.

Tabella nutrizionale: Sulla confezione si può leggere che, oltre alle qualità e ai vantaggi conferiti dai semi di lino, questa polvere vanta anche un’aggiunta ulteriore di Omega 3 e di vitamine biodisponibili.

 

Contro 

Calorie: Non è un prodotto pensato per chi segue un regime dietetico ipocalorico.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. VidiFood Semi di Lino Interi 100% Naturali

 

Tra i prodotti venduti online, un articolo che può fare al caso vostro, se apprezzate i semi di lino interi, è questa confezione del marchio VidiFood. L’azienda produttrice ha a cuore che ogni processo di realizzazione venga effettuato in modo accurato e senza sostanze chimiche, affinché i principi nutritivi e le qualità organolettiche rimangano inalterate.

Questo è uno dei motivi che spingono gli amanti delle soluzioni biologiche ed ecosostenibili a lasciare i propri pareri positivi, garantendo un prodotto naturale e ricco di Omega 3 e vitamine essenziali.

Potreste infatti utilizzarli anche macinati insieme al caffè, oppure aggiungerli allo yogurt o ai cereali per dare un quid in più al gusto, all’aroma e beneficiando degli effetti positivi di questi semi di lino dorati.

L’unico neo è che tra gli ingredienti è indicata chiaramente la presenza di tracce di olio di noce e di sesamo, quindi non è un articolo adatto per chi soffre di allergie a questi ultimi due elementi.

 

Pro

Naturale: VidiFood garantisce che in ogni operazione della catena di produzione di questo articolo non vengono utilizzate sostanze chimiche in grado di alterare le qualità organolettiche e nutritive dei semi di lino. Per questa ragione si tratta di un articolo completamente naturale e biologico.

Praticità: La confezione è facile da chiudere e da conservare, ma la qualità principale di questi semi di lino è che li potrete aggiungere al latte o al caffè, donando un quid in più semplicemente macinandoli.

Costo: Si tratta di una soluzione conveniente e dal costo piuttosto interessante, che strizza un occhio a chi non dispone di un budget elevato per l’acquisto di semi di lino.

 

Contro 

Possibili allergie: Tra gli ingredienti potrebbero esserci tracce di sesamo e olio di noce, perciò non è un prodotto per quanti soffrono di allergie a queste sostanze.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Warnke Vitalstoffe Olio di Lino Puro 1000mg Naturale

 

La terza posizione della nostra classifica dei migliori semi di lino è occupata da queste capsule realizzate con una superficie esterna in gel, che sono in primis facili da assumere, e in più anche convenienti.

L’azienda produttrice ottiene questo prodotto attraverso delle operazioni di spremitura a freddo, mantenendo quindi integre sia le qualità nutritive, sia le caratteristiche organolettiche ed evitando l’eventuale comparsa del sapore rancido.

Questo olio di semi di lino è perciò puro, senza aggiunta di sostanze chimiche, ma un altro dei punti di forza, che è impossibile non sottolineare, è il tappo dosatore che chiude la confezione.

Quest’ultima è infatti pensata per garantire un più semplice dosaggio e una migliore conservazione, permettendovi di assumere le compresse anche se state camminando per strada e di mantenere integre le pillole più a lungo.

Insomma, è l’articolo ideale se non sapete dove acquistare delle softgel di buona qualità, ma è anche giusto sottolineare che non è un prodotto adatto per i vegani e vegetariani, perché l’agente gelificante proviene dal suino.

 

Pro

Puro: In virtù dei processi di lavorazione a freddo adottati dall’azienda, queste compresse softgel di semi di lino sono naturali, perciò vantano tutte le caratteristiche nutritive tipiche della pianta e una migliore biodisponibilità.

Facilità di utilizzo: A differenza di molti prodotti venduti sul mercato, queste pillole sono confezionate in un barattolo semplice da trasportare e abbastanza pratico, che facilita quindi il dosaggio e l’assunzione delle pillole.

Qualità: Si tratta di un articolo a base di semi di lino di buona qualità, perciò ideale per chi cerca soluzioni convenienti e soprattutto valide.

 

Contro 

Non per tutti: Non è un articolo versatile, infatti chi è vegano o vegetariano dovrà dare un’occhiata ad altri prodotti, poiché tra gli ingredienti di queste compresse c’è un additivo gelificante estratto dal grasso di maiale.

Acquista su Amazon.it (€9.75)

 

 

 

4. Dorimed Semi di Lino 1kg

 

Questo prodotto può interessare quanti sono alla ricerca di una soluzione bio e versatile, ovvero adatta per diverse preparazioni culinarie o per realizzare articoli di cosmetica fai da te. Si tratta di una confezione da 1 kg di semi di lino interi, che vantano una buona proporzione tra prezzo e quantità, che difficilmente si può trovare in altri modelli presenti in commercio.

Se cercate il prodotto più economico, allora non lasciatevi scappare questa soluzione che, come già anticipato, può essere utile per arricchire insalate, cereali, yogurt o per dare una svolta cromatica e di sapore ai piatti caldi, sfruttando la purezza dei chicchi interi e naturali.

Tuttavia, un punto di debolezza è la confezione, poiché non ha una chiusura a tenuta d’aria, quindi dovrete prestare maggiore attenzione quando li conservate, evitando il contatto con fonti luminose e con ambienti umidi.

Se siete curiosi di saperne di più, cliccate sul link in basso, ma prima facciamo il resoconto dei pro e dei contro di questo prodotto.

 

Pro

Naturale: Questo prodotto può interessare quanti hanno intenzione di introdurre nella propria dieta anche i semi di lino interi, perché l’azienda offre dei chicchi interi e non trattati, quindi completamente puri e naturali, ricchi di sostanze nutritive benefiche.

Quantità: In una busta ci sono 1 kg di semi di lino, quindi una dose ideale per coprire almeno sei mesi di assunzione, considerando di prenderne pochi grammi al giorno.

Convenienza: Si tratta di un articolo dal buon rapporto qualità/prezzo, per questo motivo è vantaggioso per chi non vuole svuotare il portafoglio.

 

Contro 

Confezione: La busta che contiene i chicchi non ha nessuna chiusura che li isoli dal contatto con l’aria, quindi è importante prestare attenzione alla conservazione.

Acquista su Amazon.it (€11.95)

 

 

 

5. Probios Semi di Lino Dorati Bio Senza Glutine

 

Siete ancora indecisi su quali semi di lino comprare? Ecco un altro prodotto che potrebbe interessarvi per diversi motivi: in primo luogo per la buona quantità di fibre naturali aggiunte alla composizione dei chicchi.

Secondariamente perché si tratta di uno degli articoli ideali per i celiaci, poiché l’azienda produttrice garantisce estrema attenzione in tutte le fasi di produzione, allontanando il rischio di trovar tracce di farina o di altri alimenti che potrebbero creare problemi di salute gravi.

I semi di lino organici targati Probios sono anche senza grassi idrogenati, coloranti e conservanti, perciò adatti a regimi alimentari come quello crudista e vegan. L’imballaggio è piuttosto resistente, anche se non è presente nessuna chiusura che permetta il contatto con l’aria.

In generale, visto il prezzo competitivo, possiamo dire che si tratta di una delle offerte convenienti della nostra classifica. Buono anche l’apporto di proteine vegetali, sottolineato dalla purezza dei semi di lino venduti dall’azienda.

 

Pro

Biologici: Uno dei punti di forza più evidenti in questo prodotto è l’origine naturale dei semi di lino, la cui purezza rimane intatta poiché non vengono aggiunte sostanze chimiche durante le fasi di produzione e imballaggio.

Per tutti: Grazie all’attenzione che l’azienda produttrice riserva durante la realizzazione delle confezioni, questo articolo è versatile per qualsiasi utilizzo, anche per la preparazione di pasti vegani, crudisti o per celiaci.

Costo: Questo prodotto strizza un occhio a coloro i quali cercano una buona soluzione economica e di qualità.

 

Contro 

Conservazione: Bisogna prestare maggiore attenzione quando si apre la confezione e si conservano i semi di lino, perché manca una chiusura isolante che eviti il contatto con l’aria e l’umidità.

Acquista su Amazon.it (€18.9)

 

 

 

6. Probios Semi di Lino Scuro da Agricoltura Italiana

 

Avete mai desiderato arricchire una focaccia fatta in casa o del pane con un gusto particolare e una consistenza ancora più croccante? Allora dovreste provare a utilizzare questi semi di lino integrali e di colore scuro targati Probios.

Si tratta di una confezione di formato grande da 5 kg, che può essere sfruttata in diverse occasioni e che vanta soprattutto prezzi bassi in confronto ad altre soluzioni vendute su Internet.

I chicchi possono essere facilmente ammollati in latte o acqua, seguendo le indicazioni suggerite dall’azienda produttrice, ottenendo quindi una bevanda dal gusto naturale e ricca di sostanze nutritive di buona qualità.

Sono anche facili da macinare e masticare, nonostante la superficie esterna del chicco sia particolarmente coriacea e quindi poco pratica da utilizzare come snack per i più piccoli. Il sacchetto è resistente quindi non avrete grosse difficoltà a conservarli, e anche per questo motivo si può dire abbia un buon rapporto qualità/prezzo.

 

Pro

Quantità: Tra tante soluzioni vendute sul web, questa confezione di semi di lino è vantaggiosa perché offre una buona scorta di chicchi. Si tratta quindi di un articolo ideale per una famiglia numerosa che fa largo uso di questo prodotto.

Versatili: Con i suggerimenti Probios e con un po’ di fantasia potrete utilizzare questi semi di lino in svariati modi, preparando il pane, aggiungendoli allo yogurt e così via, perché si prestano a diverse preparazioni.

Imballaggio: La confezione è scura e resistente, perciò garantisce una buona conservazione dei chicchi.

 

Contro 

Durezza: La superficie esterna di questa tipologia di semi di lino è piuttosto dura, quindi sono difficili da masticare a crudo.

Acquista su Amazon.it (€30.5)

 

 

 

7. Vegavero Probiotici Prebiotici Bio per Bambini e Ragazzi 

 

Quando si tratta di prendersi cura dei più piccoli, che soffrono di intestino infiammato o irritabile, è importante evitare l’utilizzo di prodotti ricchi di sostanze chimiche e additivi, preferendo medicinali consigliati dal dottore e soluzioni naturali.

L’azienda produttrice Vegavero è di recente nascita, ma grazie alla volontà di portare in commercio prodotti 100% biologici e quindi naturali, ha permesso di far conoscere il suo nome in tutto il mondo.

Questi probiotici per bambini sono pensati per regolarizzare la flora batterica intestinale fin dopo la nascita, evitando il rischio che la parete dell’intestino assorbisca batteri e virus potenzialmente nocivi, poiché più vulnerabile.

La polvere è inodore e insapore, e soprattutto senza lattosio, glutine o altre sostanze anche animali, che potrebbero creare fastidio nei più piccoli. Tuttavia il flacone contiene solamente 75 g di prodotto, perciò, considerando la necessità di utilizzare almeno due misurini al giorno, si tratta di un prodotto di breve durata.

 

Pro

Naturale: Questo prodotto interessa quanti sono alla ricerca di un articolo vegano e soprattutto naturale, quindi privo di sostanze chimiche come additivi alimentari o di tracce di glutine o possibili allergeni.

Efficiente: Si tratta di probiotici di elevate prestazioni, e non potrebbe essere altrimenti considerando che sono pensati soprattutto per i più piccoli e i neonati che hanno bisogno di rinforzare la flora batterica intestinale.

Privo di sapore: L’azienda produttrice, per facilitare l’assunzione ai bambini, ha pensato di eliminare in modo naturale qualsiasi odore, sapore o aroma che altrimenti potrebbe disturbarli.

 

Contro 

Quantità: Nella confezione ci sono 75 g, quindi durerà poco se si considera un dosaggio giornaliero di almeno due misurini. 

Acquista su Amazon.it (€24.9)

 

 

 

8. Benessence Semi di Lino Biologici 500g

 

Se siete giunti fin qui e siete ancora indecisi su quali semi di lino comprare, non resta che dare una chance a questo ultimo prodotto della nostra classifica, che porta sulla confezione il marchio Benessence. 

In virtù dell’attenzione dell’azienda produttrice alle varie fasi di produzione, ovvero dalla coltivazione all’imballaggio, questi chicchi sono ideali per chi segue una dieta vegana e per chi preferisce articoli che strizzano un occhio alla questione ambientale.

Le certificazioni presenti sulla confezione sottolineano queste due qualità, ma il principale vantaggio che trarrete, scegliendo questo prodotto, è che i semi di lino sono arricchiti di una maggiore quantità di fibre, circa il 27%, a differenza di altre soluzioni caratterizzate dal 20%.

Per questa ragione sono ideali per quanti soffrono di stipsi, ma prestate attenzione durante la conservazione, perché il pacchetto non ha una chiusura ermetica: dovrete quindi optare per trasferire i chicchi in un altro barattolo.

 

Pro

Ricchi di fibre: Facendo un paragone con altri prodotti che si trovano sul mercato, questi chicchi vantano una maggiore concentrazione di fibre naturali, e per questo motivo sono ideali per chi soffre di stipsi o per chi segue una dieta mediterranea.

Biologici: Non sono né coltivati e né lavorati con sostanze chimiche, quindi si tratta di semi di lino biologici che interessano quanti amano tutelare l’ambiente, anche attraverso l’acquisto di prodotti sostenibili.

Certificati: Sulla confezione sono presenti dei bollini che sottolineano l’assenza di ingredienti di origine animale, rendendo questo prodotto adatto per i vegani e vegetariani.

 

Contro 

Conservazione: Per evitare che i semi di lino si deteriorino velocemente, dovrete trasferirli in un contenitore migliore della confezione in cui sono imballati.

Acquista su Amazon.it (€10)

 

 

 

Guida per comprare i semi di lino

 

Se siete giunti fin qui e non siete a conoscenza di come scegliere dei buoni semi di lino, allora seguiteci con la lettura delle prossime righe. Abbiamo raccolto qualche consiglio utile per effettuare un acquisto consapevole e di buona qualità, esaminando tutte le caratteristiche principali da ricercare in un prodotto valido.

Modalità di assunzione

Secondo i pareri dei medici e dei nutrizionisti, gli effetti positivi dei semi di lino sull’organismo sono molteplici, a partire da azioni specifiche come evitare problematiche legate a insorgenze cardiache, arrivando fino a migliorare situazioni più generali come la sensazione di benessere di tutto il corpo.

In commercio esistono diversi articoli e formati, poiché sono numerose le aziende produttrici che hanno deciso di lanciarsi in questa nicchia di mercato, quindi se non riuscite a deglutire delle pillole, potreste optare, per esempio, per semi di lino dalla consistenza farinosa.

Esistono anche oli appositamente estratti con spremitura a freddo dei chicchi, che mantengono quindi intatte le qualità nutritive, e così anche molte altre offerte più pratiche che quindi semplificano l’assunzione.

Poiché i semi di lino vantano anche altri elementi nutritivi essenziali, come le fibre e gli Omega 3, sarà invece necessario acquistarli in formato intero e macinarli poco prima del consumo, in modo da non disperdere l’azione benefica di quelle sostanze, a causa della rottura della membrana protettiva esterna del chicco.

Questo soprattutto se avete necessità di equilibrare delle mancanze di questi principi nutritivi attraverso la dieta.

 

La quantità e qualità dei nutrienti

Se siete indecisi su quali semi di lino comprare, dovreste sapere che, per essere sicuri di acquistare un prodotto valido, bisogna prestare attenzione alla scheda prodotto, e più in particolare alla tabella dei nutrienti.

I chicchi di questa pianta sono già ricchi di elementi fondamentali che aiutano l’organismo nei vari processi biologici, eppure alcune aziende aggiungono anche sali minerali e altri principi essenziali che ne migliorano l’efficienza.

Esistono infatti delle offerte interessanti che possono essere utilizzate per determinate situazioni e casi specifici, come quando si necessita di integrare Omega 3 in una dieta povera di alimenti di origine animale.

Se vi è mai capitato di assumere i semi di lino, saprete già quanto questi chicchi siano in grado di apportare benefici non indifferenti anche alla pelle, migliorando la produzione di sebo e quindi riducendo la secchezza degli strati superficiali del derma.

A tal proposito, poiché oltre agli acidi grassi questi prodotti vantano anche fibre che permettono di regolarizzare il sistema intestinale, sarà importante prestare attenzione alla qualità dei nutrienti, ovvero verificare se si tratta di un articolo naturale e non lavorato con solventi chimici.

 

La confezione

Prima di procedere all’acquisto fate una breve ricerca nei negozi online e fisici delle soluzioni presenti sugli scaffali, dando un’occhiata anche ai produttori e alla provenienza dei semi di lino generalmente indicati sull’etichetta.

Così potrete essere certi che durante la coltivazione non siano stati utilizzati pesticidi o altre sostanze chimiche che ne alterano la qualità e anche del fatto che eventualmente si tratti di un prodotto biologico.

I principali marchi tendono a proporre sul mercato due varietà di chicchi, giallo e marrone, le cui differenze sono sostanzialmente la durezza e la quantità di nutrienti e, di conseguenza, di benefici apportati all’organismo.

In più, un altro elemento da non sottovalutare è la qualità dell’imballaggio e della confezione, oltre che la facilità di conservazione. Preferite sacchetti facili da conservare e che vantano una chiusura a tenuta d’aria, in grado di migliorare la tenuta dei chicchi, evitando che il sapore diventi rancido.

Rapporto qualità/prezzo

In conclusione di questa breve guida per capire come scegliere dei buoni semi di lino, non poteva mancare il prezzo di una confezione, che se per molti è un aspetto che passa in sordina, in realtà è indicativo anche della qualità.

Non è una leggenda metropolitana che più si paga un articolo e migliore sarà la sua resa in confronto ad altre soluzioni più economiche, ma quando parliamo di chicchi come questi, le caratteristiche principali che non devono essere tralasciate sono proprio queste.

La qualità può essere indicata anche da eventuali certificazioni di medici italiani che assicurano la buona funzionalità di un determinato prodotto, ma anche dal livello di integrità dei chicchi, che più sono biologici e migliore sarà la resa effettiva.

In commercio si possono trovare anche articoli come gli integratori o i semi di lino in formato di olio, che uniscono un prezzo competitivo con elevate performance nell’organismo.

 

 

 

Domande frequenti

 

Quanti semi di lino mangiare?

I semi di lino rappresentano uno degli ingredienti che non dovrebbe mai mancare nella nostra dieta, perché è particolarmente benefico e aiuta a favorire il buon funzionamento del nostro organismo.

Si tratta di un alimenti ricco di Omega 3 e di sali minerali che danno una mano al nostro intestino e a tutto l’apparato digerente, rinforzando anche i collegamenti nervosi. Per questa ragione è importante sapere come si cucinano i semi di lino, utilizzando la giusta quantità di almeno tre cucchiaini al giorno, per godere dei vantaggi di chicchi così pieni di sostanze nutritive importanti.

 

Quali nutrienti apportano i semi di lino?

Tra le tante soluzioni artificiali che si trovano in commercio e che offrono un buon apporto di nutrienti, nessuno può eguagliare i semi di lino e i suoi principi nutritivi chiave come i lignani, la vitamina E e il magnesio, oltre i diversi acidi grassi essenziali come l’Omega 3.

Si tratta infatti di un alimento piuttosto completo, che su 100 g di prodotto contiene 40 g di grassi, di cui più della metà di quelli buoni, 20 g di proteine e aminoacidi essenziali e 28 g di fibra alimentare con 1 g di carboidrati complessi.

A questi si aggiungono anche i flavonoidi che vantano un’azione antiossidante, altre vitamine ma del gruppo B e, infine, potassio e calcio in piccole quantità.

 

Come si cucinano i semi di lino?

Se volete prendervi cura del vostro organismo senza rinunciare a delle preparazioni culinarie squisite, la soluzione potrebbe essere quella di introdurre nella vostra dieta anche elementi come i semi di lino.

Poiché la loro dimensione è molto piccola, è consigliato anche dai medici di non inghiottirli senza prima sminuzzarli, perché altrimenti non riuscirete ad assorbire tutte le sostanze nutritive già nella prima fase di digestione, ovvero la masticazione.

Se volete sapere come tritare i semi di lino e utilizzarli in cucina, il nostro suggerimento è quello di unirli al caffè e quindi ridurli in polvere con il macinino, aggiungendo magari anche al latte.

 

Per chi sono indicati i semi di lino?

Di solito anche i medici e nutrizionisti consigliano di consumare quotidianamente la dose raccomandata di semi di lino, soprattutto per chi soffre di stitichezza, osteoporosi o diabete. In commercio si trovano anche formati diversi dei chicchi, come le capsule, le tavolette, l’olio estratto generalmente a freddo e le softgel.

Queste però sono più indicate per chi ha bisogno di integrare anche una quantità maggiore di acidi grassi essenziali come Omega 3, 6 e 9. In genere sono consigliati per le malattie cardiache congenite o problemi di cuore insorti nel corso del tempo, quindi anche infiammazioni delle articolazioni, aterosclerosi e per chi vuole diminuire i valori di colesterolo nel sangue.

 

I semi di lino fanno dimagrire?

In natura non esistono integratori o alimenti capaci di aiutarvi a perdere peso nel giro di poco tempo, quindi, a prescindere da quanti semi di lino al giorno vengono assunti dal vostro organismo, l’unico metodo per abbassare l’asticella della bilancia è seguire uno stile di vita sano.

Questo comporta quindi fare attività fisica a cadenza regolare e mangiare in maniera equilibrata, quindi aggiungendo ai pasti anche prodotti come questi chicchi che sono ricchi di nutrienti.

Per esempio, le fibre alimentari aiutano a migliorare l’attività dell’intestino, sbloccando l’organismo in caso di stitichezza, e dando una maggiore sensazione di sazietà e riducendo, quindi, l’appetito.

 

 

 

Come utilizzare i semi di lino 

 

Non avete mai provato a introdurre i semi di lino nell’alimentazione e volete saperne di più per migliorare il benessere del vostro corpo? Seguiteci con la lettura dei prossimi paragrafi, per scoprire qualche consiglio utile a usufruire di questi chicchi nel migliore dei modi.

Fabbisogno giornaliero

Chi conosce la quantità relativa di semi di lino al giorno consigliati dalle associazioni internazionali che si occupano di salute e benessere? L’Organizzazione Mondiale della Sanità e la Società Scientifica di Nutrizione suggeriscono di aggiungere per ogni pasto almeno uno degli alimenti di origine vegetale o animale che contengono Omega 3.

In questo modo si assicura il giusto quantitativo di acidi grassi essenziali nel nostro organismo. I semi di lino sono uno di quei prodotti ricchi di questa sostanza, infatti una porzione equivale a circa tre cucchiaini, che sono l’ideale per chiunque abbia necessità di assimilare i principi nutrizionali in modo puro e il più veloce possibile.

 

Qualche idea in cucina

Ora che siete a conoscenza della possibilità di utilizzare i semi di lino anche in cucina, vogliamo suggerirvi qualche trucco per arricchire le vostre pietanze in modo salutare e gustoso.

Per godere appieno delle qualità di questi chicchi, potete consumarli tritati sul momento. crudi o tostati per pochi secondi: in quest’ultimo caso è importante non lasciarli troppo sul fuoco perché il calore potrebbe alterare gli acidi grassi essenziali.

Se non sapete come mangiare i semi di lino, allora provate ad aggiungerli nel muesli o nella macedonia, oppure potete realizzare contorni come insalate e zuppe su cui vengono cosparsi una volta tritati.

Interessante può essere preparare anche del pane fatto in casa con questi chicchi aggiunti nell’impasto, magari utilizzando soluzioni come macinare i semi di lino.

 

Mantenerli integri

Tra le qualità principali di questo alimento c’è anche la possibilità di utilizzarlo per migliorare le condizioni dei vostri capelli, perché aiuta la vasodilatazione e quindi migliora l’accrescimento del pelo sul cuoio capelluto.

In ogni caso è importante conservarli in modo corretto, perché si tratta di chicchi ricchi di sostanze grasse come gli Omega 3, che tendono a irrancidire molto facilmente se messi a contatto prolungato con fonti di calore e umidità.

Una buona soluzione potrebbe essere quella di acquistare periodicamente nuove confezioni più piccole, evitando definitivamente l’eventuale deperimento, oppure di togliere i semi di lino dall’imballaggio di plastica e conservarli in un barattolo di vetro nella dispensa.

Effetti collaterali da sovradosaggio

Trattandosi di elementi naturali completi e quindi non di prodotti realizzati da un’estrazione chimica a freddo, come nel caso dei più comuni integratori, i semi di lino possono comunque presentare delle controindicazioni, seppur leggere.

Infatti, la loro assunzione è sconsigliata a chi soffre di diverticoli o di intestino irritabile, perché la fibra e i sali minerali contenuti nei chicchi potrebbero infiammare l’apparato digerente. Inoltre, nel caso in cui la quantità sia eccessiva e contemporaneamente si prendano anche dei medicinali, potrebbero verificarsi effetti indesiderati come il gonfiore e il meteorismo.

Ecco perché è importante sapere come consumare i semi di lino ed evitare effetti collaterali spiacevoli.

 

 

Categories
Probiotici

Gli 8 migliori integratori di probiotici del 2021

 

Integratori di probiotici – Guida agli acquisti, Opinioni e Confronti

Se avete spesso episodi di coliti, mal di pancia e le vostre evacuazioni non sono regolari, è possibile che il vostro microbiota intestinale non sia al massimo delle sue forze, per cui potreste avere bisogno di assumere più alimenti che contengono batteri buoni. Se questi però non dovessero bastare, o proprio non vi piace l’idea di mangiare cibi fermentati come il kimchi o il natto, ecco che arrivano in vostro soccorso gli integratori a base di probiotici. In questo articolo, abbiamo selezionato alcuni dei prodotti maggiormente apprezzati dagli utenti, e che pensiamo possano interessarvi. Tra questi troviamo N2 Natural Nutrition Probiotici e Prebiotici Intestinali 60 cps, che contiene ben 40 miliardi di microrganismi attivi con aggiunta di prebiotici, che migliorano l’assimilazione e potenziano la loro efficacia. Oppure Gloryfeel Complesso Probiotici Probivia 200 Capsule Gastroresistenti, con 18 ceppi batterici e una dose di inulina, che favorisce la produzione di batteri buoni per l’intestino.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori integratori di probiotici – Classifica 2021

 

Qui di seguito troverete la classifica degli otto migliori integratori di probiotici del 2021, scelti per voi in base alle loro caratteristiche più valide.

 

 

1. N2 Natural Nutrition Probiotici e Prebiotici Intestinali 60 cps

 

Al primo posto della nostra classifica troviamo un articolo proposto da N2 Natural Nutrition, e reputato dagli acquirenti come il miglior integratore di probiotici del momento. All’interno della confezione troverete ben 60 capsule, ognuna contenente 40 miliardi di microrganismi attivi, da assumere per due volte al giorno a distanza di almeno un paio d’ore dai pasti. 

Anche nel caso di terapie antibiotiche, si consiglia di prenderlo lontano da queste. Si tratta di un supplemento alimentare a base di prebiotici e probiotici, dove i primi sono incaricati a migliorare l’assorbimento degli altri e di potenziarne l’efficacia.
Sono senza lattosio e glutine, dunque possono essere acquistati anche da chi è intollerante a questi alimenti. Inoltre, non contengono OGM, e le capsule sono di origine vegetale, perfette per chi segue una dieta priva di cibi derivanti dagli animali.
Le pillole, però, sembrano essere un po’ troppo grandi, circa quanto una moneta da 50 centesimi di euro, e potrebbero quindi risultare difficili da deglutire.

Pro

Benefici: In base ai pareri di chi ha acquistato il prodotto, sembra bastino poche settimane di assunzione costante per notare i primi effetti positivi sull’organismo, oltre a regolare quasi immediatamente la motilità intestinale.

Conservazione: A differenza di molti altri integratori a base di probiotici, che devono essere necessariamente posti in frigorifero per preservarne la vitalità, questi non hanno bisogno di tale accorgimento, rivelandosi più facili da trasportare durante i viaggi.

Etichetta: Il produttore ha reso le istruzioni molto chiare e precise, scrivendo nelle più comuni lingue il dosaggio e gli ingredienti e l’elenco dei vari ceppi.

 

Contro

Capsule: A quanto pare, queste sono piuttosto grandi e un po’ difficili da deglutire. Per limitare il problema, il produttore consiglia di aprirle direttamente in bocca, anche se questo procedimento può diminuire l’assorbimento dei microrganismi.

  Acquista su Amazon.it (€19.95)

 

 

 

2. GloryFeel Complesso Probiotici Probivia 200 Capsule Gastroresistenti

 

Tra i prodotti venduti online, abbiamo scelto quest’integratore proposto dall’azienda GloryFeel. L’articolo si presenta in una confezione in plastica rigida, all’interno della quale sono state inserite 200 capsule di origine vegetale e prive di lattosio e glutine, con cui è possibile effettuare una terapia per circa tre mesi e mezzo.
Si tratta di un integratore ad ampio spettro: contiene una gran varietà di ceppi di probiotici, che possono apportare benefici in numerose situazioni in cui vi è un’alterazione della flora batterica, sia intestinale, sia vaginale.
Tuttavia, vi suggeriamo di controllare prima l’elenco delle varie specie, tra le quali potrebbero esserci alcuni microrganismi che potrebbero creare fastidi e accelerare la motilità intestinale, soprattutto durante i primi giorni di assunzione.
Consigliamo, inoltre, di deglutire le capsule lontano dai pasti, piuttosto che durante, come riportato sul foglietto illustrativo. Se necessitate di maggiori informazioni, oppure volete scoprire dove acquistare l’integratore GloryFeel, vi basta cliccare sul link posto qui in basso.

 

Pro
Qualità/prezzo: Facendo un paragone con altre offerte presenti sul mercato, questo integratore risulta piuttosto conveniente, poiché ogni confezione contiene 200 capsule, a un costo abbastanza accessibile.

Composizione: Contiene 18 ceppi di probiotici differenti, ognuno dei quali può apportare benefici alla salute dell’apparato digerente e dell’organismo. Nella formulazione è stata aggiunta una dose di inulina, capace di giungere nell’intestino senza essere assorbita dai succhi gastrici.

Capsule: Se state cercando un integratore di probiotici rispettoso della natura, queste pillole sono vegane al 100% e non contengono OGM e altri additivi chimici.

 

Contro

Assunzione: Anche se è consigliato di prendere due dosi giornaliere durante i pasti, molti utenti hanno riscontrato maggiori risultati facendolo a stomaco vuoto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Bromatech Enterelle 24 cps 

 

Bromatech è una ditta farmaceutica che si occupa principalmente della distribuzione e produzione di probiotici e fermenti lattici vivi, in grado di migliorare lo stato dell’apparato digerente e del sistema immunitario.
Grazie alla grande esperienza nel campo e ai numerosi studi all’interno delle università italiane e straniere, è stata in grado di creare un integratore a base di microrganismi vivi chiamato Enterelle, e capace di curare le condizioni di disbiosi intestinali.
La confezione contiene 24 capsule, in ognuna delle quali sono inseriti tre ceppi di batteri differenti, in numero pari a 1 miliardo per ognuno. La presenza dei Saccharomyces Cerevisiae, facenti parte della famiglia dei lieviti, si rivelano estremamente validi in caso stiate cercando un medicinale per stipsi cronica.
L’azienda inoltre, propone un programma di prevenzione e depurazione, in cui consiglia l’assunzione di altri tre integratori, oltre Enterelle, che, se presi in sequenza per alcuni mesi, possono migliorare lo stato di salute generale e rinforzare il sistema immunitario.

 

Pro

Azienda: Grazie al continuo sviluppo e alla ricerca scientifica, Bromatech vanta una grande esperienza nel campo dei batteri utili al nostro organismo.

Efficacia: Molti utenti dichiarano di aver trovato giovamento già dopo pochi giorni di utilizzo, soprattutto dopo l’assunzione di altri integratori della stessa casa farmaceutica.

Ingredienti: Ogni capsula contiene tre ceppi differenti che, combinati tra loro, riescono ad apportare notevoli benefici all’apparato gastrointestinale.

 

Contro 

Non per tutti: La presenza dei saccaromiceti, delle capsule di origine animale e la produzione all’interno di stabilimenti in cui è possibile la contaminazione da parte di derivati del latte e della soia, non li rende acquistabili da chi soffre di intolleranze o allergie.

Acquista su Amazon.it (€19.99)

 

 

 

4. Physis Ltd Probiotici Avanzati 50 Miliardi di Ceppi Batterici

 

Uno dei prodotti più venduti di questa classifica, si rivela essere quello proposto dall’azienda Physis Ltd. Ciò che lo rende un buon integratore da acquistare non è di certo il prezzo, che non risulta propriamente economico, ma la quantità e la qualità di probiotici presenti.
Infatti ogni capsula contiene ben 50 miliardi di colonie batteriche, in grado di sostituire quelle che si trovano tra i villi intestinali, danneggiate dalle cure antibiotiche o una dieta scorretta. 
Potrete trovare la lista completa sulla confezione, consultabile anche sul sito del venditore.
Inoltre, non sono presenti lieviti, glutine, lattosio e derivati di origine animale, così da accontentare i più esigenti e i soggetti intolleranti. Prima dell’acquisto, ricordiamo sempre che è necessario il parere di un medico, che potrà consigliarvi se queste specie di batteri possano essere utili o meno al vostro organismo.
In caso di incompatibilità, può manifestare delle reazioni avverse, come dolori addominali e diarrea.

 

Pro

Per tutta la famiglia: I ceppi utilizzati possono apportare benefici a livello intestinale non soltanto agli adulti, ma anche ai più piccoli costretti a una terapia antibiotica.

Senza allergeni: La ditta ha scelto di utilizzare capsule di origine vegetale, senza glutine e lattosio, dunque, idonee a chi soffre di intolleranze e allergie.

Conservazione: Questo tipo di integratore non ha bisogno di essere conservato in frigorifero come molti altri, per questo motivo può essere facilmente trasportabile durante i viaggi, in cui l’assunzione di probiotici è sempre utile.

 

Contro 

Efficacia soggettiva: Come in altri casi, questo tipo di integratore deve essere scelto con cura, per cui è preferibile farsi consigliare da un medico. Questo perché, all’interno di una capsula, potrebbero esserci dei ceppi di batteri non idonei al proprio organismo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. Best Paw Nutrition Integratore Probiotico per Cani e Gatti

 

Se pensavate che soltanto il corpo umano fosse popolato da microrganismi, vi sbagliavate. Anche gli animali hanno sia batteri buoni, sia patogeni all’interno del loro intestino e, proprio come noi, possono soffrire di disbiosi e avere delle alterazioni della flora, che sono causa non solo mal di pancia e diarrea, ma anche di malessere generale.
Il metodo migliore per prevenire queste situazioni, è farli mangiare in modo sano ed equilibrato, purtroppo però questo non sempre basta, e in soggetti predisposti possono presentarsi delle vere e proprie patologie IBD.
Dunque, molti veterinari consigliano l’utilizzo di fermenti lattici e probiotici, e Best Paw Nutrition propone un integratore per cani e gatti con tutti i ceppi di batteri di cui hanno bisogno.
In ogni confezione troverete 120 capsule, contenenti 2 miliardi di microrganismi attivi, capaci di ridurre il gonfiore addominale, gli stati allergici e le infiammazioni dovute agli agenti patogeni.

 

Pro

Efficaci: Molti acquirenti dichiarano che i loro amici a quattro zampe abbiano riscontrato effettivi benefici dopo l’assunzione di questo integratore, diminuendo o eliminando del tutto gli episodi di colite e diarrea.

Posologia: Il produttore ha pensato a tutto, scrivendo la giusta dose per ogni animale in base al loro peso.

Costo: A differenza di molti altri integratori per animali, spesso caratterizzati da un prezzo piuttosto elevato, questo invece risulta essere più economico, considerato l’elevato numero di compresse per ogni confezione.

 

Contro 

Somministrazione: Le pastiglie sono appetibili e di norma non si hanno difficoltà di ingestione, tuttavia un cane troppo piccolo o un gatto più suscettibile ai sapori potrebbero trovarle sgradevoli. Per questo motivo, è preferibile polverizzarle e mescolarle al cibo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

6. Solgar Bioflor Enhanced Series 60 cps

 

Un altro articolo che ci è piaciuto molto è l’integratore alimentare proposto dall’azienda americana Solgar, chiamato Bioflor Enhanced Series. Si tratta di un supplemento alimentare a base di probiotici, sviluppato da una famosa casa farmaceutica fondata a New York nel 1947.
Grazie all’enorme ricerca e studi sul campo, l’azienda ha potuto scegliere i migliori ingredienti adatti al benessere intestinale. All’interno della confezione troverete 60 capsule che contengono cinque tipologie di microrganismi vivi, tra cui il Bifidobacterium Lactis e il Lactobacillus Paracasei, i più indicati in caso di stipsi e gonfiore addominale.
Non ha bisogno di essere conservato in frigorifero, quindi sarà facile portarlo anche durante un viaggio, in cui capita molto di frequente di avere disturbi intestinali. Le capsule non contengono alimenti di origine animale, ma sono composte di cellulosa vegetale, dunque, idonee anche per chi segue una dieta vegana o vegetariana.
Inoltre, sono prive di lattosio e derivati del frumento.

 

Pro

Benefici: Molti utenti dichiarano di essere riusciti a risolvere i loro problemi intestinali grazie a Bioflor Enhanced Series, che si è rivelato utile anche in presenza di cistiti e allergie della pelle.

Non solo per adulti: La tipologia di ceppi presenti in questo integratore può essere assunta anche dai più giovani.

Qualità: Solgar è un’azienda farmaceutica americana, da sempre impegnata per lo sviluppo di nuovi integratori utili all’organismo e, anche questa volta, propone un buon prodotto per risolvere i disturbi intestinali.

 

Contro 

Prezzo: Il costo non è propriamente basso, ma si rivela comunque di un buon prodotto che varrebbe la pena provare.

Acquista su Amazon.it (€26.99)

 

 

 

7. Vegavero Probiotici e Prebiotici Bio per Bambini e Ragazzi

 

Anche ai più piccoli può capitare di avere dolori addominali e diarrea o di dover affrontare un ciclo di antibiotico, che potrebbe alterare la flora batterica intestinale, facendo notevoli danni. In questi casi anche il pediatra sarà d’accordo, e vi consiglierà di associare un integratore di probiotici per ragazzi alla terapia, per fare in modo che questa non risulti troppo aggressiva.
Vegavero ci propone un nuovo supplemento alimentare proprio per bambini dai tre ai 12 anni, adatto anche alle donne in stato di gravidanza. Questa volta ci troviamo di fronte a una confezione da 75 g di soluzione in polvere, inodore e insapore, che è possibile sciogliere nell’acqua oppure nel latte.
La miscela è composta da cinque ceppi di batteri differenti e da una percentuale di inulina ricavata dalla pianta di agave, capace di migliorare l’assorbimento dei probiotici. La dose consigliata prevede l’assunzione di due misurini al giorno, tuttavia, vi suggeriamo di confrontarvi con il medico prima di sottoporlo ai vostri figli.

 

Pro

Effetti: Molti genitori sembrano entusiasti del prodotto, notando miglioramenti non solo sullo stato intestinale dei loro bambini, ma anche sull’umore.

Quantità: Anche se 75 g possono sembrare pochi, in realtà una sola confezione vi basterà per una terapia di due mesi.

Sapore: Nonostante il produttore dichiari che la polvere non abbia un gusto specifico, ad alcuni bambini è piaciuta molto.

 

Contro 

Costo: Il prezzo del prodotto potrebbe risultare eccessivo, ma bisogna prendere in considerazione che una confezione dura per ben due mesi.

Acquista su Amazon.it (€24.9)

 

 

 

8. Bayer Gyno-Canesflor Probiotico per Prevenzione Recidive Infezioni Vaginali

 

Ci troviamo di fronte a un prodotto completamente differente, ma caratterizzato dalle stesse proprietà benefiche dei precedenti, stavolta però, per uso prettamente femminile. L’azienda Bayer presenta un blister con dieci capsule vaginali, utili a prevenire le recidive da infezioni come la candida, oppure da utilizzare in supporto alle cure antibiotiche.
Ogni ovulo contiene un unico ceppo batterico, conosciuto come Lactobacillus Plantarum, indicato proprio per la microflora batterica presente sulla mucosa vaginale, e capace di contrastare gli attacchi da parte degli agenti patogeni.
Attenzione: non è un prodotto alimentare, dunque non deve essere ingerito, ma inserito all’interno della vagina prima di andare a dormire, tutte le sere per un’intera settimana. L’unico tasto dolente sembra essere il blister troppo delicato, che potrebbe causare la rottura degli ovuli al suo interno.
Nonostante ciò, il prodotto piace a molte donne, che sostengono di aver trovato effettivi miglioramenti con l’uso di Gyno-Canesflor, e di percepire minore prurito e bruciore.

 

Pro

Prezzi bassi: Gyno-Canesflor è apprezzato non solo per la sua utilità, ma anche per il costo non eccessivo.

Utilizzo: Anche se può sembrare complicato, l’inserimento dell’ovulo è estremamente facile poiché basta sollevare leggermente il bacino per farlo scivolare nel collo dell’utero.

Valido: Molte acquirenti hanno riscontrato degli effettivi benefici durante l’utilizzo di Gyno-Canesflor e alcune dichiarano di non aver più avuto recidive da candida al termine del blister.

 

Contro 

Confezione: Durante l’apertura è necessario prestare molta attenzione a non premere eccessivamente sull’involucro, che potrebbe causare la rottura accidentale delle capsule. Il nostro suggerimento è quello di tagliare delicatamente lungo il bordo, e di estrarre l’ovulo senza provocare pressione.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare un integratore di probiotici 

 

Se non sapete quale integratore di probiotici comprare, in questa nostra guida troverete molte informazioni fondamentali, che vi agevoleranno nella scelta del miglior prodotto più adatto alle vostre esigenze.

Parametri da rispettare

I probiotici sono classificati dall’OMS come organismi attivi, e capaci di apportare benefici al nostro corpo. Tuttavia, spesso vengono confusi con i fermenti lattici, che però non hanno le stesse proprietà e, purtroppo, non riescono ad arrivare vivi fino all’intestino.
Il loro compito, dunque, è quello di supportare la digestione di alimenti come il lattosio, e trasformarlo in acido lattico in persone che soffrono di intolleranze specifiche. I probiotici invece, hanno la capacità di rimanere attivi fino al colon, migliorando la qualità della flora batterica lì presente.
Sono contenuti in alcuni tipi di cibi, come quelli fermentati, che però non sono sempre facili da reperire, e per questo motivo, in genere, si preferisce assumere integratori mirati. Dunque, prima dell’acquisto, vi consigliamo di controllare sempre che si tratti effettivamente di probiotici, e non di fermenti lattici che, come abbiamo visto, hanno scopi ben diversi.
Inoltre, leggere la lista degli ingredienti è altrettanto importante: ogni casa farmaceutica produce numerose tipologie di articoli contenenti specie batteriche differenti, che è necessario saper distinguere per conoscere quello più adatto alle nostre esigenze.
Un altro criterio da prendere in considerazione è la quantità di microrganismi inseriti in ogni capsula o bustina: secondo gli ultimi studi scientifici, per far sì che i probiotici portino degli effettivi benefici al nostro corpo, questi devono essere assunti almeno per un numero pari a 10⁹ cellule vive al giorno e, sull’etichetta, deve essere specificato il nome di ogni ceppo.
Infine, è necessario che il produttore certifichi la sicurezza dell’integratore venduto, che dovrà garantire la vitalità degli organismi all’interno delle capsule, e assicurarsi che questi riescano effettivamente a giungere vivi, almeno in gran parte, fino ai villi intestinali.

 

Tipologie e prezzi

Sul mercato farmaceutico è possibile trovare numerosi integratori di probiotici tra i quali effettuare una comparazione: la scelta non dipenderà soltanto dal prezzo, ma anche dalla tipologia di microrganismi e dal formato che si preferisce assumere.
Di norma, la maggior parte di questi prodotti sono composti da una polvere molto sottile e biancastra, che può essere pressata e venduta in pastiglie, oppure inserita all’interno di capsule da deglutire.
In alternativa, è possibile sceglierli sotto forma di bustine, da aprire e sciogliere in un bicchiere di acqua fredda o a temperatura ambiente. Anche i prezzi cambiano, e possono essere molto diversi a seconda del formato, del numero di dosi presenti nella confezione, e infine, in base alla qualità dei ceppi inseriti.
Questi, a volte, sono sviluppati esclusivamente in laboratorio e hanno un costo maggiore rispetto a quelli più comuni.

Ceppi e intolleranze

Il microbiota intestinale è formato da miliardi di batteri, sia positivi, sia negativi come i funghi, virus e agenti patogeni. Per far sì che il nostro intestino sia in eubiosi, ovvero in equilibrio, è necessario che i microrganismi buoni siano in numero maggiore rispetto ai secondi.
Ciò però non è sempre possibile: una dieta non adeguata, l’alcol, il fumo o le terapie a base di medicinali aggressivi possono alterare questa stabilità, provocando così uno stato di disbiosi intestinale, causando diarrea e dolori addominali.
Un’integrazione a base di probiotici può migliorare la situazione e ripristinare un equilibrio, l’importante, però, è scegliere le specie più adatte alla propria patologia o situazione.
Al momento, non conosciamo ancora tutte le tipologie di ceppi esistenti, tuttavia, gli attuali sono stati classificati in tre macrocategorie: i Bacteroidetes, di cui fanno parte i Fragilis, gli Ovatus e i Dorei, e sono quelli che costituiscono circa il 20% di tutto il microbiota.
Poi vi sono i Firmicutes, i più numerosi e diffusi, tra cui troviamo i Lactobacillus Casei Immunitas. Infine, i meno comuni sono gli Actinobacteria e caratterizzano solo il 5% della flora batterica intestinale, di cui fanno parte i famosi Bifidobacterium, conosciuto anche come Bifidus attivo.
Se siete ancora in dubbio su quale integratore di probiotico comprare, considerate che molti di questi non portano vantaggi solo a livello intestinale, ma sono utilizzati anche per contrastare le infezioni da candida vaginale, causate proprio da un’alterazione batterica delle mucose.
Altri invece possono essere assunti per dimagrire, o apportare benefici anche al resto del corpo e del sistema immunitario. Infine, fate molta attenzione in caso di intolleranze: preferite capsule prive di lattosio, nel caso in cui abbiate difficoltà a digerire i prodotti caseari, oppure quelle senza glutine o derivati animali.

 

 

 

Domande Frequenti

 

Cosa sono i probiotici?

Secondo l’OMS i probiotici sono dei microrganismi vivi, che possono svolgere un ruolo benefico per il corpo umano. Servono a ripristinare il microbiota intestinale, composto da numerosi ceppi differenti che, in seguito a una dieta sballata, o a una cura con medicinali troppo aggressivi, possono proliferare troppo o diminuire, causando un’alterazione e modificando la mucosa intestinale.
Tra quelli più conosciuti troviamo il Lactobacillus, di cui fanno parte gli Acidophilus, i Casei e i Lactei, oppure i Bifidobacterium, che si distinguono a loro volta tra Longum e Breve e, infine, gli Eubacteria. 

 

A cosa servono i probiotici?

L’attività di tali microrganismi è predisposta alla colonizzazione del microbiota intestinale, più comunemente conosciuto come flora batterica. Questi possono aiutare a ripristinarne i villi, che potrebbero essersi danneggiati a causa di continui cicli di antibiotici, per una dieta poco equilibrata, oppure per una malattia autoimmune, come il morbo di Crohn.
Nonostante potreste pensare che la sola assunzione di probiotici possa migliorare il sistema immunitario, non vi sono abbastanza studi a riguardo che ne certifichino la veridicità.

 

Quando è necessario assumere probiotici?

L’assunzione di un integratore a base di probiotici si rivela estremamente utile in associazione a una cura di antibiotico, per contrastare i danni che questo può fare all’organismo.
Oppure anche per migliorare i casi di disbiosi intestinale, ovvero un’alterazione della flora batterica, che provoca dolori addominali e diarrea. L’importante è che questi siano scelti dal medico, e non presi senza conoscere la tipologia di ceppo.

 

Quali probiotici scegliere?

Esistono migliaia di ceppi differenti e la scelta potrebbe effettivamente rivelarsi ardua. Tuttavia, potreste far individuare il tipo di probiotico giusto a un medico, che vi consiglierà quale integratore può essere più adatto alla vostra situazione.
Alcuni si rivelano più efficaci in caso di stipsi, altri invece durante gli stati diarroici, altri ancora possono essere un valido aiuto nel caso di patologie intestinali croniche, se vengono assunti in modo ciclico per qualche mese all’anno.
In ogni caso, vi suggeriamo di non effettuare un acquisto senza sapere quale sia quello più appropriato, poiché potrebbero presentarsi alcuni effetti collaterali, come mal di pancia e diarrea.

 

Dove si trovano i probiotici?

I probiotici possono essere assunti sotto forma di integratori, come quelli in bustina, in capsule o addirittura liquidi, l’importante è conservarli in frigorifero, dove la bassa temperatura li fa sopravvivere.
Tuttavia, questi sono contenuti anche all’interno di molti alimenti, soprattutto quelli fermentati: il kimchi ne è un esempio. Questo piatto coreano è composto da alcune tipologie di verdure, mischiate a delle spezie e lasciate stagionare.
Lo stesso discorso vale per il kefir, che proviene dal latte di mucca, capra, oppure da bevande vegetali come quella di riso. Si forma attraverso la fermentazione dei grani, all’interno dei quali sono presenti numerose colonie di batteri buoni, utili all’organismo.
Anche lo yogurt è ricco di probiotici, l’importante è sceglierlo senza zuccheri aggiunti, che potrebbero alterarne il contenuto ed essere più dannosi che benefici. Infine, è possibile trovarlo nei fagioli di soia fermentati, conosciuti anche come natto, nel miso e nel tè kombucha, tutti alimenti molto apprezzati in Giappone.

 

 

 

Come usare un integratore di probiotici

 

I probiotici, così come i fermenti lattici, si trovano all’interno del nostro intestino fin dalla nascita, e svolgono un ruolo molto importante per il nostro apparato digerente, e non solo. Se soffrite di continui disturbi intestinali, stati diarroici o stipsi, è molto probabile che sia a causa di un’alterazione della flora batterica, che dovrebbe essere ripristinata il prima possibile.
Per farlo, è necessario assumere più alimenti a base di fermenti vivi, oppure seguire una terapia con delle capsule che ne contengono un numero molto elevato. Se non sapete come scegliere un buon integratore di probiotici, vi consigliamo di leggere la nostra guida all’acquisto poco più su.

Perché usarli?

Avere una flora intestinale sana ed equilibrata è molto importante, poiché questa riesce a influenzare anche il resto del corpo e la mente. Molti studi hanno evidenziato che, in presenza di un’alterazione del microbiota, sono frequenti anche altre tipologie di malattie, come quelle cardiache, del fegato, e persino la depressione.
Per questo motivo, i medici consigliano di assumere probiotici e fermenti lattici per diminuire la comparsa di sintomi come la diarrea o la stipsi, e per ripopolare la mucosa intestinale di batteri buoni.
In realtà, esiste un’enorme differenza tra fermenti lattici e probiotici: i primi, una volta ingeriti, vengono distrutti dai succhi gastrici presenti nello stomaco, e non arrivano vivi fino al colon. Servono dunque, a migliorare l’assorbimento del lattosio nel caso di intolleranze. I secondi invece, riescono a resistere e giungere sani e salvi fino ai villi, così da ripristinarne la flora.
Esiste anche un’altra tipologia di microrganismo, che spesso viene confusa con questi ultimi. La differenza tra prebiotici e probiotici dipende dal ruolo che ognuno di loro svolge: i primi sono sostanze non digeribili e non assorbibili dal corpo umano, ma servono a nutrire e stimolare gli altri che, invece, sono incaricati al ripopolamento dei batteri presenti nell’intestino.

 

Quando e come assumerli?

L’assunzione dei probiotici deve essere effettuata sempre a stomaco vuoto e, possibilmente, prima o lontano dai pasti. In caso contrario, è possibile che questi vengano assorbiti in misura molto minore, poiché l’intestino sta già lavorando per scindere e trasformare il cibo ingerito in sostanze nutritive.
Anche durante una cura a base di antibiotico, questi non vanno mai presi insieme, ma sempre a distanza di almeno mezz’ora l’uno dall’altro. La dose giornaliera è indicata sulla confezione, ma in genere è il medico a decidere in base all’età, al peso e alla gravità della situazione, e se necessario, limitarla a una volta al giorno.
Per quanto riguarda le modalità invece, cambia a seconda del formato: se la confezione è provvista di bustine, queste andranno sciolte in poca acqua fredda e mai calda, che potrebbe uccidere i microrganismi. Se invece avete acquistato un integratore in capsule, andranno deglutite con del liquido.

Per quanto tempo si possono prendere i probiotici?

Per essere realmente efficace, una cura a base di microrganismi attivi non dovrebbe durare per un tempo minore a 60 giorni. In caso di situazioni più gravi, come la presenza di accertate patologie del tratto gastro-intestinale, per esempio il morbo di Crohn, è necessario che la posologia sia decisa da un esperto e svolta per più mesi all’anno.

 

 

 

Categories
Fitoterapici

Gli 8 migliori integratori di Ginseng

 

Integratori di Ginseng – Guida agli acquisti, Opinioni e Confronti

 

Il gusto rotondo e piacevole, unito all’aroma particolare del ginseng, facilita l’assunzione dei prodotti realizzati con questa pianta, permettendo di assimilare anche nutrienti come vitamine, oli essenziali e polisaccaridi. Le qualità positivi per l’organismo sono principalmente di carattere energizzante e antistress, quindi perché privarsi della possibilità di migliorare il proprio benessere? In questa pagina troverete le soluzioni a base di ginseng più interessanti, ma se non avete molto tempo a disposizione, date un’occhiata a Lavazza 120 Capsule Caffè a Modo Mio Ginseng, ideali per quanti amano godersi una pausa gustando una bevanda calda. Buona anche la proposta Hivital Foods Panax Ginseng Coreano 2500 mg, integratori pensati per migliorare le performance atletiche e la memoria.

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori Integratori di Ginseng – Classifica 2021

 

Gli integratori alimentari possono fornire una buona quantità di principi nutritivi utili all’organismo, ecco perché reputiamo vi possano tornare utili le recensioni che abbiamo realizzato nelle righe successive, riguardo le offerte più interessanti che si trovano sul web.

In questo modo riuscirete ad avere un quadro più completo, assicurandovi di acquistare il prodotto ideale per le vostre esigenze.

 

1. Lavazza 120 Capsule Caffè a Modo Mio Ginseng

 

Per molti la pausa caffè non è solo un piacere ma un vero e proprio stile di vita, tuttavia possono esserci degli inconvenienti dovuti a un’eccessiva assunzione di questa bevanda calda.

Un buon sostituto che non delude è il ginseng, e soprattutto questo targato Lavazza, poiché caratterizzato da una tostatura scura che gli conferisce un aroma caramellato degno di nota. Se apprezzate anche il retrogusto vanigliato, quindi dolce e avvolgente, ecco un altro elemento a favore, per il quale vi suggeriamo di dare una chance a questo caffè al ginseng.

Il costo non è elevato, anzi, questo prodotto vanta un buon rapporto quantità/prezzo, perché in una sola confezione sono incluse più di 100 capsule, quindi se le utilizzate con parsimonia durerà a lungo.

L’unico neo è che si tratta di una soluzione ristretta, quindi non è l’ideale se non apprezzate il gusto robusto tipico di questa tipologia di bevande. 

 

Pro

Aroma: Tra i caffè più venduti, Lavazza è un’azienda famosa per le sue miscele dal gusto inconfondibile, anche quelle a base di ginseng. Le capsule contengono una polvere dall’aroma di caramello e vaniglia rotondi e avvolgenti.

Quantità: In una sola confezione sono incluse più di 100 capsule, ciò significa che le potrete sfruttare a lungo per diverse pause caffè. 

Costo: Uno dei vantaggi principali di questo prodotto, che gli ha fatto guadagnare diversi pareri positivi, è il suo rapporto qualità/prezzo, che lo rende accessibile anche a chi non dispone di un budget elevato.

 

Contro

Ristretto: La fase di tostatura scura conferisce un gusto un po’ amaro che non è apprezzato da tutti.

Acquista su Amazon.it (€32.7)

 

 

 

2. Hivital Foods Panax Ginseng Coreano 2500 mg

 

Il secondo prodotto della nostra rassegna è un integratore di panax ginseng, che contiene una combinazione di nutrienti aggiunti scelti da Hivital Foods per offrire diversi vantaggi: in primo luogo una migliore ricarica energetica, che aiuta l’organismo in situazioni di stress.

In secondo luogo permettendo di godere di una maggiore concentrazione e di acuire le capacità mnemoniche, quindi è il prodotto ideale per chi studia ogni giorno, come per esempio chi frequenta l’università.

Questo nuovo prodotto è in forma di compresse realizzate in modo da facilitare l’assunzione, infatti basterà masticarle o lasciarle sciogliere con l’azione della saliva in bocca, evitando quindi di inghiottirle.

Il costo è piuttosto vantaggioso, nonostante per ottenere dei benefici sia necessario assumere almeno due capsule al giorno, con il risultato che una sola confezione durerà per pochi giorni. 

In ogni caso, prima di andare oltre, diamo un’occhiata alla sintesi dei pro e dei contro di questo prodotto.  

 

Pro

Praticità: La forma di questi integratori è la compressa, che però, essendo completamente naturale, è pensata per poter essere assunta in modo pratico e veloce tramite masticazione o scioglimento in bocca con l’azione della saliva.

Formula di nutrienti: Hivital Foods, pur includendo in ogni pillola solo 2500 mg di ginseng, ha realizzato questi integratori con una formula bilanciata di altri nutrienti, tra cui le vitamine, che aiutano a migliorare l’assorbimento, la memoria e la concentrazione.

Prezzo: Facendo una comparazione con altre soluzioni, questo barattolo è conveniente in termini di costo.

 

Contro

Durata: In una confezione ci sono 120 compresse, ma non basteranno per un dosaggio di più di tre mesi, perché per ottenere dei benefici bisogna assumerne almeno due al giorno.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. LaVivant Estratto di Ginseng Rosso Coreano 80 mg/g

 

Se tra i tanti articoli venduti sul web non sapete quale ginseng comprare, vi potrà essere utile sapere che tra i migliori abbiamo trovato questo prodotto LaVivant, ideale per tutti gli sportivi e gli adulti che hanno bisogno di quel tocco di energia in più durante la giornata.

Questa nuova gamma di estratti proposta dall’azienda migliora la capacità di recupero durante l’allenamento, ma anche la resistenza e, quindi, l’esecuzione di attività particolarmente faticose: ecco perché è adatto per chi pratica crossfit o lavori pesanti.

L’importante è che la sua assunzione sia accompagnata da una dieta equilibrata e regolare, perché solo così godrete dei vantaggi per il sistema immunitario ma anche a letto, migliorando le vostre performance.

La confezione in vetro è particolarmente resistente, ma ciò che fa storcere il naso è la quantità di prodotto, perché, essendo solamente 30 g, durerà poco nel caso in cui dobbiate seguire una terapia a lungo termine.

 

Pro

Qualità: Il ginseng coreano è leggermente diverso dalle altre tipologie coltivate in tutto il mondo, perché se il suo estratto è utilizzato con criterio fornisce vantaggi all’organismo anche in breve tempo. La proposta La Vivant contiene questo elemento ed è di buona qualità anche in virtù dell’alta concentrazione.

Conservazione: La tipologia di confezione non è da sottovalutare quando si sceglie un nuovo integratore. In questo caso il barattolo in vetro garantisce una maggiore sicurezza e una più lunga durata dell’estratto liquido.

 

Contro

Quantità: L’azienda offre solamente 30 g di estratto di ginseng, perciò sarete costretti ad acquistare un’altra confezione nel caso di un’assunzione prolungata nel tempo.

Acquista su Amazon.it (€30.4)

 

 

 

4. Equilibra Ginseng Koreano Puro 100% 30 g

 

Quanti sono intenti nel fare una comparazione tra le diverse soluzioni di ginseng, possono aggiungere alla lista anche questo articolo Equilibra, adatto per chi ama estratti puri. 

Poiché favorisce la produzione di energia nel corpo, tra i pregi di questa proposta c’è anche la possibilità di dare una mano a riequilibrare situazioni particolarmente stressanti: basterà scioglierne un cucchiaino in acqua.

L’azienda è di origine italiana e porta avanti l’ambiziosa idea di mettere alla portata di tutti il benessere e la qualità, infatti questo articolo, come spiegato sull’etichetta, è realizzato tramite estrazione a freddo della radice di ginseng matura di 4/5 anni.

Ciò significa che nella confezione si trova la scorza essiccata e ridotta in polvere ricca di nutrienti e priva di qualsiasi sostanza chimica che ne alteri il gusto e il sapore: è pertanto naturale, quindi farà i suoi effetti già dopo qualche giorno.

Tra i prodotti venduti online non è però uno dei più duraturi, perché se non viene conservato bene si deteriora facilmente.

 

Pro

Purezza: Si tratta di un estratto di ginseng puro, ovvero che non viene lavorato con particolari elementi chimici che ne potrebbero alterare il gusto e il sapore.

Efficienza: Poiché è uno dei prodotti più naturali venduti online, la proposta Equilibra è versatile sia per gli sportivi, sia per chi soffre di stress.

Pratico: Nella confezione è contenuta una polvere di radice di ginseng essiccata, che può essere utilizzata semplicemente sciolta in una bevanda calda o nell’acqua come un tè.

 

Contro

Conservazione: Una volta aperta la confezione bisogna prestare attenzione a richiuderla correttamente, perché il ginseng si deteriora molto facilmente.

Acquista su Amazon.it (€17.09)

 

 

 

5. Nature Essential Ginseng + Guarana 400 mg 50 capsule

 

Chi pratica sport e quindi necessita di energia, ma non sa quale integratore di ginseng comprare, può sceglierne uno che contenga la giusta quantità di estratto di radice, per avere un aiuto in più durante gli allenamenti. 

Il prodotto di Nature Essential è uno dei più potenti presenti sul web: al suo interno troverete tutti gli ingredienti in grado di restituirvi delle performance migliori. Contiene infatti anche il guaranà, un estratto dai semi di una pianta di origine amazzonica, che contrasta la stanchezza dovuta a un allenamento intensivo e stimola lo stato di veglia, oltre che la concentrazione.

Si può dire che la formula pensata dall’azienda aiuti a migliorare anche la circolazione sanguigna, perché vanta l’azione del ginseng le cui proprietà sono innanzitutto toniche e adattogene.

All’interno del barattolo troverete 400 mg di prodotto, rinchiuso in sole 50 capsule, perciò dovrete considerare un ulteriore acquisto se seguite una terapia a lungo termine.

 

Pro

Naturale: Si tratta di un prodotto apprezzato in particolar modo per la sua purezza, ovvero per la mancanza di sostanze chimiche. La lavorazione della radice viene effettuata rispettando tutte le normative in ambito europeo.

Formula: Oltre al ginseng, utile per dare quella sferzata di energia in più al corpo, è presente anche l’estratto di guaranà, che contribuisce a migliorare le prestazioni e il senso di stanchezza.

Conservazione: La confezione in cui sono contenuti gli integratori è di vetro, perciò garantisce una corretta conservazione delle pillole.

 

Contro

Quantità: Nel barattolo c’è la dose adatta solo per qualche settimana di assunzione, di conseguenza la quantità di integratori è scarsa rispetto altre soluzioni.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

6. Persalute.it Ginseng Rosso Coreano Puro Estratto Molle vasetto 50g

 

Tra gli integratori di ginseng rosso non possiamo non includere quello di origine coreana fermentato e concentrato, proposto da Persalute.it. Il suo colore è tutto naturale, perché la radice, se essiccata e trattata, assume una tonalità più scura rispetto al bianco classico con cui la si può trovare anche online.

Tra i pregi principali c’è l’assenza di additivi chimici, ovvero di quelle sostanze che vanno a modificare la naturalezza di un prodotto da assumere oralmente o tramite scioglimento in liquidi.

Purtroppo nel vasetto di vetro ci sono solamente 50 g di polvere, oltre che un piccolo cucchiaino con cui poter utilizzare il corretto dosaggio suggerito dall’azienda produttrice: 10 g per 1 L di acqua. Ciò significa che il concentrato non durerà a lungo, e per questo bisognerà farne una buona scorta.

In ogni caso bisogna comunque considerare al tempo stesso sia il costo alto e sia la buona qualità e facilità di utilizzo. I risultati che si ottengono sono diversi, ma in particolar modo noterete un miglioramento delle condizioni di stress fisico e psicologico, che causano anche disfunzione erettile.

 

Pro

Ingredienti: Ciò che rende valido questo articolo è la qualità del ginseng ridotto in polvere e contenuto nel vasetto, perché viene lavorato in modo da mantenere inalterate le qualità organolettiche e nutritive.

Misurino: Nella confezione è incluso un misurino utile per dosare in maniera precisa la quantità di polvere da sciogliere in acqua.

 

Contro

Posologia: Per ottenere gli vantaggi, l’azienda suggerisce di utilizzare almeno 10 g di ginseng disciolto in un liquido, e poiché il barattolo contiene solo 50 g, dovrete considerare di fare una scorta per un utilizzo prolungato.

Costo: Non è il prodotto più economico che si trova sul web, nonostante sia di buona qualità.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

7. Matt Pappa Reale Polline Ginseng Integratore Alimentare contro Stanchezza

 

Chi ama prendersi cura di sé con metodi naturali sa quanto sia importante il ruolo che hanno gli integratori, e in particolare quelli con estratti di ginseng. Il prodotto Matt è pensato per offrire diversi vantaggi sull’organismo, poiché aiuta a superare momenti di forte stress e di stanchezza, anche grazie all’aggiunta di pappa reale naturale.

Quest’ultima è un ottimo tonico e stimolante, ideale sia per chi non è solito praticare attività fisica, sia per quanti amano allenarsi e preparare il proprio corpo per delle sfide importanti e piene di adrenalina.

Nella confezione troverete otto fiale, quindi 80 g di integratore in totale, progettate per essere facili da utilizzare ma soprattutto semplici da gettare via senza inquinare l’ambiente. Grazie alla formulazione unica, questo prodotto è adatto per chi non sa dove acquistare un articolo che aiuti le articolazioni a funzionare meglio e che garantisca anche una buona circolazione sanguigna.

Il costo è particolarmente vantaggioso, peccato però per la posologia suggerita dall’azienda, perché una confezione durerà solo una settimana.

 

Pro

Prezzo: Il prezzo di vendita di questi integratori di ginseng è valido, in particolar modo se confrontato in rapporto alla qualità e purezza degli eccipienti utilizzati.

Ingredienti: Si tratta di una soluzione adatta per quanti cercano un prodotto vegan, sostenibile e privo di qualsivoglia ingrediente artificiale che alteri le qualità del ginseng e della pappa reale.

Efficienza: Grazie ai pregi di questo prodotto, potrete notare qualche cambiamento già dopo alcuni giorni di trattamento.

 

Contro

Quantità di fiale: La confezione contiene solo otto fiale. Se consideriamo una posologia di una al giorno, dovrete acquistarne più di una scatola, perché la terapia durerà poco più di una settimana.

Acquista su Amazon.it (€6.91)

 

 

 

8. Zenement Panax Ginseng Altamente Concentrato 100% Naturale 120 Capsule

 

L’articolo targato Zenement chiude il cerchio dei migliori integratori di ginseng del 2021, ma non perché meno importante. Tra i suoi pregi si trova innanzitutto la qualità del flacone, il quale è particolarmente resistente e permette una corretta conservazione, nonostante sia realizzato in plastica e quindi più propenso a rovinarsi.

Impossibile non citare anche la quantità di ginseng presente nelle pillole, che si aggira intorno ai 2300 mg, e per questo è un prodotto apprezzato soprattutto dagli atleti che cercano soluzioni energizzanti che aiutano a migliorare le performance sul campo.

Tra l’altro, sono totalmente vegane e prodotte in territorio europeo, perciò seguono i criteri di realizzazione stabiliti dalla normativa comunitaria, promettendo quindi purezza e versatilità.

Li potranno infatti utilizzare anche i celiaci e chi soffre di intolleranza al lattosio, perché tra gli ingredienti non c’è nessun eccipiente che potrebbe creare reazioni spiacevoli. Tuttavia, per poter notare un’efficacia immediata bisogna assumere più di una pillola al giorno e aspettare più di una settimana.

 

Pro

Qualità: Il pregio principale di questi integratori è la naturalezza delle pillole, realizzate senza l’aggiunta di sostanze chimiche, e lavorate a freddo, quindi mantengono gli elementi attivi del ginseng.

Dosaggio: La quantità di estratto contenuto nel prodotto rispetta la normativa europea, classificandosi come uno dei più sicuri per la salute.

Adatto per tutti: L’azienda ha a cuore anche chi sceglie come stile di vita il veganesimo, ma anche chi soffre di particolari intolleranze al glutine e al lattosio. Difatti, gli integratori sono privi di tracce di questi elementi.

 

Contro

Risultati: Seguendo la giusta dose suggerita per un corretto trattamento, riuscirete a vedere risultati positivi solo dopo qualche giorno di assunzione.

Acquista su Amazon.it (€16.97)

 

 

 

Guida per comprare un integratore di ginseng

 

Se siete alla ricerca del migliore integratore di ginseng vi potranno essere utili i suggerimenti che abbiamo raccolto nella seguente guida all’acquisto. Sul mercato si trovano numerosi prodotti: leggere i prossimi paragrafi vi aiuterà sia per effettuare un acquisto consapevole, sia per capire qual è la marca più adatta per le vostre tasche.

Valutare la qualità

Quando si parla di integratori non è difficile essere assaliti da chi si professa un esperto del campo e che vi consiglia di optare per un prodotto al posto di un altro. Esistono numerosi articoli scientifici riguardo l’effettiva funzionalità di questo genere di prodotti, alcuni però sono fortemente influenzati da campagne di marketing di brand famosi.

Per questo motivo, la scelta di un integratore di ginseng potrebbe risultare difficoltosa, generando un certo disorientamento che non giova a chi non ha mai utilizzato un prodotto del genere.

Innanzitutto, questi articoli dovrebbero contenere materie prime pure, ovvero non trattate con sostanze chimiche o aggiunte a eccipienti che ne alterano le caratteristiche. A tal proposito, una volta individuato l’integratore che apparentemente vi soddisfa, date un’occhiata all’etichetta, esaminando sia gli ingredienti, sia dove e quando è stato prodotto.

Così eviterete di essere truffati e di dover gettare via il barattolo appena acquistato. Valutare la qualità significa anche ricercare la lista degli articoli idonei firmata dal Ministero della Salute italiano, quindi essere certi di utilizzarli in piena sicurezza.

 

Il formato dell’integratore

Seppur si tratti di una radice, il ginseng si può trovare anche sotto forma di capsule da inghiottire e di tavolette da sciogliere con l’azione della saliva o da masticare. In commercio esistono flaconi ideali anche per chi deve assumerne in quantità inferiore o maggiore rispetto quella contenuta nelle soluzioni tradizionali.

Ce ne sono anche altri pensati per offrire un assorbimento immediato e quindi più potenti. Se siete alla ricerca di un integratore di ginseng in polvere, non è difficile aggiudicarsi delle confezioni formato famiglia, adatte anche per chi vuole acquistarne una scorta che duri a lungo o chi sceglie di dilettarsi in cucina con spezie dal sapore orientale.

L’efficacia di questa radice comunque non cambia, in particolar modo se priva di altri ingredienti che invece potrebbero causare un deterioramento, generando un sapore e un aroma spiacevole.

Tutto ciò che dovete fare è quindi optare per la soluzione più vicina alle vostre esigenze, calcolando che il prezzo di ogni formato non cambio poi così tanto, perché ciò che fa la vera differenza è solo la purezza dell’articolo che scegliete.

 

Il prezzo della confezione

Chi è abituato a confrontare i prodotti perché è alla ricerca della soluzione a prezzi bassi più conveniente per il proprio portafoglio, sarà già avvantaggiato nel processo di acquisto di un integratore di ginseng.

Poiché anche solo tramite una breve ricerca di Internet ci si può rende conto della vastità di articoli che esistono in commercio, è altresì importante riuscire ad avere un equilibrio durante l’analisi, evitando di lasciarsi abbindolare da prodotti eccessivamente costosi ma scadenti.

Chiedere un parere al proprio medico curante o a qualche amico o parente che ha già avuto modo di testare l’efficacia di un determinato integratore vi può servire per avere un quadro più completo e preciso per il vostro acquisto.

Non dimenticatevi che questa tipologia di prodotti servono innanzitutto per introdurre nell’organismo quei principi nutritivi importanti che aiutano a migliorare il processo metabolico e sopperire a dei deficit, perciò bisogna comunque esaminare ogni caso come a sé stante, senza generalizzare.

Il costo di un integratore può variare di decina di euro anche in base a fattori come: la purezza degli ingredienti, la modalità di produzione e la qualità della confezione.

La quantità a disposizione

Spesso, quando si osservano le confezione di integratori di ginseng sugli scaffali delle erboristerie e delle farmacie o sulle pagine web dei principali negozi online, si tralascia un elemento: qual è la quantità di prodotto messa a disposizione?

Bisogna sempre farsi questa domanda prima di procedere all’acquisto, perché in questa maniera riuscirete a valutare tempestivamente se è un prodotto conveniente o se è meglio passare oltre.

Di solito, capire come scegliere un buon integratore di ginseng significa giocare d’anticipo in base alla terapia da seguire, quindi preferire, per esempio, un articolo più costoso, di buona qualità e ricco di compresse o di polvere, invece che optare per uno meno vantaggioso.

Questa mossa si trasformerebbe in un investimento a lungo termine che vi eviterà di dover sborsare ulteriore denaro una volta ogni tre mesi.

 

 

 

Domande frequenti

 

Dove si compra il ginseng? 

Il ginseng è una radice, ma per poter essere utilizzata deve essere lavorata manualmente o meccanicamente, in modo da estrarre le sue qualità e concentrarle nel miglior modo possibile.

Del resto, anche questo è il ruolo degli integratori: offrire una soluzione ideale per quanti necessitano di seguire una terapia complementare a un corretto regime alimentare. Se vi chiedete dove si compra il ginseng rosso coreano, la risposta è piuttosto semplice perché possiamo trovarlo in erboristeria, in farmacia o anche nei negozi del commercio equo e solidale.

È reperibile anche online, spesso sotto forma di polvere da aggiungere al tè o ad altre bevande calde.

 

Quando assumere e come non assumere il ginseng?

In commercio si può trovare in diversi formati, ma quello più conosciuto è la polvere di ginseng, perché pensata soprattutto per chi ama prepare infusi ed estratti liquidi. Per questa ragione, quanti non sanno come assumere il ginseng potrebbero dare semplicemente un’occhiata alle etichette dei numerosi prodotti esistenti sul mercato.

Questi, a seconda delle esigenze, contengono da 200 mg a 1 g di radice, nel caso delle pillole e tavolette. Se invece lo preferite essiccato, vi potrà servire masticarlo per calmarvi in momenti di particolare stress e tensione, perché rilascerà i suoi elementi attivi, che verranno subito assorbiti attraverso la saliva.

 

Ci sono effetti collaterali per chi assume integratori di ginseng?

Il ginseng può non essere adatto a tutte le tipologie di consumatori, perché ad alcune persone fornirebbe delle sostanze nutritive eccessivamente stimolanti. Chi soffre già di ansia, tachicardia, insonnia e difficoltà di digestione, è preferibile che scelga un altro integratore che aiuti a curare o gestire questo tipo di situazioni.

Per tutti gli altri, non ci sono particolari risultati collaterali, se non nel caso in cui ci sia il rischio che un’assunzione prolungata interagisca con l’azione di alcuni farmaci, ma in questi casi vi suggeriamo di chiedere prima il parere al vostro medico o al nutrizionista.

 

Quali sono i vantaggi del ginseng?

Per esplorare correttamente i risultati positivi sul nostro corpo del ginseng, bisogna innanzitutto tenere in considerazione i principi attivi e la loro azione nell’organismo, una volta assorbiti.

Favoriscono il processo rigenerativo delle cellule, ma anche il trasporto dei nutrienti nel sangue, offrendo un potenziamento delle difese immunitarie poiché stimola la produzione di anticorpi.

Insomma, dire cosa contiene il ginseng può essere molto difficile, perché la Natura regala sempre alimenti e cibi densi di qualità che potrebbero essere sfruttate a nostro vantaggio. Generalmente però, questa radice, conferisce anche vitalità e quindi una maggiore carica sessuale, migliorando le vostre performance a letto.

 

Si può coltivare il ginseng in Italia?

Si è portati a credere che il ginseng si possa solo acquistare in negozio, farmacia ed erboristeria, ma non è così: in realtà, se non ci avete già pensato, potreste valutare l’idea di crescere una piantina nel vostro giardino.

La coltivazione richiede però molto tempo e soprattutto tanta pazienza, perché saranno necessari almeno sette anni di tempo, prima che la radice riesca a raggiungere la maturazione completa.

In Italia, a differenza di altri Paesi nel mondo, si può comunque creare l’habitat necessario per il suo nutrimento, purché si scelga un terreno argilloso e lontano da altri arbusti o da un fitto sottobosco.

 

 

 

Come utilizzare un integratore di ginseng

 

Siete curiosi di scoprire quali sono le controindicazioni di un’eccessiva assunzione di integratori di ginseng? Avete anche altri dubbi riguardo il loro utilizzo? Allora non esitate a leggere i prossimi paragrafi.

Abbiamo raccolto alcuni consigli utili per una corretta conservazione e per capire come fare per godere dei vantaggi sull’organismo nel più breve tempo possibile.

Gli utilizzi del ginseng

Se non ne siete già a conoscenza, allora vi tornerà utile sapere che il ginseng è una radice di origine orientale, molto utilizzata per fini terapeutici e conosciuta anche per la sua inclusione in diverse pratiche della medicina tradizionale cinese.

Può essere funzionale per il trattamento di chi soffre di ipertensione e di ipotensione, ma anche nel caso di insonnia, artrite, anemia o in momenti di forte stress per equilibrare la salute fisica e mentale.

Secondo alcuni studi può essere impiegato anche negli stati di debilitazione e di cura del diabete, anche in virtù delle sue qualità antiossidanti, che consentono di rallentare il processo di invecchiamento cellulare.

Se arrivati fin qui vi state chiedendo dove si compra il ginseng rosso coreano, ovvero la tipologia più diffusa, allora fate una breve ricerca sul web e troverete con facilità delle buone confezioni di questo prodotto.

 

Le sue peculiarità nutrizionali

Quanti si chiedono cosa contiene il ginseng sono nel posto giusto, perché tra breve vi spiegheremo quali sono le sue qualità tanto apprezzate sia nel mondo occidentale, sia in quello orientale.

Le sue virtù sono attribuite ai diversi elementi attivi contenuti nella radice che si trova in natura, ricca di proteine e amminoacidi essenziali, ma anche di vitamine, polisaccaridi e altri nutrienti fondamentali.

Vanta delle conclamate capacità afrodisiache, infatti anticamente veniva utilizzato anche per migliorare le proprie performance a letto, senza ricorrere all’utilizzo di medicinali o prodotti chimici e industriali.

È funzionale anche come antipiretico, antinfiammatorio e come alimento che riduce i sintomi causati dal sopraggiungere della menopausa: non è però una panacea, perciò la terapia di assunzione di integratori a base di ginseng deve sempre essere fornita da professionisti come medici di famiglia e nutrizionisti.

Ricordatevi che con la salute non si scherza, perché eventuali risultati negativi potrebbero insorgere anche a distanza di molto tempo. 

Evitare gli eccessi

Per quanto concerne gli svantaggi dovuti a un eccesso di integratori di ginseng, possiamo dire che il consumo è considerato generalmente abbastanza sicuro, ma non privo di problematiche legate a dosi più alte del normale nel nostro corpo.

Tra l’altro, i risultati negativi sono principalmente legati all’ingestione di una quantità spropositata, che si aggira solitamente intorno ai 15 g di estratto secco. Non è però sbagliato cercare di capire come assumere il ginseng, poiché, in effetti, i quadri sintomatologici si dividono in due tipologie principali: lievi o a breve termine e gravi o a lungo termine.

Nel primo caso, un’eccessiva assunzione è dimostrata da una particolare sensazione di euforia, ma anche irrequietezza, tremore, offuscamento della vista e mal di testa, ma anche aumento della temperatura corporea e secchezza della bocca.

Per quanto riguarda il secondo, dovrete iniziare a preoccuparvi quando, dopo l’ingestione di una dose superiore alla summenzionata, accusate anche la nausea e il vomito, oltre che febbre, arrossamento, crisi epilettiche e diminuzione della sensibilità.

In conclusione vogliamo sottolineare una cosa: non c’è bisogno di allarmarsi, perché tutti gli integratori presenti in commercio sono standardizzati e quindi, seguendo la corretta posologia, non avrete nessuno di questi sintomi.